Tutto pronto per Okdoriafest 2018, la grande kermesse nazionale dedicata alla birra

Okdoriafest, la Festa della Birra più grande e partecipata della Campania, cambia data anticipando l’inizio al 29 giugno 2018 e per ben sei serate fino al 4 luglio offrirà gratuitamente una serie di concerti e di divertimenti di altissima qualità. Location confermata al Parco Urbano di San Marzano sul Sarno.I sei concerti gratuiti vedranno riconferme e volti nuovi, con la presenza del grande Edoardo Bennato il 3 luglio. Tra gli altri artisti l’immancabile maestro Enzo Avitabile, ormai padrino musicale dell’okdoria, il giovane “scugnizzo” Andrea Sannino, il sound allegro de La Maschera, la divertentissima musica trash di Tony Tammaro e l’ecclettico e popolare Gerardo Amarante con gli Spaccapaese. Tanti gli stand dedicati al food con specialità innovative e piatti della tradizione: dalla pasta e fagioli del questore alle pizze, dai panini agli arrosticini e l’immancabile wurstellone bavarese. Il tutto accompagnato dalla grande protagonista della festa: la birra. Disponibile in ben 30 varianti, con una grande presenza di birrifici artigianali italiani ed esteri. Tanto divertimento e tante simpatiche attrazioni, lo spazio per i bambini, i servizi navetta, i numerosi parcheggi e la splendida cornice del Parco Urbano che fa da sfondo a sei giorni da vivere in allegria e senza stress, ascoltando buona musica e gustando ottime specialità. Okdoriafest è questo e molto altro: uno stile sano di divertirsi e godersi l’estate adatto a tutti.

Il 23 giugno grande attesa per “La Festa della Musica Europea 2018” a Nocera Inferiore

Il 23 giugno, alle ore 20, presso la Corte Interna del Palazzo di Città a Nocera Inferiore si terrà “La Festa della Musica Europea 2018, uno degli appuntamenti internazionali più importanti in tema di cultura e spettacolo, creato per coniugare musica e arte in affascinanti cornici del patrimonio artistico italiano.

L’evento è promosso dalla FENIARCO (Federazione Nazionale italiana Associazioni Corali), dall’ARCC (Associazione Regionale Cori Campani), Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e, dall’Associazione Culturale “Ensemble Corale Noukrìa” in partnership con l’Assessorato al Turismo, Arte e Cultura della Città di Nocera, nella persona della Dott.ssa Federica Fortino.

Anche quest’anno la Città di Nocera Inferiore grazie all’Associazione Culturale “Ensemble Corale Noukrìa”, di cui è Direttore Artistico e di Coro Genny Strianese e Presidente Antonio Rispoli, ospita, nella suggestiva cornice della Corte Interna del Palazzo di Città, una delle date di questo importantissimo evento.

La Festa della Musica sul territorio campano inizierà il giorno 21 a Paestum presso il Museo Archeologico e Tempio di Cerere, a Napoli presso la chiesa di Sant’Antonio a Posillipo, il giorno 22 a Napoli presso la chiesa Santa Maria della consolazione e proseguirà fino al 24 giugno nelle città di Eboli presso il Chiostro Monumentale del Convento di San Francesco.

L’associazione promotrice, nel dare maggiore ri-salto all’internazionalità dell’evento, ospiterà di-verse realtà corali oltre a quelle locali. Le corali eseguiranno brani profani Colti e Popolari, Napoletani e non, Gospel e Spiritual nonché brani di Musica Leggera.

INTERVERRANNO:
> Coro “HIRPINI CANTORES ” diretto da Carmine D’Ambola
> Coro “WHITE VOICES” diretto da Cinzia D’ambrosio
> Corso Giovanile “CORALE POLIFONICA Città di ERCOLANO” diretto da Domenico Cozzolino
> Coro Polifonico “ENSEMBLE CORALE NOUKRÌA”, Coro Giovanile “VOICING” e Coro di Voci Bianche “IRIS” di Nocera Inferiore diretti da Genny Strianese

Presenteranno i giornalisti Brigitte Esposito e Vincenzo Balzano. 
Direttore Artistico dell’evento è il Maestro Genny Strianese

La partecipazione all’intera manifestazione è completamente gratuita.

