Wonderful: Conca dei Marini – Il borgo delle meraviglie

“Wonderful – Uno spettacolo nello spettacolo” in questa puntata accompagna i telespettatori alla scoperta di uno dei borghi più affascinanti d’Italia dove si scorgono testimonianze artistiche di grande valore: Conca dei Marini. Il programma è scritto e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito. Regia e riprese Gerardo Tartaglia e Angelandrea Falcone. Produzione 360 Gradi Web TV Contatti ufficio stampa: info@360gradiwebtv.it www.360gradiwebtv.it

Si ringrazia: Don Luigi De Martino – parroco Cappella SS. Maria Virgo Potens -Vettica Vincenzo Pistone B&B Villa Bianca – Tramonti Carolina Di Martino event planner

Gli splendidi e accoglienti conchesi

Clicca per visualizzare la PHOTOGALLERY https://www.facebook.com/media/set/?vanity=360gradiwebtv&set=a.3382655448678928

Charme in Passerella a Minori: il fascino dell’Alta Moda tra cielo e mare

Non solo abiti indossati come gioielli, ma anche gioielli indossati come abiti. La moda, la bellezza e lo stile sono stati protagonisti a Minori con “Charme in Passerella”, il fashion show che ha animato elegantemente la città con le sue suggestive forme e i suoi spettacolari colori.  

La consolidata partnership tra l’organizzatrice Carolina Di Martino e il Comune di Minori, guidato magistralmente dal sindaco Andrea Reale, ha dato vita anche quest’anno ad un favoloso spettacolo andato in scena in una vetrina esclusiva come quella di piazza Cantilena sulla suggestiva scalinata antistante la Basilica di Santa Trofimena. Il sindaco oltre ad accogliere il numeroso pubblico italiano e straniero che ha partecipato al défilé, prima di inaugurare il fitto programma di eventi estivi si è complimentato con l’organizzazione.

Clicca sul link per visionare la sfilata su facebook https://www.facebook.com/360gradiwebtv/videos/605292831265367

Il sindaco di Minori Andrea Reale e l’organizzatrice Carolina Di Martino

La kermesse, che ha visto il susseguirsi di quadri di moda alternati a raffinati interventi di musica e danza, è stata condotta con eleganza, brio e professionalità dalla giornalista Brigitte Esposito che per l’occasione ha indossato le creazioni Haute Couture 2023 dell’Atelier Pastore since 1940, i gioielli esclusivi di Conté Jewels storica gioielleria di Minori, e ha sfoggiato l’acconciatura curata dal noto hair stylist e make up artist Matteo Gargiulo.

Ad aprire il defilè è stata l’Aghè Mare Luxury Italian Beachwear con al timone l’estro creativo di Francesco Coticelli, Carolina Malafronte e Angela Coticelli. L’innovativa ed artigianale azienda di Gragnano da oltre 20 anni realizza costumi da bagno di lusso che esaltano e slanciano la silhouette valorizzando l’esperienza acquatica. In passerella seducenti e accattivanti capolavori made in Italy realizzati in tessuti ecologici di altissima qualità arricchiti da preziose lavorazioni. Costumi interi, bikini, trikini e tanti altri modelli hanno sfilato tra copricostumi, borse, parei e cappelli decisamente trendy.

A seguire, come in una favola, il bagliore delle stelle ha reso ancora più scintillanti le Collezioni 2023 bambino e Alta Moda cerimonia dell’Atelier “Pastore since 1940” di Vincenzo e Anna Pastore. Divertente e vivace è stata la sfilata dei bambini, applauditi e fotografati come piccole star sul blue carpet. In passerella la Collezione Kids 2023, completi sportivi e mini dress romantici che hanno raccontato, attraverso tessuti, trame e colori, i sogni e i desideri che animano l’infanzia. L’ Atelier dal 1940 è una delle più grandi realtà nel settore della moda campana e accompagna da sempre la clientela nella scelta dell’abito perfetto per ogni occasione accontentando i gusti e le esigenze più variegate senza mai trascurare l’eleganza. In scena per la sfilata  Alta Moda Cerimonia abiti griffati dei migliori brand italiani e stranieri come Antonio Notaro, Baci Stellari di Valeria Marini, Milano Collezioni, Nicole Moment, Red Carpets Luxury, Musani, Novi Couture.

Ad impreziosire l’evento i gioielli esclusivi e di altissima manifattura della Gioielleria Contè Jewels di Minori. Una collezione iconica che, sotto i riflettori, ha raccontato un’eleganza raffinata e audace, connubio perfetto di tradizione e innovazione. Le modelle hanno sfoggiato creazioni d’arte uniche e senza tempo. La Gioielleria di Alfonso Iozzino vanta da sempre una straordinaria esperienza nell’ arte del gioiello realizzato a mano e una lunga tradizione di design e stile.

Alle collezioni si sono alternati momenti artistici e culturali altamente performativi: ad esaltare gli abiti, a creare una dimensione surreale e a scandire i passi delle modelle è stato il dolce violino del M° Pierpaolo Petti e l’energico sax del M° Luciano Cuomo, musicisti di fama nazionale che hanno collaborato con artisti di chiara fama ed orchestre prestigiose.

Ospite della serata Maria Virginia Marchesano, strepitosa danzatrice, coreografa e insegnante di danza di fama internazionale che per l’occasione ha presentato il suo nuovo libro “Dalla sala al palcoscenico: il linguaggio gestuale della danza classica” pubblicato da Kinetès Edizioni nella Collana Pagine di Danza. Un vero e proprio vademecum per comprendere l’avvincente viaggio di un danzatore dalla sala alla scena, un supporto per i professionisti della danza, un capolavoro utile agli studenti dei licei coreutici durante il percorso didattico.

A guidare il numeroso pubblico in un sublime viaggio nella Napoli musicale è stata la cantante Giovanna Forino che, accompagnata alla chitarra dal M° Attilio Gargano e al violino e mandolino dal M° Matteo Masullo, ha impreziosito con la sua voce le classiche liriche napoletane.

Alla moda si è unita la danza in una coinvolgente ed appassionata liaison grazie alla Scuola di Danza Arabesque di Tramonti Costa D’Amalfi. Sotto la direzione artistica della splendida Elisa Bove hanno preso forma delicate coreografie sull’imponente scalinata: i danzatori Ruben Citarella, Myriam Giordano e Benedetta Giordano hanno raccontato i colori delle emozioni attraverso una reciproca ricerca di spettacolari prese e poetici ed eterei movimenti.

che, con vertiginosi trampoli e luminose ali di farfalla, ha regalato a tutti un’esperienza suggestiva tra equilibrismi e spensieratezza.

A chiusura del defilé ha sfilato l’Haute Couture di Pastore Sposa con la Collezione 2023 firmata da Pronovias, Nicole, Lady Bird. Abiti da favola principeschi o a sirena, veri capolavori di alta moda con dettagli unici e preziosissimi: pizzi e ricami a profusione, scollature, applicazioni e tulle, trasparenze, paillettes e cristalli per un’ode alla bellezza. In passerella anche lo sposo firmato Pignatelli, Notaro, Musani e Tombolini.  Dive e gentlemen accompagnati da paggetti e damigelle in una cornice da sogno.

“Ringrazio il Comune di Minori – ha dichiarato l’organizzatrice Carolina Di Martino – tutti gli eccellenti artisti e i partners dell’evento per aver contribuito e collaborato all’ottima riuscita di questa edizione post pandemia.”

Un ringraziamento speciale a: Black Lemon e-bike rental Amalfi Coast, Le Bontà del Capo di Conca dei Marini, Farmacia Campitiello, Scooter rental di Carlo D’Amato, Poste Italia, Ferrigno Fiori di Maria e Tina, Supermercati Gran Risparmio S. Egidio del Monte Albin, Pasticceria Carrelli, Granato Caffè, Lucia Fontanella, Lidia Tagliamonte, Michele Petrosino, Matteo Amato, Veronica Buonocore.

Charme in Passerella a Minori: il 15 luglio in scena moda e spettacolo in Costa D’Amalfi

A Minori la moda torna a brillare sotto le stelle. Venerdì 15 luglio, alle ore 20.30, la scalinata che conduce alla suggestiva ed imponente Basilica di Santa Trofimena si prepara ad accogliere Charme in Passerella – Moda, Cultura e Spettacolo sotto le stelle. L’elegante e attesa kermesse ideata dall’event planner Carolina Di Martino, è patrocinata con entusiasmo dal Comune di Minori e sarà presentata dalla giornalista e conduttrice televisiva Brigitte Esposito. Piazza Cantilena si trasformerà in un teatro all’aperto per la presentazione delle nuove Collezioni 2023 dal Pret-à-Porter alle creazioni dell’Haute Couture. Un fashion show esclusivo, in una cornice di incomparabile bellezza tra cielo e mare, che vedrà in scena i protagonisti del settore della moda e dello spettacolo: modelle, stilisti, musicisti, cantanti, ballerini, fashion bloggers. Energia, passione e gioia: questi gli saranno gli ingredienti giusti per ripartire dopo lo stop forzato determinato dalla pandemia – ha dichiarato la direttrice artistica Carolina Di MartinoIl defilé animerà la Costiera amalfitana con uno spettacolo ricco di emozioni e un pubblico pronto a divertirsi. “ L’evento sarà ripreso dalle telecamere di www360gradiwebtv.it regia di Gerardo Tartaglia e Angelandrea Falcone e trasmesso sui principali social network.

Basilica Santa Trofimena

Standing ovation a Pompei per “Sogno di Volare”, il progetto teatrale che ha coinvolto i giovani del territorio

Standing ovation per “Sogno di volare”, un coinvolgente progetto teatrale per i giovani realizzata dal Parco archeologico di Pompei diretto da Gabriel Zuchtriegel in collaborazione con il Ravenna Festival, il Teatro delle Albe di Ravenna, il Teatro di Napoli-Teatro Nazionale e Giffoni Film Festival. Il progetto inserito nel protocollo di intesa stipulato tra il Parco archeologico, il Grande Progetto Pompei/Unità Grande Pompei e l’Ufficio scolastico regionale della Campania, è finalizzato a coinvolgere le scuole e a stabilire un legame concreto tra le antiche testimonianze e i giovani fruitori, in un percorso volto alla conoscenza e alla valorizzazione del patrimonio storico-archeologico. Emozionante la performance degli studenti dell’Istituto Liceale Pascal di Pompei e l’Istituto tecnico Pantaleo di Torre del Greco che hanno portato in scena presso il suggestivo Teatro Grande la commedia “Uccelli” di Aristofane diretti dal regista di fama internazionale Marco Martinelli, assistito da Valeria Pollice, Gianni Vastarella ed Ermanna Montanari, con musiche di Ambrogio Sparagna, disegno luci di Vincent Longuemare e costumi di Roberta Mattera. In 10 mesi di lavoro è stato chiesto ai giovani di raccontare le città in cui vivono e di rendere attuale e contemporanea questa meravigliosa opera del 414 a. C., considerata fantastica per la presenza di uccelli parlanti che accentuano il tono favolistico della storia.

