FERRAGOSTIA 2022: al Borgo di Ostia Antica, Arte di Strada, Musica, Circo e Visite guidate dal 9 al 15 agosto

Ostia Antica con le sue ricchezze storiche, artistiche e paesaggistiche torna protagonista dell’Estate Romana con la sesta edizione di “Ferragostia Antica”: dal 9 al 15 agosto tra inedite narrazioni dei luoghi, con visite guidate performative, e l’allestimento suggestivo di spettacoli multidisciplinari all’interno del meraviglioso Borgo Rinascimentale, scenografia “naturale” perfetta per lasciarsi trasportare in altri mondi e in altre epoche. 

Un giorno dedicato al circo-teatro, un giorno alla musica e un giorno alle contaminazioni tra le arti, per 6 spettacoli coinvolgenti ed emozionanti, per riscoprire il patrimonio immergendosi in una settimana di magia, arte di strada e musica.  

Si parte il 9 agosto e si prosegue sino al 15, per 10 eventi gratuiti tutti da scoprire. Le visite guidate performative attraverseranno due luoghi la cui apertura al pubblico è una rarità; un’occasione da non perdere per esplorare pezzi di storia altrimenti sconosciuti ai più. 

Il 9 e il 10 agosto avverrà infatti l’apertura straordinaria di Tor Boacciana, la torre medievale costruita sull’antico faro di Ostia, alla foce del Tevere, resa visitabile proprio grazie a Ferragostia poiché sino ad ora chiusa al pubblico: una guida e due performer accompagneranno il pubblico “Dove l’acqua del Tevero s’insala”, con due possibili orari di visita, (ore 18.00 e ore 19.30). 

L’11 e il 12 agosto, invece, “Visit Ostia Antica” ci porterà alla scoperta della Chiesa di Sant’Ercolano, edificio dall’aspetto romantico e dalla storia dimenticata, raramente aperto al pubblico in questi ultimi anni, in compagnia di una performer: “L’avventura dove meno te l’aspetti” è la seconda proposta di visita, anch’essa in due orari (ore 18.00 e ore 19.30). 

Per le visite, che sono a numero chiuso, è necessaria la prenotazione all’indirizzo mail ferragostia.visite@gmail.com

Il 13 agosto partono gli spettacoli al Borgo di Ostia Antica: aprono gli “Eccentrici Dadarò”, presenza affezionata della manifestazione, con “Operativi!”, alle ore 21, esilarante spettacolo di teatro e circo. Alle 22.00 Raffaello Corti travolgerà il pubblico con il suo “Faccestamagia”, che coniuga magia e comicità in maniera unica e dissacrante.

Il 14 agosto sarà interamente dedicato alla musica. Alle 21, la Banda Cecafumo, orchestra di fiati diretta da Adriano Pedretti, vestirà il Borgo di note jazz, swing e delle più celebri colonne sonore; alle 22.30, invece, un evento imperdibile per gli amanti dei cartoni animati e del mondo anni ’90: Sonia Ceriola e la Zigulì Band, con il loro “La Posta di Sonia in concerto”, coinvolgeranno grandi e piccini con un repertorio senza età, in un format che è diventato un cult per tutti i millennials. 

Il 15 agosto sarà l’occasione per esplorare territori lontani e immaginari diversi e suggestivi: alle 21 l’associazione LaborTango trasporterà il pubblico nei barrios di Buenos Aires con il suo “El tango es una posibilidad infinita”, spettacolo di narrazione, musica, danza e poesia; alle 22, la Compagnia Internazionale Teatro dei Venti ci racconterà la storia di “Pentesilea” e della Guerra di Troia, con uno spettacolo multidisciplinare che fonde teatro, danza, acrobatica e musica dal vivo. 

Tutti gli eventi sono gratuiti. 

Il progetto, promosso da Roma Culture, è vincitore dell’Avviso pubblico Estate Romana 2020-2021-2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE

XXVIII edizione dell’Alburni World Jazz Festival 10-11-12 agosto a Serre, Cilento

Con la direzione artistica del cantante e pianista jazz napoletano Walter Ricci – affiancato dalla società organizzatrice Mr Few – la manifestazione, tra le più longeve della Campania, cambia denominazione in World Jazz Festival in virtù di una nuova e ristrutturata concezione musicale che vuole aprirsi alle contaminazioni e alle condivisioni di genere.
Tutti i concerti in programma sono ad ingresso libero e si svolgeranno dalle ore 21:30 presso Piazza Ennio D’Aniello.

La musica costruisce dei ponti che mettono in comunicazione fra loro uomini provenienti da altre culture, che parlano altre lingue e che professano religioni diverse – dichiara il direttore artistico Walter Ricci. La musica è capace di costruire ponti culturali, abbattere i muri dell’indifferenza e assumere anche una funzione sociale presentandosi come un strumento straordinario di integrazione culturale. La musica è un linguaggio universale ed è comprensibile a tutti, anche a chi non l’ha mai praticata e si è solo limitato ad ascoltarla. E’ proprio questa la chiave del nuovo festival: offrire agli ascoltatori le potenzialità di uno strumento raffinato e artistico che allo stesso tempo ha funzione sociale.” “La mia carriera – conclude Ricci – è iniziata alla tenera età di dieci anni quando mio padre, arrangiatore e produttore musicale, mi ha trasmesso la passione e la grinta per districarmi in questo mondo. Ed oggi essere stato invitato a dirigere una rassegna così importante mi fa sentire onorato e orgoglioso perché posso mettere in pratica i suoi insegnamenti”.

Per la nostra comunità il festival è molto importante e atteso. Nonostante la longevità pensiamo che sia un evento da preservare e al contempo rinnovare anno dopo anno.” Dichiara il Sindaco di Serre Antonio Opramolla. Sono sindaco solo da giugno e quindi ho avuto poco tempo per programmare e ideare questa edizione ma col contributo del nuovo direttore artistico sono convito che sarà un successo. Walter Ricci è stato scelto in quanto professionista serio e artista di caratura internazionale e con lui che questa amministrazione vuole fare un lungo percorso innovativo.

Ad inaugurare il festival ci sarà “lo Sting africano” ovvero RichardBona; cantante, bassista e compositore del Camerun- di stanza prima a Parigi e poi a New York -che carico della sua cultura contaminata si esibirà il giorno 10 agosto.
Bona ha condiviso il palco con i più grandi artisti jazz contemporanei: Manu Dibango, Salif Keïta, Jacques Higelin, Didier Lockwood, Joe Zawinul, Larry Coryell, Michael e Randy Brecker, Mike Stern, George Benson, Branford Marsalis, Chaka Khan, Bobby McFerrin, e Steve Gadd. Il giorno successivo, 11 agosto, sarà la volta diEugenioBennato,uno dei massimi esponenti della musica popolare ed etnica italiana. Accompagnato dalla sua band Taranta Power proporrà un misto di ballate e canzoni cantautoriali della tradizione del Sud Italia e inediti del suo lungo repertorio folk che da decenni diffondo messaggi di integrazione tra popoli e culture diverse. A chiudere la tre giorni invece ci saranno due grandi musicisti jazz francesi: Andrè Ceccarelli, musicista di caratura mondiale, performer di classe dotato di sensibilità e controllo incredibili sullo strumento che con il suo drumming raffinato e il suo swing propulsivo è un autentico riferimento per chiunque suoni la batteria. Con lui sul palco il chitarrista, polistrumentista e arrangiatore Sylvain Luc, considerato uno dei grandi nomi del jazz europeo, e il contrabbassista Thomas Bramerie.

UN’ESTATE DA RE. LA GRANDE MUSICA ALLA REGGIA DI CASERTA DAL 3 AL 18 SETTEMBRE LA VII EDIZIONE

La bellezza di uno dei monumenti più importanti del mondo verrà celebrata anche quest’anno dalla rassegna diventata l’appuntamento estivo da non perdere per tutti gli appassionati della grande musica.
Torna alla Reggia di Caserta dal 3 al 18 settembre “Un’Estate da RE”, la rassegna musicale programmata e finanziata dalla Regione Campania (fondi POC 2014-2020), organizzata e promossa dalla Scabec – società regionale di valorizzazione dei beni culturali – in collaborazione con il Ministero della Cultura, la Direzione della Reggia di Caserta, il Comune di Caserta e il Teatro Municipale “Giuseppe Verdi” di Salerno; la direzione artistica è affidata al Maestro Antonio Marzullo.
Cinque appuntamenti, un’inaugurazione straordinaria con i Carmina Burana e una chiusura nel segno di Claudio Baglioni con un doppio speciale concerto: il cartellone della VII edizione spazia dall’opera al soul, fino all’iconico cantautorato italiano rivisitato in chiave sinfonica, tra cui un omaggio a Fabrizio De André con la partecipazione di Peppe Servillo.
La rassegna è stata presentata questa mattina a Palazzo Santa Lucia, a Napoli. Hanno partecipato il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il sindaco di Caserta Carlo Marino, il direttore della Reggia di Caserta Tiziana Maffei, il direttore artistico di “Un’Estate da RE” Antonio Marzullo.
Voluta dal Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel 2016 per creare un evento che promuovesse allo stesso tempo i siti Unesco e la tradizione culturale musicale che in Campania vanta eccellenze internazionali, “Un’Estate da RE” si è radicata sul territorio grazie al successo delle passate edizioni, che hanno visto la partecipazione di artisti di fama mondiale come Ennio Morricone, Riccardo Muti, Plácido Domingo, Ezio Bosso, Jonas Kaufmann, Zubin Mehta, Daniel Oren, Antonio Pappano, Ludovico Einaudi, Stefano Bollani, Uto Ughi, Anna Netrebko, David Garrett. La rassegna è diventata negli anni un’occasione di rilancio culturale, turistico e di valorizzazione di tutta l’area casertana e della Campania, dando a tutti la possibilità di vivere l’esperienza di ascoltare la grande musica e i suoi straordinari protagonisti grazie a una politica di costo di biglietto contenuta.
Si inizia sabato 3 settembre con un’inaugurazione “reale”: i Carmina Burana, la più esaustiva antologia di canti medievali di ispirazione non religiosa basati su 24 poemi ritrovati in omonimi testi poetici. L’imponente composizione di Carl Orff sarà diretta da Michael Balke, eccelso e acclamato direttore d’orchestra. In scena dialogheranno le voci di Deniz LeoneLaura Claycomb e Gustavo Castillo, accompagnate dal Coro del Teatro dell’Opera di Salerno, dal Coro di Voci Bianche del Teatro “Giuseppe Verdi” di Salerno e dall’Orchestra Filarmonica “Giuseppe Verdi” di Salerno.
Giovedì 8 settembre va in scena un concerto-omaggio a Fabrizio De André (Sinfonico – Sogno n°1 e oltre), la cui musica è riletta in chiave orchestrale dal pianista, compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra inglese Geoff Westley. Ad interpretare alcune della più belle canzoni di De André saranno Peppe Servillo, solista degli Avion Travel, e Ilaria Pilar Patassini.
Il “Romantic tour” di Mario Biondi farà tappa alla Reggia di Caserta martedì 13 settembre. Biondi porterà sul palco i suoi brani più celebri e quelli contenuti nel suo nuovo album “Romantic”, uscito lo scorso 18 marzo, un progetto interamente dedicato all’amore in tutte le sue forme, dal legame di coppia a quello fraterno, all’amore per i genitori e i figli.
Gran finale per la VII edizione di “Un’Estate da RE” con un doppio speciale concerto di Claudio Baglioni, protagonista sabato 17 e domenica 18 settembre assieme all’Orchestra e al Coro del Teatro “Giuseppe Verdi” di Salerno, con la direzione di Geoff Westley: cinquant’anni di grande musica e grandi successi discografici saranno racchiusi in due serate magiche e dalle fortissime emozioni.
Tutti gli spettacoli inizieranno alle ore 21.00.
«Abbiamo presentato un programma di grande qualità per la Reggia – ha dichiarato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca – che meritava una valorizzazione degna della sua importanza. Eventi come questo hanno un doppio effetto collaterale: incentivano i flussi turistici nei nostri territori e consentono di far scoprire a migliaia di persone le bellezze naturali, storico-artistiche e archeologiche impareggiabili della nostra regione. C’è da essere orgogliosi per la quantità e l’offerta di eventi culturali che propone la Regione Campania, che non ha paragone con nessun’altra regione d’Italia, a conferma di una scelta politica di investimenti e di valorizzazione del comparto cultura in tutti i suoi aspetti.»
«La Reggia di Caserta torna protagonista di Un’Estate da RE – ha commentato il Direttore generale della Reggia di Caserta Tiziana Maffei – questa volta valorizzando i cortili del Palazzo Reale. Ampi spazi, incorniciati dalla suggestione degli ambienti della Corte dei Borbone, oggetto d’impegnativi restauri in questi anni e che, anche alla luce del successo degli appuntamenti cinematografici delle ultime settimane, intendiamo condividere come “piazze della cultura”. Ringrazio la Regione Campania e Scabec che ogni anno contribuiscono ad arricchire l’offerta culturale del Museo e a promuovere il suo patrimonio. Prevediamo di organizzare insieme una serie di iniziative rivolte al pubblico di Un’estate da RE che possano comunicare e valorizzare la Reggia di Caserta e le sue mostre nel corso di questa rassegna. Siamo certi che anche quest’anno la Reggia di Caserta saprà stupire con la sua Meraviglia.»

Charme in Passerella a Minori: il fascino dell’Alta Moda tra cielo e mare

Non solo abiti indossati come gioielli, ma anche gioielli indossati come abiti. La moda, la bellezza e lo stile sono stati protagonisti a Minori con “Charme in Passerella”, il fashion show che ha animato elegantemente la città con le sue suggestive forme e i suoi spettacolari colori.  

La consolidata partnership tra l’organizzatrice Carolina Di Martino e il Comune di Minori, guidato magistralmente dal sindaco Andrea Reale, ha dato vita anche quest’anno ad un favoloso spettacolo andato in scena in una vetrina esclusiva come quella di piazza Cantilena sulla suggestiva scalinata antistante la Basilica di Santa Trofimena. Il sindaco oltre ad accogliere il numeroso pubblico italiano e straniero che ha partecipato al défilé, prima di inaugurare il fitto programma di eventi estivi si è complimentato con l’organizzazione.

Clicca sul link per visionare la sfilata su facebook https://www.facebook.com/360gradiwebtv/videos/605292831265367

Il sindaco di Minori Andrea Reale e l’organizzatrice Carolina Di Martino

La kermesse, che ha visto il susseguirsi di quadri di moda alternati a raffinati interventi di musica e danza, è stata condotta con eleganza, brio e professionalità dalla giornalista Brigitte Esposito che per l’occasione ha indossato le creazioni Haute Couture 2023 dell’Atelier Pastore since 1940, i gioielli esclusivi di Conté Jewels storica gioielleria di Minori, e ha sfoggiato l’acconciatura curata dal noto hair stylist e make up artist Matteo Gargiulo.

Ad aprire il defilè è stata l’Aghè Mare Luxury Italian Beachwear con al timone l’estro creativo di Francesco Coticelli, Carolina Malafronte e Angela Coticelli. L’innovativa ed artigianale azienda di Gragnano da oltre 20 anni realizza costumi da bagno di lusso che esaltano e slanciano la silhouette valorizzando l’esperienza acquatica. In passerella seducenti e accattivanti capolavori made in Italy realizzati in tessuti ecologici di altissima qualità arricchiti da preziose lavorazioni. Costumi interi, bikini, trikini e tanti altri modelli hanno sfilato tra copricostumi, borse, parei e cappelli decisamente trendy.

A seguire, come in una favola, il bagliore delle stelle ha reso ancora più scintillanti le Collezioni 2023 bambino e Alta Moda cerimonia dell’Atelier “Pastore since 1940” di Vincenzo e Anna Pastore. Divertente e vivace è stata la sfilata dei bambini, applauditi e fotografati come piccole star sul blue carpet. In passerella la Collezione Kids 2023, completi sportivi e mini dress romantici che hanno raccontato, attraverso tessuti, trame e colori, i sogni e i desideri che animano l’infanzia. L’ Atelier dal 1940 è una delle più grandi realtà nel settore della moda campana e accompagna da sempre la clientela nella scelta dell’abito perfetto per ogni occasione accontentando i gusti e le esigenze più variegate senza mai trascurare l’eleganza. In scena per la sfilata  Alta Moda Cerimonia abiti griffati dei migliori brand italiani e stranieri come Antonio Notaro, Baci Stellari di Valeria Marini, Milano Collezioni, Nicole Moment, Red Carpets Luxury, Musani, Novi Couture.

Ad impreziosire l’evento i gioielli esclusivi e di altissima manifattura della Gioielleria Contè Jewels di Minori. Una collezione iconica che, sotto i riflettori, ha raccontato un’eleganza raffinata e audace, connubio perfetto di tradizione e innovazione. Le modelle hanno sfoggiato creazioni d’arte uniche e senza tempo. La Gioielleria di Alfonso Iozzino vanta da sempre una straordinaria esperienza nell’ arte del gioiello realizzato a mano e una lunga tradizione di design e stile.

Alle collezioni si sono alternati momenti artistici e culturali altamente performativi: ad esaltare gli abiti, a creare una dimensione surreale e a scandire i passi delle modelle è stato il dolce violino del M° Pierpaolo Petti e l’energico sax del M° Luciano Cuomo, musicisti di fama nazionale che hanno collaborato con artisti di chiara fama ed orchestre prestigiose.

Ospite della serata Maria Virginia Marchesano, strepitosa danzatrice, coreografa e insegnante di danza di fama internazionale che per l’occasione ha presentato il suo nuovo libro “Dalla sala al palcoscenico: il linguaggio gestuale della danza classica” pubblicato da Kinetès Edizioni nella Collana Pagine di Danza. Un vero e proprio vademecum per comprendere l’avvincente viaggio di un danzatore dalla sala alla scena, un supporto per i professionisti della danza, un capolavoro utile agli studenti dei licei coreutici durante il percorso didattico.

A guidare il numeroso pubblico in un sublime viaggio nella Napoli musicale è stata la cantante Giovanna Forino che, accompagnata alla chitarra dal M° Attilio Gargano e al violino e mandolino dal M° Matteo Masullo, ha impreziosito con la sua voce le classiche liriche napoletane.

Alla moda si è unita la danza in una coinvolgente ed appassionata liaison grazie alla Scuola di Danza Arabesque di Tramonti Costa D’Amalfi. Sotto la direzione artistica della splendida Elisa Bove hanno preso forma delicate coreografie sull’imponente scalinata: i danzatori Ruben Citarella, Myriam Giordano e Benedetta Giordano hanno raccontato i colori delle emozioni attraverso una reciproca ricerca di spettacolari prese e poetici ed eterei movimenti.

che, con vertiginosi trampoli e luminose ali di farfalla, ha regalato a tutti un’esperienza suggestiva tra equilibrismi e spensieratezza.

A chiusura del defilé ha sfilato l’Haute Couture di Pastore Sposa con la Collezione 2023 firmata da Pronovias, Nicole, Lady Bird. Abiti da favola principeschi o a sirena, veri capolavori di alta moda con dettagli unici e preziosissimi: pizzi e ricami a profusione, scollature, applicazioni e tulle, trasparenze, paillettes e cristalli per un’ode alla bellezza. In passerella anche lo sposo firmato Pignatelli, Notaro, Musani e Tombolini.  Dive e gentlemen accompagnati da paggetti e damigelle in una cornice da sogno.

“Ringrazio il Comune di Minori – ha dichiarato l’organizzatrice Carolina Di Martino – tutti gli eccellenti artisti e i partners dell’evento per aver contribuito e collaborato all’ottima riuscita di questa edizione post pandemia.”

Un ringraziamento speciale a: Black Lemon e-bike rental Amalfi Coast, Le Bontà del Capo di Conca dei Marini, Farmacia Campitiello, Scooter rental di Carlo D’Amato, Poste Italia, Ferrigno Fiori di Maria e Tina, Supermercati Gran Risparmio S. Egidio del Monte Albin, Pasticceria Carrelli, Granato Caffè, Lucia Fontanella, Lidia Tagliamonte, Michele Petrosino, Matteo Amato, Veronica Buonocore.

A PIZZA SOUND ospite il maestro pizzaiolo Errico Porzio e le sue pizze effetto “wow”

Ospite a Pizza Sound una star del live cooking: ERRICO PORZIO, maestro pizzaiolo napoletano con una grande e originale capacità comunicativa. Noto sui social per le pizze con effetto “Wow”, la sua pizzeria attira curiosi da tutta Italia, grazie alle spettacolari acrobazie realizzate dai suoi pizzaioli. I pizzaioli giocolieri fanno, infatti, roteare la pizza in aria come richiede l’antica tradizione napoletana. PIZZA SOUND è ideata a Pagani da Alfonso Pandolfi e da Alfonso Barolo in collaborazione con il Comune di Pagani. Non sono mancate inoltre le sorprese artistiche: Alfonso Pepe, eccellente maestro dell’arte presepiale, ha voluto regalare ad Errico Porzio una meravigliosa Madonna delle Galline realizzata a mano. Il sindaco Lello De Prisco e gli organizzatori hanno sottolineato il talento del giovane e talentuoso artigiano paganese che negli anni è stato apprezzato non solo dalle grandi star del jet set, ma anche dai politici, cardinali e dal Santo Padre.

Interviste a cura di Brigitte Esposito, regia e riprese Gerardo Tartaglia e Angelandrea Falcone, produzione www.360gradiwebtv.it

Con Amalinze a Pagani la Pizza ha un Sound decisamente …rap!

La Pizza ha un Sound rap se sul palco c’è Amalinze, seguitissimo prof-rapper campano che sta spopolando sui social, con i live e con le sue canzoni. A Pagani nell’ambito della riuscitissima kermesse Pizza Sound, organizzata da Alfonso Pandolfi e Alfonso Barolo in collaborazione con il Comune, ha presentato e regalato ai tanti fans anche il suo nuovo singolo estivo e nuovo feat con il producer, remixer e dj Skiavo dal titolo “Solo X Lei”. Nei suoi testi vi è una vera e propria rivoluzione sia culturale che del linguaggio ed è proprio ciò che piace alle nuove generazioni. Nell’intervista si racconta spoilerando anche alcune novità.

Intervista a cura della giornalista Brigitte Esposito, regia e riprese Gerardo Tartaglia e Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it

A Sarno è nata la prima Radio Interscolastica d’Italia

Un progetto rivoluzionario e coraggioso. Radio interscolastica è nata nella Città di Sarno, in provincia di Salerno, già da vari mesi.

Radio interscolastica ha subito raccolto il pieno consenso delle Scuole del Territorio e di tanti amici imprenditori che hanno deciso di sostenere e di far crescere l’iniziativa.

I corsi sono già in fase avanzata e la partecipazione per gli studenti è completamente GRATUITA.

Della Radio, che si puó già ascoltare, non sono ancora noti nome e logo. Nome e logo, però, sono stati già scelti grazie al Concorso “LIBERA LA TUA CREATIVITÀ” e saranno svelati durante la presentazione della Radio che sarà una vera e propria festa a cui parteciperanno quanti stanno credendo in questa idea ed investendo nel futuro dei nostri ragazzi. Conosceremo i volti di chi ci sta mettendo impegno e passione e condivideremo programmi e progettualità.

L’happening si svolgerà il 14 luglio, alle ore 20:00, a Sarno (SA), negli splendidi giardini piccoli di Villa Lanzara.

PIZZA SOUND: L’ intervista a Tony Tammaro

Il vulcanico Tony Tammaro con le sue ironiche, irriverenti, trasgressive canzoni ha fatto letteralmente scatenare il popolo del Pizza Sound.  L’artista, voluto fortemente dagli organizzatori Alfonso Pandolfi, Alfonso Barolo e dal Comune di Pagani, ha regalato al pubblico un concerto all’insegna del divertimento e  della spensieratezza.

Intervista a cura della giornalista Brigitte Esposito, regia e riprese Gerardo Tartaglia e Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it

PIZZA SOUND: Intervista alla Compagnia Paganese Canti del Sud Italia

A coinvolgere il numeroso pubblico del Pizza Sound con ritmatissime ed esplosive sonorità è stata La Compagnia Paganese Canti del Sud Italia. Quest’ultima, composta da talentuosi e affiatati musicisti e cantori, ha accompagnato i degustatori di pizza giunti da ogni dove in un affascinante viaggio musicale nei tradizionali canti del Sud Italia. Alfonso Pandolfi e Alfonso Barolo, organizzatori della kermesse in collaborazione con il Comune di Pagani, hanno vinto la scommessa con un sold out di presenze a Pagani sin dalla prima serata.

Interviste a cura della giornalista Brigitte Esposito, regia e riprese Gerardo Tartaglia e Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it

PIZZA SOUND: Intervista a Vincenzo Romano, il cantore pellegrino

Pizza Sound, la kermesse organizzata da Alfonso Pandolfi e Alfonso Barolo in collaborazione con il Comune di Pagani, ha riscosso un grande successo certificato dalla notevole partecipazione di pubblico. Ad infiammare il palco il cantore pellegrino Vincenzo Romano, amatissimo in tutta Europa, accompagnato nel suo “Uhanema Tour” dai musicisti Leo Coppola e Catello Tucci.

Interviste a cura della giornalista Brigitte Esposito, regia e riprese Gerardo Tartaglia e Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it