Concerto Cavalleresco: Antonio Saturno presenta ad Angri il nuovo lavoro discografico

Domenica 27 maggio 2018, alle ore 20.15, presso il Teatro della Congrega di Santa Caterina ad Angri in piazza Don Enrico Smaldone si terrà l’imperdibile e attesissima presentazione del nuovo lavoro discografico del chitarrista, arrangiatore, mandolinista e docente di spessore M° Antonio Saturno dal titolo “Concerto Cavalleresco”. Una presentazione-concerto in collaborazione con le Associazioni Centro Iniziative Culturali, Musae Cordis e Navicordo con ingresso libero. Nel corso della serata, moderata dalla giornalista Brigitte Esposito, interverranno il grande musicologo M° p. Paolo Saturno, che ricorderà il M° p. Alfonso Vitale recentemente scomparso, e il concertista e musicista internazionale M° Paolo Francese. Un dialogo tra suoni e silenzi, emozioni e voglia di regalare al pubblico un viaggio musicale sublime, vissuto e raccontato in musica e parole da Antonio Saturno, che per l’occasione sarà accompagnato nell’esecuzione live dei brani dall’Ensemble Anelli di Saturno. Un progetto contenente tredici magistrali tracce registrate presso la Splash Recording Studio di Napoli con la  Nuova Orchestra Alfaterna diretta dal M° Francese e pubblicate con l’etichetta discografica Dot Guitar. Composizioni inedite, concerti per chitarra ed orchestra nonchè brani per sola chitarra nelle quali si esalta la sapienza, la potenza e la delicatezza delle sonorità, l’interpretazione personale del repertorio chitarristico tradizionale e il fascino di un passato che diventa sapientemente innovativo. La chitarra di Saturno, una FJ-NE SAT- 2 realizzata dalla Liuteria Amendola Rocco, al suo raffinato e inconfondibile tocco emana un’indescrivibile purezza di suoni tali da esaltare l’anima e dare impulso alle emozioni, le stesse che si potranno vivere profondamente durante l’emozionante presentazione.

Mimmo Angrisano porta in Giappone il “made in Naples” ed è subito un successo

di Brigitte Esposito

Il concerto in Giappone del grande interprete della canzone classica napoletana Mimmo Angrisano, ha conquistato il pubblico nipponico ed è stato un successo oltre ogni aspettativa decretato da applausi scroscianti e calorosi, commenti positivi e standing ovation. D’altro canto, non ci si poteva aspettare altrimenti da colui che, con la sua eccelsa ed emozionante capacità vocale, è amato dal pubblico per aver sempre valorizzato e diffuso un patrimonio artistico-culturale unico al mondo. L’artista è volato in Giappone in occasione della “Festa di Napoli” organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Osaka diretto da Stefano Fossati, con il supporto del sindaco di Kagoshima, del Console generale d’Italia Luigi Diodati e dell’Ambasciatore d’Italia Giorgio Starace. Un avvincente e indimenticabile viaggio da Napoli a Kagoshima che Angrisano ha condiviso con il duo “Anelli di Saturno” composto dal noto chitarrista, arrangiatore, mandolinista e compositore di fama nazionale Antonio Saturno e il talentuoso e giovane M° Aniello Rossi al flauto, accompagnati  dall’affascinate soprano giapponese Yasko Fujii  nota per la sua splendida voce nonché forza interpretativa, ma anche per aver affiancato Paolo Bonolis nel quiz show di Canale 5 Avanti un Altro. Note e voci che hanno percorso otto secoli di poesia e storia attraverso arie, romanze e canzoni della tradizione napoletana, dalle immense villanelle alle tarantelle e serenate barocche, dai capolavori di grandi operisti quali Cimarosa e Donizetti, ai gioielli Di GiacomoMurolo, BovioE.A. Mario per poi dare spazio ai tesori di Sergio Bruni, canzoni scritte insieme al poeta Salvatore Palomba. È proprio nella musica che Napoli ha sempre trovato un’espressività unica e speciale, la stessa che Angrisano ha fatto vivere alla città di Kagoshima. Un importante gemellaggio tra la città partenopea e quella nipponica sancito già nel 1960, ma che in questa occasione è stato ancora più vissuto e condiviso. Non a caso, il sindaco di Kagoshima ha espresso il desiderio di rinvitare i maestri in occasione del 60’ anniversario del gemellaggio Napoli-Kagoshima. Viva Napoli nel mondo, viva sempre la canzone partenopea quella che apre i cuori e la mente varcando limiti e confini.