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia e riprese Gerardo Tartaglia e Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it. Un ringraziamento speciale alla Dott.ssa Noemi Perlingieri

Rombi d’epoca ad Angri, record di partecipanti.

E’ stato un successo oltre le aspettative il terzo Raduno di Auto & Moto d’epoca organizzato dall’Associazione “Antiche Ruote Angri”. L’avvolgente bellezza del Castello Doria, con l’annesso Palazzo, ha fatto da cornice ad un’edizione che ha visto la presenza di centinaia di appassionati delle quattro e due ruote d’altri tempi provenienti da tutta la Regione Campania e non solo. L’atmosfera del tour ha avvolto e accompagnato i partecipanti e il pubblico tra vicoli, quartieri e cortili che profumano di storia e poesia. La kermesse è conosciuta e molto seguita non solo sui social media, ma in tutta la Regione grazie all’impegno e alla passione del Presidente Nino La Mura, del vicepresidente Carmine Nocera e di tutti i simpatici e straordinari soci. Un’associazione animata da un forte entusiasmo che nasce dalla condivisione di idee e dalla voglia di stare insieme, di regalare alle città spensieratezza e momenti di grande spettacolo. L’esplosivo e coinvolgente tour è stato condotto dalla giornalista Brigitte Esposito che, a bordo di uno storico maggiolone, ha sfilato lungo le arterie cittadine di Angri e S. Egidio del Monte Albino per poi giungere nella frazione di Orta Loreto simulando un vero e proprio tuffo nel passato. Il raduno è stato arricchito da un gustoso programma di intrattenimento: il pubblico ha ascoltato non solo il suono dei clacson e dei motori, ma anche quello di violini e sax grazie alle note armoniche dei maestri di chiara fama Pierpaolo e Raffaele Petti, un sensuale tango a cura del campione regionale Salvatore Coppola e un assaggio di musica classica napoletana declinata in chiave folk animata dal Gruppo O’Scarrafone. Piena soddisfazione è stata espressa anche da parte dell’Amministrazione comunale di Angri, attraverso le parole del vicesindaco Antonio Mainardi, e del sindaco di S. Egidio del Monte Albino Antonio La Mura presente insieme ad altri componenti della maggioranza. Un ringraziamento agli agenti della Polizia Municipale guidati dal Comandante Anna Galasso, ai volontari delle Guardie Ambientali e della Protezione Civile e a tutti gli sponsor che hanno sostenuto e voluto fortemente un evento pienamente riuscito.

Interviste a cura di Brigitte Esposito, regia e riprese Gerardo Tartaglia e Angelandrea Falcone, foto di Paolo Novi

Toni Servillo apre la Mostra Internazionale del Cinema Sociale 2022 dal 3 al 10 luglio a Vico Equense

Toni Servillo ospite e una partnership con NABA – Nuova Accademia di Belle Arti e Fondazione Cinema per Roma tra le prime novità della 12a edizione del Social World Film Festival, presentata all’Italian Pavillion dell’Hotel Le Majestic Barriere, in occasione del Festival de Cannes. La Mostra internazionale del cinema sociale, si terrà dal 3 al 10 luglio 2022 a Vico Equense con la direzione del regista Giuseppe Alessio Nuzzo, e sarà aperta dal film “Magda” del regista ucraino Danys Soboliev, in anteprima italiana.
 
Tra gli attori italiani più apprezzati all’estero, Servillo sarà ospite della cerimonia di apertura domenica 3 luglio quando riceverà il Golden Spike Award alla carriera e firmerà il Wall of Fame, il monumento al cinema che campeggia nel centro della città. Nel pomeriggio, inoltre, sarà protagonista di una masterclass di recitazione per studenti e aspiranti attori ed inaugurerà una retrospettiva a lui dedicata. 
 
Sempre alla ricerca dei migliori talenti cinematografici in circolazione nel mondo, il Social World Film Festival ha selezionato per il 2022 ben 121 opere tra lungometraggi, documentari e cortometraggi nelle 12 sezione in concorso e fuori concorso, tra cui 86 in anteprima, provenienti da 28 nazioni diverse dei cinque continenti, oltre a 348 titoli inseriti nel Mercato Europeo del Cinema Giovane e Indipendente.
 
Nella sezione lungometraggi internazionali, oltre al già citato “Magda”, troviamo “Le bruit des moteurs” del canadese Philippe Gregoire, il giapponese “Paper dream” di Koichi Izuhara, “Boxer Blood and Sweats” del regista iraniano Nima Nadaf, e gli italiani “The Grand Bolero” by Gabriele Fabbro e “Ero in guerra ma non lo sapevo” di Fabio Resinaro.
 
Novità di quest’anno il Premio della Critica SNCCI – Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani, con una giuria formata da tre critici cinematografici grazie all’accordo con AFIC – Associazione Festival italiani di cinema, di cui il Social World è membro. Sempre in linea con l’Afic, verrà adottato il protocollo “green”attraverso l’applicazione di modelli operativi più sostenibili come ad esempio lo spostamento attraverso mezzi pubblici o elettrici, prediligere luoghi all’aperto, ridurre la quantità di documenti stampati incoraggiando il formato digitale e allestimenti con materiale riciclato certificato.
 
Inoltre, grande spazio agli omaggi alle star del passato, in primis alla grande Monica Vitti che campeggerà sulla locandina ufficiale, ma anche i 100 anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini e i 50 anni dall’uscita di “Totò a colori”, la cui prima scena fu girata proprio tra le strade della città che apre la Penisola Sorrentina. 
 
Non solo proiezioni ma anche occasioni per giovani autori, come dimostrato dalla partnership avviata quest’anno con NABA – Nuova Accademia di Belle Arti, Fondazione Cinema per Roma nell’ospitare studenti e neo-diplomati di cinema selezionati per lo Z-Pitch Contest e dare loro la possibilità di presentare i progetti anche alla platea di professionisti che ogni hanno partecipano alle attività industry del Social World Film Festival. 
 
Lo Z-Pitch Contest, è il concorso dedicato agli studenti e ai neodiplomati delle Scuole di Cinema e Media Design in Italia. Il contest, sviluppato nell’ambito delle attività di Rome City of Film UNESCO, nasce per valorizzare e portare all’attenzione dei professionisti del cinema e della serialità le idee di giovani autori e film-maker che dimostrino talento e capacità nell’individuare temi di rilievo per la contemporaneità e originalità nel raccontare storie tramite l’audiovisivo.
 
Definito “l’evento cinematografico più emozionante al mondo” dall’attrice Claudia Cardinale, è un festival che da spazio e visibilità a tutte le opere iscritte, a prescindere dalla selezione che viene effettuata per le sezioni competitive e non competitive le cui opere sono proiettate e/o presentate in appositi eventi organizzati.
 
Organizzato dal Comune di Vico Equense, guidato dal sindaco Giuseppe Aiello, il Social World Film Festival offre l’esclusiva possibilità di partecipare agli eventi internazionali, che in dieci anni hanno coinvolto trenta città dei cinque continenti tra cui Los Angeles, New York, Shanghai, Rio de Janeiro, Vienna, Washington DC, Seoul, Busan, Berlino, Barcellona, Amsterdam, Cannes, MonteCarlo, Parigi, Istanbul, San Francisco, Tokyo, Sydney, Marsiglia, Palma, Tunisi, Hong Kong, Jakarta.
 
Alla conferenza stampa di Cannes hanno partecipato tra gli altri Laura Delli Colli, presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, per la presentazione del suo libro “Monica, vita di una donna irripetibile”; Francesco Grisi, Ceo di EDI Effetti Digitali Italiani, per un pitch su cinema e nuove tecnologie; Francesca Via, direttore generale Fondazione Cinema per Roma.


 

Il Salotto di Bry a Teatro: “Grossi affari in famiglia”

Standing ovation per la commedia teatrale “Grossi affari in famiglia” andata in scena al Teatro Auditorium Sant’Alfonso Maria de’ Liguori a Pagani e in tour in tutta Italia. A raccontarsi nel Salotto di Bry due straordinari attori amatissimi dal pubblico campano per la carriera televisiva, teatrale e cinematografica: Piero Vitolo (Pierino Tiramisù) e Marco Lanzuise. L’avvincente e sinergico cast, composto da Anna D’Auria, Marilù Armani, Mario Arienzo e Peppe Micciocon la regia di Lanzuise e Rosario Verde, ha divertito gli spettatori con una storia di eredità familiare condita da imbrogli, equivoci e da una sana comicità. Un fratello ingrato e una sorella ingorda ambiscono all’eredità di un uomo malato. Quest’ultimo è attratto da una prorompente badante straniera che, d’intesa con il fidanzato imbroglione, tenta di convincere l’anziano a destinarle tutti i suoi averi.

 Il Salotto di Bry è condotto dalla giornalista Brigitte Esposito per la regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia e fotografia e riprese Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it 

L’intervista su facebook https://www.facebook.com/360gradiwebtv/videos/301746562121939

“TRAME”, il nuovo singolo del cantautore Gero Riggio

E’ già un successo il videoclip “Trame” (etichetta discografica Carioca Records/distribuzione Artist First), il nuovo avvincente singolo di GERO RIGGIO che dà il via al nuovo progetto del cantautore siciliano.

‘E quando arriva il temporale mi piace pensare che sia tu che hai trovato un altro modo per tornare’ – racconta GERO -. Questa frase racchiude il senso del videoclip che si sviluppa su emozioni contrastanti dei protagonisti. Si amano ancora, si pensano e vivono le loro vite lontani, separati da una vita che probabilmente non gli appartiene, lontana da ciò che vogliono veramente. L’anima di ognuno di loro è una trama fatta di ricordi e sentimenti mai spenti del tutto. Ed è proprio un temporale che, come uno squarcio nel silenzio, riesce a risvegliare le proprie emozioni. Chissà se ci potrà mai essere un “domani” insieme. Chissà se si rincontreranno o sarà solo un’illusione, un sogno, un desiderio.”

Il videoclip è stato girato da Serafino Randazzo, in arte Serafilms, videomaker che ha collaborato, tra gli altri, con Giulia Calcaterra, Me contro te, Fisher, Tony Dallara, Mak, Matt & Bise, Capo Plaza, Eiffel 65, Karmin Shiff, xMurry, Irene Cioni, Vito Bellavita, i Sansoni, PIF). Gli attori sono Chiara Gammino e Andrea Randazzo.

Il brano è un viaggio dentro sé stessi – racconta Gero -. Quante volte ci è capitato di starcene in silenzio e ascoltare i nostri pensieri? Tante volte. E troppe volte non riusciamo a ‘interpretarci’. Impossibile farlo perché quello che succede intorno a noi influisce tremendamente sui nostri stati d’animo. La canzone inizia con una verità assoluta: le nostre vite sono cruciverba senza soluzione. Eh già. Nessuno può capirci nulla perché le soluzioni possono essere molteplici e talvolta non esistono nemmeno. Rimane però una certezza da cui iniziare a scrivere quelle pagine della nostra vita ancora vuote, avere a fianco qualcuno che si prenda cura di noi.”

Trame” è scritta da Gero Riggio e composta dallo stesso cantautore insieme a Giuseppe Milia (chitarre acustiche, elettriche e basso). Hanno partecipato, inoltre, Sebastiano Valenza alla batteria e alle percussioni, e Leonardo Curiale al piano, hammond e synth e anche arrangiamento, missaggio e mastering e la produzione artistica. Registrato presso il Master Play Studio di Mussomeli (CL).

Il tour mozzafiato di “Wonderful” da Torca, borgo delle sirene, al fiordo di Crapolla

Wonderful” prosegue il viaggio tra le più belle attrazioni che offre il nostro Paese, dalle preziose città d’arte ai piccoli borghi di antichissima origine, passando per siti naturalistici di assoluto incanto.

In questa puntata la giornalista Brigitte Esposito, insieme all’inseparabile troupe di www.360gradiwebtv.it, ha fatto tappa a Torca, antico borgo situato nel Comune di Massa Lubrense in Penisola Sorrentina andando alla scoperta di una spettacolare insenaturanaturale in piena Area Marina Protetta di Punta Campanella.

La conduttrice, partendo dalla storica Piazza San Tommaso Apostolo e accompagnata dalle telecamere a 360° dirette dal regista Gerardo Tartaglia e dall’operatore di ripresa Angelandrea Falcone, ha passeggiato per i pittoreschi vicoli di un borgo che, da sempre guarda il mare dall’alto della sua posizione privilegiata. Intrecciando storia, mitologie, leggende e solo percorrendo un sentiero scosceso e in discesa con circa 700 tortuosi gradini in pietra calcarea ha potuto raggiungere il Fiordo di Crapolla, un gioiello nascosto incastonato nella roccia, un vero e proprio paradiso incontaminato dall’ammaliante fascino e dalle forti suggestioni.

Wonderful Uno Spettacolo nello Spettacolo” è un programma scritto e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito. Regia e riprese Gerardo Roberto Tartaglia. Fotografia e riprese Angelandrea Falcone.

Per partecipare al format web/Tv “Wonderful” contattare l’ufficio stampa: info@360gradiwebtv.it

La puntata è visibile:

sulla pagina facebook https://www.facebook.com/360gradiwebtv/videos/383305443303730

IL COFFI FILM FESTIVAL TORNA A PREMIARE I TALENTI dall’8 al 12 dicembre

Parte la XVI edizione del «COFFI – CortOglobo Film Festival Italia» che si tiene dall’8 al 12 dicembre 2021 in versione streaming sul portale www.coffifestival.it

Dei 400 lavori arrivati, i cortometraggi selezionati che verranno proiettati per la parte finale sono 26.

A scegliere i corti vincitori dell’edizione 2021 sarà la giuria tecnica composta da: Mimmo Calopresti, regista di grandi produzioni cinematografiche (“Come si fa a non amare Pier Paolo Pasolini”, “Volevo solo vivere”, “La maglietta rossa”, “La seconda volta”, “La parola amore esiste”) nonché presidente della giuria tecnica COFFI; il regista, sceneggiatore e scrittore Aurelio Grimaldi (“Mery per sempre” e “Ragazzi Fuori” come sceneggiatore, mentre tra i film diretti “Le buttane”, “Iris”, “Nerolio”, “Il delitto Mattarella”); l’attore Andrea Lattanzi (“Manuel”, “Sulla mia pelle”, “La svolta”, la serie Netflix “Summertime”); il regista Giorgio Verdelli (“Pino Daniele-Il tempo resterà”, “Paolo Conte. Via con me”, “Ezio Bosso. Le cose che restano”); il regista Francesco Prisco (“Nottetempo”, “Bob & Marys criminali a domicilio”); Maurizio Gemma, direttore della Film Commission Regione Campania.

«Il Tema di quest’anno è “Proietta la tua realtà” – racconta il direttore artistico del COFFI, Andrea Recussi – Un messaggio che dedichiamo ai tanti giovani talenti in concorso, attraverso il nostro festival del cinema indipendente. Vogliamo dare la possibilità a tanti ragazzi di farsi notare e iniziare a partecipare ai grandi circuiti. Ormai lo facciamo da 16 edizioni. Tutto è nato da un piccolo paese della provincia del Sud Italia, proiettandoci verso il mondo. Abbiamo infatti creato una versione parallela anche in Germania (www.coffi-festival.de), dal 2011 al 2017, realizzata in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Berlino, dove il nostro COFFI Festival si è aperto ad altre arti che sono componenti ormai endemiche del mondo cinematografico. Questo ha dato l’opportunità di organizzare sezioni tematiche dedicate a libri, fotografia, arte, musica, fumetto. Poi nel corso degli anni è stata impressa al festival una connotazione internazionale, creando gemellaggi con le migliori realtà europee del settore: Edinburgh Short Film Festival, Dublin International Film Festival, Proxy Film Festival-London, Internationales Kurzfilmfestival Berlin, Krakow Film Festival, Zagreb Film Festival, FEST-Belgrade, Festivalului International de Film Bucuresti, Sofia International Film Festival, Kisa Film Festival-Istanbul. Infatti oggi più della metà delle opere pervenute sono straniere. Siamo diventati un hub di talenti e promesse del cinema. Puntare sul cortometraggio come genere fondante del festival ci è sembrato il giusto modo per partire. Il cortometraggio è una sorta di palestra, da lì poi tanti raggiungono livelli nazionali e internazionali. Da noi, ad esempio, sono passati artisti come Sydney Sibilia ed Edoardo De Angelis».

Sono 4 le sezioni in concorso. Sguardi d’autore è la categoria regina, legata agli emergenti che hanno vinto anche premi importanti come il David di Donatello. Durante l’edizione 2020, risultò vincitore “Il gioco” di Alessandro Haber, con protagonista Vinicio Marchioni. Nuovi Percorsi prevede tematiche e linguaggi innovativi. Con la categoria Documentario, il COFFI dimostra quanto sia importante oggi raccontare il mondo attraverso storie vere, utilizzando aspetti reali, tangibili, crudi. Infine, la categoria Animazione che rappresenta il sogno, il gusto della bellezza, una fetta di cinema che nel corso dei decenni ha acquisito una sua forte credibilità.

L’edizione di quest’anno si potrà seguire gratuitamente sul portale web del festival, previa registrazione. La decisione è dettata dall’aumento dei contagi per Covid-19: «A noi manca tanto il contatto con la gente, gli sguardi, i suoni, la voglia di aggregazione e di fare cultura assieme – conclude il direttore artistico – Un festival come il nostro è un momento di crescita sociale. Purtroppo ancora una volta la curva dei contagi ha preso a crescere, e siamo costretti a spostare la manifestazione in streaming. Oggi si deve innanzitutto tenere conto della salute del pubblico, degli ospiti e dello staff. Ma il team ha lavorato per 10 mesi e siamo riusciti a mantenere intatte la passione e la qualità del prodotto anche in remoto».

Il programma. Si parte mercoledì 8 dicembre, dalle ore 19.00 con OPEN COFFI, presentazione della XVI edizione del COFFI-CortOglobo Film Festival. Alle 19.30 COFFI-EXHIBITION, apertura e presentazione della mostra virtuale“Diego” incentrata sul genio del calciatore argentino venuto a mancare un anno fa, a cura dell’artista Gerardo Rosato (Casa Museo Zonarosato di Torino): un allestimento comprendente le opere di 18 artisti, dedicate a Diego Armando Maradona. Ore 19.45, COFFI-CONTEST: si passa alla presentazione del contest “Sottobicchieri d’autore”, in collaborazione con il direttore della Scuola Italiana di Comix Mario Punzo e degli studenti. Ormai da tempo, quello tra mondo-fumetto, serie Tv e film è un connubio vincente che ha conquistato milioni di spettatori e la presenza costante su tutte le piattaforme. In accordo con questo trend, COFFI e Comix da oltre 10 anni lavorano insieme, condividendo reciprocamente percorsi e progetti. Alle 20.15 COFFI-GUEST, saluti dell’attrice e conduttrice televisiva italiana Antonella Salvucci, che nell’ambito cinematografico ha interpretato diversi ruoli da protagonista come nel film “L’educazione sentimentale di Eugénie diretto da Aurelio Grimaldi, membro della giuria tecnica del COFFI Festival. A completare la serata (ore 20.30), il regista Aurelio Grimaldi presenta il suo film “Il delitto Mattarella”, trasposizione del suo stesso romanzo, sull’omicidio ordito dalla mafia ai danni dell’allora presidente della regione Sicilia, Piersanti Mattarella. Alle 21.00 COFFI-FINALS: ANIMAZIONE, con la presentazione e proiezione dei corti Finalisti della categoria “Animazione”, categoria rivolta ai ragazzi e agli amanti dei fumetti e del disegno.

Giovedì 9 dicembre, ore 19.30, all’interno della rubrica COFFI-MOVIE,la presentazione e proiezione dei documentari “Art War” e “Metal Politics Taiwan” diretti dal regista Marco Wilms.Alle 20,dialogo con il regista Giovanni Veronesi. Autore di film come “Che ne sarà di noi”, “Manuale d’amore”, “Genitori & figli-Agitare bene prima dell’uso”, “Non è un paese per giovani”, il regista toscano si racconta al suo pubblico. A seguire, ore 20.30, COFFI-MOVIE, l’intervento della giornalista Daniela Riccardi che presenterà il documovie: “Musica identità rivoluzione”, un racconto musicale d’autore, tratto da un progetto del maestro Eugenio Bennato. Ore 21.00, l’incontro con il direttore della Film Commission della Regione Campania, Maurizio Gemma, e introduzione alla proiezione del film“All you need is Campania”, dove il tema centrale è la Campania motore della nuova vitalità del cinema italiano. Ore 21.30 COFFI-FINALS: DOCUMENTARI, presentazione e proiezione dei corti Finalisti della categoria Documentari, introdotti dal regista Marco Wilms.

Venerdì 10 dicembre,alle 19.30, COFFI-MEETING, incontro e dibattito all’interno del convegno “Is the world changing?” per discutere sulla transizione 4.0 e sulla richiesta crescente di un’economia circolare inerente all’utilizzo di energie rinnovabili e riduzione dell’utilizzo dei combustibili fossili. Interverranno: Fulvio Bonavitacola, assessore all’Ambiente-Giunta Regionale Campania; Lina Piccolo, vice presidente delegata all’Ambiente-Confindustria Salerno; Laura Caputo, componente Consiglio Generale-Confindustria Salerno; Tiziano Zarra, Dipartimento Ingegneria Civile-Università degli Studi di Salerno; Franco Picarone, consigliere regionale e presidente della Commissione di Bilancio. Modera il giornalista Peppe Iannicelli. Alle 20.30, COFFI-TWINS, presentazione e proiezione dei cortometraggi fuori concorso del festival gemellato Linea D’Ombra, con l’intervento del direttore e fondatore del festival Giuseppe D’Antonio. Durante l’incontro verranno proiettati i film “Branka” di Ákos K. Kovács e“The Criminals” di Serhat Karaaslan. Alle 21.00, il regista Francesco Prisco (vincitore del Grifone d’Oro al Giffoni Film Festival)presenta la sua pellicola“Bob&Marys”, black comedy con protagonisti Rocco Papaleo e Laura Morante. Ore 21.30 COFFI-FINALS: Nuovi Percorsi, con la presentazione e proiezione dei corti Finalisti della categoria Nuovi Percorsi.

Sabato 11 dicembre, dalle ore 10.00, COFFI-SCHOOL, tocca alla premiazione del vincitore per la categoria Spazio Scuola. Alle 19.30, COFFI-CONTEST, premiazione del vincitore del contest Sottobicchieri d’autore, con la partecipazione della Scuola Italiana di Comix di Napoli: l’iniziativa è dedicata ai film cult che hanno fatto la storia del Cinema. Alle 20.00 per COFFI-GUEST, dialogo con Franco Rina, direttore e fondatore del CinemadaMare Film Festival. Quindi presentazione e proiezione de “Il confino è un bosco” di Giorgio Milocco, vincitore del premio Epeo d’Oro, come miglior film della Main Competition di CinemadaMare 2021, il più grande raduno internazionale di giovani film-maker. Alle 20.30 COFFI MOVIE, presentazione e proiezione del documentario “Ezio Bosso. Le cose che restano” del regista Giorgio Verdelli. Mentre alle 21.00, COFFI-FINALS con presentazione e proiezione dei corti Finalisti della categoria Sguardi d’Autore.

Si chiude domenica 12 dicembre, alle 19.00 parte la sezione COFFI-BOOK. Protagonisti saranno due autori, entrambi in forza alla casa editrice Neo Edizioni. Giampaolo G. Rugo con il suo libro “Acari”: sceneggiatore di “Governance” in onda su Prime Video, Rugo ha vinto il Globo d’oro ed è stato finalista ai David di Donatello; Pippo Zarrella invece presenterà “Nero chiaro quasi bianco”: della sua scrittura Maurizio de Giovanni ha detto: «Come non innamorarsi dell’avvocato Oreste Ferrajoli, e della scrittura acida, corrosiva e divertentissima di Pippo Zarrella? Segnatevi questo nome, perché ne sentiremo parlare». Saranno in dialogo con il fondatore della casa editrice Neo Edizioni, Francesco Coscioni.  Alle 19.30, per la sezione COFFI-GUEST sarà protagonista Andrea Lattanzi, attore emergente nel mondo dello spettacolo, noto per il suo recente ruolo nella serie TV di Netflix “Summertime”. Alle 20.00, COFFI-MOVIE, il regista Mimmo Calopresti presenta il suo documentario “La maglietta rossa” in cui racconta la finale di Coppa Davis Italia e Cile del 18 dicembre 1976, quando Adriano Panatta scese in campo per affrontare il doppio con Paolo Bertolucci, indossando una maglietta rossa nel Cile di Pinochet. Alle 20.30 COFFI-JURY, dove il regista Mimmo Calopresti introduce i componenti della giuria tecnica che presiede. Alle 21.00, COFFI-AWARDS: la premiazione dei vincitori della XVI Edizione di COFFI-CortOglobo Film Festival Italia, con tutte le dirette tra la giuria e i primi classificati delle sezioni di Animazione, Documentari, Nuovi Percorsi e Sguardi d’Autore. Chiusura alle 22.30 con COFFI GREETINGS: saluti e considerazioni finali del direttore artistico Andrea Recussi.

Il COFFI in breve. Nato nel 2004 ad Angri, il COFFI Festival si è svolto nelle ultime edizioni a Vietri sul Mare, oltre ad avere una versione parallela anche in Germania (www.coffi-festival.de), dal 2011 al 2017, realizzata in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Berlino. L’Associazione ‘O Globo ONLUS di Angri, organizzatrice di COFFI – CortOglobo Film Festival Italia, è una realtà che opera dal 1997 sul territorio nazionale ed europeo. Oltre 8mila pellicole selezionate, 450 corti mostrati, 600 artisti ospitati, 90 scuole presenti e 35mila persone accorse, dal 2004, rappresentano i numeri in continua crescita della manifestazione. Il COFFI Festival è diventato negli anni una vetrina onnicomprensiva in cui, intorno alla rassegna di corti, ruotano eventi, incontri, concerti e workshop tenuti dalle maggiori rappresentanze dell’arte non solo cinematografica.

GRANDE SUCCESSO PER LA X EDIZIONE DEL PREMIO GIORNALISTICO “MIMMO CASTELLANO”

“Oggi più che mai è fondamentale che i giornalisti restino uniti nelle battaglie per la tutela della professione di Giornalista. Un invito, un monito rivolto a tutti nel ricordo del famoso ‘affasciamoci’ con cui Mimmo Castellano invitava tutti gli operatori dell’informazione all’unità. La Pandemia da Covid-19 ha colpito tutti: non ha fatto e non fa sconti a nessuno; anche la Famiglia dei Giornalisti ha subito lutti. Il Giornalismo, però, non si mai fermato in questo periodo e, pur subendo intimidazioni, minacce o aggressioni di ogni tipo, ha portato e sta portando avanti il proprio lavoro, la propria missione. L’informazione è un bene pubblico per la comunità”: così si è espresso Salvatore Campitiello – Presidente dell’Assostampa Campania Valle del Sarno – durante il Premio “Mimmo Castellano”, svoltosi all’aperto nella rinomata Villa Calvanese a Lanzara di Castel san Giorgio (SA). Il leitmotiv della decima Edizione del Premio giornalistico “Mimmo Castellano” è l’essenzialità del ruolo dell’Informazione e della Comunicazione in momenti cruciali come quello che stiamo vivendo a livello mondiale. Alla manifestazione – che intende onorare la memoria di Mimmo Castellano, già Vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania e Segretario generale aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana – hanno preso parte rappresentanti nazionali e regionali della categoria. Nel corso dell’Evento, sono stati consegnati riconoscimenti a Giornalisti che si sono particolarmente distinti nel panorama dell’Informazione nazionale e locale. I PREMIATI:- il Premio alla carriera è stato consegnato ad Andrea Covotta, Responsabile Informazione Struttura Rai Quirinale, e a Michele Giordano, giornalista Rai TGR Campania;- Sezione giovani a Dario Cioffi, Redattore de “La Città”;- Sezione informazione per la giustizia sociale a Riccardo Christian Falcone, Ufficio Comunicazione Libera;- Sezione Uffici Stampa a Marianna Ferri, Regione Campania;- Sezione Cultura a Italo Valente;- Sezione Agenzia videogiornalisti a Marco Caiano, Direttore “Sicomunicazione”;- Sezione Agenzia informazione multimediale ad Alfonso Pirozzi, Redattore “Ansa”;- Sezione Emittenza libera ad Antonella D’Annibale, “Telecolore”;- Sezione informazione beni culturali a Gerardo Pecci, “Il Quotidiano del Sud”;- Sezione informazione medica a Mimmo Della Porta, Asl Salerno.Premi speciali:- Prof. Antonio Giordano, scienziato; – Amedeo Manzo per la Sezione Premio speciale Eccellenze dell’Area mediterranea in Economia;- Giovani di differenti normalità di Monza per la sezione Colleghi futuri; – Francesco Polizio per i 50 anni di iscrizione all’Ordine. Per la Sezione “Alla Memoria”, sono stati consegnati riconoscimenti ai familiari di Mario Anzevino, 44enne giornalista della Terra di Lavoro, scomparso per Covid a dicembre scorso, e di Gennaro Pane, collega di Salerno. È stato, inoltre, ricordato il giornalista Gennaro Corvino, di Castel San Giorgio, che avrebbe compiuto 100 anni. Dopo i saluti del Sindaco della Città, Avv. Paola Lanzara, si sono susseguiti i pregnanti interventi del Presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, Carlo Verna, del Segretario, Alessandro Sansoni, del Presidente del Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, e del Presidente del Movimento Unitario dei Giornalisti e del Corecom Campania, Mimmo Falco. Ad allietare i presenti, gli eccellenti interventi musicali di Marzia De Nardo. L’evento è stato presentato dalla giornalista Viridiana Myriam Salerno

“Wonderful” approda a Lauro per vivere la favola di “Lumina in Castro”

“Wonderful” continua a coinvolgere e a solleticare dolcemente la curiosità dei numerosi spettatori che, in questa puntata in onda su 360gradiwebtv, saranno condotti in un borgo medievale custode di storie, leggende, tradizioni ed identità territoriale: Lauro. La giornalista Brigitte Esposito, dopo aver visitato gli angoli più caratteristici dell’antico e suggestivo paesino, raggiungerà il famoso e mitico Castello Lancellotti. Varcando la soglia delle mura entrerà nella straordinaria dimensione di “Lumina in Castro” in compagnia dell’Associazione Culturale Pro Lauro, presieduta da Antonio Ferraro e dal responsabile della Commissione Giacomo Corbisiero. Le vertiginose telecamere, dirette spettacolarmente dal regista Gerardo Roberto Tartaglia con le riprese di Angelandrea Falcone, hanno catturato tutta la magia di un sogno divenuto fantasticamente realtà.

VIDEO

CLICCARE SUL LINK PER ACCEDERE AL VIDEO SU FACEBOOK

https://www.facebook.com/360gradiwebtv/videos/227410449326986

Antonio Ferraro – Presidente Pro Lauro e Giacomo Corbisiero Responsabile Commissione Lumina In Castro
Associazione Culturale Pro Lauro
la redazione di 360gradiwebtv

CLICCARE SUL LINK PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY

https://www.facebook.com/media/set/?vanity=360gradiwebtv&set=a.3098005243810618

Si ringrazia per la partecipazione alla puntata: Associazione Pro Lauro, il Presidente Antonio Ferraro, il responsabile Commissione Lumina in Castro Giacomo Corbisiero, il professionale staff Pro Lauro & Lumina in Castro, la Compagnia Arteare, il Giullajocoso, la Dama della Luna, la Compagnia del Santo Macinello, Fabio Niola Galleria Arte Barbato, Azienda vinicola Petra Marzia, De Vivo Europein Veicoli.