Luigi Tramontano è il nuovo Executive Chef dell’Hotel Le Agavi di Positano

Lo stellato Luigi Tramontano approda all’Hotel Le Agavi di Positano in qualità di Executive Chef dei ristoranti La Serra e Remmese. Figlio d’arte, fu guidato dal papà Antonio ad esperienze formative di rilievo come l’Etoile Accademy. Originario della Campania, ha saputo ampliare la passione verso la cucina tipica regionale con nuovi spunti derivati dalle esperienze gastronomiche.

Ha collaborato presso alcuni dei più apprezzati alberghi e ristoranti italiani, tra cui il De Russie di Roma ed il Grand Hotel Quisisana di Capri. L’esperienza al Don Alfonso 1890, ristorante 2 stelle Michelin di Sant’Agata sui due Golfi, ha contribuito ad allargare i suoi orizzonti, puntando verso la diffusione della cucina mediterranea nel mondo.

Grazie al suo tocco di Re Mida sia Il Flauto di Pan di Villa Cimbrone a Ravello che la Terrazza Bosquet del Grand Hotel Excelsior Vittoria di Sorrento, dove ha lavorato come Executive Chef, hanno ottenuto la stella Michelin. Una nuova sfida lo aspetta dalla prossima primavera nell’albergo Le Agavi che dall’alto domina l’intera baia di Positano, nel cuore della costiera, tra il verde della vegetazione e l’azzurro del mare.

Una scelta che si inserisce nell’impegno alla continua ricerca dell’eccellenza nell’ospitalità che caratterizza l’albergo 5 stelle Le Agavi sin dalla nascita nel 1982, sorto da una intelligente intuizione dell’avvocato e imprenditore Aldo Capilongo. La famiglia Capilongo ringrazia lo Chef Catello Vitaglione per la lunga e professionale collaborazione svolta in questi anni nelle sue cucine.

Luigi Cippitelli presenta le sue pizze d’autore a S. Giuseppe Vesuviano

Il 16 febbraio 2017 alle ore 20,30 presso la Pizzeria Luigi Cippitelli si terrà un evento di degustazione di Pizze d’autore con Luigi Cippitelli e i produttori del Cilento.  Il pizzaiolo vesuviano, dopo aver visitato piccole realtà agroalimentari del Cilento, ha ideato (insieme alla moglie Imma) un evento degustazione di pizze con prodotti del Cilento.  Amo le biodiversità territoriali ed è per questo –afferma Cippitelliche ho deciso di scoprire altri prodotti a km 0>> Infatti, nella pizzeria di San Giuseppe Vesuviano vengono, da anni, utilizzati prodotti dell’Agro Vesuviano e della Puglia, terra d’origine della famiglia Cippitelli. Ora tocca al Cilento! Tra le nuove pizze ad essere presentate ci saranno la Margherita con pomodori di mandia (ERMMA’), mozzarella nella mortella (Azienda Chirico) e olio evo Marsicani e la Marinara del Cilento con pomodori di Mandia (dell’Azienda ERMMA’), tonno alletterato Aura-Cilento, alici di Menaica di Donatella Marino, olive salella ammaccate a mano e origano di montagna.

UnoChefNelSalottoDiBry – Baccalà gratinato sul mare d’inverno di Terra di Sapori

Quest’oggi Uno Chef Nel Salotto di Bry dovendo pensare ad un secondo piatto a base di pesce, ha fatto ricadere la scelta sul baccalà, una materia prima assolutamente saporita ma anche economica. Ecco che con un solo ingrediente, i ceci di finucchito scelti tra le proposte dal catalogo prodotti dell’orto di Terra di Sapori (www.terradisapori.it), lo Chef Giuseppe Francese della Cucina Antichi Sapori di Tramonti suggerisce una ricetta semplice, leggera e veloce da preparare in pochi minuti: Baccalà gratinato su un vellutato mare d’inverno. Scopriamo la preparazione nel video.

Uno Chef nel Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito regia di G. Roberto Tartaglia, riprese e fotografia Angelandrea Falcone, produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con Teleangri Uno canale 639 visibile in tutta la Campania. Si ringrazia Carolina Di Martino per l’allestimento.

UnoChefNelSalottoDiBry: Eliconi Terra di Sapori, un primo fresco e sorprendente

In Uno Chef Nel Salotto di Bry è difficile non scegliere di dedicare uno spazio agli Eliconi di Terra di Sapori (www.terradisapori.it) prodotti dai Maestri Pastai che ripropongono gli antichi sapori della tradizione pastaia napoletana utilizzando la migliore qualità di grano duro e trafile in bronzo. In questa puntata lo Chef Giuseppe Francese della Cucina Antichi Sapori di Tramonti ci confida una ricetta per un primo dai sapori freschi e davvero sorprendenti. Ecco gli step per ottenere un primo piatto dagli equilibri perfetti.

Uno Chef nel Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia di G. Roberto Tartaglia, riprese e fotografia Angelandrea Falcone, produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con Teleangri Uno canale 639 visibile in tutta la Campania. Si ringrazia Carolina Di Martino per l’allestimento.

L’oro di Napoli di Loredana Simioli e Peppe Iodice, quando la musica incontra la pizza

Nuova tappa per Very  Neapolitan Songs, la compilation  di canzoni napoletane con la direzione artistica di Gianni Simioli che, questa volta, ha fatto incontrare musica made in Naples  con un’arte tutta napoletana, quella della pizza. La compilation ha fatto  tappa nella Pizzeria “Antica Napoli “dei Fratelli Zombino e più precisamente nella nuova struttura inaugurata a Casoria. La compilation ha infatti come prerogativa quella di non essere acquistabile, ma viene regalata dagli stessi sponsor che hanno permesso la realizzazione e i Fratelli Zombino sono stati un asse portante per la concretizzazione di questo progetto e proprio per l’inaugurazione della nuova sede, hanno voluto una serata tutta made in Naples, con la colonna sonora composta dai brani della compilation come  quelli di  Andrea Sannino, Sangue Mostro, TheRivati, Francesco Di bella, Loredana Simioli e tanti altri. Per l’occasione, proprio Loredana Simioli insieme a  Peppe Iodice hanno dato vita ad un particolarissimo remake live della celebre scena L’oro di Napoli in cui Sofia Loren preparava ottime pizze fritte accanto ad un marito gelosissimo. Loredana Simioli in versione Mariarca-Loren insieme alla comicità dirompente di Peppe Iodice ha catapultato gli avventori nel film di De Sica, che sono stati deliziati dalle ottime pizze fritte fatte proprio dalle mani dei due attori. La scenografia, curata nei dettagli da Vincenzo D’Aniello ha reso tutto perfettamente realistico.  – “Il vero oro di Napoli- afferma Gianni Simioli, direttore artistico della compilation- sono le eccellenze del nostro territorio e l’arte di fare una buona pizza è una di queste e bisogna sempre supportarle, così come i Fratelli Zombino hanno supportato la realizzazione della compilation Very Neapolitan Songs”.

Nasce il Primo Festival Italiano della Cinegustologia dedicato a Ettore Scola

Il 5 Gennaio 2017 parte a Trevico (la città natale di Ettore Scola) il primo Festival italiano della Cinegustologia, un nuovo modo di fruire il cinema attraverso le analisi del gusto ideato da Marco Lombardi, docente di Cinema ed Enogastronomia in alcune delle principali Università italiane, dallo IULM di Milano alla Sapienza di Roma, dall’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.

Conferenze, degustazioni, laboratori, proiezioni, spettacoli e visite guidate saranno gli ‘ingredienti’ delle quattro giornate del Festival (5-8 Gennaio 2017) che coinvolge l’alta Irpinia (anche Vallesaccarda, la città Ecogastronomica e Zungoli, che fa parte del circuito dei borghi più belli d’Italia) e parta da Trevico, il centro abitato più alto del Mezzogiorno peninsulare. Un borgo medievale dell’alta Irpinia, incastonato tra Campania e Puglia a 1094 metri di altezza, che ha dato i natali (il 10 Maggio del 1931) ad Ettore Scola, che ha celebrato il suo legame con la città nel film “Trevico – Torino – Viaggio nel Fiat-Nam”, divenuto un simbolo negli anni 70’ delle narrazioni cinematografiche dell’emigrazione dei giovani meridionali verso le grandi fabbriche del Nord.