Il Salotto di Bry Fashion: L’Atelier e Outlet Pastore since 1940 uomo, donna e bambino

Il Salotto di Bry Fashion in Tour ha fatto tappa presso L’Atelier e Outlet Pastore since 1940 ad Angri per scoprire attraverso uno spot a 360 gradi l’assortimento di capi di abbigliamento primavera/estate 2018 uomo, donna e bambino. Pastore dal 1940 è una delle più grandi realtà nel settore della moda grazie ad un credo stilistico che preserva i dettami della migliore tradizione dell’abbigliamento. Infatti, accompagna da sempre la clientela nella scelta dell’abito perfetto per ogni occasione accontentando i gusti e le esigenze più variegate senza mai trascurare lo stile e l’eleganza. Capi griffati dei migliori brand italiani e stranieri per tutte le occasioni, da quelle più informali al giorno più importante della propria vita. Un mood che continua a dare la sua personale ed originale interpretazione. E per impreziosire il proprio look le migliori marche di scarpe ed accessori. Una tradizione familiare, una grande passione, uno spirito innovativo ed una continua ricerca della qualità.

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia di G. Roberto Tartaglia, riprese e fotografia Angelandrea Falcone, supporto organizzazione Carolina Di Martino. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con Teleangri Uno canale 639 visibile in tutta la Campania.

Si ringraziano la modella Raffaella Piscopo e le baby models

CLICCA PER GUARDARE IL VIDEO

CLICCA SULLA FOTO PER GUARDARE LA PHOTOGALLERY

Suoni e allegria primaverile al Carneval Foot Folk di Saviano con O’Revotapopolo

Ottima riuscita per il Carneval Foot Folk di Saviano. A distinguersi e a scaldare gli animi è stato il Gruppo Folk Internazionale O’Revotapopolo di Angri che domenica 29 aprile 2018 è stato parte integrante e strabiliante della prima edizione primaverile della celebre kermesse “Carnevale se chiammava…” Una giornata dedicata a musica, danze e ovviamente divertimento. Il Gruppo, conosciuto e acclamato in tutto il mondo, ha dato vita ad uno show musicale e canoro in perfetto stile partenopeo, coinvolgendo e risvegliando dal sonno invernale il pubblico impazzito per questa festa.

International Jazz Salerno: Il 3 maggio Walter Ricci Quartet and Trio feat. Michael Rosen

Giovedì 3 maggio, alle ore 21, presso il Teatro Sala Pasolini di Salerno, imperdibile concerto di Walter Ricci Quartet and Trio feat. Michael Rosen. Il giovane artista partenopeo Walter Ricci sarà il protagonista, non solo come cantante ma anche nell’insolita veste di pianista. Daniele Sorrentino al basso, garanzia di classe e solidità, e Lorenzo Tucci alla batteria dal tocco inconfondibile. Special guest Michael Rosen – sax tenore, solista ricercato, Neworkese di origini –, che si aggiunge al Trio apportando con la sua esperienza pluriennale ulteriori interessanti improvvisazioni melodiche e ritmiche. Rosen ha collaborato con Bobby McFerrin, Carl Anderson, Sheila Jordan e centinaia di altri artisti internazionali.Ricci attinge al repertorio di standard interpretati dai più grandi cantanti del passato, come ad esempio gli intramontabili I Only Have Eyes for You e on a Clear Day,ma anche grandi classici italiani come Ciao Ciao Bambina, e li rivede in modo del tutto personale. Una parte importante del concerto è costituita da brani originali. Con un’attenzione particolare alle sonorità moderne, spazio all’improvvisazione e anche con un occhio anche alle contaminazioni, Walter Ricci  dà vita ad un concerto ricco e dagli sviluppi imprevedibili.

ViviamoCilento: Sold out e applausi per il trio Cammariere-Paoli-Rea ad Acciaroli

di Anna Bisogno – foto concerto di Francesco Gisolfi 

Lunghi applausi e concerto sold out per Cammariere-Paoli-Rea che all’arena del mare di Acciaroli hanno proposto tre concerti in uno, nel quale due nobili rappresentanti della canzone italiana, distanti per generazione ma uniti dal comune amore per la parola in musica e da uno stile sempre raffinato con al pianoforte, scandiscono i loro successi con Danilo Rea al pianoforte interlocutore privilegiato dell’uno e dell’altro.  Lunedì 30 aprile ultimo appuntamento per VIVIAMOCILENTO, lo slow festival tra musica, sentieri e sapori. nella suggestiva cornice di Villa Matarazzo a Santa Maria di Castellabate faranno tappa Cory Henry & the Funk Apostles in “The funk crusade tour”. Vincitore di 3 grammy awards con gli Snarky Puppy, Henry è un vero e proprio fuoriclasse del suo strumento, l’Hammond B-3, che suona da quando aveva solo 2 anni. Il suo ultimo progetto è una esplosione incredibile di funk, gospel e jazz. Il costo del biglietto di 15 euro.VIVIAMOCILENTO è il racconto suggestivo della relazione unica e fruttuosa tra uomo e natura che diventa esperienza con una programmazione scandita tra musica, sentieri e sapori, cofinanziato dalla Regione Campania con il POC Campania 2014-2020 in collaborazione tra i Comuni di Pollica (capofila), Buccino, Casal Velino, Castellabate con il supporto di Polis Territorio & Sviluppo srl e la direzione artistica di Massimo Sole.

Morgan & Megahertz incantano Buccino. A Viviamo Cilento arrivano i Morcheeba

Atmosfera divertita e coinvolta quella che ha accompagnato ieri sera il concerto inaugurale di VIVIAMOCILENTO a Buccino nel Chiostro degli Eremitani di Sant’Agostino. Sul palco, Morgan con Daniele Dupuis, in arte Megahertz, che hanno proposto i brani più conosciuti del repertorio dei Bluvertigo e una serie di omaggi a David Bowie, Depeche Mode, Bindi, Tenco, Modugno, De Andrè in un live bioeletric, come il tour con cui i due musicisti stanno girando l’Italia.

Domani, venerdì 27 aprile (ore 21.00), secondo appuntamento con VIVIAMOCILENTO che all’Arena del Mare di Acciaroli ospiterà i Morcheeba. Il duo formato da Skye Edwards e Ross Godfrey proporrà il nuovo progetto artistico-musicale “SKYE|ROSS” che dà anche il titolo all’album in uscita il 2 settembre. Nati nel 1995 dall’incontro casuale ad una festa a Londra dei due fratelli Paul e Ross Godfrey con Skye Edwards, al tempo disegnatrice di moda, i Morcheeba diventano gli interpreti del nuovo fenomeno musicale di quegli anni etichettato come trip-hop. Negli anni, grazie anche a collaborazioni importanti (tra cui quella con David Byrne e Kurt Wagner), si fa strada una contaminazione fra sonorità acustiche, black music, soul e disco anni ’70, che diventerà l’originale cifra stilistica della band, che cresce di pari passo con la sua popolarità, in tutto il mondo.

Il costo del biglietto è di 20 euro.

Sabato 28 aprile sarà la volta di Sergio Cammariere, Gino Paoli e Danilo Rea.

VIVIAMOCILENTO è il racconto suggestivo della relazione unica e fruttuosa tra uomo e natura che diventa esperienza con una programmazione scandita tra musica, sentieri e sapori, cofinanziato dalla Regione Campania con il POC Campania 2014-2020 in collaborazione tra i Comuni di Pollica (capofila), Buccino, Casal Velino, Castellabate con il supporto di Polis Territorio & Sviluppo srl e la direzione artistica di Massimo Sole.

Biagio Antonacci il 7 maggio in concerto al Palapartenope di Napoli

7 maggio 2018: imperdibile data al Palapartenope di Napoli che vedrà esibirsi sul palco il grande Biagio Antonacci. Una straordinaria ed attesa tappa del suo tour che già in passato ha avuto un grande successo nei palazzetti italiani. “Dediche e manie tour 2018“, questo il nome della sua tournée tratto dal suo ultimo album omonimo, un disco di inediti che trasforma in dediche gran parte di quelle che Antonacci considera delle manie. Biagio miscela le sonorità anni ’80 con quelle elettroniche, lasciando spazio anche allo stile acustico. Parte dunque il countdown per tutte le fans pronte ad ottenere un posto in prima fila.

Tre nuove date al tour di WILL HUNT batterista degli Evanescence

A grande richiesta, si aggiungono tre nuove date al tour di Will Hunt che parte da Brescia (Cazzago) oggi e, toccando una decina di città, si chiude a Treviso il 5 maggio.

Il batterista del gruppo gothic metal statunitense Evanescence (anche con White Noise Owl e per tre anni nella band di Vasco Rossi) torna in Italia per un nuovo tour nei club durante il quale, come nel precedente, sarà accompagnato da una serie di rock band trascinanti. Lo show è incentrato su una serie di indimenticabili hit rock: da Nirvana,  Foo fighters a Whitesnake, AC/DC, Van Halen e molti altri, la scaletta non dà tregua.

Le date del tour: 24 aprile Cazzago Brescia, Rockout; 25 aprile Bologna, Bravo Caffè; 26 aprile Verona, Musical Box (clinic); 27 aprile Cermenate Como, Black Horse; 28 aprile Milano, The Boss; 29 aprile Ranica Bergamo, Druso; 30 aprile Bellinzona, Peter Pan. 3 maggio Lignano (UD) Shaker; 4 maggio Azzano (PN), Biasin Concert Hall; 5 maggio S. Vendemiano (TV), Micasa.

Nato in Florida il 5 settembre 1971, Will è una miscela di energia e carisma che trascina e affascina. Ha suonato live e in studio con molte band internazionali, soprattutto nella scena rock/nu metal, e attualmente con Evanescence. Ha collaborato, tra gli altri, con Zakk Wylde, Black Label Society, dopo aver suonato con Static-X, Mötley Crüe, di recente con Vasco Rossi, fino al suo ultimo progetto White Noise Owl, una band formata da componenti di gruppi culto della scena alternative rock americana come Black Label Society, Lo-Pro e Snot.

Le Mujeres vincono con E je parlo ‘e te il Premio Web Sociale 2018

Le Mujeres Creando si aggiudicano con il brano E je parlo ‘e te il Premio Web Social 2018 indetto da Amnesty International Italiache le porterà di diritto all’accesso alle semifinali del concorso Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty. Con questa aggiudicazione Le Mujeres Creando passano di diritto alle semifinali del concorso per band emergenti che si svolgerà dal 19 al 22 luglio prossimi a Rosolina Mare (Rovigo).
Sullo stesso palco salirà quest’anno anche
 Brunori Sas.Un’enorme quantità di visualizzazioni e di voti in poche settimane, hanno decretato il gruppo quale vincitore di questo premio speciale che da’ diritto all’accesso diretto alle semifinali del concorso “Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty” e ad un pacchetto di servizi promozionali offerto dal MEI (Meeting degli Indipendenti). Complessivamente oltre 100.000 tra ascolti sul sito e visualizzazioni su facebook, oltre 25.000 tra voti e like; un grande successo del Premio Web Social, nato proprio per far conoscere e diffondere la musica degli iscritti al concorso Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty attraverso la rete.

La band MUJERES CREANDO nasce nel 2010 in formazione di trio quando tre donne amanti della musica, Anna Claudia Postiglione, chitarrista, Igea Montemurro, violinista e Giordana Curati, fisarmonicista, si incontrano e si divertono a suonare insieme, poi cominciano a dedicarsi a delle proprie composizioni musicali. L’esperimento sembra funzionare, i primi brani riscuotono interesse in chi li ascolta e qualcuno di essi viene utilizzato come colonna sonora di documentari e spettacoli teatrali. La motivazione cresce e arriva a coinvolgere l’interesse di una delle giovani voci più interessanti del panorama partenopeo, Assia Fiorillo che, ben presto, sale a bordo. E’ il 2011 e le quattro decidono di dar vita ad un vero e proprio gruppo: le Mujeres Creando.

Il nome è mutuato dal collettivo femminista sudamericano e in italiano significa “Donne che creano”; il riferimento alla creatività, al grande potenziale delle donne quando si uniscono per un obiettivo comune, insieme al carattere mediterraneo della lingua spagnola sembrano cogliere in pieno l’impronta artistica e concettuale che si vuole dare al progetto. Con voce, chitarra, fisarmonica e violino, il gruppo lavora a delle cover di canzoni care a ciascuna, ma soprattutto realizza dei suoi inediti. I brani che nascono, Tangorà, Once more, L’idea, Ex Valzer, Le stelle sono rare vengono inseriti in uno spettacolo che il gruppo porta in locali e night del territorio regionale. La visibilità crescente, i consensi, le critiche, stimolano e definiscono sempre di più il progetto.

Nel 2014 le Mujeres Creando vengono ingaggiate dal comune di Marsala (TP) per un’esibizione in teatro in occasione dell’8 Marzo. A quella giornata e alla storia dell’autodeterminazione delle donne viene dedicata la scrittura di un altro inedito: A woman’s day. Per l’occasione del tour siciliano si unisce al gruppo Marisa Cataldo, eclettica musicista e specialista in percussioni e batteria il cui entusiasmo per il progetto la rende immediatamente una nuova componente del gruppo. Da quel momento, la band consolida la presenza in numerosi eventi culturali e artistici, si esibisce in concerti in giro per l’Italia e, naturalmente continua il lavoro di creazione ed arrangiamento di suoi brani inediti. Nascono La Cruna di un ago, Mani fredde, Je parl’ ‘e te, Per sempre e ancora.

Nel Luglio 2015, la band si esibisce alla serata di gala dell’ AJD Alto Jonio Dance Festival, selezionata come miglior band emergente. A Giugno 2016 è selezionata tra le migliori band emergenti ed invitata a partecipare al festival “Meeting del mare 2016” a Marina di Camerota (SA). Ad Agosto 2016 è selezionata ed invitata a partecipare al festival “La Luna e i calanchi” ad Aliano (MT). A Gennaio 2017 si aggiudica il contest “Musica Giovane” ed è selezionata per esibirsi al concerto dell’Epifania 2017, condividendo il palco con i big della scena artistica internazionale. Ad Ottobre 2017, si aggiudica la call del festival internazionale “Chantiers de la Scène” organizzato da La Friche di Strasburgo.

Il 26 Gennaio 2018 la band ha presentato il primo disco dal titolo “Le stelle sono rare”.

 Il brano “E je parlo ‘e te” è tratto dall’album della band “Le stelle sono rare”, uscit il 26 Gennaio 2018 con etichetta Apogeo Records.

Attraverso una appassionata dichiarazione d’amore, il brano affida alla forza dei sentimenti il potere di far uscire dal silenzio la relazione d’amore tra due donne, sfidando il giogo sociale dello stigma e del pregiudizio omofobico. L’intimità e la delicatezza che caratterizzano il mood del brano non devono ingannare l’ascoltatore che si trova piuttosto davanti ad una vera e propria denuncia verso chi nega la dignità e la legittimità dell’amore omosessuale. Una tematica,l’omofobia che nella nostra società, nonostante i traguardi raggiunti in termini di leggi per tutela e l’affermazione dei diritti, ancora sopravvive nel tessuto socio-culturale producendo disagio, malessere ed esclusione soprattutto nei giovani. Per non parlare delle tante società, non lontane dalla nostra, in cui l’omosessualità è un reato e tantissime ragazze e ragazzi sono costretti a nascondersi o a rifugiarsi in altri paesi per sfuggire alla persecuzione e alla morte.