Angri si prepara a festeggiare la Regina della Pace: l’11 agosto la suggestiva Alzata del Quadro

Domenica 11 agosto 2019, alle ore 20.00, presso la Parrocchia Regina Pacis ad Angri in Via Nazionale, si terrà la suggestiva e toccante alzata del Quadro della Vergine. La solenne celebrazione eucaristica sarà presieduta da Padre Antonio Cuomo con il coinvolgente supporto dei suoi amatissimi giovani. Al termine ci sarà la consegna della Madonnina Pellegrina in visita presso le famiglie, un appuntamento speciale per tutti i devoti pronti per i grandi festeggiamenti che, invece, entreranno nel vivo dal 5 al 9 settembre e che si preannunciano ricchi di momenti di condivisione, sano divertimento, tradizione e profonda fede. L’alzata del Quadro un mese prima dei festeggiamentiha dichiarato Don Antonio Cuomorisveglia in tutti noi ancora di più il desiderio di incontrare Maria e a lei chiedere che il suo Figlio Gesù ci doni pace. E sia pace davvero! In questo mese la piccola Madonnina pellegrina visiterà tutte le zone della nostra parrocchia per una preghiera serale che ci aiuterà a mantenere fisso lo sguardo su di Lei, stella dell’evangelizzazione e Madre di Cristo, nostro unico Signore.”

 

Aperture serali a Paestum: da giovedì 8 a domenica 11 suona l’Ensemble Trotulae diretto dal Maestro Guido Pagliano

Promosso dalla Regione Campania e con il supporto di Scabec, Società campana beni culturali, al Parco archeologico di Paestum prosegue il ciclo di aperture straordinarie serali che guida i visitatori in suggestivi incontri sotto il manto delle stelle sulla traccia dei miti e delle costellazioni.
Ogni settimana un mito diverso legato al magico sito salernitano. Durante la visita è possibile puntare il telescopio sulla volta celeste e con l’astrolabio identificare i personaggi e le creature della mitologia nelle ottantotto costellazioni moderne. La magia si moltiplicata con lo spettacolo musicale a cura del Polo dei Licei Musicali della Campania coordinato dal DS del Liceo Statale “Alfano I” di Salerno Elisabetta Barone.
Il prossimo appuntamento è fissato dall’8 al 11 agosto con l’Ensemble di Musica Antica Trotulæ diretto dal Maestro Guido Pagliano. Prendendo spunto dalla vita di Leonardo da Vinci, nel cinquecentenario della sua morte, l’orchestra eseguirà brani italiani e francesi con strumenti dell’epoca: vielle, traverse, flauti, iuto, spinetta, percussioni e arpa. Il programma è diviso in tre parti che fanno riferimento ai luoghi più rappresentativi della vita del genio del Rinascimento: “Firenze, l’età magnifica”, “Milano sforzesca: cavalieri, danze e villotte amboise” e “La corte di Francia”.
Trotulæ è un gruppo formato in massima parte da alunne del Liceo Musicale Alfano I che si è costituito all’interno di un Laboratorio di Musica d’insieme dedicato alla musica antica e in particolare al repertorio medievale e rinascimentale con l’utilizzo di copie di strumenti storici, messi a disposizione dall’Associazione Antica Consonanza di Salerno. Il nome del gruppo vuole essere un omaggio a Trotula, la più nota figura femminile di studiosa attiva nella Scuola Medica Salernitana, vissuta all’epoca di Alfano I e discendente della nobile famiglia normanna dei de Ruggiero.
LE DATE Dal 16 al 18 agosto: Ensemble Etno Popolare diretto dal Maestro Espedito De Marino; dal 22 al 25 agosto: Ensemble Jazz diretti dal Maestro Giuseppe Esposito; dal 30 agosto al 1 settembre: Ensemble Jazz dir etto dal Maestro Sandro Deidda; dal 5 all’8 settembre: Ensemble di Percussioni diretto dal Maestro Paolo Cimmino.
Informazioni su sulle visite guidate a Paestum di Campania by Night. I turni di visita sono quattro: in italiano alle 19.30, 21.30, 22.30; in inglese alle 20.30. ingresso gratuito esclusivamente il giovedì, nell’ambito di #iovadoalmuseo e per i titolari del biglietto annuale Paestum Mia; per coloro che hanno adottato un blocco, nonché per i minori di 18 anni. 5 euro il costo del biglietto il venerdì, sabato e domenica; 2 euro per i visitatori tra i 18 e i 25 anni. i biglietti si possono acquistare sia alla biglietteria del Museo sia presso quella dell’area archeologica dalle 19,00 alle 22,50.

Cinecittà World: da oggi si vola con Fly X. Paracadutisti per un giorno e promesse d’amore “sospese”

Ci vuole più coraggio a lanciarsi da un paracadute o a sposarsi? Un quesito che troverà risposta a Cinecittà World, il parco divertimenti dedicato al cinema e alla tv dove tutto è possibile e dove i più romantici potranno sperimentare una promessa d’amore “sospesa”. In fondo chi non ha mai sognato di volare? L’ambizione di Leonardo da Vinci è divenuta nel tempo una realtà. Tra le sue prodigiose invenzioni quella più apprezzata dai temerari è, senza dubbio, il paracadute. Ma da oggi chiunque potrà finalmente sperimentare l’ebrezza del volo senza necessariamente librarsi nel vuoto. Il 3 agosto nel parco a tema si inaugura FLY X, una cabina di volo di ultimissima generazione (composta da un cilindro trasparente alto 9 metri nel quale i partecipanti sono spinti da un flusso d’aria verticale a 280km/h). Un simulatore di caduta libera ( Indoor skydiving) capace di far provare a chiunque la fantastica esperienza in totale sicurezza, realizzato dall’omonima azienda italiana che vanta nel suo team pluricampioni azzurri di paracadutismo indoor e outdoor. Ma se gli sport estremi sono sinonimo di audacia non è da meno la sfida di una vita per sempre insieme. A confermarlo arriva un campione del mondo che di sfide se ne intende: lo schermidore Stefano Pantano che proprio nella giornata inaugurale rinnoverà la sua promessa d’amore alla moglie Lucia Fattori, grande appassionata di paracadutismo. E così all’insegna dello slogan “Finchè aria non ci separi”, simpaticamente coniato dall’amministratore delegato Stefano Cigarini, il parco a tema lancia una nuova, originale, tendenza dell’estate ovvero: le promesse d’amore sospese. Giurarsi amore eterno sarà, quindi, ancora più adrenalinico. L’esperienza FLY X è prenotabile solo dal sito www.cinecittaworld.it

Musica ai templi con i Licei Campani

Musica all’ombra dei templi. Promosso dalla Regione Campania e con il supporto di Scabec, Società campana beni culturali, al Parco archeologico di Paestum prosegue il ciclo di aperture straordinarie serali che guida i visitatori in suggestivi incontri sotto il manto delle stelle sulla traccia dei miti e delle costellazioni.
Ogni settimana un mito diverso legato al magico sito salernitano. Durante la visita è possibile puntare il telescopio sulla volta celeste e con l’astrolabio identificare i personaggi e le creature della mitologia nelle ottantotto costellazioni moderne. La magia si moltiplicata con lo spettacolo musicale a cura del Polo dei Licei Musicali della Campania coordinato dal DS del Liceo Statale “Alfano I” di Salerno Elisabetta Barone.
Il prossimo appuntamento è fissato dall’1 al 4 agosto con l’Ensemble di Percussioni diretto dal Maestro Paolo Cimmino. L’orchestra affronterà un repertorio che spazia dalla musica del ‘900 (in scaletta “Clapping music” di John Cage) ad un omaggio ai grandi compositori italiani (come l’overurture dal Guglielmo Otello di Rossini). Alternando lo spartito tra i grandi autori stranieri e italiani, l’esibizione chiuderà con un richiamo alla cura per l’ambiente. Attingendo agli Stinking Gerbage, gli studenti – musicisti utilizzeranno anche strumenti da riciclo.
IL CARTELLONE Ad agosto e settembre tante le date estive che coinvolgono gli ensemble. 8 – 11 agosto: Ensemble di Musica Antica diretto dal Maestro Guido Pagliano; 16 – 18 agosto: Ensemble Etno Popolare diretto dal Maestro Espedito De Marino; 22 – 25 agosto: Ensemble Jazz diretti dal Maestro Giuseppe Esposito; 30 agosto – 1 settembre: Ensemble Jazz diretto dal Maestro Sandro Deidda; 5 settembre – 8 settembre: Ensemble di Percussioni diretto dal Maestro Paolo Cimmino.

Capitale Europea del vino 2019, nasce il brand “Nero Falanghina”: binomio cacao-vino a km zero

Tre cioccolatini dedicati alla “grappa di Falanghina“, al “passito di Falanghina” e al “vino Falanghina” in un packaging con materiali naturali

Cacao e vino, un binomio vincente che da sempre ispira le fantasie dei gourmet e che da oggi esalta anche il sapore della Falanghina, valorizzando una vera e propria eccellenza del territorio.

Dalla collaborazione tra Amnesia di Anna Franco, imprenditrice del cioccolato artigianale, ed il Comune di Guardia Sanframondi, capofila di Sannio Falanghina “Città Europea del Vino 2019”, nasce il brand di tendenza Nero Falanghina: tre cioccolatini dedicati alla “grappa di Falanghina”, al “passito di Falanghina” e al “vino Falanghina”, anche nella versione fredda, impreziositi da un elegante packaging realizzato con materiali naturali.

Una nota di cacao ed un sorso di vino a chilometro zero, dunque, per addolcire il palato e celebrare la Capitale europea del Vino, il prestigioso riconoscimento assegnato al territorio beneventano da Recevin, la rete delle 800 Città del Vino presenti in 11 Paesi europei.

L’idea – spiega il consigliere delegato Giulia Falato – è quella di promuovere il consumo del cioccolato, lavoratosapientemente da Anna, utilizzando prodotti a chilometro zero come, in questo caso, la Falanghina sannita“.

Proprio Anna Franco partecipa al progetto “Donne per Sannio Falanghina”, una vera e propria task force rosa impegnata a tutelare e progettare il nuovo Statuto del Paesaggio rurale che sarà adottato dai Comuni del distretto, secondo i criteri dell’innovazione, dell’accoglienza, dell’originalità, della bellezza e della sostenibilità.

L’entusiasmo per il riconoscimento della Capitale europea del Vino 2019 – afferma il sindaco Floriano Panza – stimola la creatività degli chef e dei produttori legata alla FalanghinaGrazie a queste iniziative, stiamo realizzando un ricettario dedicato al vino ed al territorio sannita, che completerà questo percorso enologico e culinario di grande qualità“.

Amnesia vineria cioccolateria parteciperà agli eventi culturali ed enogastronomici di Sannio Falanghina “Città Europea del Vino 2019”.

La Divina Costiera vista a 360° con il VI^ Raduno di Auto e Moto d’Epoca con tour enogastronomico

Tra curve, tornanti a picco sul mare, costoni rocciosi e piazzole panoramiche della Divina Costiera si è svolta con successo e con l’ottima partecipazione di numerosi appassionati la VI^ edizione del Raduno di Auto e Moto d’Epoca a Tramonti – Costa d’Amafi. Una macchina organizzativa capitanata dall’event planner Carolina Di Martino e da Angelo Arpaia presidente del ClubI Mitici Delle 500 di Boscoreale”, con la collaborazione del Comune di Tramonti e della Comunità Montana. Il consigliere comunale Luigi D’Antuono, a nome del sindaco Domenico Amatruda, ha consegnato, infatti, una targa all’Associazione per l’impegno nella promozione turistica del territorio ricordando anche la socia Carmela Casale a tre anni dalla scomparsa. A condurre on the road le storiche automobili e moto di grande prestigio meccanico ed estetico la giornalista e conduttrice televisiva Brigitte Esposito che, a bordo di un maggiolone bianco, con occhiali scuri, foulard e cappello ha riportato briosamente alla ribalta le dive cinematografiche anni ’60. La Costa d’Amalfi fonde da sempre non solo cielo e mare in un abbraccio, ma anche suggestioni paesaggistiche e testimonianze d’arte, storia e cultura, ogni metro quadro è semplicemente baciato dalle stuzzicanti tipicità. Il Raduno ha, dunque, offerto ai partecipanti una grande esperienza di gusto attraverso un itinerario enogastronomico ben strutturato: caffè al limone, vini, formaggi e prodotti agricoli locali. Prima di partire è stato eccellente il breakfast a base di cornetti e caffè offerti da Granato Caffè, leader nel settore a livello nazionale e punto di riferimento per chiunque ami il caffè in tutte le sue declinazioni. Il titolare Raffaele Granato ha fatto degustare, per la prima volta il caffè al limone specialità apprezzatissima dai partecipanti. Presso l’Azienda Agricola Casearia dei F.lli Caso è stato possibile assistere alla produzione di mozzarella a cura del giovane e talentuoso Fortunato Caso e del suo amatissimo papà. Da generazioni il caseificio lavora solo latte fresco di vacca, pecora e capra proveniente dai propri allevamenti per dar vita a prodotti caseari freschi e di qualità. Altra gustosa sosta a Ravello dove Ettore Sammarco e i suoi figli hanno aperto le porte della storica Casa Vinicola, vincitrice dell’Oscar del vino 2019, che da oltre cinquant’anni produce vini DOC. Attenta ed avanzata la tecnologia produttiva, eccellenti impianti per la vinificazione, la pressatura soffice dell’uva, la fermentazione a temperatura controllata e l’imbottigliamento del vino. Il raduno si è poi sciolto deliziosamente a tavola sulle Chiancolelle dei Monti Lattari presso l’Azienda Agricola Antonia Rastelli dove Francesco Ferrara ha raccontato e mostrato la straordinaria produzione di latticini, scamorze, caciotte, burrini e caciocavalli oltre alle specialità proposte nel menu per i drivers che hanno concluso il tour con soddisfazione, sorrisi e brindisi.

Si ringraziano tutti i partners: Del Sorbo s.r.l., Plastica Tramontina, Exclusive cars Pompei, Capasso Ricambi, Ristorante Pizzeria Nettuno, Farmacia Campitiello, Terra di Sapori, Panificio Armando Imperato, Granato Caffè, Azienda Agricola Rastelli, Caseificio F.lli Caso, Tipografia Litografia Corbara, Frutta e verdura da Gaetano, Autofficina Esposito, Tramonti Salumi tipici

Il Salotto di Bry è scritto e condotto da Brigitte Esposito, regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, riprese e fotografia Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TeleangriUno (TAone) canale 639 visibile in tutta la Campania.

VIDEO E INTERVISTE 

Cliccare sulla foto per accedere alla PHOTOGALLERY

L’imprenditrice Carla Orlando con la Re/Max Red lancia Angri in un network mondiale

Incredibilmente determinata, intuitiva, semplice, concreta, solare: Carla Orlando è l’esempio di come lo spirito imprenditoriale ed il talento, miscelati sapientemente, diventano i principali ingredienti di un meritato successo. Titolare ad Angri dell’Agenzia Immobiliare Re/Max Red pone sempre al centro delle sue sfide quotidiane il fattore umano. Grazie alle sue competenze in ambito amministrativo, contabile, legale, appassionata di psicologia e comunicazione, è diventata straordinaria leader grazie ad un intenso percorso manageriale e ad una formazione continua. Dopo aver vissuto e lavorato per diversi anni presso la Regione Toscana, la Cassa di Risparmio di Firenze e presso un’importante società immobiliare, è tornata nella sua Angri dove ha concretizzato un sogno: aprire la sua agenzia immobiliare sviluppando una rete di collaborazioni con esperti professionisti. Ricopre un ruolo dalle mille sfaccettature e carico di responsabilità che le ha permesso di raggiungere ottimi risultati focalizzando la sua attività sullo sviluppo di valori quali onestà, spirito d’iniziativa, motivazione e positività. Ottimo riscontro ha ricevuto infatti il “business breakfast”, organizzato presso l’elegante Villa Ferraioli ad Angri, una colazione per inaugurare il Capitolo BNI “Castello Doria” organizzazione di scambio referenze a livello mondiale. Un’occasione d’incontro a base di caffè, brioches e biglietti da visita per ampliare i contatti, creare e condividere opportunità di lavoro, scambiare competenze, approfondire conoscenze e costruire un network altamente qualificato. Carla Orlando, in effetti, predilige da sempre il lavoro in team, il gioco di squadra e la sana competizione per offrire servizi di eccellenza ai propri clienti. Ecco perchè la sua filosofia è “Insieme si vince”. Nel Salotto di Bry l’imprenditrice si racconta a 360 gradi.

Il Salotto di Bry è scritto e condotto da Brigitte Esposito, regia e riprese di Gerardo Tartaglia, fotografia Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TeleangriUno canale 639 visibile in tutta la Campania.

