A Cori la Seconda Sagra del prosciutto cotto al vino

Il Prosciutto di Cori cotto al Vino sarà il protagonista della Seconda Sagra che si terrà nel paese lepino il 24 e 25 maggio in un contesto storico architettonico di grande bellezza: piazza del Tempio d’Ercole. VENERDÌ 24 MAGGIO, alle ore 17:30, l’evento sarà aperto dagli Sbandieratori dei Rioni di Cori e dal saluto istituzionale del Sindaco di Cori Mauro De Lillis, dell’Ass.re all’Agricoltura della Regione Lazio Enrica Onorati, dall’Ass.re all’Agricoltura del Comune di Cori Simonetta Imperia e dalla consigliera delegata alla Promozione del Territorio Sabrina Pistilli.

Sarà possibile degustare il Prosciutto di Cori accompagnato da vini, pane, dolci e olive acquistando un ticket con calice annesso. Sarà possibile assaggiare il prosciutto delle aziende che hanno ottenuto il riconoscimento De. Co.: Le Bontà e F.lli Saccucci, oltre quello prodotto dalla macelleria Bernardi. I prodotti sott’olio dell’Az. Agnoni, Ortocori e Francesco Lucarelli, il pane del forno Angela Pistilli ed i vini delle cantine Cincinnato, Carpineti, Pietra Pinta e Filippi e della costituenda cantina Molino700.

I prodotti De.Co. potranno essere anche acquistati, insieme a quelli di altri produttori: il prosciutto dell’azienda Pietro Trocchi, il rinomato pane di Cori dei forni Alessi, Trifelli, Arciulo, Pietrosanti. La pasticceria di Maciste, i prodotti caseari di Costantino Giordani, lo zafferano di Quinto Marafini ed il Mercato Contadino. Nella serata di venerdì la musica dei Light Blue Quartet e del duo AmoRdiVino. SABATO 25 MAGGIO, oltre alle degustazioni, la giornata sarà animata da pizziche e saltarelli de I Trillanti. Saranno allestiti anche mercatini di hobbistica.

La manifestazione enogastronomica rappresenta una delle iniziative sulle quali l’amministrazione comunale sta puntando per valorizzare le produzioni e le tipicità locali – spiegano De Lillis, Imperia e Pistilli – sin dall’inizio del nostro mandato abbiamo creduto nelle potenzialità di questo territorio e vogliamo continuare a valorizzarlo con azioni mirate, di promozione e soprattutto di attribuzione di marchi di provenienza territoriale, come IGP, DOP e De.Co. I prossimi progetti di riconoscimento sui quali stiamo lavorando sono il pane e la ciambella scottolata di Cori”.

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *