A Cava de Tirreni 12mila visitatori alla mostra “Pablo Picasso e altri viaggiatori storie naturali e viaggi spirituali”

Un elenco di numeri esaltanti che se da una parte corrispondono alla partecipazione cospicua di persone, giovani e meno giovani che hanno apprezzato la proposta, dall’altra svelano la mole di lavoro e le tantissime professionalità coinvolte.

Il successo si traduce in cifre per il grande evento espositivo dal titolo “Pablo Picasso e altri viaggiatori, storie naturali e viaggi spirituali”, l’itinerario proposto da e al Marte – Mediateca Arte Eventi – di Cava de’ Tirreni da febbraio a giugno.

Cinque mesi di esposizione, 112 opere esposte per 121 giorni, 16 prestatori privati ed 1 pubblico, 2 guide storico artistiche e 3 attori impiegati, 2 eventi di danza, 1 spettacolo di teatro, 1 happening musicale, oltre 30 sponsor tra banche e aziende del territorio, 200 scuole e 90 associazioni contattate. E poi la parte social: 1 sito web dedicato con 500 visite al mese ed una campagna con circa 60mila visualizzazioni e 700 like. I visitatori quest’anno sono stati 12mila.

«Abbiamo concluso il terzo anno di programmazione culturale incentrata su una grande mostra – spiega il Presidente Dorotea Morlicchio dedicata ad un protagonista dell’arte del ‘900. Possiamo con soddisfazione affermare che la nostra comunità ha accolto con grande favore la nostra proposta: siamo passati dai 7500 visitatori del 2015 ai 12000 di quest’anno, di cui circa 8000 ragazzi delle scuole elementari e medie, ai quali abbiamo dedicato progetti didattici speciali, collegati agli artisti in esposizione. Il prossimo anno lanceremo un artista ancora più contemporaneo con le cui opere pensiamo di attirare anche quei flussi turistici che fino ad oggi hanno solo lambito Cava dei Tirreni. Noi Marziani siamo pronti per le nuove sfide».

Grande soddisfazione anche da parte dell’amministratore del Marte Alfonso Baldi, del responsabile del progetto Rosario Memoli, del curatore della mostra Marco Alfano. Attori protagonisti dietro le quinte di una grande macchina organizzativa che non smette di accelerare. Tutti già al lavoro per il 2018, promettono di svelare entro settembre il nome del nuovo protagonista in mostra.

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *