Granato Caffè presenta il nuovo punto vendita in Costiera Amalfitana

Il Salotto di Bry in tour in Costiera Amalfitana fa tappa a Maiori presso il nuovo punto vendita di Granato Caffè, punto di riferimento per chiunque ami il caffè in tutte le sue declinazioni. Il titolare Raffaele Granato illustra con grande soddisfazione il successo della sua azienda, leader nel settore a livello nazionale. Da sempre, infatti, l’azienda si distingue per la grande qualità delle sue pregiate miscele in grani, in cialde, capsule monodose o macinato, compatibili con le varie macchine da caffè espresso. Granato, inoltre, vende, ripara e propone in comodato d’uso originali, funzionali e praticissime macchine da caffè, da quelle più semplici a quelle più professionali, per tutti i gusti e tutte le più svariate esigenze. Il nuovo punto vendita rappresenta un importante traguardo raggiunto attraverso la dedizione di tutto il team aziendale che segue i clienti non solo durante la fase di vendita, ma anche successivamente garantendo un’assistenza continuativa e consigliando la giusta sfumatura di gusto per la pausa.

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia G. Roberto Tartaglia, riprese e fotografia Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con Teleangriuno (TAone) canale 639 del digitale terrestre visibile in tutta la Campania.

IL VIDEO

 

PHOTOGALLERY

Si è conclusa con successo la XXX edizione del Premio Charlot

Si è concluso da oltre una settimana la XXX edizione del Premio Charlot.

Vasto eco di stampa servizi su Rai Uno il 6 agosto con Uno Mattina e nei passati giorni hanno parlato di noi la Vita In diretta, il programma on the Road su Canale 5, senza contare i servizi del TG1 –TG3 –TG 5 e Rairadio 1. Insomma si è parlato ed a lungo di questa manifestazione ma soprattutto di Salerno e le sue bellezze. Diciotto giorni tra teatro, cinema, rassegna blues, comicità, illusionismo, musica di autore, teatro per bambini. Pienone tutte le sere, bagno di folla per noi organizzatori. Credo che questo sia il compito che debba assolvere una manifestazione sostenuta da Enti Pubblici. Qualità, livello di proposta, ricaduta sul territorio di immagine. Tutti obiettivi raggiunti con l’usuale modo di essere e di fare di questa manifestazione, in silenzio dando la parola ai fatti. Ci aspettiamo di crescere nella proposta, molte nuove iniziative bollono già in pentola il festival riparte iniziando da trenta. Ringraziamo tutti gli organi di stampa che ci hanno sostenuto, gli Enti che ci hanno dato sempre fiducia e le persone che ci seguono con grande calore ed affetto, i tanti turisti, alcuni dei quali qui a Salerno proprio per il Premio. Siamo soddisfatti ma dobbiamo fare e dare di più, come ci auguriamo faranno tutti quelli che ci sostengono a partire dagli Enti che compatibilmente con le esigenze burocratiche, dovrebbero anticipare quanto più possono la loro adesione, per dare più tempo alla organizzazione di muoversi e provare ad alzare ancora di più il tiro. Una manifestazione che compie trenta anni è certamente affidabile, corretta, professionale e credibile. Senza questi requisiti ci si ferma subito. Alla XXXI edizione noi ci saremo sempre con lo stesso piglio e con il nostro modo di essere che ascolta prima di tutto le critiche, cestina senza rispondere quelle evidentemente non costruttive, ascolta e molto il pubblico. Grazie a tutti e BUONA RISATA A TUTTI

Claudio Tortora

Il sale del talento dei finalisti del Premio Poggio Bustone a Rieti cuore piccante

31 agosto 2018, ore 21,30Rieti cuore piccante ospita sul palco di Piazza Mazzini i finalisti della quattordicesima edizione del Premio Poggio Bustone. Una grande serata di musica d’autore, condotta come oramai tradizione dal suo direttore artistico Maria Luisa Lafiandra, fra futuro e grande storia della canzone d’autore. Come consuetudine, infatti, i finalisti usciti dalle selezioni di giugno presenteranno un brano proprio ed un omaggio a Lucio Battisti, originario di Poggio Bustone, di cui quest’anno ricorre peraltro il ventennale dalla morte. Sul palco, oltre ai finalisti, salirà anche Paolo Longhi, vincitore del Premio Personalità Artistica 2017.

