Al via ARMONIE DEL NATALE concerti di Natale del Coro Polifonico Flegreo

Il Coro Polifonico Flegreo si fa in quattro per un Natale scintillante.  Quattro appuntamenti in musica per immergersi nello spirito natalizio animeranno la città partenopea con le suggestive atmosfere create dal Coro polifonico Flegreo che, diretto dal Maestro Nicola Capano, eseguirà  brani della tradizione classica natalizia accompagnato per l’occasione dal pianoforte e dall’orchestra di archi.

Si parte domenica 16 dicembre alle ore 19.45 nella chiesa San Ferdinando in piazza Trieste e Trento dove, oltre alla musica,  si puo’ anche ammirare  il grande presepe degli artisti napoletani in cui, la Napoli più nobile è trasformata in uno spicchio di Betlemme diventando epicentro del Natale con i suoi artisti più rappresentativi come Luisa Conte, Sergio Bruni con un cesto in mano, Umberto Bellissimo, Antonello Leone, Renato Ruocco, Enzo Cannavale, Rino Marcelli e Pupella Maggio, Rino Zurzolo, Nunzio Gallo,  Aurelio Fierro, Carlo e Nino Taranto che diventano pastori di questo presepe unico.
ll repertorio spazierà  dai grandi classici come  “Adeste Fideles” e “Cantate Domino”,  da “Astro del Ciel” a “Bianco Natale”, passando per quelli della tradizione anglosassone come  “We wish you a Merry Christmas” fino ad approdare nel Nuovo Continente con “Jingle Bells”, celebrando poi il genio nostrano di Sant’Alfonso Maria de Liguori  con “Quanno nascette ninno” e “Tu scendi dalle stelle”, con incursioni alla musica contemporanea  ed omaggi al grande Maestro Ennio Morricone (“Gabriel’s Oboe” ) e Jonh Lennon (Imagine). Oltre ai canti corali, l’orchestra eseguirà inoltre il “Canone” di Pachelbel e il “Concerto grosso per la notte di Natale” di Corelli. I concerti sono organizzati dall’Associazione Musicale Flegrea con il Patrocinio del Comune di Napoli e si inseriscono nella manifestazione “ Natale a Napoli 2018”.           (Ingresso Libero)
ARMONIE DEL NATALE programma
domenica 16 dicembre ore 19.45 chiesa San Ferdinando Piazza Trieste e Trento (ingresso libero)
venerdì 21 dicembre ore 19.30  Ospedale Fatebenefratelli via Manzoni 199 (ingresso libero )
sabato 22 dicembre ore 19.30 Chiesa Santa Maria Incoronatella nella Pietà dei Turchini via Medina,  19 (  ingresso con contributo associativo 5 euro)
domenica 23 dicembre ore 19.30 Basilica di San Domenico Maggiore (  ingresso con contributo associativo 5 euro)

Diego Conti: in radio “3 gradi” il brano finalista a Sanremo Giovani

È in radio il singolo “3 Gradi” di Diego Conti, nella rosa dei 24 brani finalisti di Sanremo Giovani. Nel brano (Edizioni Rusty Records e Thaurus Publishing), scritto da Diego e composto assieme al producer Marco Schietroma (a.k.a. Mark Twayne) di Richveel, Diego racconta un amore fugace che si consuma tra due giovani, nel cuore di una gelida notte, che rappresenta, nelle parole del cantautore, “l’incontro più vero che abbia mai avuto in 23 anni di vita”.“ Un anno fa – ha dichiarato Conti -durante la settimana del Festival di Sanremo, ho conosciuto una ragazza bellissima; ci siamo innamorati. La passione e il desiderio erano talmente forti e folli che ci siamo trovati per strada e, nonostante facesse freddissimo (3 gradi), non abbiamo resistito a tutta quella attrazione” “3 Gradi” è inoltre un videoclip, disponibile su YouTube: prodotto da Edizioni Rusty Records e Thaurus Publishing, nel video del brano viene infatti messa in risalto quella “febbre d’amore” che ha coinvolto metaforicamente, e non solo, l’artista.

Pietrelcina con il cuore, in campo vince la solidarietà con la Nazionale Cantanti

Circa 4mila tifosi hanno applaudito la Nazionale Cantanti e la Rappresentativa amministratori sanniti che, oggi pomeriggio a Pietrelcina (Benevento), sono scesi in campo per la solidarietà, devolvendo l’intero incasso della partita per l’acquisto di uno scooter elettrico che consentirà alle persone con disabilità di accedere ai luoghi di Padre Pio.

Calcio di inizio con Ronn Moss, il famoso “Ridge Forrester” nella soap opera Beautiful – che ha sposato il progetto della Nazionale Cantanti e consegnato lo scooter elettrico alla comunità di Pietrelcina – e con l’inviato di Striscia la Notizia,Jimmi Ghione. Proprio Ronn Moss si trova in Italia per preparare il suo tour mondiale come cantante e presentare il format a Sanremo il 6 febbraio.
Per la cronaca, la Nazionale Cantanti, guidata dal presidente Paolo Belli, si è imposta con il risultato di 8-4. Un evento – organizzato da Nazionale Cantanti, USAcli e Comune di Pietrelcina – molto speciale per Rocco Hunt, che ha ricordato la devozione di suo padre per San Pio, Clementino (sua madre è originaria di Apice, in provincia di Benevento), Francesco Da Vinci e Lucariello, autore della colonna sonora della serie Gomorra, impegnati oggi in un vero e proprio derby campano.
In allegato, le foto, la formazione ufficiale della Nazionale Cantanti ed il video con l’intervista a Ronn Moss.
Grazie e buon lavoro!

– ” Pietrelcina è il luogo perfetto per un ritiro – ha spiegato Paolo Belli, presidente della Nazionale Cantanti – per fare gruppo e ritrovare la nostra spiritualità. In questo borgo ci sono forti vibrazioni che ci aiutano a capire chi siamo, dove andiamo e perché stiamo sbagliando, soprattutto per noi cantanti che spesso viviamo una vita distorta. Vi ringrazio per averci accolto e per averci trasmesso sentimenti così forti. Dal punto di vista sportivo domenica possiamo farcela, ma da quello umano abbiamo già vinto”.

– “ A Pietrelcina arrivano tantissimi pellegrini e turisti con disabilità – ha detto Costantino Boffa, che ha invitato la Nazionale Cantanti – e dobbiamo impegnarci per rendere accessibili a tutti i luoghi di Padre Pio. Siamo in un borgo meraviglioso che rappresenta una eccellenza del Sannio e della Campania. L’obiettivo è riuscire ad organizzare un ritiro annuale della Nazionale Cantanti a Pietrelcina, in modo da sostenere progetti di solidarietà e dare vita ad un appuntamento fisso. Se riusciamo a raggiungere questi risultati, possiamo già dire di aver fatto un’ottima partita”.

– ” Ringraziamo la Nazionale Cantanti – ha affermato Domenico Masone, sindaco di Pietrelcina – per aver offerto alla nostra piccola comunità e ai più deboli un contributo così importante, non per carità ma per devozione e affetto sincero, e per aver portato il nostro paese su un palcoscenico così importante. Qui Padre Pio ha iniziato il suo percorso spirituale e lanciato il suo messaggio ai più poveri, che coincide ancora oggi con la vocazione del nostro territorio. Portateci nel cuore”.

La Nazionale Cantanti – oltre al presidente Paolo Belli e all’inviato di Striscia la Notizia, Jimmi Ghione – ha convocato campioni ed artisti del calibro di Raimondo Todaro (ballerino ed attore, per quattro volte vincitore di Ballando con le stelle), Moreno (rapper che ha trionfato ad Amici e bomber della NIC), Attilio Fontana (ha esordito con i Ragazzi Italiani, primo classificato nel programma Tale e Quale, ha all’attivo anche un passato da attore, autore e protagonista del musical Actor Dei dedicato a Padre Pio), Marco Ligabue (cantautore talentuoso tuttofare, che si impegna totalmente nella produzione di ogni suo disco e tour), Mattia Briga (ha partecipato al talent Amici e vanta al suo attivo dischi di platino per i suoi album), Daniele Incicco (frontman del gruppo La Rua ed in corsa per la finale di Sanremo Giovani), Marco Filadelfia (rapper e telling, web star che vanta anche un romanzo edito da Mondadori dal titolo Con il cuore tra le nuvole), il portiere della NIC Andrea Maestrelli (candidato ai 40 dischi opera prima del premio Tenco), Antonio Maggio(ha vinto la prima edizione di X Factor, accompagnato dagli Aram Quartet, e Sanremo Giovani), Francesco Guasti(cantautore pratese, ha partecipato al talent The Voice e si è classificato al terzo posto a Sanremo nella categoria Nuove Proposte), Biondo (alla ricerca di un approccio soul per il suo rap, ha partecipato ad Amici), Vincenzo Capua(cantautore romano), Luca Bussoletti (ha firmato la colonna sonora del film Tutti giù per aria, duettando con Dario Fo in A solo un metro e donando i proventi ad Amnesty International), Andrea Vigentini (da Amici al palco dell’Eurovision Song Contest 2018 con Ermal Meta e Fabrizio Moro). In occasione del ritiro a Pietrelcina, presenti anche Marco Morandi ed il direttore tecnico Marco Masini.

Il 30 novembre la presentazione de “La Strategia dell’attesa” di Sergio Ruggiero Perrino presso la Parrocchia Regina Pacis di Angri

Venerdì 30 novembre 2018, alle ore 20.00presso la Parrocchia Regina Pacis di Angri continua la seguitissima rassegna dedicata al libro e alla lettura che apre le porte allo spirito, al cuore, alla cultura, all’arte e alla bellezza dell’aggregazione. Sarà presentato l’avvincente romanzo dello scrittore, giornalista e attore teatrale Sergio Ruggiero Perrino dal titolo “La Strategia dell’attesa” edito da Guida Editori. Dopo i saluti del parroco della Regina Pacis Padre Antonio Cuomo, dialogheranno con l’autore il frate cappuccino Gianfranco Pasquariello e il medico chirurgo Antonio D’Antonio. A moderare la serata la giornalista e conduttrice televisiva Brigitte Esposito su musica e voci del Coro Magnificat accompagnato dalla straordinaria formazione orchestrale diretta dal M° Pierpaolo Petti. Un viaggio nella provincia meridionale contemporanea: distratta, grigia, in crisi perenne d’identità, imprigionata in una triste mancanza di prospettive. Questo lo scenario in cui pensa, agisce e vive Simone, laureato e disoccupato, che è alle prese con una monotona quotidianità: ripetizioni private a studenti svogliati e incapaci, concorsi pubblici, nuovi amori, sensi di colpa, serate ripetitive ed incolori con gli amici. Ma la sua attesa si riempie anche delle lunghe conversazioni con l’amica di sempre Marisa e della stesura di un romanzo. Fino a quando un evento drammatico e traumatico gli darà la forza di intraprendere coraggiosamente un diverso cammino di vita, cercando di lasciarsi alle spalle la rabbia, le disillusioni e le amarezze del passato.

 

“I Venerdì dell’Arte” a Nocera Inferiore: concerti, convegni e mostre

Prendono avvio i Venerdì dell’Arte, a partire da venerdì 23 novembre 2018, presso lo Sporting Club Casino Sociale di Nocera Inferiore. L’evento, patrocinato dal Comune, prevede un concerto inaugurale alle ore 20.30, in presenza dell’assessore alla Cultura e Politiche giovanili Federica Fortino, del direttore artistico della manifestazione Pietro Sellitto e del presidente Sporting Club Andrea Oliva, con la presentazione di Giulia D’Alessandro. Un ciclo di concerti, convegni, eventi, tesi alla promozione della musica e dell’arte in generale, fino a giugno 2019.

Il concerto inaugurale di venerdì 23 novembre prevede diverse perfomance, con protagonisti lo stesso Pietro Sellitto, insieme al tenore Achille Del Giudice e al pianista Pierluigi Labraca.

«Un percorso che inizia a novembre, ogni venerdì, a cadenza mensile – spiega il direttore artistico Pietro Sellitto – Stiamo già organizzando un convegno di musicoterapia, padre Paolo Saturno farà approfondimenti sulla storia della musica. Daremo valore all’arte in generale, anche se l’attività concertistica sarà il perno centrale di tutto. L’obiettivo è fare degli spazi dello Sporting Club un luogo di raccoglimento per studiosi, artisti e appassionati di cultura, in cui possano nascere nuove tendenze e manifestazioni».

 Pietro Sellitto, pianista, concertista e docente, ha fondato l’Accademia musicale nocerina, coordina la direzione artistica dell’orchestra laPaganini (nata nel 2016) ed è l’ideatore del CIMN-Concorso Internazionale Musicale Nocera.

 

Per info

Ufficio stampa, Davide Speranza: cel. 3397263428 | spesdavide@gmail.com

Bucalone: esce in radio Keep me in love, il nuovo singolo del cantautore formiano

Marco Viccaro Bucalone è un chitarrista, polistrumentista, cantautore, docente di musica e chitarra in Toscana. Vanta un’esperienza lunga 20 anni suonando dal vivo nei pub, teatri, piazze e stadi di tutta Italia, Inghilterra, Irlanda, Olanda, Francia, Germania, Romania e soprattutto America. Tra le numerose esperienze musicali è stato concorrente nel format televisivo XFACTOR ROMANIA, ha partecipato al programma televisivo “Mezzogiorno in famiglia” su RAIDUE, “CELEBRITY The Talent Show” su SKY VIVO, all’Umbria Jazz Clinics, a Sanremo Lab dedicato ai giovani del Festival di Sanremo nel 2009. Tra i tanti concorsi e festival musicali nel 2017 e 2018 è stato partecipe al GASPARILLA PIRATE FESTIVAL, uno dei più grandi festival d’America rappresentando l’Italia in qualità di chitarrista “One Man Band”.

Ha avuto importanti collaborazioni con Arisa, Ricchi e Poveri, Donatella Rettore, Little Tony, Silvia Salemi, Jimmy Fontana e tanti altri.

Keep me in love è il singolo che presenta il nuovo eponimo album dell’artista formiano, una canzone scritta nel 2009 durante l’esperienza a Sanremo Lab (Sanremo Giovani – Festival di Sanremo 2009) e completata nel 2011 durante l’esperienza americana a New York. La ballata, cantata e suonata con la chitarra acustica e accompagnata da una sezione d’archi appropriata, racconta la storia di due innamorati che dopo una lunga pausa di riflessione, divisi l’uno dall’altro, si ritrovano confermando così il bisogno di nutrirsi d’amore e di essere fatti per stare eternamente insieme.

Il Salotto di Bry contro la violenza sulle donne: il rapper Domity canta “Doppia Identità”

Nel Salotto di Bry è ospite il seguitissimo rapper Marco Montanino, in arte Domity, che dopo il successo di brani quali “Domiziana” e “Pagine su pagine” presenta “Doppia Identità” in cui si affronta un tema sociale di grande attualità, il femminicidio.  Un testo crudo che racconta la storia di una donna, apparentemente persa, etichettata dalla gente come una sbandata che forse conclude la sua vita terrena inciampando nel tunnel dell’alcool o della droga. Una ragazza come tante, che da ragazzina sognava l’amore ma che poi purtroppo si ritrova nella trappola di un amore malato che la conduce alla morte. Domity avverte quasi un’urgenza, un segnale da dare alle nuove generazione di innamorati, fidanzati, amici, amanti, la voce di un giovane che parla ai giovani raccontando l’ennesima brutta storia di violenza sulle donne.

Il giovane cantautore muove i primi passi nella scena musicale nel 2008, ma scrive musica e testi a partire dal 2014 curando anche le produzioni dopo aver appreso l’arte del beatmaking. Un progetto discografico registrato, mixato e masterizzato nello Studio Emme61 di Alessandro Sgambati, musicista e tecnico con esperienza ventennale nel settore. Per i primi mesi del 2019 è prevista l’uscita dell’album. Nel Salotto Domity si racconta invitando le donne a denunciare perché il silenzio aiuta il carnefice, ma mai la vittima.

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia, riprese e fotografia di G. Roberto Tartaglia, riprese Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TAone Teleangriuno canale 639 visibile in tutta la Campania.

VIDEO E INTERVISTA 

PHOTOGALLERY 

Natale al Castello di Lettere: Amministrazione Comunale e Proloco presentano l’evento nel Salotto di Bry

Esiste un luogo senza tempo dove tutti i sogni diventano magicamente realtà: il Castello fiabesco di Lettere. Un tripudio scintillante di luci, imperdibili mercatini, musiche tradizionali e spettacoli suggestivi, la mitica Casa di Babbo Natale, la slitta guidata dagli elfi e tante leccornie dal 10 novembre 2018 al 6 gennaio 2019 catapulteranno grandi e piccini in un’esperienza natalizia unica, tra cultura e tradizione. Tutto pronto, infatti, per la terza magica e spettacolare edizione di “Natale al Castello” a cura dell’Amministrazione Comunale di Lettere in collaborazione con la Pro Loco Cittadina. A presentare televisivamente nel Salotto di Bry la kermesse e a svelare minuziosamente il programma il Sindaco Avv. Sebastiano Giordano, il vicesindaco Gerardo Vuolo assessore delegato all’organizzazione dell’evento, l’architetto Paola Marzullo responsabile della sicurezza, direttrice del Parco Museale e direttrice artistica della kermesse, Alfonso Del Sorbo coordinatore artistico, il dott. Antonio Ruocco presidente della Proloco di Lettere e Guido Spagnoletta membro della Proloco. I momenti aggregativi e culturali saranno il cardine di un evento nazionale senza precedenti realizzato da persone dinamiche ed originali pronte a mettere in gioco le loro professionalità.

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia, riprese e fotografia di G. Roberto Tartaglia, riprese Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TAone Teleangriuno canale 639 visibile in tutta la Campania.

VIDEO PRESENTAZIONE UFFICIALE 

PHOTOGALLERY

Si suona musica classica nel Salotto di Bry con il M° Pietro Sellitto, direttore d’orchestra e pianista internazionale

La soave musica classica arriva nel Salotto di Bry inebriando i cuori e suscitando emozioni e sentimenti nonostante il trascorrere del tempo e dei secoli. In questa puntata è ospite nel seguitissimo e bryoso Salotto televisivo il M° Pietro Sellitto, immenso compositore, pianista e direttore d’orchestra a livello internazionale. Affascinato dalle sette note sin dalla tenera età dopo eccellenti studi, applauditissimi concerti nei teatri più prestigiosi e riconoscimenti nazionali ed internazionali è fondatore dell’Accademia Musicale Nocerina e Paganese nonchè direttore artistico dell’Orchestra La Paganini. Oltre all’attività didattica e ad un’intensa attività concertistica la sua missione è quella di riavvicinare i più giovani alle infinite sfumature del mondo della musica classica. Un’intervista in cui emerge l’amore a 360° per la musica il cui scopo è di far vedere con l’anima ciò che non si riesce a spiegare con le parole.  L’esperienza sensoriale della musica classica oltre a riflettere la profondità dell’animo umano, insegna il rispetto e l’ascolto, il gusto delle simmetrie e la ricerca costante della linearità. E proprio in Salotto il M° Pietro Sellitto accarezza i tasti bianchi e neri accompagnando con dolcezza e trasporto i passaggi emotivi dello scorrere incessante della musica proprio come una firma di un celebre pittore su un quadro.

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia, riprese e fotografia di G. Roberto Tartaglia, riprese Angelandrea Falcone.Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con Taone Teleangriuno canale 639 visibile in tutta la Campania.

VIDEO E INTERVISTA 

PHOTOGALLERY 

Energico sound nel Salotto di Bry con l’originale chitarrista Sebastiano Esposito

Direct Impact…è esattamente l’impatto che si ha con il talentuoso Sebastiano Esposito una volta ascoltato il suo lavoro discografico “24”. Ospite nel Salotto di Bry l’originale e brillante chitarrista partenopeo ha raccontato la sua passione per la chitarra, strumento che gli ha permesso negli anni di tirare fuori non solo il suono che aveva in mente, ma soprattutto nel cuore. Dopo aver studiato al Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli e poi sotto la guida di Marco Sfogli, Ciro Manna e Pietro Condorelli, si dedica anima e corpo alla musica. Partecipa a numerose masterclass con i più grandi nomi della scena chitarristica: Steve Vai, Paul Gilbert, Steve Lukather, Guthrie Govan, Scott Henderson e molti altri. A soli 16 anni vince il Premio Miglior Chitarrista al Vomerock nell’ambito del Festival di Napoli. Nel 2012 collabora con la band The Motel come turnista, e poi come arrangiatore e produttore nel 2016. Diventa testimonial per Iovinella Handmade Guitars. Nel 2014 inizia una collaborazione con Dino Vitola come arrangiatore e co-produttore. Nel 2015 suona in qualità di dimostratore per Mezzabarba Custom Amplification e Reference Laboratory all’Elettrika Guitar Festival di Roma, SHG di Milano e altre manifestazioni settoriali italiane. Inizia, poi, una collaborazione come turnista con Ivan Granatino che accompagnerà in Tour fino al 2018. Ha condiviso il palco in open act con grandi artisti della musica jazz internazionale come Diana Krall, Alain Caron, Michael Chapdelaine, Eric Gales e molti altri. 24 è un coinvolgente progetto autoprodotto che miscela stili ed influenze dando vita ad un album molto interessante ed elegante patrocinato anche dall’ Assessorato allo Sviluppo e Promozione del Turismo della Regione Campania

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia, riprese e fotografia di G. Roberto Tartaglia, riprese Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con Taone Teleangriuno canale 639 visibile in tutta la Campania.

VIDEO E INTERVISTA

PHOTOGALLERY 

Sanremo Giovani: sono 69 gli artisti scelti per le audizioni del 12 novembre

Il Festival della Canzone Italiana  e cominciano le audizioni  per la sezione Giovani. Saranno 24 i finalisti che parteciperanno, il 20 e il 21 dicembre, alle due prime serate su Raiuno in cui solo due si esibiranno a febbraio al 69^ Festival di Sanremo.

Saranno dunque 69 gli artisti che lunedì 12 novembre nella sede di Radio Rai in Via Asiago a Roma potranno essere esaminati dalla Commissione Musicale del Festival, presieduta dal direttore artistico Claudio Baglioni, insieme a  Claudio Fasulo,  Massimo Giuliano,  Massimo MartelliDuccio Forzano e Geoff Westley.

Di seguito i 69 artisti scelti dalla Commissione per le audizioni del 12 novembre:

Albert – Libertà
Andrea Vigentini – Magari
Andrea Biagioni – Alba piena
Argento – Mescolare
Banda Rulli Frulli – L’imitazione del male
Cannella – Nei miei ricordi
Chiara Scalisi – Voglio smettere di fare musica
Cimini – Anime impazzite
Ciuffi Rossi – Ti dedico tutto
Cobalto – Fuorigioco
Cordio – La nostra vita
Cristiano Turrini – Irrazionale
David – Padre
Diego Conti – 3 gradi
Easy Funk – Lobotomia
Ego – Sembrava facile
Einar Ortiz – Centomila volte
Fabio De Vincente – Come nelle favole
Federica Abbate – Finalmente
Federico Angelucci – L’uomo che verrà
Federico Baroni – Non pensarci
Filo Vals – Occasionale
Flo – Se move
Fm 93 – Lara (Ho fatto un pezzo indie)
Forlenzo – Non canto jazz
Fosco17 – Dicembre
Frances Alina – Forse mi va
Giacomo Eva – Errore bellissimo
Giacomo Voli – Senza l’autotiun
Giada D’Auria – Sola si sta bene
Giulia Mutti – Almeno tre
Icaro – Vivo sopra un’astronave (A Mina)
Jole – La turista e il gondoliere nelle sfere di vetro con neve
La Rua – Alla mia età si vola
La Zero – Nina è brava
Laura Ciriaco – L’inizio
Le Larve – Semplice
Le Ore – La mia felpa è come me
Liberementi – Datemi spazio
Libero – Anime a gas
Lilian More – Antieroi
Loomy – Coriandoli
Luce – Uguale a te
Mahmood – Gioventù bruciata
Maria (Vincitore Festival di Castrocaro 2018) – L’amore non si cancella
Marte Marasco – Nella mia testa
Maryam Tancredi – Con te dovunque al mondo
Michele Merlo – Non mi manchi più
Miriam Masala – Ops
Molla – 21 orizzontale
Morgan Ics – Io sono Alessandro
Nico Arezzo – Gorilla
Nomercy Blake – Che noia
Nyvinne – Io ti penso
Orler – Qualcosa di unico
Raphael – Figli delle lacrime
Rasmo & Jsnow – Sotto le mie suole
Ros – Incendio
Samuel Pietrasanta – Deja vu
Sarah Dietrich – Per venirti a cercare
Seba – Cuore bomba innescata
Symo – Paura di amare
Tr3ntan9ve – Low cost
Valentina Astolfi – A volte
Valentina Tioli – Giungla
Vittorio Sisto – Oltre
Wepro – Stop/Replay
Ylenia Lucisano – Il destino delle cose inutili
Zic – Torta

“Il Paese dei Balocchi” l’avvincente singolo della band campana “Noretro”

La band campana, Noretro ritorna con il nuovo singolo “Il Paese dei balocchi”. A meno di un anno dall’uscita dell’album Vortice, il gruppo apparso sette mesi fa nel panorama musicale delle band emergenti lancia la nuova attesissima traccia: immaginata come un messaggio di rivolta, Il Paese dei balocchi si scaglia provocatoriamente contro un’Italia priva di punti di riferimento politici e culturali.

Stavolta però i cinque rocker dall’animo gentile che con il loro ep ci avevano abituato a sonorità molte più aggressive e decise, percorrendo un hard rock con derivazioni elettroniche, decidono di musicare il loro singolo con più leggere atmosfere vicine al reggae, al jazz e allo swing. Non a caso la performance è alternata con il featuring dell’artista reggae cilentano Antonio Cusati, in arte Dutty Beagle, che nell’ultima strofa, veste i panni di un contestatore dai toni al vetriolo.

Senza peli sulla lingua, la band dipinge una società all’affanno, con comandanti incapaci di guidare e legata a valori futili ed inesistenti. “Tu avresti bisogno di un mondo migliore, dove non c’è anelito di colore, un cesso più caldo, la dote in famiglia le mani dappertutto e ci si avvinghia al posto migliore dove un uomo non muore solo …”.

Contemporaneamente all’uscita del brano, anche l’immancabile video clip musicale girato dal giovane regista napoletano Alessio Avino. Nel video il gruppo, nelle vesti di un’insolita e bizzarra agenzia funebre, ha il compito di traghettare nell’al di là con il sorriso e senza disperazione alcuna.

Non più cantori di rapporti tormentati e scene violente ed aspre, ora i Noretro rientrano in scena con l’obiettivo di far aprire gli occhi agli italiani, non perdendo di vista la loro spassionata e maniacale cura per i dettagli musicali e per le sonorità sempre nuove ed originali.