VIDEO E INTERVISTA 

PHOTOGALLERY 

Sotto il Manto di San Nicola: “Salviamo il Santuario e le Cappelle”

di Daniela Apuzza

L’evento patrocinato dal Comune, si terrà nei giorni 13 e 14 luglio presso il Borgo di Castello in Forino, vede coinvolte in primis le Parrocchie di Forino, Celzi e Petruro i comitati festa di San Nicola, San Luigi, San Felicissimo, San Michele e Sant’Anna, oltre alle varie associazioni culturali che operano sul territorio. Sarà il Vescovo di Avellino, Monsignor Arturo Aiello, ad officiare l’incontro. Lo scopo dell’iniziativa è la tutela e valorizzazione del Patrimonio religioso e culturale del Santuario. Dopo i saluti del primo cittadino Antonio Olivieri, padre Jean Claude Ndayishimiye, illustrerà il progetto e gli eventi ad esso correlati, il professore Francesco Barra, darà brevi cenni storici, l’architetto Maurizio Manda, significherà l’aspetto architettonico del progetto, con proiezioni di video e slide. Coordina le varie sezioni di interventi la giornalista Daniela Apuzza. Il programma seguirà con la celebrazione Eucaristica ed il saluto dei fedeli al Pastore. A seguire l’esibizione delle allieve della scuola di danza, Professional Dance di Alessandra Vottariello. Domenica 14 luglio, alle 19 celebrazione della Santa Messa al Santuario di San Nicola, alle 20.30, concerto a cura della “Banda Musicale Città di Forino”, diretta dal maestro Giuseppina De Filippis. Durante le serate, a deliziare il palato, prodotti tipici della tradizione locale, da degustare sulla Collina al chiaro di luna. Il ricavato di tutte le iniziative sarà devoluto per il recupero del Santuario di San Nicola e della Via Crucis.

 

Al via “Corbara e il Corbarino” 13^ edizione il 20 e 21 luglio 2019

Fiore all’occhiello della nostra programmazione è l’evento denominato “Corbara e il Corbarino” giunto ormai alla 13.a edizione.
“Se magna, se balla e se beve o’ vino… tammorra, tarantella e pomodorino”. La tammorra e le tarantelle accompagneranno tutti
i visitatori in una passeggiata tra stradine, gli affascinanti cortili e i lussureggianti giardini del borgo Sala.

Il percorso enogastronomico rappresenterà un appuntamento importante per gli amanti del famoso Pomodorino che verrà preparato in tutte le salse. In ogni angolo del caratteristico del percorso, all’interno delle strette viuzze del borgo sala,
saranno allestiti punti dove il pomodorino si presenterà in maniera diversa, ed ogni pietanza avrà un gusto diverso e speciale.
Camminando all’interno del percorso, dislocati in varie zone, sarà piacevole ascoltare i vari gruppi di musica popolare invitati per allietare l’evento, senza sosta.

I palati raffinati si tengano pronti, quest’anno le cucine e gli chef invitati sono determinati a spingersi verso mete mai raggiunte.

Anche quest’anno il sacro s’incontra con il profano, infatti, nel giorno di domenica 21 luglio, vi sarà la concomitanza con la
festa religiosa di Sant’Erasmo, compatrono di Corbara, molto famosa per la famosissima calata dell’angelo, rappresentazione centennale anch’essa ricca di fascino.

Ecco il ricco cartellone di “Vietri in Scena”: 11 spettacoli gratuiti nella Villa comunale

Si è tenuta con grande partecipazione nella Sala Giunta del comune di Vietri sul Mare, la conferenza stampa di presentazione della rassegna “Vietri in Scena” diretta artisticamente dal maestro Luigi Avallone. La manifestazione fa parte di un progetto annuale, “Vietri Cultura”, che gode del finanziamento Poc 2014-2020 linea strategica 2.4 “Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e cultura”. All’incontro hanno preso parte il sindaco di Vietri sul Mare, Giovanni De Simone; l’assessore alla Cultura e Turismo, Antonello Capozzolo; il direttore artistico Maestro Luigi Avallone e il presidente del Conservatorio di Musica Martucci di Salerno, Aniello Cerrato. “La tradizione musicale nella Città di Vietri sul Mare pone le sue radici negli anni Trenta. ‘Vietri in scena’ si colloca nel progetto ‘Vietri Cultura’ ed ha il compito di continuare questa tradizione artistica riproponendo anche le giovani promesse”, ha esordito il Maestro Avallone, sottolineando che per il 2019 la proposta culturale, che si terrà tra cielo e mare nella splendida e panoramica cornice della Villa Comunale, si articola in undici appuntamenti tra lirica, classica, jazz, pop, teatro e danza, programma condiviso e supportato dell’Assessorato al Turismo, Spettacolo ed alla Cultura. “Il protocollo d’intesa siglato con il Conservatorio di musica ‘G. Martucci’ di Salerno, partner ideale per questa manifestazione, conferma la lunga  tradizione che lega il nostro Comune al Conservatorio” ha concluso Avallone, ricordando che tutti gli spettacoli, con inizio alle ore 21:00, saranno presentati da Nunzia Schiavone. “E’ con grande piacere che presentiamo il cartellone di ‘Vietri in Scena’ – hanno detto il sindaco e l’assessore alla Cultura – lungo il solco del lavoro fatto negli anni precedenti di grande spazio alla musica e a tutte le arti espressive della cultura, così come è nella tradizione vietrese. Ringraziamo calorosamente il presidente del Martucci che ci è stato particolarmente vicino in questa rassegna, che conta ben sei spettacoli a cura del Conservatorio”. L’avvocato Cerrato ha espresso piena soddisfazione per la rassegna, che sigla ancora una volta lo spirito di collaborazione tra il Conservatorio e il Comune di Vietri sul Mare. Ingresso gratuito a tutti gli spettacoli.

Angri, commovente celebrazione per i 70 anni della Città dei Ragazzi di Don Enrico Smaldone

Raccogliere documenti e prove che testimonino quelle virtù eroiche che sembrano già scritte analizzando il faticoso percorso di vita di Don Enrico Smaldone che perseguì il suo sogno di educare alla vita e all’inserimento sociale tanti fanciulli e ragazzi, figli della guerra e rassegnazione, con la realizzazione della sua opera, quella Città dei Ragazzi che tanto bene compì dalla sua fondazione nel 1949 e fino alla chiusura con la prematura dipartita del sacerdote angrese nel 1967. E poi avviare un cronoprogramma con iniziative di carità e partecipazione. Sono questi gli obiettivi esposti dal Comitato Don Enrico Smaldone in occasione del 70 anniversario della posa della prima pietra della Città dei Ragazzi, organizzato in collaborazione con la Fraternità di Emmaus. Tocccanti sono state le testimonianze di ex ragazzi che in quella Città ci abitarono e si formarono e poi il racconto di Suor Aurelia Cascone delle Battistine e dei tanti che ne hanno vissuto l’aurea e il ricordo nelle proprie famiglie, ex operai delle Mcm e delle industrie conserviere come degli emigrati all’estero. Belle le interviste video dei suoi amici più stretti come i compianti Agnese Adinolfi, Alfredo Postiglione e gli interventi di alcuni ragazzi che hanno letto alcuni testi che sono risultati vincitori del concorso indetto lo scorso maggio tra le scuole angresi. Poi quella continuità di opere di carità avviate dieci anni fa dalla Fraternità di Emmaus che ha realizzato case famiglie per accogliere donne, bambini in difficoltà. “Oggi è facile ricordare Don Enrico e la sua Città dei Ragazzi, una storia già scritta – ha dichiarato durante l’omelia Don Silvio Longobardi- custode della Fraternità di Emmaus – Dobbiamo tutti sapere però che la carità non è una bella favola ma una storia da scrivere con fatica. Molti hanno buone intenzioni che però spesso non si traducano in azioni. In tanti partono e poi si ritirano a metà strada, quando comprendono che le difficoltà sono grandi”. Il sacerdote che è anche autore di un libro su Don Enrico Smaldone ha continuato nella sua omelia: “Se Dio chiama non dobbiamo farlo attendere, una buona regola che vale per tutti i battezzati. Don Enrico vedeva il disagio sociale e decise di combattere una battaglia della carità, e quando ha capito che non era una sua idea ma una chiamata di Dio, ha fatto il prete, il buon pastore che come dice il vangelo, da la sua vita per le sue pecore smarrite. Non un mercenario che all’arrivo del lupo, si allontana, ma quel pastore che va alla ricerca della pecora, non andando lontano ma guardandosi attorno”. Un pazzo di fede e fiducia riposta nella Provvidenza – come evidenziato da Don Silvio – E’ facile parlare di carità, ma vivere la carità, gettarsi in un avventura quando sai di non avere le risorse e di non poter contare sulla buona volontà della gente perché anche se vuole, non ne ha, è o essere pazzi o essere talmente credente. Un pazzo di Dio, che si è fidato, mettendo la mano sul cuore e non in tasca, sapendo di non avere niente e facendo proprio il dettato evangelico che afferma che quello che avete da dire e da dare è molto piu grande di qualsiasi altra cosa”. Una lezione di carità e partecipazione che ha commosso e rafforzato tutti noi – commenta Agostino Ingenito La carità si fa e non si annuncia e vanno compiute azioni educative che aiutino famiglie e giovani. E Don Enrico, educatore innovativo e coraggioso , è l’esempio a cui attingere per rispondere alle tante nuove povertà umane”.

I piatti preferiti dei vip in vacanza a Positano

Positano, la città più glamour della Costiera Amalfitana, ospita ogni anno centinaia di star internazionali: si incontrano un po’ ovunque, dalle spiaggette alle stradine dove sono situate le boutique più importanti, dagli yacht che galleggiano a pochi metri dalla costa ai ristoranti e alle discoteche più in. Tra giugno e luglio sono già stati paparazzati: Sofia Vergara e Joe Manganiello, la cantante e attrice Lovi Poe, l’inviato di “Striscia la Notizia” Vittorio Brumotti, l’attore australiano Eric Bana con la moglie Rebecca Gleeson.

La storica discoteca “Music on the Rocks”, dell’imprenditore Giuseppe Russo (figlio di Salvatore, che al ristorante Chez Black, posto tanto caro a Franco Zeffirelli, di vip ne ha ospitati tantissimi), è uno dei locali preferiti dai personaggi famosi (comprese star hollywoodiane) e, ovviamente, dai vip watchers. Al piano superiore è ubicato il “Rada”, sempre di proprietà di Peppe, che offre a tutti i vip che prima di scatenarsi in pista hanno voglia di mangiare qualcosa di buono piatti esclusivi ed al contempo ottenuti con ingredienti della tradizione che possono degustare in tutta tranquillità al riparo dal caos che spesso interferisce con la naturale bellezza di Positano. Non a caso il termine “rada” indica una insenatura, riparata dall’azione dei venti e dalla violenza delle mareggiate, dove le imbarcazioni possono sostare in sicurezza al riparo dalle correnti. Ed è proprio leggendo il menù del Rada che si capisce quali sono i piatti preferiti dalle star internazionali: tra gli antipasti il “Gran crudo di mare con granita al pompelmo rosa” rigorosamente accompagnato da un’ottima bollicina (la vasta carta dei vini del ristorante ne propone centinaia, tra fini spumanti italiani e prestigiosi champagne francesi); tra i primi riscuotono molto successo le “Linguine aglio olio e peperoncino in zuppa di pesce e briciole di pane croccante”, i “Paccheri di Gragnano con gambero rosso, melanzana e stracciata di bufala”, e gli “Spaghetti alle Vongole ed erbe di mare” (le star di Hollywood amano la pasta… in tutti i formati!); tra i secondi desta molta curiosità l’”Astice alla griglia con caponatina di verdure e salsa bernese allo zafferano”, è molto richiesto il classico “Pescato del giorno all’acqua pazza”, e vanno molto forte i piatti a base di carne come il “Filetto di manzo e peperoncini verdi all’origano, cipollotto e chips di patate goffrate”. Tutte creazioni dello chef executive della struttura, Nunzio Spagnuolo, che (reduce da numerose collaborazioni “stellate”, tra tutte quella con Gualtiero Marchesi) ha applicato i concetti alla base dell’apprezzatissima “moda mare Positano” – ovvero semplicità, artigianalità, eleganza – alla cucina del Rada e ha avviato una tendenza gastronomica che sta molto piacendo ai vip e, in generale, agli ospiti del locale: “Cibo, Mare… Positano!”, tre elementi per una dinner experience esclusiva.