In giuria ci saranno: Massimo Wertmuller (attore, regista), Marco Testoni(music supervisor, compositore), Valentina Rossi (cantante, docente di musica), Argoh (cantautore, produttore discografico), Pino Balducci (esperto di Lucio Battisti), Emma Biscetti (poetessa, artista).

“Siamo scesi a valle, a Rieti. E siamo molto felici perché questa partecipazione a  Rieti cuore piccante, una manifestazione in continua crescita, è decisamente una gran bella opportunità per offrire un grande palco ai nostri artisti e per portare la musica di oggi e di ieri al grande pubblico di questa importante iniziativa.”

Ricordiamo che i sette finalisti sono frutto delle audizioni delle oltre venti proposte che sabato 23 giugno scorso si sono presentate alle audizioni presso i Forward Studios  di Grottaferrata. Sono provenienti da tutta Italia e arrivano a Rieti con tanti sogni in tasca e molta musica in gola e fra le mani.

Finalisti 2018
1 – Angelo Cicchetti – Tutto se ne va – (Matera)
2- Angelo Lazzaro Gargiulo “Un attimo di noi” (Sant’Antonio Abate – Napoli)
3- Lara Dei  “Corri” (L’Aquila)

4- Julian Ross “Piazza Mazzini” (Rieti)
5- Massimo Comencini “Sala d’aspetto” ((Torri del Benaco – Verona)
6- Matteo Gallina “Tutto esplode” (Avezzano – L’Aquila)
7- Walter Piva “Flussi d’incoscienza” (Gela)

Volcei Wine Jazz 2018 e Historiae Volceianae Buccino, due grandi appuntamenti per l’estate 2018

Ritorna l’appuntamento con il “Volcei Wine Jazz”, la rassegna di musica, vino e arte, giunta alla sua ottava edizione, in programma sabato 11 e domenica 12 agosto 2018 a Buccino. La location scelta sarà, ancora una volta, il chiostro del Museo archeologico nazionale di Volcei. La manifestazione, organizzata dalla Pro Loco di Buccino, è nata per celebrare il connubio tra un luogo di cultura quale il museo e la saggezza del bere buon vino, accompagnato dalle performances di ottimi musicisti jazz ed istallazioni artistiche. Vino, musica jazz, arte, storia e una location unica nel suo genere, sono gli elementi che richiamano la formula del “simposium” romano di cui il museo custodisce un importante mosaico pavimentale. Il vino, ieri come oggi, al centro della società quale viatico di socializzazione e rapporti interpersonali, dagli antichi crateri ricolmi del nettare degli Dei ai calici delle migliori cantine in formula originale e coinvolgente. Si parte sabato 11 agosto dalle ore 9:00 – 13:00 / 15:00-19:00 sarà possibile visitare il museo archeologico Nazionale di Volcei. Alle 18:30 Recital “I miei momenti Di…Versi” a cura di Michele Ferruccio Tuozzo. Alle ore 20.30 concerto diAlessandra Nicita in “Canzoni di nascosto” e degustazione guidata delle cantine Campane “Terredora” e “La fortezza”/ cantine siciliane Al-Canterà e Funaro. Per finire esibizione alle ore 22:00 del gruppo Electric Ethno Jazz Trio featuring Paola Salurso. Domenica 12 agosto, invece, si terrà alle ore 18:00, l’inaugurazione del I° Concorso Internazionale Estivo “Capitombolando”.Alle ore 21:30, concerto di Tommaso Scannapieco Trio featuring Walter Ricci e degustazione guidata delle cantine Campane Tenuta  Macellaro e Feudi di San Gregorio /cantina Siciliana  Fina. L’altro grande appuntamento dell’estate a Buccino è la 40esima edizione della manifestazione Historiae Volceianae “Passeggiando Tra La Storia”. Dal 16 al 18 agosto, il centro storico di Buccino ospiterà l’importante rievocazione storica che ogni anno porta in luce i momenti più importanti della storia dell’antica Volcei. Da anni l’idea progettuale dell’evento è quella di far conoscere il valore del “Parco Archeologico Urbano dell’Antica Volcei” e del Museo Archeologico Nazionale, rinsaldare l’identità culturale del territorio volceiano attraverso un’attività di valorizzazione, non limitata alle eccellenze storiche, architettoniche ed archeologiche, ma estesa anche alle risorse “minori” diffuse sul territorio. Per l’occasione sono previste visite gratuite al museo archeologico e al Parco Archeologico urbano di Volcei, cortei storici, buon cibo, con la pasta fatta a mano, musica popolare e diversi laboratori. L’obiettivo è quello di diffondere l’evento in tutto il territorio, raccontando un passaggio della storia medievale della cittadina, governata in quel periodo turbinoso e affascinante, dalla famiglia D’Alemagna che aveva ricevuto Buccino da Carlo I d’Angiò. Le Historiae si dividono in quattro sezioni: Storia e Archeologia; Rivisitazione Storica; Gastronomica e ricreativa; Giovanile.

