Il 18 giugno al via la Festa Della Musica Europea 2016 a Nocera Inferiore

L’ Amministrazione Torquato patrocina la Festa della Musica Europea edizione 2016. L’evento si svolgerà nella corte interna di Palazzo di Città sabato 18 giugno a Nocera Inferiore. A curare l’evento l’Assessorato alle Politiche di Promozione Culturale in collaborazione con l’Associazione Culturale “Ensemble Corale Noukrìa” nella persona del Presidente Antonio Rispoli. Uno degli appuntamenti internazionali più importanti in tema di cultura e spettacolo, creato per coniugare musica e arte in affascinanti cornici del patrimonio artistico italiano, è organizzato dall’Associazione Culturale “Ensemble Corale Noukrìa, di cui è Presidente Antonio Rispoli e Direttore Artistico M° Genny Strianese. All’iniziativa parteciperanno i cori di Nocera Inferiore “Iris voci bianche” e “Ensemble Corale Noukrìa” diretti dal M° Genny Strianese. Saranno inoltre presenti altre realtà corali campane e un coro della Città di Roma. I cori eseguiranno brani profani colti e popolari, Gospel, Spirituals, ma anche brani di musica leggera. A presentare la serata i giornalisti Brigitte Esposito e Vincenzo Balzano. La manifestazione, la cui proposta è stata accolta dall’Assessorato alle Politiche Sociali, rientra tra le iniziative promosse dalla FENIARCO (Federazione Nazionale Italiana Associazioni Corali), dall’ARCC (Associazione Regionale Cori Campani) e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, in occasione della Festa della Musica Europea 2016.

Davimedia gran finale di iniziative il 20 giugno a bordo di MSC Crociere

Gran finale di stagione per Davimedia, la rassegna di incontri promossa dal Corso di laurea inDiscipline delle arti visive, della musica e dello spettacolo dell’Università degli Studi di Salerno. Dopo un’intensa cavalcata di inizative e confronti, Davimedia chiude la quarta edizione con una protagonista d’eccezione:Maria Pia Calzone, Donna Imma della serie “Gomorra” Lunedì 20 giugno, a partire dalle 15.00, a bordo della MSC Crociere al Molo Beverello, a Napoli, l’attrice premierà gli studenti partecipanti al concorso “Diventa travel blogger e parti con MSC”, organizzato da Davimedia e MSC Crociere, cui hanno partecipato gli studenti dei Corsi Davimus e Scienze della Comunicazione dell’Università di Salerno. Prima della pausa estiva, Davimedia ha in programma altri due eventi:venerdì 17 giugno al Palazzo Barra a Lancusi di Fisciano Niccolò Agliardi terrà un live con la partecipazione di Edwin Roberts, Giacomo Ruggeri eTommaso Ruggeri mentre il 24 giugno, alle 14.30,nell’aula magna dell’Università di Salerno lo scrittore e giornalista Federico Buffa incontrerà gli studenti per un dibattito su media e scrittura nell’era delle reti. Davimedia ritornerà a ottobre con un programma ancora più ricco curato dal Direttore scientifico Marco Pistoia, docente di Storia e critica del cinema presso il Corso di Studi in Arti Visive, Musica e Spettacolo della Facoltà di Lingue e Letterature straniere dell’Università di Salerno, dal direttore artistico Roberto Vargiu e dalla segreteria organizzativa affidata a Maria Teresa Grimaldi.

 

Paccheroni al formaggio e spinaci con mele all’aceto balsamico

Ingredienti: 12 paccheri, 1 mela, aceto balsamico q.b., olio extravergine d’oliva q.b., sale, 400 millilitri latte tiepido, 40 grammi burro, 60 grammi farina tipo 0 150 grammi grana padano, 50 grammi spinaci.

Frullare gli spinaci con un mixer o un frullatore. Intanto, sciogliere il burro in un tegamino e unirlo la farina. Continuare a cuocere, a fiamma media, amalgamando gli ingredienti e piano piano versare il latte tiepido mescolando per evitare la formazione di grumi. In seguito unire gli spinaci frullati e continuare a cuocere fino a quando la crema non si sarà addensata. Togliere dal fuoco e aggiungere il Grana Padano grattugiato e mescolare per far sciogliere il formaggio. Far raffreddare la salsa a temperatura ambiente e poi conservarla in una sacca da pasticcere. Nel frattempo cuocere i paccheri in acqua salata e scolarli al dente. Tagliare la mela a spicchi e poi a piccole fettine sottili. Condire ogni fetta con goccia di aceto balsamico, olio extravergine di oliva e sale. Riempire ogni pacchero con la crema al formaggio. Decorare il piatto con le fette di mela all’aceto balsamico e servire.

Cellar Festival 2016, la I^ edizione ad Agnano di Napoli a ritmo elettro-rock

Dopo 100 concerti in otto mesi il club partenopeo Cellar Theory rilancia col suo festival estivo, nasce il CELLAR FESTIVAL 2016. Un club di altri tempi il Cellar Theory che si ispira alla Berlino undergrond. Ubicato nella Napoli alta, il Vomero, ha avuto una sua lenta genesi in un sottoscala di un palazzo bene. A settembre 2015 si trasferisce in un locale più ampio e incomincia a macinare live su live. L’idea è riportare in città una massiccia dose di musica Alt dando spazio a quelle sonorità che a Napoli vengono sistematicamente bistrattate, che non trovano spazio e che troppo spesso vengono etichettate come sub-cultura: post punk, dark, wave, elettronica, dub-step, noise, punk, reggae, da ogni angolo d’Italia e del Mondo, si danno appuntamento al Vomero. Dopo un anno di musica live nazionale e internazionale il Cellar Theory esce allo scoperto. Un festival tutto suo (autoprodotto) che rispecchia l’identità del club partenopeo che nel 2015/2016 ha generato il maggiore flusso musicale in città puntando sulla qualità e l’innovazione con l’obiettivo di dare spazio a quei generi musicali/bands che troppo spesso non trovano una casa per esprimersi. Un modo per rendere Napoli una metropoli europea a tutti gli effetti cercando di affiancare l’intoccabile tradizione musicale napoletana all’innovazione, contaminazione e alla sperimentazione guardando al centro dell’Europa, che cerca di allinearsi ai standard che molti musicisti Campani raggiungo e spesso superano.
La scommessa è stata vinta e dopo il ragguardevole successo ottenuto nei mesi scorsi è giusto rilanciare in grande stile e in versione estiva il concept che ha contraddistinto il piccolo-grande club partenopeo.

IL 7 E L’8 LUGLIO presso l’IPPODROMO DI AGNANO

ci sarà la prima edizione del CELLAR FESTIVAL.

In due giorni intensi, e con una line up con ben 17 bands e djs,verrà proposta una due giorni memorabile con Fiera, Street Food, Area Kids, Artisti di Strada che sin dalle prime ore del pomeriggio animeranno i magnifici spazi dell’Ippodromo di Agnano; location immersa nel verde dove si respira un’aria unica. Musica, Talk, Food &Beverage, Area Kids con giochi e intrattenimento, design e creatività con il Cellar Creative Market sono solo alcuni degli elementi che per due giorni faranno di Napoli un laboratorio europeo dove la tradizione musicale napoletana si incontra con l’innovazione, la contaminazione e la sperimentazione guardando al centro dell’Europa.

Il Cellar Festival gode di due importantissime collaborazioni: il food e beverage sarà curato dalla N.C.O. (Nuova Cucina Organizzata) mentre Radio Siani (la radio della legalità) curerà un Talk dedicato allo stato di salute della Musica in Campania nonchè trasmetterà l’intero festival in diretta streaming.
In questo modo il Cellar Festival prende una posizione netta e incontrovertibile proponendosi come il primo festival Anti Camorra, tema purtroppo sempre vivo in città e che anche tramite la musica live è possibile affrontare sensibilizzando pubblico e artisti affinchè la presa di coscienza contro le attività illegali sia sempre più forte e radicata.
Nei prossimi giorni maggiori informazioni e altri annunci alimenteranno il variegato mondo Cellar.

Questa la line up confermata:

giovedi 7 luglio, dalle ore 18 alle 02.00
ore 19:00 Talk
ore 20.30 Cellar Local Stage | dj set | Cellar Bar con 3 Bands da annunciare
ore 22:30 Cellar Stage
Polina
ZU
Aucan
Dardust
ore 01:00 Area Dance Notte dj set con i migliori selector napoletani

venerdi 8 luglio, dalle ore 18 alle 03.00
ore 18:00 Workshop
ore 19.30 Cellar Local Stage | dj set | Cellar Bar con 3 Bands da annunciare
ore 22.00 Cellar Stage
Sagiwa Sound
Funkool – Only for Original Dancefloor Lovers (dj set)
Inner City Affair – Ska Jazz and Reggae Band
Foundation – A journey into Jamaican Jazz classics
Broncorotto
Rockers Syndicate
Franky B (dj set from Cryptic Monkeys/Nevrotype)

I video al centro della Comunicazione, al via il I^ corso di videomaking

L’Associazione cilentana Equinozio Eventi presenta  “Il primo corso di Videomaking per smartphone e tablet  “I video al centro della Comunicazione”. Al via dal prossimo ottobre, per la prima volta in Cilento, i corsi di videomaker per smartphone e tablet, organizzati attraverso una strategica collaborazione tra NativaForm, Except ed Equinozio Eventi, che sancisce la genesi del nuovo polo formativo NATIVASud. I dispositivi tablet e smartphone, oggi, sono strumenti con enormi potenzialità non sempre sfruttate al massimo, specie per quanto riguarda il video. E’ per questo motivo NATIVASud ed Equinozio Eventi aprono le porte alla formazione di una nuova generazione di comunicatori. La comunicazione non può prescindere dai contenuti video ed i numeri spiegano il perché:
il 50% del traffico mobile avviene tramite video, ed è un dato in continua crescita; il 96% delle aziende ha pianificato l’uso dei video per il loro Content marketing. L’idea è quella di dar vita in Cilento, ad una scuola di formazione, già affermata a Milano – n partnership con RCS – e nel Nord Est, rivolta ad aspiranti o già affermati, giovani creativi, giornalisti, blogger, responsabili di comunicazione, che dia loro l’opportunità di imparare ad elaborare a basso costo, con gli strumenti che già posseggono, il loro video-marketing, il loro videoTelling.
Ripresa, Impostazione dell’inquadratura, registrazione audio, editing e post-produzione, infatti sono operazioni che possono essere realizzate in maniera professionale anche con strumenti alla portata di tutti, come appunto Smartphone e Tablet. Corsi pratici e formativi per imparare a sfruttare al meglio le potenzialità dei dispositivi e crescere in efficacia nella produzione e montaggio video. Corsi brevi, con un monte ore massimo di 16, spalmato in 3 giorni. I corsi si terranno in un’area ben definita come quella del Basso Cilento e Golfo di Policastro, in più sedi dislocate, nei comuni di Caselle In Pittari, Marina di Camerota, San Giovanni a Piro e Sapri. NATIVA è un centro di ricerca e formazione sulla comunicazione e produzione audiovisiva, nata dall’esperienza della nota casa di produzione EXCEPT di Milano, che lavora con realtà quali SkyArte, DeejayTv, RCS, Nickelodeon, Nike, Discovery Playlife e con moltissimi artisti del panorama nazionale ed internazionale (Vasco Rossi, Jovanotti, Franco Battiato etc.) EXCEPT e’ un’idea imprenditoriale di grande successo, costruita e realizzata da due cilentani Doc, Giuseppe “Pepsy Romanoff” Domingo Romano (Regista) e Maurizio Vassallo (Producer). Trasferiti a Milano negli anni 90 , in pochi anni diventano un punto di riferimento nella produzione Video ed Audio. Con NATIVASud, è ora di tornare alla casa-madre, formare futuri professionisti nel mondo della comunicazione, fornendo loro tutti gli strumenti e le opportunità, per trasformare un sogno in realtà lavorativa. I corsi di studio, tutti gestiti da riconosciuti professionisti nel campo della creazione di prodotti audiovisivi, prevedono lezioni teoriche, workshop e possibilità di stage al termine del percorso formativo.  Grazie all’esperienza di Except e alle sue partnership consolidate, infatti, gli studenti potranno mostrare e testare il loro talento in contesti di riconosciuto valore.

Napoli Teatro Festival: Michele Placido in La Tempesta tra Shakespeare e De Filippo

Il 15 giugno alle 20.30 il Napoli Teatro Festival Italia, giunto alla sua nona edizione, apre i battenti con l’anteprima dedicata a Eduardo De Filippo con la lettura della “Tempesta” di Shakespeare tradotta in napoletano dal drammaturgo e con la voce del grande attore e regista Michele Placido.  La regia è affidata a Fabrizio Arcuri e le musiche ad Antonio Sinagra. Location d’eccezione l’Istituto Penale Minorile di Nisida, con il coinvolgimento dei ragazzi detenuti che partecipano all’interessante laboratorio di scrittura e teatro.  Quest’ultimo risulta essere utile sia da un punto di vista culturale sia personale per i giovani ospiti che hanno la possibilità di sperimentarsi e confrontarsi con un vero professionista e approfondire anche la scrittura drammaturgica.  Un omaggio importante, dunque, all’inimitabile Eduardo De Filippo che, nel 1983, scrisse una riduzione della “Tempesta” shakesperiana in napoletano e al solenne Shakespeare a 400 anni dalla morte.

 

Dal 15 giugno al 15 luglio al via la IX^ Edizione del Napoli Teatro Festival 2016

Dal 15 giugno al 15 luglio il Napoli Teatro Festival 2016 dedicherà quattro settimane alle grandi rappresentazioni con 45 spettacoli che si terranno tra il 15 giugno ed il 15 luglio 2016. Il Napoli Teatro Festival Italia giunto alla 9^edizione è diretto artisticamente da Franco Dragone. Gli spettacoli andranno in scena tra Napoli e altri luoghi eccellenti delle altre province campane con l’utilizzo anche di un Bus Theatre che porterà in giro spettacoli particolari. Tra i grandi nomi che parteciperanno a questa nona edizione William Kentridge, Shirin Neshat, Michele Placido, Robert Lepage, Ascanio Celestini. Shiro Takatani e tanti altri. Prosa, danza, musica, teatro mediale, circo e arti figurative saranno presentati da nomi di grande spessore nazionale e internazionale per un totale di 45 spettacoli in 4 settimane con letture, incontri, residenze, lavori site-specific e work-in progress con uno sguardo allargato all’Europa, ma anche al Giappone e al continente asiatico, all’Africa, all’America Latina o agli Stati Uniti.

Al Sunrise Resort di Battipaglia il sole oltre le barriere

A Battipaglia inaugurazione della prima struttura ricettiva che avvierà al lavoro le persone con disabilità in accordo con l’Anffas-Onlus E’ la prima in provincia di Salerno, tra le poche altre in Campania (una a Napoli, due a Caserta) Sunrise Resort è tra le novità socialmente rilevanti di queste estate 2016.

La struttura turistico-ricettiva sita sul litorale di Battipaglia (località Spineta), gestita dalla SAGR Srl, attraverso un accordo con l’Anffas Onlus di Salerno, promuoverà l’ avviamento lavorativo di persone con disabilità.

L’inaugurazione è in programma giovedì 16 giugno, a partire dalle 20.30.

I ragazzi saranno inseriti gradualmente, in modo personalizzato e attento alle specifiche caratteristiche individuali di ciascuno con il sostegno di operatori e tutor che seguiranno sia la fase formativa che quella sul campo.

Lo slogan scelto dalla struttura non a caso è “Il sole oltre le barriere” che vuole sottolinea una scelta ben precisa: quella dell’ inclusione sociale che elimina ogni forma di barriera culturale e materiale e quella dell’accoglienza e della condivisione solidale.

Il 18 e 19 giugno a Lauro la IV edizione di C’era una volta al Borgo

“C’era una volta al borgo… ” il 18 e 19 a Fontenovella di Lauro (AV) al via la IV Edizione della manifestazione che si ripropone di preservare la tradizione e gli antichi mestieri e sapori, organizzata dall’Associazione Culturale Fonte Nova. Rendendosi custode di un antico sapere legato al mondo rurale, alla semplicità, alle arti, ai racconti, alle danze e ai sapori genuini  il piccolo borgo che sorge alla periferia di Lauro e che si è sempre distinto per il dinamismo e la creatività dei suoi abitanti. Si propone l’idea di ricreare l’ atmosfera tipica di un villaggio contadino con le sue botteghe, i suoi artigiani, le massaie, i piatti tipici, gli scorci, i profumi e i colori di un tempo. I visitatori si ritroveranno proiettati nella semplice e genuina realtà del tempo che fu.

Niccolò Agliardi in concerto per Davimedia

Ognuno di noi, almeno una volta nella vita, ha canticchiato o ascoltato una canzone scritta da lui. Niccolò Agliardi è infatti tra i cantautori più richiesti dai grandi nomi della musica italiana e internazionale. Eros Ramazzotti, Laura Pausini, Emma Marrone ed Elisa sono solo alcuni degli artisti a cui Niccolò ha donato un testo e una melodia.

Venerdì 17 giugno, Palazzo Barra a Lancusi, sarà il teatro di un evento che vedrà Agliardi ripercorrere la sua lunga carriera nel mondo della musica con un concerto in cui riproporrà tutti i suoi successi, dai primi singoli, ai brani che fanno da colonna sonora alla fortunata fiction di Rai Uno “Braccialetti Rossi”, di cui è compositore e che lo ha reso noto anche al grande pubblico. Lo show, realizzato in collaborazione con il Comune di Fisicano, vedrà la partecipazione musicale di Edwyn Roberts, Giacomo Ruggeri e Tommaso Ruggeri.  L’inizio è previsto per le ore 20.45 a ingresso libero.

A seguire, lunedì 20 giugno, si terrà la premiazione del concorso “Diventa Travel Blogger e parti in Crociera con MSC”, organizzato da Davimedia in collaborazione con MSC Crociere, che offre al gruppo vincitore una crociera per quattro persone in una località a scelta tra quelle indicate sul regolamento; l’evento avverrà a bordo di una nave della nota compagnia alla presenza dell’attrice Maria Pia Calzone, la celebre Donna Imma di Gomorra – La Serie, prima stagione.

Sagra del fungo porcino Montoro superiore (AV)

Immaginate una lunga distesa verde. Ecco bravi. Ora guardate meglio. Iniziate a vedere stand eno-gastronomici spuntare come funghi. Perfetto. Non state facendo un corso di training autogeno, ma siete solo arrivati alla sagra del fungo Porcino di Montoro Superiore.

Respirate a pieni polmoni e immersi un panorama da sogno, preparatevi a una mangiata da veri porcini: piatti per tutti i gusti, a base di funghi porcini e non,ottimo vino locale, e tanti altri prodotti e dolci tipici.

Immancabili le serate musicali, gli spettacoli e gli spazi per i bambini, che accompagneranno le migliaia di visitatori durante le degustazioni.

E se iniziate a veder spuntare anche i puffi, non date la colpa ai funghi, tranquilli è solo l’effetto del vino locale.

“Un Piccolo Neo” il video del nuovo singolo del cantautore Marco D’Anna

Dopo il successo dei singoli “La mela” e “Domani, domani”, per “Un piccolo neo” il terzo singolo estratto dall’album “La mela”, il cantautore partenopeo Marco D’ Anna sceglie di continuare la collaborazione con Mario Palumbo (D.O.P. E montaggio ) e costruisce una storia in bianco e nero che si snoda tra le tavole del palcoscenico del teatro Tasso e uno dei luoghi più caro ai napoletani: l’ospedale delle bambole. Ultimo baluardo di chi sa custodire sogni, simbolo della battaglia al consumismo, contro la filosofia dell’usa e getta.
La semplicità e la dolcezza del brano dal sapore malinconico diventa poesia nelle immagini che si concentrano sull’importanza e la bellezza dell’aver cura dell’altro.
In un tempo in cui “pettinare le bambole” implica una perdita di tempo, un gioco infantile di chiara inutilità, qui si vuol dare peso al tempo, ai piccoli gesti, alla potenza del prendersi cura di chi si ama. La bambola è una chiara trasposizione di una donna che non c’è, non c’è più, non c’è ancora ma esiste da qualche parte, nei desideri, nelle illusioni, nei sogni di chi la canta, e si materializza sulle tavole di un palcoscenico. In un teatro, il luogo per eccellenza dove il sogno diventa per magia realtà. Ed è la bravissima attrice napoletana Margherita Romeo a muovere passi quasi di danza sulle tavole nude del palco, diventando una bambola in carne ed ossa e il suo bisogno di essere amata, quel bisogno muto, spesso taciuto, che ci rende fragili come bambole di porcellana.