Oggi ad oltre 40 anni da quella pellicola del 1973, una delle grandi testimonianze dell’impegno civile del cinema di Scola, e ad un anno esatto dalla morte del regista irpino (il 19 Gennaio 2016) la sua città natale lo celebra dedicando interamente alle sue opere il primo Festival italiano della Cinegustologia, con un fitto programma di eventi cinegustologici che, grazie, grazie alla collaborazione con i Comuni di Vallesaccarda e di Zungoli, saranno una straordinaria vetrina delle eccellenze enogastronomiche e paesaggistiche dell’intero territorio irpino della Baronia, ma saranno anche e soprattutto un modo per offrire ai più giovani  e non solo la possibilità di vedere alcuni grandi capolavori della storia del cinema italiano. Una storia che Ettore Scola ha attraversato per oltre quarant’anni (è datato 1964 il suo esordio alla regia), dirigendo alcuni dei più grandi attori del cinema italiano come Vittorio Gassman, Sophia Loren, Nino Manfredi, Marcello Mastroianni, Giovanna Ralli, Alberto Sordi e Massimo Troisi, ma anche grandi attori internazionali come Gerard Depardieu e Jack Lemmon.

Un Pasticciere nel Salotto di Bry. L’Odissea presenta le specialità Natalizie

In questa puntata di Un Pasticciere nel Salotto di Bry, condotto da Brigitte Esposito, è ospite Francesco Bove il titolare della Odissea, azienda che dal 1997 a Pagani è specializzata nella produzione di dolci artigianali e prodotti tipici da forno con lievitazione naturale. Tozzetti, astoncini, fette biscottate ai 14 cereali e ai frutti rossi, frollini, cornetti, bon bon, panettoni, colombe, sbriciolate e tante altre gustose delizie per le festività con le migliori materie prime del territorio e con grande passione. Odissea unisce tradizione e innovazione, i prodotti sono infatti realizzati con cura nella loro estetica ed hanno una connotazione artigianale anche se realizzati con tecnologie innovative. In questa puntata viene presentato il Panettone, preparato nel rispetto della tradizione con l’impiego di materie prime accuratamente selezionate e solo con lievito madre naturale. Dall’impasto soffice e profumato decorato con la caratteristica glassatura di mandorle intere a quello ricco di morbida uvetta e frutta candita, da quello farcito con crema al limone, crema pasticcera, crema al cioccolato fino ai super panettoni speciali….una vera e propria Odissea di gusto, dolcezza, sofficità, morbidezza e fragranza. L’unica vera missione dell’azienda è la qualità del prodotto.

Un Pasticciere nel Salotto di Bry regia di G. Roberto Tartaglia, riprese e fotografia Angelandrea Falcone, produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con Teleangri Uno canale 639 visibile in tutta la Campania. Si ringrazia Carolina Di Martino per l’allestimento.

L’Altra cucina… per un pranzo d’amore, pranzo di Natale in cinque carceri italiane

“L’altra cucina… per un pranzo d’amore” è un’iniziativa promossa da Prison Fellowship Italia Onlus, Rinnovamento nello Spirito Santo e Fondazione Alleanza del RnS Onlus per offrire a circa 1500 persone – tra detenuti, detenute, familiari e volontari – un pranzo natalizio preparato da Chef “stellati” e servito da testimonial del mondodello spettacolo, della musica, del teatro, della televisione. Dopo il felice esito delle due esperienze realizzate il 24 dicembre 2014 nel carcere di Rebibbia e il 23 dicembre 2015 a Rebibbia (Roma), Casal del Marmo (Roma), Opera (Milano), Sant’Anna (Modena), Pagliarelli (Palermo), quest’anno l’evento avrà luogo il 22 dicembre ancora a Rebibbia, Opera, Sant’Anna, Pagliarelli e, per la prima volta, a Salerno.

Sarà la dott.ssa Cristina Bowerman, Chef stellato del Ristorante “Glass Hostaria” e di “Romeo chef&baker” Roma, a cucinare per 320 detenute della Casa circondariale femminile di Rebibbia;

Tommaso Arrigoni, Chef del Ristorante “Innocenti Evasioni” a Milano e Chef Resident nel programma “Detto Fatto” in onda su Rai Due, cucinerà per 60 detenuti e per 60 familiari nella Casa di reclusione Opera di Milano; 

presso la Casa circondariale Sant’Anna di Modena si riconferma lo Chef Carmine Giovinazzo, finalista diMasterChef e Chef al Doc Taverna Gourmet a Piove di Sacco (PD), per 420 detenute e detenuti;

per l’esordio alla Casa circondariale di Salerno, sarà lo Chef stellato Lorenzo Cuomo, del Ristorante “Re Maurì” aSalerno, a cucinare per 90 detenuti;

a Palermo, nella Casa circondariale Pagliarelli, 320 detenuti gusteranno i piatti preparati dallo Chef stellato Pietro D’Agostino del Ristorante “La Capinera” a Taormina. 

Si terrà il 20 dicembre 2016, alle ore 11.30 a Roma presso il The Church Palace. Interverranno: Cristina Bowerman, Chef del Ristorante “Glass Hostaria”, Amedeo Minghi, Cantautore, Salvatore Martinez, Presidente nazionale Rinnovamento nello Spirito Santo e della Fondazione Alleanza del RnS Onlus, Marcella Reni, Presidente Prison Fellowship Italia, modera Francesca Fialdini. 

Festival a Napoli, continua con successo la Festa Farina & Folk

Una maratona di appuntamenti incentrati sulla corretta alimentazione, la dieta mediterranea e su iniziative volte ad esaltare il folklore e la cultura della città di Napoli e di tutto il mediterraneo: questa è  Festa, Farina e Folk, la manifestazione promossa dal Comune di Napoli che dal 10 dicembre fino a domenica 18  dicembre sta animando le strade e i luoghi d’arte della città di Napoli con una serie di eventi gratuiti  come laboratori, seminari, degustazioni, spettacoli e concertiche hanno come carattere comune il folklore e la cucina mediterranea, in particolare quella partenopea. Tanti i dibattiti, percorsi gastronomici e laboratori anche per i più piccoli. Dopo il successo degli appuntamenti di apertura come BELLA CIAO, il più grande spettacolo del folk revival italiano riallestito cinquanta anni dopo con un cast formidabile e il grande concerto in piazza Dante presentato da Gianni Simioli che ha visto esibirsi ospiti come Capitan Capitone e i Fratelli della costa ,Marcello Colasurdo, Dzambo Agusevi Orkestar , Carlo Faiello Fanfara Station  special guest GIANCARLO GIANNINI  in“Omaggio a Napoli” accompagnato da Marco Zurzolo Quartet &Susy Mennella. Gli appuntamenti continuano mercoledì 13 dicembre alla Domus Ars con “La dieta Mediterranea raccontata attraverso i quattro elementi” un dibattito a cui seguirà il concerto di Ciccio Merolla “Terra” che, con i suoi tamburi, le sue atmosfere mediterranee, il suo ritmo, rappresenta proprio il contatto più ancestrale dell’uomo con la madre Terra. Giovedì 15 dicembrealle 21 nella Basilica di San Giovanni Maggiore a Pignatelli si terrà  il suggestivo concerto/reading di Erri De Luca accompagnato dal Canzoniere Grecanico Salentino ( ingresso gratuito fino ad esaurimento posti).Dopo il grande successo di “Solo Andata”, che è valso il premio Arte e Diritti Umani 2014 di Amnesty International e la segnalazione del  The Guardian che inserisce il brano nella playlist delle migliori canzoni folk/world, Il  Grecanico Salentino  ed Erri De Luca  tornano a collaborare in teatro con uno spettacolo originale in cui tradizione e mito, storie vecchie e nuove convergono in un unico racconto, radicato ai luoghi e agli eventi del presente, scandito dal ritmo del connubio tra la musica e la danza del Canzoniere, e l’inconfondibile parola dello scrittore e giornalista partenopeo.