XXI edizione di Giffoni Teatro: Tandem e Arcoscenico al Giardino nel week end

Due appuntamenti ravvicinati con le compagnie stabili del territorio. Prosegue così la XXI edizione di Giffoni Teatro, l’evento organizzato dall’associazione omonima, presieduta da Mimma Cafaro.

Sabato 11 agosto tocca alla Compagnia Tandem in una commedia esilarante in due atti dal titolo “A volte ritornano” di Eduardo Barra per la regia di Ciro Rusticale.

La storia contemporanea si svolge in casa di una famiglia che ha recentemente subito una perdita:  è deceduta zia Cuncetta, sorella della madre della padrona di casa. Dopo i funerali si presenta un notaio per aprire il testamento redatto dalla defunta che prevede delle condizioni alle quali gli eredi dovranno attenersi inderogabilmente per ricevere l’eredità.

In scena un intreccio rocambolesco di “colorati personaggi” che animano la storia portandola verso un finale inaspettato: Maria Coppola, Giovanna Lambiase, Iole Musella, Lorenzo Citro, Andrea Mazzariello, Patrizia Pannullo, Antonia Bevilacqua, Mario Barone, Salvatore Rinaldi, Carmine Coppola, Lalla D’Elia, Patrizia Romano, Carmela Scarpitta, Giovanni Rosiello.

Il giorno seguente (il 12) sarà la volta della Compagnia Arcoscenico in “Nu surdato sbruffone” da Tito Maccio Plauto (regia e adattamento di Rodolfo Fornario).

Con questa commedia la compagnia salernitana si misura con una delle opere più conosciute ed emblematiche dell’autore latino “Il Miles Gloriousus”. La storia è quella di Pirgopolinice, soldato vanaglorioso e sbruffone, che viene glorificato e assecondato nelle sue follie e nelle sue convinzioni dal furbo e scaltro servo, che gira a proprio utile le farneticazioni del suo padrone. Dal titolo è chiaro che nella trasposizione è stata mantenuta l’ambientazione originale dell’epoca romana, ma l’azione è stata spostata a Napoli, traducendo e adattando il testo alla lingua partenopea.

In scena: Ciro Girardi, Antonello Cianciulli, Rodolfo Fornario, Antonella Quaranta, Margherita Rago, Patrizia Capacchione e Stefano Schiavone

“Cyrano de Bergerac”: la compagnia Controtempo theatre in scena il 18 Agosto presso l’Aperia della Reggia di Caserta.

La Compagnia Controtempo theatre , fondata e diretta da Venanzio Amoroso, Danilo Franti e Lilith Petillo, presenterà Cyrano de Bergerac con la regia di Roberto Andolfi, il 18 Agosto presso l’Aperia della Reggia di Caserta alle ore 21.

“Cyrano, prima di essere la tragedia della sincerità, è la tragedia della coerenza e innanzitutto, secondo me, la tragedia del tempo.

Guardando l’opera spesso ci chiediamo cosa sarebbe successo se lui avesse parlato in quel momento, ma l’opera di Rostand, come la vita, è implacabile, soprattutto, non torna mai indietro e così questo spettacolo scavalca decenni interi lasciandoci solo i punti salienti di un amore che non è mai esistito.

Registicamente, ho voluto raddoppiare questa unidirezionalità del tempo cercando di mettere sia l’attore che il personaggio di fronte ai bivi della vita.

Bivi sui quali Cyrano non  ha mai dubbi. Ogni volta che deve scegliere tra il bene e il male,tra l’essere se stessi o quello che gli altri si aspettano che egli sia, fra la propria felicità e quella del prossimo, sa sempre qual è la strada giusta anche se è la più faticosa ed ogni volta ha il coraggio di prenderla.

Ognuno di noi, guardando quest’opera, vorrebbe essere Cyrano proprio perché ognuno di noi, guardando indietro, vorrebbe aver avuto il coraggio di essere coerenti con se stesso, fino alla fine, di fare solo ciò che si ama e, soprattutto, di avere il coraggio di amare qualcuno più di se stesso.”

Premio Pascoli in Musica: Rita Zingariello e Gianluca Di Santo vincono il primo premio

Grande successo e grande proposta di qualita’ ieri sera alla prima edizione del premio musicale dedicato a Giovanni Pascoli all’interno del programma del Giardino della Poesia. La cantautrice pugliese Rita Zingariello e il cantautore di Como Gianluca Di Santo hanno vinto a pari merito ilprimo premio Pascoli in Musica nella splendida cornice di Villa Torlonia a San Mauro Pascoli, ieri sera, grazie ai voti della giuria coordinata da Giordano Sangiorgi del MEI e formata da Miro Gori, Presidente Sammauroindustria, Marcello Balestra della Fondazione Dalla, Fabio Bertozzi della Banda Amici della Musica di San Mauro Pascoli e Daniela Esposito, giornalista e ufficio stampa musicale. A Eugenio Finardi il Premio alla Carriera, a Filippo Nigro una menzione speciale.  Hanno premiato la Sindaca Luciana Garbuglia e il Presidente di Sammauroindustria Miro Gori insieme a Werther Colonna e Giordano Sangiorgi del MEI presentati da Enrico Deregibus, giornalista e conduttore della serata. Una prima edizione che ha piacevolmente stupito la Sindaca di San Mauro Pascoli Luciana Garbuglia che si  e’ complimentata coi sei finalisti  per l’inpegno profuso premiando Rita Zingariello e Gianluca Di Santo e colpita particolamente dal brano La Civetta, una poesia di Pascoli, realizzato dal cantautore palermitano VIncenzo Salamone e ha proposto di portare nell’archivio multimediale le canzoni su Pascoli ascoltate ieri sera, una cosa che sara’ realizzata certamente dal MEI, organizzatore della serata nella splendida cornice di Villa Torlonia all’interno della rassegna Il Giardino della Poesia. Saranno così presenti in un unico file presto disponibile a tutti anche le canzoni di Filippo Nigro, ospite della serata, e degli altri concorrenti Elisa Genghini, Giacomo Scudellari e Forse Giorgio. Grande entusiasmo di Sammauroindustria sponsor della serata che ha pronosticato, grazie anche alla magica presenza di E ugenio Finardi, premio alla carriera per avere scritto pagine di poesia pura da antologia per almeno tre generazioni, un proseguimento vista questa prima felice esperienza che ha visto fare il sold out di tutti i posti in platea che ha dimostrato di apprezzare con grandi applausi la proposta musicale realizzata dal MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti.

Ad Eboli l’ottava edizione del Disorder Festival fino all’11 agosto

Dall’8 all’11 di agosto nel suggestivo scenario dell’Arena Sant’Antonio di Eboli torna il Disorder Festival, progetto dedicato alle culture indipendenti giunto all’ottava edizione. L’ottava edizione del progetto è il frutto del duro impegno e lavoro dell’Associazione Macrostudio, che ogni anno propone una rassegna di discipline artistiche e culturali sempre più originale, sperimentale ed underground in un inusuale quanto fantastico scenario di armonia culturale e sociale, fatto di  band, dj, scrittori, etichette indipendenti, videoproiezioni e piccole case editrici.  Tutto avverrà e si svilupperà tenendo conto del “Tempo”, il tema e il filo conduttore di questa ottava edizione. Il Disorder Festival 2018 vede il patrocinio della Provincia di Salerno, del comune di Eboli ed il sostegno della Fondazione Ca.Ri.Sal. Tra le novità di questa edizione anche il patrocinio del Giffoni Experience. Il festival del cinema internazionale per ragazzi si è reso difatti selezionatore dei cortometraggi e dei videotape che verranno proiettati nel corso delle quattro serate. Partner ufficiali del festival che da mercoledì 8 a sabato 11 agosto si terrà al centro storico di Eboli sono: Birra FORST, il Gruppo Giordano, il Bar Sport 2.0, Amazzonia Eventi Floreali, il progetto editoriale Le Scarabocchie, Sigma e Centro Ottica Lenza.

Tantissime le piccole e grandi realtà, dell’intera Piana del Sele ma non solo, che sostengono il progetto, come: Piccola Ospitalità, AD Creation, Hotel Capital, Hoba, La Fine, Bar Fortuna, Living Room, LOJO, Exposara, Il Panigaccio, Ristorante Porta Dogna e Cantina segreta. Partner culturali, invece, sono Legambiente, Dissonanze Records e Nadir. Anche quest’anno ci sarà l’immancabile salotto editoriale che intratterrà il pubblico di Disorder nella parte iniziale delle quattro sere con lo scrittore Massimo Zamboni, ex CCCP, ed Andrea Pomella, tra i dodici candidati al Premio Strega 2018, e anche i due illustratori Davide Lucchesi ed Emanuele Rosso. Una line up curata nei minimi dettagli che segue la logica dell’innovazione, della sperimentazione e della ricerca, con particolare predilezione per l’originalità, l’emergenza e le meraviglie nascoste offerte dal sottobosco musicale dello scenario italiano ed europeo. Si inizierà mercoledì 8 agosto con le esibizioni di Francesco Deleo, Erio e Weird Bloom e a seguire i set di Tweeedo, Gima e Luther Blessed. Giovedì 9 agosto, invece, toccherà ai Julie’s Haircut, ad Arto e Larix con i set di Sun Yufka, Marabou, Ant Aka a – Tweed dj set. Venerdì 10 agosto, la notte di San Lorenzo, saliranno sul palco dell’Arena Sant’Antonio i New Candys, i C+C=Maxigross & Miles Cooper Seaton e Indianizer. Poi toccherà a Zyklus, Elektrowave Duo e infine a Spazio Palazzo. Chiuderanno il festival sabato 11 agosto le esibizioni degli Uzeda, Father Murphy e Asino con gli ultimi set di Khompa, Santi e Disorder Sound System. Dal 9 al 12 agosto, invece, presso il Bar Fortuna di piazza XXV Aprile di Eboli dalle 12 alle 15 ci sarà Transmission con i dj set di Architectune, The mechanical man, Laga Khan, Dani Esse, Unrulygirls, Levacanze e infine Kokkovit. Un contributo minimo di cinque euro – politica dell’Up To You- consentirà ai visitatori di Disorder di assistere e partecipare al progetto.

 

Fiocco blu nella redazione di Teleangriuno: é nato Salvatore

 

 

Martedi 7 agosto è nato Salvatore, figlio di Simona Stucchio e Antonio Mauro, titolari ed editori della Tv regionale campana Teleangriuno (TAone). Al neo arrivato un bryoso benvenuto da parte della redazione di Teleangri e di www.360gradiwebtv.it con l’augurio di uno splendido futuro e ai due neo genitori le migliori congratulazioni. Brigitte Esposito, Gerardo Roberto Tartaglia e Angelandrea Falcone.

Alla scoperta della Costa D’Amalfi con il V° Raduno di Auto e Moto d’Epoca

di Brigitte Esposito

Anche quest’anno la Costiera Amalfitana è stata teatro a cielo aperto di un magnifico e spettacolare Raduno di Auto e Moto d’Epoca promosso e organizzato dal “Club I Mitici Delle 500” – II^ Memorial in ricordo della socia Carmela Casale.  Passione, entusiasmo e ottima sinergia organizzativa hanno decretato il successo partecipativo catturando l’interesse di centinaia di appassionati di motori, visitatori e curiosi. L’evento, ideato e coordinato dal presidente del Club Angelo Arpaia e dalla presidente dell’Associazione Mediterranea Carolina Di Martino, è stato concepito come un viaggio itinerante, regalando ai partecipanti l’occasione non solo di osservare da vicino veri e propri gioielli a quattro e a due ruote, ma anche di visitare luoghi custodi di culture e ricchezze, degustandone scorci unici al mondo. L’armonia dei colori, la finitura degli accessori, l’eleganza delle tappezzerie, l’originalità e la storicità sono stati gli elementi essenziali che hanno permesso ai veicoli, in sosta nel piazzale della Casa del Gusto, di pavoneggiarsi dinanzi agli obiettivi delle telecamere. Dopo l’iscrizione dei partecipanti, la degustazione dei cornetti e del gustoso Caffè Granato, al via lo start. Il serpentone, con il prezioso supporto del Comando dei Vigili, è passato in parata per il centro di Tramonti attraversando le tredici frazioni da Polvica a Pucara andando alla scoperta di Novella, Gete, Ponte, Campinola, Corsano, Cesarano, Capitignano, Figline, Paterno Sant’Arcangelo, Paterno Sant’Elia fino a Pietre quest’ultima ideale per una prima sosta presso il Panificio di Armando Imperato dove da generazioni regna l’arte del pane. Suggestivo il passaggio per Ravello, una delle gemme della Divina Costiera decretata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO per i valori paesaggistici, artistici, culturali ed architettonici. Incastonate lungo l’itinerario ricco di paesaggi mozzafiato e a picco sul mare Castiglione, Maiori e Minori. Non è mancato il tour per il Valico di Chiunzi prima di una seconda sosta, ricca di spunti gastronomici notevoli, presso l’Azienda Agricola di Antonia Rastelli. Qui i partecipanti hanno festeggiato l’evento in grande stile con canti, balli e degustazione di specialità artigianali come formaggi e mozzarella prodotti con il latte delle vacche presenti nella stalla dell’Agriturismo. Ottimi i salumi della Macelleria da Gianni, le prelibatezze della Terra di Sapori, la frutta Di Gaetano Imperato, il grande supporto dell’azienda internazionale di macchine per movimento terra Tortora Macchine s.r.l e di Del Sorbo s.r.l. Al termine della kermesse è stata consegnata una targa al presidente del raduno Angelo Arpaia, che festeggiando anche il suo compleanno ha così commentato: “E’ stata una giornata bellissima grazie al mix straordinario di storia, cultura ed emozioni. Voglio ringraziare tutti per la presenza, per il supporto e per essere stati parte di una cartolina che resterà sicuramente nei ricordi più piacevoli“.

Il Salotto di Bry è ideato e condotto da Brigitte Esposito, regia di G. Roberto Tartaglia, riprese e fotografia Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con Teleangri Uno canale 639 visibile in tutta la Campania.

IL VIDEO

 

PHOTOGALLERY

 

 

 

Successo, medaglie e borse di studio per la Scuola di Danza Arabesque di Tramonti

Successo di pubblico e critica per i due Gran Galà della Scuola di danza Arabesque, uno presso il Teatro di Mercato San Severino e l’altro nella splendida piazza di Tramonti, sotto la direzione artistica di Elisa Bove insieme ai maestri, ballerini e coreografi di fama internazionale Frank Polvere e Nicola Assalto.  Originali, energiche, classiche e ricche di spunti sociali le coreografie eseguite, magistralmente, dagli allievi che si sono esibiti con leggiadria ricevendo lunghi applausi. Le serate, presentate elegantemente dalla giornalista e conduttrice tv Brigitte Esposito, sono state allietate dalla presenza del fiduciario CONI dott. Generoso Falciano che ha consegnato alle allieve una medaglia del comitato sportivo regionale Campania; dal dj voice della Costa D’Amalfi Rosario Sepe e da un pubblico entusiasta che ha partecipato con brio e gioia. Da sottolineare, in modo particolare, le borse di studio in danza assegnate dal maestro di hip hop e coreografo Mediaset Frank Polvere alle allieve del quinto corso Annamaria Amatruda, Giulia Imperato, Miriam Giordano, Katiuscia Savino, Criscuolo Camilla, Miriam Di Mauro e Ruben Citarella con la successiva partecipazione al Premio Internazionale di Danza Classica Maria Antonietta Berlusconi per i Giovani. Arabesque è una scuola da cui si evince la professionalità nel portare avanti una grande passione, che è la danza, con l’impegno di sempre ed ottenendo, ottimi risultati e numerosi riconoscimenti. “Orgogliosa del mio lavoro – ha dichiarato Elisa Bovee del rispetto che nutro verso ogni singolo allievo/a. Felice di aver fornito loro le basi essenziali per spiccare il volo nel mondo dello spettacolo e di continuare attraverso tecnica e studio a farli appassionare al mondo coreutico. Ringrazio tutti i genitori che nutrono da anni una profonda stima e rispetto nei miei confronti permettendomi di lavorare serenamente con i loro figli.”

Okdoriafest 2018 chiude con un’edizione da record: il bilancio degli organizzatori

La settima edizione dell’Okdoriafest ha spopolato non solo a San Marzano sul Sarno, ma a livello nazionale e sui social.  A decretare il successo, infatti, il boom di visitatori che ha raggiunto la soglia delle centomila presenze costituita da persone di tutte le età, dalle famiglie con bambini e ragazzi, ai gruppi di amici fino ai meno giovani che si sono lasciati contagiare dal ritmo incessante prodotto nel Parco Urbano. Ma anche un’edizione condivisa a colpi di like sui social, tanto da intasarli. “Questa edizione ha davvero colpito nel segno – hanno dichiarato gli organizzatori Mimmo Esposito, Marco De Simone, Pietropaolo CoppolaUn consuntivo davvero da record e noi siamo davvero increduli e soddisfatti. Proprio per questo ringraziamo tutti coloro che hanno creduto ancora una volta nel nostro sogno e reso possibile e concreto l’evento. Un grazie al Sindaco Cosimo Annunziata e a tutta l’Amministrazione Comunale, a tutto il nostro meraviglioso staff che ha lavorato ininterrottamente, ai giovani volontari, agli standisti, agli sponsor, ai media and communication partners, Nelle sei giornate, inoltre, non si sono registrati episodi tali da richiedere l’intervento degli uomini della sicurezza o delle forze dell’ordine. Questo è motivo di orgoglio per noi e vogliamo complimentarci in primis con il pubblico corretto e poi con chi ha ci ha affiancato nelle diverse fasi. Un grazie particolare al comandante della Polizia Locale Gennaro Perulli e agli agenti da lui coordinati per la dedizione, la professionalità e la partecipazione attiva dimostrata nello svolgimento delle sei giornate. L’incolumità e la sicurezza generale da loro garantita, l’approfondimento di tutti gli aspetti possibili sia nella fase preparatoria sia in quella attuativa e la sinergia con tutte le altre forze dell’Ordine hanno dato prova di elevate capacità umane e professionali in grado di garantire il regolare svolgimento della kermesse nazionale caratterizzata dalla presenza di un numeroso pubblico cittadino e forestiero nonché il funzionamento della città. Grazie dunque di cuore al Comando dei Carabinieri, alla Protezione Civilealla Pubblica Assistenza, alla Security coordinata da Giovanni Rendina, alla Croce Rossa Italiana e ai volontari. Vi diamo appuntamento alla prossima edizione.”