Nel Salotto di Bry ospite il direttore d’orchestra Peppe Vessicchio

E quando si pronuncia la famosa frase “Dirige l’orchestra il Maestro…” quel Maestro non può che essere il più famoso, l’icona del Festival di Sanremo e volto televisivo: Peppe Vessicchio. Ospite nel Salotto di Bry, condotto da Brigitte Esposito, il grande compositore, direttore d’orchestra e arrangiatore ha presentato il suo libro La musica fa crescere i pomodori, il suono, le piante e Mozart: la mia vita in ascolto dell’armonia naturale”. Vessicchio racconta nel saggio autobiografico, scritto insieme al giornalista Angelo Carotenuto, la sua vita, i suoi grandi successi, le sperimentazioni musicali nell’ambito della biodinamica e di come la musica abbia cambiato la sua vita, quella dei vegetali e quella degli agricoltori nelle serre. Per ben quattro volte ha vinto il premio come miglior arrangiatore e per altrettante ha vinto da direttore d’orchestra, l’ultima con Vecchioni. Nella sua eccellente carriera ha collaborato con Gino Paoli, Elio e le Storie Tese, Zucchero, Andrea Bocelli, Avion Travel, Fiorella Mannoia, Ron, Piero Mazzocchetti ed Eros Ramazzotti. E’ stato simpatico coach della trasmissione “Amici” e direttore da guinness dei primati dirigendo l’orchestra più grande del mondo con 1800 elementi. In Salotto è presente anche il giornalista e professore Pierluigi Fiorenza che spiega i punti salienti del libro e l’importanza della lettura. Qual è il futuro della musica italiana dal punto di vista della creatività e dei contenuti, di arrangiamento e produzione artistica? Quale consiglio avrà dato il M°Vessicchio a chi vuol fare musica? Lo svela in Salotto durante l’intervista.

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia di G. Roberto Tartaglia, riprese e fotografia Angelandrea Falcone, account manager Carolina Di Martino, produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con Teleangri Uno canale 639 visibile in tutta la Campania.


1 commento

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *