Il Salotto di Bry: Re Mida Gioielli ospita ad Angri l’Angels Day di Roberto Giannotti

In questa puntata Il Salotto di Bry, condotto da Brigitte Esposito, fa tappa presso la raffinata, originale e dinamica Gioielleria Re Mida Gioielli di Angri che ha aperto le sue porte presentando la nuova collezione di gioielli angelici frutto dell’estro di Roberto Giannotti. Angels Day: questo il titolo dell’evento speciale dedicato agli angeli custodi. Attraverso scenografie angeliche i clienti sono stati condotti in una dimensione scintillante e magica per la presentazione e l’acquisto di gioielli che sfiorano l’anima, simbolo di felicità e che racchiudono un’emozione regalando un senso di gioia e serenità a chi li riceve e li indossa. Re Mida Gioielli propone da sempre raffinate creazioni, ricercati gioielli di alta qualità realizzati da maestri orafi e i brand più prestigiosi ed emozionanti presenti sul mercato nazionale ed internazionale. La creativa titolare Rosa Mauri ha sempre fatto della gentilezza, della disponibilità e della professionalità il proprio imperativo vantando una clientela affezionata che fa della gioielleria un punto di riferimento essenziale nella città doriana. Nell’intervista e in questo affascinante viaggio angelico Rosa racconta la sua pluriennale esperienza in questo splendido, appassionante e brillante settore.

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia di G. Roberto Tartaglia, riprese e fotografia Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con Teleangri Uno canale 639 visibile in tutta la Campania.

Amalfi: Entra nel vivo il cartellone estivo tra grandi nomi ed eventi raffinati

Entra nel vivo ad Amalfi il cartellone estivo, che si inaugura domani sera (4 luglio) in Piazza Duomo con Peppe Servillo & Solis String Quartet. “Presentimento” è il titolo dell’evento, organizzato da Napoli Teatro Festival Italia, in programma a partire dalle ore 21. Sono circa 50 gli appuntamenti, per adulti e bambini, in programma fino al 24 settembre tra musica, arte, cultura e momenti ludici. Grande interesse anche quest’anno desta la raffinata rassegna “Amalfi in Jazz” che, per una felice intuizione dell’assessora alla Cultura Enza Cobalto, si svolgerà come sempre in Piazza Duomo. In scaletta quattro imperdibili appuntamenti, che propongono anche stavolta un incrocio di stili e di culture musicali, con un prestigioso ventaglio di nomi celebri del panorama jazzistico. Completamente gratuiti, gli appuntamenti musicali, in programma tutti i sabati di luglio (7, 14, 21 e 28) si svolgeranno ai piedi della spettacolare scalinata del Duomo con inizio alle 22.

Qui, si esibiranno formazioni jazzistiche tra cui figurano nomi di spicco a livello internazionale nel panorama musicale di genere. Si inizia venerdì 7 luglio con Rosàlia De Souza 6tet che aprirà insieme con Antonio De Luise, Sandro Deidda, Angelo Carpentieri, Aldo Vigorito e Dario Congedo. La terza edizione della fortunata rassegna proseguirà poi il 14 luglio con Antonio Onorato Trio (con Onorato ci saranno Eddy Palermo e l’amalfitana Francesca Fusco) e il 21 luglio con Marco Zurzolo e il Jazz Quartet formato da Gigi De Rienzo, Carlo Fimiani, Vittorio Riva, Francesca Zurzolo. Ultimo appuntamento venerdì 28 luglio con Gegé Telesforo in Soundz for Children – United Musicians for UNICEF Tour 2017. Insieme col cantante e polistrumentista foggiano saliranno sul palco Alfonso Deidda, Seby Burgio, Joseph Bassi e Dario Panza.

Il cartellone proseguirà il 1° agosto (ore19) nella piazzetta di Lone con un suggestivo Concerto al Tramonto(l’evento è in collaborazione con con la Società Concerti Sorrento) che vedrà protagonista l’Arpec Ensemble.Venerdì 4 agosto all’Arsenale della Repubblica (21) l’Orchestra Sinfonietta Fukuoka porta in scena Opera Tango Passione Italiana. L’iniziativa rientra nel progetto internazionale “Città in Concerto 2017 – 2020” ed è realizzata in collaborazione con l’Accademia Internazionale della Musica S. Ludovico da Casoria.

Il 7 agosto a partire dalle ore 21 il Musical a cura dell’Associazione Sipario di Luce e dal titolo Amalfi 839 ADsi sposta nella frazione di Tovere, per approdare poi il 10 a Pogerola. Il 12 agosto Tovere ospiterà la XXI edizione della Sagra della Patata. Il 7 agosto alle 21.30 in Piazza Duomo sarà la volta del Soul Six Vocal Group mentre domenica 13 con inizio alle 21.15, sempre in Piazza Duomo Gran Concerto di Ferragosto con l’Orchestra Sinfonica di Salerno “Claudio Abbado”Mercoledì 16 agosto (ore 21) in Piazza Don G. Amodio a Pogerola, «Signori, attenti alle donne!» spettacolo musicale di Luciano Capurro e la Compagnia del Salone Margherita.

Il 17 e 18 agosto approda (ore 21) all’Arsenale della Repubblica «Il Baciamano», spettacolo teatrale di Manlio Santanelli per la regia di Giovanni Esposito. A portarlo in scena, dopo il successo dei mesi scorsi, saranno Susy Del Giudice e Giulio Cancelli.

Sabato 19 e domenica 20 agosto a Pogerola (ore 21) ritorna l’appuntamento annuale con la Sagra della Zucca e della Zucchina, XXI edizione. Ad Amalfi, in piazza Duomo, invece, Concerto dell’Accademia Mandolinistica Napoletana. L’evento in programma domenica 20 agosto alle ore 21 vedrà la partecipazione straordinaria di Lello Giulivo, già voce della Nuova Compagnia di Canto Popolare.

Giovedì 24 agosto in Piazza Municipio con inizio alle ore 21.30 Amalfi Summer Fest – In concerto La Maschera e Venerdì 1 settembre il Capodanno Bizantino con l’investitura del magister di civiltà amalfitana e una serie di eventi collaterali. Lunedì 4 settembre all’Arsenale della Repubblica (ore 21) serata di grande jazz con Fabrizio Bosso e Alessandro Florio Trio. Sabato 9 settembre in Piazza Duomo (ore 21), Nick The Nightflyin Concerto e sabato 24 settembre, a Vettica, Espedito De Marino in Concerto con un omaggio a Totò e Luigi Tenco.

La programmazione estiva riserverà ampio spazio anche agli eventi per i bambini, organizzati in sinergia con la consigliera delegata alle politiche per l’infanzia Francesca Gargano. Tra i tanti eventi, oltre a quelli ludici affidati a compagnie di animazione, spiccano tre eventi che puntano a far scoprire ai più piccini le tradizioni di Amalfi. Si parte domani 4 luglio con il Pizza Party realizzato presso la pizzeria Donna Stella dove i bambini potranno sbizzarrirsi a impastare le loro pizze e si proseguirà il 9 luglio con un’escursione nella spettacolare riserva della Valle delle Ferriere. Gli appuntamenti alla scoperta delle tradizioni si concluderanno con ilLemon Tour nell’azienda agricola della famiglia Aceto.

«Il cartellone che sta entrando nel vivo è molto variegato e presenta punte di eccellenza internazionali, con le quali riaffermiamo l’unicità di Amalfi e la sua naturale identità di città della cultura e dell’accoglienza», spiega il sindaco Daniele Milano.

«Quello che proponiamo ha un appeal internazionale che ha già regalato e ancora regalerà momenti unici in alcuni dei luoghi più suggestivi della città – aggiunge l’assessora alla Cultura Enza Cobalto – e al contempo risponde ai desiderata degli amalfitani con eventi come quelli dedicati ai più piccoli»

Giffoni Film Festival 2017: il 6 luglio sarà presentata la 47ᵃ edizione

La conferenza stampa di presentazione della 47ᵃ edizione del Giffoni Film Festival (14 – 22 luglio 2017) si terrà giovedì 6 luglio, alle ore 11, presso la Casa del Cinema di Roma (Villa Borghese, Largo Mastroianni 1).

Dopo i saluti del Direttore Generale per il Cinema del MiBACT Nicola Borrelli, del presidente del Giffoni Experience Piero Rinaldi e del sindaco di Giffoni Valle Piana Antonio Giuliano, sarà il direttore Claudio Gubitosi ad illustrare il programma del Giffoni 2017. Le conclusioni saranno affidate al Presidente della Regione Campania on. Vincenzo De Luca. 

Social World Film Festival: Premio alla Carriera a Claudia Cardinale, Laura Morante è madrina della 7^ edizione

Icona di bellezza e di bravura, l’attrice Claudia Cardinale riceverà il Premio alla Carriera alla 7a edizione del Social World Film Festival che si terrà a Vico Equense dal 23 al 30 luglio. La musa di Luchino Visconti, Federico Fellini e Pasquale Squitieri si racconterà attraverso le fasi della sua carriera in piazza Mercato – Arena Loren venerdì 28 luglio recitando alcuni passi dei più celebri film nazionale ed internazionali. Alla Cardinale verrà dedicata una retrospettiva con la proiezione di “8 e mezzo”, “Il Gattopardo”, “I guappi” e sarà insignita del titolo di Ambasciatrice del Museo del Cinema della Penisola Sorrentina. L’attrice, che campeggia anche sulla locandina del Festival, succede nell’albo d’oro dei premiati ad artisti comeGiancarlo Giannini, Ornella Muti, Luis Bacalov, Valeria Golino, Leo Gullotta, Franco Nero, Maria Grazia Cucinotta.

Il tema di quest’anno sarà “Magia. Incanto, suggestione, meraviglia”.  «Il Social World Film Festival ha avuto da sempre un’atmosfera “magica” – così Giuseppe Alessio Nuzzo, direttore generale e regista – Un festival che è partito, come tutte le cose belle e genuine, da un’idea astratta, un sogno che poi è diventato una “magica” realtà. A rendere concreto questo sogno sarà la partecipazione dell’icona del cinema mondiale, Claudia Cardinale».

Le novità: l’accordo con Rai Cinema Channel, schermo 2k e nuove sezioni

Tra le novità 2017 del festival, l’unico al Mondo ad essere interamente realizzato da professionisti under 35, c’è la collaborazione con Rai Cinema Channel che mette a disposizione un premio in denaro di 3mila euro che consiste nell’acquisto dei diritti del cortometraggio. Il riconoscimento verrà conferito da una speciale giuria di Rai Cinema al cortometraggio sociale che ben si presti ad essere diffuso sui canali web www.raicinemachannel.it e sui suoi siti partner.

Inoltre la kermesse ospiterà nuove sezioni come Grande Schermo, sezione non competitiva di opere cinematografiche di lungometraggio, cortometraggio e documentario di grande attualità sociale e prestigiose produzioni che hanno partecipato ad importanti festival internazionali o che hanno ricevuto particolari riconoscimenti da critica e pubblico, e School, cinema a scuola, sezione competitiva di cortometraggi di attualità sociale realizzate da studenti di scuole di cinema o scuole di qualsiasi ordine e grado. Grande attenzione alla qualità delle proiezioni con schermo 2k e audio Dolby Sorround.

Record di opere selezionate: 330. Torna il Mercato europeo del cinema giovane

Record di opere selezionate, ben 330 tra quelle in concorso e fuori compresa a nuova “Selezione Mercato”, di cui 100 in anteprima, provenienti da 48 diverse nazioni che verranno valutate da 7 giurie: Qualità (presieduta dai registi Alessandro D’Alatri e Cinzia TH Torrini), Critica, Ragazzi, Giovani, Doc, Popolare, Studenti. Dopo il grande successo della passata edizione torna il Mercato europeo del cinema giovane (mercoledì 26 luglio) che darà spazio e forma ad opere indipendenti di giovani autori. Il Mercato vedrà importanti professionisti dell’industria cinematografica, produttori, distributori e registi provenienti da vari Paesi, incontrarsi per discutere sulle novità del cinema giovane indipendente. La città costiera si trasformerà in salotto dell’industria cinematografica: dibattiti, conferenze, incontri e video library digitale per offrire on demand centinaia di titoli, tra cortometraggi, documentari e lungometraggi indipendenti. Inoltre, la partecipazione garantisce la possibilità che le opere siano selezionate per la proiezione nei tantissimi eventi internazionali organizzati dal Social World Film Festival, che in soli sei anni hanno coinvolto i cinque continenti per 33 eventi in 27 città tra cui Los Angeles, Hong Kong, New York, Seoul, Berlino, Barcellona, Cannes, Parigi, Istanbul, San Francisco, Tokyo, Sydney, Tunisi, Rio de Janeiro, Budapest.

Il programma: si parte con l’omaggio a “Indivisibili”. Laura Morante è madrina 2017

La kermesse, presentata dagli storici Roberta Scardola e Yuri Napoli, verrà inaugurata domenica 23 luglio con la proiezione del pluripremiato lungometraggio “Indivisibili” di Edoardo De Angelis alla presenza del regista e del cast per un grande omaggio alla pellicola campana. La serata verrà arricchita dall’incontro e premiazione di Laura Morante, madrina della settima edizione del Social World Film Festival. Al termine della serata spazio al Dopo Festival, un salotto jazz con gli ospiti della giornata.

Grandi film tutte le sere: “Le verità” (ambientato e girato a Vico Equense) di Giuseppe Alessio Nuzzo (lunedì 24 luglio), “La Bella e la Bestia” (martedì 25 luglio), “Io prima di te” di Thea Sharrock, “In guerra per amore” di Pif (giovedì 27 luglio), “Mine” di Fabio Guaglione e Fabio Resinato (venerdì 28 luglio). Omaggi ai compianti Paolo Villaggio, Pasquale Squitieri e Gian Luigi Rondi. Carrellata di documentari e cortometraggi della sezione “La Notte del Cinema” martedì 25 e mercoledì 26 luglio nell’antico palazzo della città. Eventi speciali dedicati alla serie tv “Braccialetti Rossi” e agli attori Cristina Donadio e Fabio De Caro protagonisti della scorsa stagione di “Gomorra – La serie” (giovedì 27 luglio). Cinema per i più piccoli nel pomeriggio con visione di cartoon sociali e formativi (giovedì 27 luglio).

Tra gli eventi speciali, martedì 25 luglio ci sarà la presentazione presentazione del romanzo “Don Alfonso 1890, Salvatore Di Giacomo e Sant’Agata sui Due Golfi” di Raffaele Lauro. Gran galà di premiazione sabato 29 luglio con sfilata sul red carpet e la consegna dei Golden Spike Awards.

Workshop, contest, seminari

Le attività del festival iniziano già dalle prime ore del giorno con numerose attività che daranno spazio e voce a migliaia di giovani tra i quali i workshop gratuiti Young Media Campus, Young Music Academy, Young Film Factory e il Young Acting Space, i seminari sulla direzione della fotografia e sui costumi del cinema, ed il concorso Social Photo Contest.

Il Social World Film Festival si inserisce nel più ampio progetto della Città di Vico Equense “Promorecupevalorizza Penisola”, candidato ai POC 2014-2020 finanziati dalla Regione Campania.

Letizia Vicidomini presenta il romanzo “Notte in Bianco” al Rodaviva di Cava de’ Tirreni

Venerdi 7 luglio, alle 19.00,  appuntamento da non perdere con l’originale e coinvolgente scrittrice Letizia Vicidomini che presenta, presso il delizioso Rodaviva di Cava de’ Tirreni amatissimo dagli artisti, il suo ultimo ed avvincente libro “NOTTE IN BIANCO” ed. Homo Scrivens. Ad introdurre e interloquire con l’autrice, la giornalista Brigitte Esposito che per l’occasione trasferisce al Rodaviva il suo “Salotto di Bry“, programma di successo di 360gradiwebtv. Ad accompagnare e dare il ritmo al reading ci sarà il basso di Angelo Colanieri. L’opera racconta la storia di Andrea Martino, “il Commissario buono”, in pensione da un anno con tutta l’intenzione di godersela tra i nipoti e le sue amate piante. Un giorno di primavera viene chiamato dal suo vice, promosso a capo della squadra: hanno trovato una donna anziana con la testa fracassata, all’interno del suo esercizio di Sali e Tabacchi. Un condominio intero nasconde la storia della tabaccaia, ma il Commissario si lascia catturare dalla vicenda, per dare alla vittima giustizia e pace. Ma chi era davvero quella donna? Scopritelo non solo leggendo ma anche attraverso gli indizi della presentazione.

Il giornalista angrese Francesco Rossi e Mena hanno pronunciato il fatidico sì

La scintilla scoppiò tre anni fa e fu subito grande amore tra il giornalista angrese Francesco Rossi e Mena Trematerra che oggi, 1 luglio, presso la bellissima Chiesa Santi Alfonso e Maria de’ Liguori e Gerardo a Miano hanno coronato il loro sogno d’amore circondati dall’affetto e la gioia di familiari, amici e colleghi. Eccoli emozionatissimi e felici subito dopo aver pronunciato il fatidico sì.

Bryosissimi auguri dalla redazione di www.360gradiwebtv.it e dai colleghi Brigitte Esposito, Roberto Tartaglia, Angelandrea Falcone e Alfonso Nappo.

Nel Salotto di Bry, su Teleangriuno, il cantautore Franco Ricciardi si racconta

In questa puntata del Salotto di Bry in Tour, condotto da Brigitte Esposito, è ospite il cantautore Franco Ricciardi che, in una chiacchierata molto introspettiva, si racconta ricordando con emozione le tappe importanti dei suoi 30 anni di carriera. Presenta, inoltre, il suo nuovo lavoro discografico “Blu” pubblicato per Cuorenero Project e distribuito da Universal Music Italia in cui elettronica, EDM, musica urban, rock e il sound mediterraneo si fondono per dare vita ad un album davvero molto intenso. Vincitore nel 2014 del David di Donatello per la migliore canzone originale con il brano ‘A Verità, colonna del film Song’e Napule dei Manetti Bros, Ricciardi ha sempre raccontato la sua Napoli attraverso la semplicità di un popolo che ama la verità e la musica più viscerale che fa battere i cuori dei tantissimi fans.

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia di G. Roberto Tartaglia, riprese e fotografia Angelandrea Falcone, account manager Carolina Di Martino, produzione www.360gradiwebtv.it e Teleangri Uno canale 639 visibile in tutta la Campania.

Voice for Care…l’esordio discografico di tre angresi che sposano la solidarietà

Voice for Care” è l’esordio discografico di Salvatore Coppola, noto hair stylist angrese da sempre appassionato di musica, realizzato insieme a Neddy Coppola finalista alla XXIII^ edizione del prestigioso Premio Mia Martini e all’art designer e modella Francesca Iaccarino. Coppola, già da anni è attivo nel sociale con altre lodevoli iniziative, quest’anno col supporto dei due amici ha voluto dare una mano a chi ne ha bisogno ed essere solidale anche con la musica, da sempre mezzo d’unione sociale e popolare. Il ricavato ottenuto dalla vendita dei cd sarà devoluto interamente ad una Parrocchia angrese per l’acquisto di materiale didattico destinato a bambini bisognosi e per aiutare famiglie in difficoltà. La convincente interpretazione dei tre amici, voci che s’intrecciano dolcemente, ha permesso di dare ad ogni singolo pezzo una propria particolarità. Quattro le tracce della tracklist Io che amo solo te di Sergio Endrigo, Guardastelle di Bungaro, Hoy di Gloria Estefan e Halleluya di Jeff Buckley quest’ultima con l’accompagnamento corale di Vincenzo Viscardi, Vanessa Orlando e Michela Baselice. L’album è stato registrato presso il Toser Studio di Salvatore Vangone con il prezioso ed importante contributo della vocal coach Ileana Mottola cantante, autrice e compositrice salernitana di chiara fama e del Planet Sound Academy di Antonio Buono. La musica rappresenta per me lo strumento di comunicazione delle emozioni per eccellenza – ha dichiarato Salvatore Coppola Di indole amo aiutare gli altri e soprattutto lo faccio con chi davvero ne ha bisogno. La musica è un importante vettore sociale e con il ricavato di questo cd spero e sono felice di poter aiutare concretamente le famiglie angresi meno fortunate.” Francesca Iaccarino, molto soddisfatta, ha invece detto: “Voice for Care nasce dalla volontà e dallo spirito altruista di Salvatore Coppola insieme a Neddy. I quattro brani scelti, per questo progetto benefico, rispecchiano le nostre anime pop/soul e danno vita ad un ascolto piacevole e soprattutto ad un gesto semplice per aiutare famiglie e bambini che hanno bisogno di tutti noi. Voglio ringraziare coloro che hanno reso possibile tutto ciò ovvero Ileana Mottola, Vincenzo Viscardi, Vanessa Orlando, Michela Baselice, Salvatore Vangone, Antonio Buono, Giuseppe Tedesco, Michele Attianese, Dino Mercurio e Fabrizio Citro. Molto emozionato ha, invece così concluso Neddy Coppola: “Questo album, con la meravigliosa finalità benefica, è la realizzazione di un mio sogno e non ci sono parole per esprimere la mia felicità. Far parte di questo progetto ed essere arrivato anche tra i 40 finalisti del premio Mia Martini mi ha fatto capire ancor di più quanto la musica sia importante nella mia vita e in quella degli altri. E’ un piccolo gesto che se facciamo tutti assieme può diventare qualcosa di davvero grande. Il CD è disponibile presso l’esercizio commerciale Salvatore Coppola Parrucchieri in via Concilio 116 e spero che chi è solidale e ama la musica contribuisca alla causa. Ringrazio tutti, ma in particolar modo Salvatore che ha creduto fermamente in me e Francesca per la sensibilità e l’intensità musicale con cui abbiamo condiviso questo lavoro”.

Presentata la 65^ edizione del Ravello Festival. Si parte il 1° luglio nel segno di Wagner

Tradizione nel nome di Wagner, musica con i più grandi direttori d’orchestra, innovazione e incursioni nell’avanguardia, sperimentazione di nuovi linguaggi, jazz per ridurre le distanze, danza per lasciar parlare il corpo, quando ogni altra relazione è compromessa.

Il Ravello Festival festeggia il suo 65esimo compleanno con un cartellone di qualità che mette insieme passato e futuro, che dà spazio, come sempre, alla grande musica (direttore Alessio Vlad e, per il jazz, Maria Pia De Vito) “nel rapporto tra silenzio e spazio” ma che coglie anche le nuove sensibilità culturali del tempo contemporaneo che invocano pace, ponti e dialogo, senso di comunità e abbattimenti di vecchi e nuovi muri, come racconta il programma artistico curato da Laura Valente (direttore danza, tendenze e nuovi linguaggi, progetti speciali, formazione)

Il festival si inaugura il primo luglio con un concerto tutto wagneriano diretto dalla bacchetta di Adam Fisher, in collaborazione con uno dei più prestigiosi Festival dedicati al maestro di Lipsia come quello di Budapest. A salire sul Belvedere di Villa Rufolo l’Hungarian Radio Symphony Orchestra.

Il programma di musica annota appuntamenti da non perdere come il concerto del 5 agosto diretto da uno dei più prestigiosi direttori oggi sulla scena mondiale, il finlandese Esa Pekka Salonen, con la Philharmonia Orchestra, tra i più innovativi anche per la capacità di convertire l’ispirazione con i nuovi strumenti digitali. Dal gelo della Siberia, dove trova ispirazione con la sua MusicAeterna, viene un altro straordinario talento: il “ribelle della classica”, greco di nascita e russo di formazione, Teodor Currentzis (30 agosto). Da Mosca anche il metropolita di Volokolamsk, Ilarion Alfeev, uomo chiave del dialogo interreligioso della chiesa russa e compositore di musica sacra: a Ravello dirigerà l’Orchestra Filarmonica Salernitana “Giuseppe Verdi” (30 luglio) che si esibirà anche nel tradizionale Concerto all’Alba (11 agosto) quest’anno affidato al direttore Oleg Caetani.

Grandi interpreti: da Kent Nagano (il maestro che passa da Mozart a Frank Zappa) e la Dso di Berlino (9 luglio) con lo straordinario violino di Arabella Steinbacher, alla Rotterdams Philharmonisch Orkest con il suo nuovo direttore stabile Lahav Shani, non ancora trentenne (19 agosto), alla Asian Youth Orchestra diretta da James Judd e con un solista di assoluto prestigio come Vadim Repin (25 agosto); in Villa Rufolo anche uno dei migliori cori giovanili del mondo, il Chicago Children’s Choir diretto da Josephine Lee (12 luglio).

Da segnalare il ritorno a Ravello di Martha Argerich, la pasionaria del piano, con la Franz Liszt Chamber Orchestra diretta da Gábor Takács-Nagy (8 luglio) e di Philip Glass che salirà sul palco in un concerto per tre pianoforti (compagni di viaggio: Dennis Russell Davies, Maki Namekawa) in occasione dei suoi ottanta anni (14 luglio): cosa sarebbero la musica, il teatro e il cinema del Novecento senza la rivoluzione del maestro di New York che sbarcava il lunario facendo l’idraulico quando ancora fare il compositore d’avanguardia era un lusso?

C’è ancora spazio in questo mondo per inseguire i sogni, per rivendicare il pane ma anche le rose come (marxianamente) si ripete nel film di Ken Loach che dà il titolo al balletto del 29 luglio de Les Italiens de l’Opéra de Paris, una compagnia appena nata, sotto la guida di Alessio Carbone che porterà a Ravello un progetto in prima assoluta in coproduzione con il museo dell’immigrazione di Parigi.

Il cartellone tersicoreo di quest’anno sceglie di attraversare i muri, contro le barriere della diversità, del razzismo, delle differenze. Muri come quelli che simbolicamente saranno abbattuti il 2 luglio a Villa Rufolo sulla musica leggendaria dei Pink Floyd dalle stelle dell’American Ballet con una coreografia di Karole Armitage impreziosita dalla partecipazione straordinaria in live painting dell’artista Francesco Clemente e la voce recitante di sua moglie, Alba, che condivide per la prima volta una produzione con il marito. Anche questa una creazione prodotta per il Ravello Festival. 

Al tema del transito, della fuga, dell’accoglienza è anche dedicata l’esposizione dello stesso Clemente che porta a Ravello le sue tende declinate come simbolo e “luogo artistico” di rifugio e migrazione.

Grande attesa l’11 luglio per Marie Chouinard, nome imprescindibile della danza canadese e prioritario per la danza contemporanea tutta, che porterà a Ravello una rivisitazione di uno dei suoi capolavori, Le sacre du printemps, tribale, primordiale e spirituale al tempo stesso, sulla musica di Stravinsky.

La direttrice della Biennale danza anticiperà il gigante della danza israeliana, Ohad Naharin (19 luglio), coreografo tra i più celebri e immaginifici: cresciuto in un kibbutz della Galilea a fianco del suo gemello, affetto da autismo per il quale ‘inventa’ un vero e proprio linguaggio del corpo, il metodo Gaga. Naharin ci consegna l’utopia concreta dell’ispirazione a stare meglio al mondo ascoltando il proprio corpo.

Per la formazione anche quest’anno si replica con il progetto “Abballamm’!” che prevede laboratori in residenza condotti da  coreografi ospitati al festival, quest’anno in partnership con l’Accademia di Danza e Sareyyet Ramallah/Palestine International Award for Excellence and Creativity. Ravello farà anche il miracolo di avere sullo stesso palcoscenico israeliani e palestinesi.

Infine le incursioni jazz: sul Belvedere di Villa Rufolo la già annunciata leggenda Wayne Shorter con l’ormai consolidata formazione formata da Danilo Perez, John Patitucci e Brian Blade (16 luglio); in cartellone le trombe di Enrico Rava (anche la storia di quest’ultimo è una storia di emigrazione cercata per inseguire il sogno della musica) e del polacco Tomasz Stanko, tra i grandi padri del jazz europeo dalle assonanze impressionanti, con le loro fughe nell’informalità (23 luglio). Poi due nomi femminili: il 5 luglio la vocalist afroamericana Dianne Rives, considerata una delle più importanti interpreti femminili di jazz del nostro tempo, una “cantante diversa”, la definisce il musicologo Stefano Zenni. L’8 agosto arriverà Roberta Gambarini, “l’erede di Ella Fitzgerald” secondo la definizione che ne ha dato il Boston Globe. Partita da Torino, nel rinascimento del jazz italiano che sono gli anni Ottanta è oggi un riferimento della vocalità statunitense. A Ravello si esibirà con il Salerno Jazz Collective un’esperienza del tutto nuova, creata appositamente per il Festival. A capeggiarla Sandro Deidda, con il quale la Gambarini, oltre a percorrere il consolidato repertorio di standard, affronterà anche pagine non strettamente jazz, tra cui gli amati Piazzolla e Morricone.

Da segnalare il progetto per Ravello “Petra” e Al Amal” di Luca Aquino con la Jordanian National Orchestra’s Ensemble (26 agosto) che servirà a lanciare un messaggio di speranza a difesa del patrimonio culturale mondiale (Al Amal in arabo “la speranza”) secondo la campagna Unesco #Unite4Heritage.

Per le arti visive oltre alla mostra di Francesco Clemente è previsto un soggiorno d’artista con Mostra di un altro grande artista italiano, Sandro Chia.

Infine un’incursione pop nel programma. Il 4 agosto appuntamento speciale con un concerto unplugged di Antonello Venditti.

Il Salotto di Bry Wedding Live – L’amore è un fiore raro per la Boutique Des Fleurs di Garofalo

Il Salotto di Bry – Wedding live, il format web tv dedicato al matrimonio social in tutte le sue sfaccettature e condotto da Brigitte Esposito, in questa puntata ha seguito passo dopo passo la giornata dei flowers planners Garofalo Creazioni Boutique des Fleurs alle prese con il frizzante ed elegante matrimonio di Imma e Giammarco. La famiglia Garofalo, da tre generazioni nel settore floreale, rappresenta un punto di riferimento nei Comuni di S. Antonio Abate, Lettere e Tramonti. Alfredo Garofalo con la moglie Pina insieme ai figli Luigi con la moglie Virginia, Pasquale ed Imma hanno una profonda conoscenza dei fiori e delle composizioni per ogni occasione oltre ad occuparsi a 360° della cerimonia. Partner perfetti, in poche ore riescono a trasformare il matrimonio o altri eventi in un successo esclusivo. Per loro il particolare fa la differenza e da sempre offrono alla clientela un ventaglio di servizi su misura per rendere uniche tutte le fasi dell’evento. Ogni allestimento diventa un’esperienza speciale in cui i sensi sono avvolti da armonici giochi di luce, riflessi, sfumature, profumi e colori dove tutto si sposa con l’inconfondibile classe. In questa puntata i Garofalo, dopo aver progettato con gli sposi gli addobbi giusti, si sono dedicati con passione alla preparazione del raffinato bouquet fino all’allestimento delle case, della chiesa e del locale. Ogni evento uno stile e un tema diverso dedicando particolare attenzione ai dettagli e alla qualità dei fiori miscelati ovviamente alle ultime tendenze del wedding design.

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia di G. Roberto Tartaglia, riprese e fotografia Angelandrea Falcone, account manager Carolina Di Martino, produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con Teleangri Uno canale 639 visibile in tutta la Campania.

Concluso con successo il concorso “Piccoli giornalisti” promosso dal Liceo Scientifico “Alberti” di Minturno

Creatività, entusiasmo, originalità, tenacia, responsabilità questi gli ingredienti che hanno decretato il successo del concorso giornalistico studentesco “Piccoli Giornalisti” indetto dal Liceo Scientifico “L.B. Alberti” di Minturno (LT). Applausi scroscianti e grande partecipazione durante la cerimonia di premiazione che si è svolta presso l’Aula Magna “Maurizio Bisegna” premiando l’impegno profuso e l’interessante progetto che ha fatto lievitare non solo la portata culturale del periodico, ma di tutto l’Istituto. Il concorso, riservato agli studenti dell’ultimo anno della scuola secondaria di primo grado dei distretti scolastici LT 49, FR 58, FR 59 e CE18, quest’anno è stato esteso anche a tutti gli studenti delle terze medie del Lazio, per promuovere e sostenere l’attitudine dei giovani studenti allo sviluppo della comunicazione giornalistica quale fonte di arricchimento del linguaggio e di analisi critica del presente. L’obiettivo era realizzare un articolo giornalistico, inchiesta o recensione a tema libero, corredato di titolo, vignette e immagini, per poi premiare i lavori ritenuti maggiormente meritevoli a insindacabile giudizio della giuria in base all’efficacia della comunicazione giornalistica. Il Liceo Alberti si contraddistingue da sempre per essere già vincitore di prestigiosi premi culturali nazionali grazie alla sapiente e impeccabile gestione del dirigente il Prof. Amato Polidoro che, soddisfatto e orgoglioso, sostiene e promuove il giornalismo scolastico offrendo ai giovani studenti opportunità altamente formative e all’avanguardia. Meraviglioso, infatti, il progetto giornalistico “Il Liceale – giornale d’Istituto” nato nel 2006 per volontà degli stessi studenti e suddiviso in rubriche che spaziano dall’attualità ai punti di vista, dalla cultura all’arte, dalla società al tempo libero con recensioni relative alle problematiche giovanili e alle tante attività svolte all’interno del Liceo. Negli anni il periodico ha contribuito non solo a formare decine di giovani, che hanno poi continuato il loro percorso nell’ambito giornalistico sia a livello locale sia nazionale, ma è stato anche premiato per ben due volte dall’Ordine Nazionale dei Giornalisti nell’ambito del Concorso “Fare il giornale nelle scuole”. Un plauso a chi con un certosino e oculato lavoro ha coordinato egregiamente e con professionalità i lavori nell’organizzazione della redazione, il referente prof. Adolfo Tomassi e le prof.sse Maria Grazia Caruso e Patrizia Filaci sostenuti da tutto il team di docenti, ma soprattutto ai numerosi studenti che con scioltezza e rigore hanno realizzato la pubblicazione del giornale. La cerimonia è stata accompagnata dagli esemplari interventi di Federica Angeli, coraggiosa giornalista di “La Repubblica” sotto scorta permanente assieme alla sua famiglia e più volte minacciata per le sue inchieste sulla criminalità organizzata, che ha premiato il primo classificato, e di Salvatore Campitiello eccellente Consigliere Nazionale dell’Ordine Nazionale dei giornalisti, Presidente dell’ Assostampa Valle del Sarno nonché coordinatore del concorso Nazionale indetto dall’ODG Fare il giornale nelle scuole, che ha premiato il secondo classificato. Presente anche Brigitte Esposito, giornalista e membro dell’ Assostampa Campania Valle del Sarno, conduttrice per diversi anni del concorso Fare il giornale nelle scuole” che ha premiato il terzo classificato. I giornalisti hanno ascoltato con piacere e interesse le domande poste dagli studenti come ad esempio: “In che modo si può capire il mondo?”. Nell’interessante dibattito la parola chiave per capire il mondo è stata quella di “riportare sempre la verità dei fatti attraverso una corretta informazione”, sottolineando l’importanza del creare un giornale scolastico, prezioso strumento didattico e di formazione che avvicina gli studenti al mondo dell’ informazione e attraverso il quale si valorizza e modernizza il linguaggio, risorsa indispensabile in ogni professione stimolando la creatività e la presa di coscienza civile. Solo ragionando con la propria testa ed elaborando le proprie idee i giovani potranno costruire da protagonisti il futuro del Paese. Dopo aver spiegato ai ragazzi come distinguere le vere notizie dalle false e trattenendosi poi sul ruolo della comunicazione, quale veicolo per una presa di coscienza democratica e civile, Salvatore Campitiello ha così dichiarato: La nascita di un Giornale nelle Scuole ha un’importanza notevole perché consente allo studente di realizzare tante cose: dall’impastocchiare le mani, alla ricerca della notizia, alla costruzione del giornale. Ma cosa fondamentale, con l’aiuto dell’insegnante-giornalista di comprendere sia a cosa serve l’informazione in una società, sia di aiutare a formare la coscienza critica del lettore-cittadino“. Il prof. Adolfo Tomassi ha dato poi dato appuntamento al prossimo anno ringraziando entusiasta il presidente Campitiello:Grazie di cuore per la sua preziosa presenza e per l’intervento molto apprezzato. Sono stati tutti molto entusiasti di questo incontro, sia i ragazzi sia gli adulti. E grazie anche per il suo spirito pedagogico” che sa cogliere le cose essenziali da comunicare ai giovani.”

Il Salotto di Bry: Joe Petrosino & i Rockammorra presentano “Petro” in anteprima

Torna a far visita nel musicalissimo Salotto di Bry, condotto da Brigitte Esposito, il musicista e cantautore Luca “Joe” Petrosino & i Rockammorra. Tanti strepitosi successi in Italia e all’estero con alle spalle un importante e innovativo percorso di formazione musicale che ha dato corpo e forma al particolarissimo e apprezzato stile, il rock-tamorra meglio nota come rockammorra che unisce sapientemente la tradizione musicale campana alle influenze che spaziano dal punk al dub, dal jazz alla musica reggae. In Salotto Luca Petrosino, artista indipendente, ha presentato l’anteprima del suo fantastico terzo lavoro discografico “Petro” che ha prodotto insieme al musicista e compositore partenopeo Marco Vidino insieme al quale fa parte dell’Accademia Mandolinistica Napoletana, della Napoli Mandolin Orchestra e del Canzoniere a Corde. Importanti anche i contributi artistici del tastierista e poeta Andrea Barone e del batterista Claudio D’Angelo. La particolarità di questa anteprima è quella di aver voluto coinvolgere i sostenitori dei Rockammorra, un pubblico fedele che attraverso la distribuzione in Pre-order su Musicraiser potrà sostenere, con vari contributi, il progetto, ricevere in anteprima il disco e partecipare da protagonista alla produzione cliccando semplicemente su (https://www.musicraiser.com/it/projects/7257-petro-album) ed effettuare un ordine. Nel Salotto di Bry Luca ha non solo raccontato la sua passione per la musica, le sue esperienze e la voglia di continuare a realizzare i suoi sogni, ma ha anche fatto ascoltare in anteprima due brani dal sound dolce ed entusiasmante.

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia di G. Roberto Tartaglia, riprese e fotografia Angelandrea Falcone produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con Teleangri Uno TAone canale 639 visibile in tutta la Campania.