Per le strade del centro storico di Napoli (Domus Ars a Santa Chiara), Chiaiano e Colli Aminei ci saranno tanti stand e punti di incontro per parlare di corretta alimentazione ed educare i giovani a rifiutare il junk food , scegliendo i prodotti a km zero e quelli genuini e di provenienza geograficamente controllata. Il progetto si chiuderà domenica 18 con l’evento Pineta in festa ai Colli Aminei, con il concerto di Jovine & Friends

Uno Chef nel Salotto di Bry – Terra di Sapori, la qualità diventa gusto in un click

La Campania vanta un grande patrimonio enogastronomico, una combinazione di prodotti tipici che fanno rivivere non solo l’esperienza di un’antica ma sempre attuale tradizione culinaria, ma anche i sapori di prestigiose terre come la Costa d’Amalfi e del Cilento. Prodotti che, preparati con cura e passione, possono essere degustati seguendo le ricette tramandate di generazione in generazione. In questa puntata Uno Chef nel Salotto di Bry, condotto da Brigitte Esposito, ospita l’azienda www.terradisapori.it, uno dei principali e-commerce food nazionali dedicato alla vendita di prodotti tipici campani, prodotti d’eccellenza scelti per la loro genuinità e fedeltà alla tradizione. In Salotto Giovanni De Rosa, responsabile della comunicazione e in cucina lo Chef Giuseppe Francese della “Cucina Antichi Sapori” di Tramonti. La mission dell’azienda Terra di Sapori è di far giungere sulle tavole dei clienti i migliori prodotti, attraverso un sapiente mix di tradizione e modernità. Il portale offre, infatti, una grande varietà di pasta, latticini e formaggi, prodotti salati, salumi e insaccati, confetture e marmellate, salse, sughi e creme, dolci e biscotti, sapori del mare, prodotti dell’orto, olio e aceto, miele, prodotti bio, vini e liquori con cui è davvero un piacere imbandire la tavola. Sapori intensi, profumi e colori inconfondibili, prelibatezze di altissima qualità apprezzati da Chef stellati e autorevoli Gourmet. Un’idea, un progetto, una squadra composta da orticultori, allevatori, viticultori, apicultori e produttori salernitani che condividono gli stessi obiettivi e valori ovvero valorizzare il territorio sostenendo l’agricoltura locale. Innovative, inoltre, sono le confezioni che propone l’azienda: confezioni già pronte o da personalizzare con una vasta scelta di deliziose bontà all’insegna del gusto campano, prodotti che vengono accuratamente posizionati nelle scatole o nei cesti. L’obiettivo di Terra di Sapori è di offrire alle massaie un’idea di menu, consentire di cucinare i prodotti con le ricette proposte dagli chef secondo la migliore tradizione e nel rispetto della tipicità della cucina territoriale campana. Tutto questo attraverso un semplice click. In questa puntata lo Chef Francese propone il seguente menu con prodotti contenuti nella confezione:

AntipastoCaponatina ai cinque Sapori

Primo piatto – Spaghettone Terra e Sapori

Secondo piatto – Filetto di Maiale al cipollotto Agro Nocerino.

Uno Chef nel Salotto di Bry regia di G. Roberto Tartaglia, riprese e fotografia Angelandrea Falcone, produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con Teleangri Uno canale 639 visibile in tutta la Campania. 

Si ringrazia Carolina Di Martino per l’elegante allestimento dei prodotti.

Dall’8 all’11 dicembre al via la terza edizione de “alla Corte del Gusto”

Dopo il successo della kermesse “Il Gusto del Teatro”, ospitata presso il Teatro Comunale di Scisciano, che ha visto avvicendarsi sul palco gli spettacoli “Il colore del vino” e “’O Canisto”, continua il lungo programma de “alla Corte del Gusto”, con quattro giorni di appuntamenti al Castello-Palazzo Ducale di Marigliano, sede dell’Ordine delle Figlie della Carità di San Vincenzo de’ Paoli. L’evento, organizzato dal Comune di Marigliano e co-finanziato dalla Regione Campania – Assessorato alla Sviluppo e Promozione del Turismo, nell’ambito del POC Campania 2014-2020, comincerà l’8 dicembre con l’apertura dei “Mercatini delle eccellenze”, che resteranno aperti per tutta la durata dell’evento, laboratori per bambini, una degustazione guidata per adulti dedicata alla patata nostrana e visite guidate ai giardini del Castello-Palazzo Ducale. La giornata culminerà con il Concerto Donna-Madonna, in programma alle ore 20,00. Si riprende venerdì 9, nel pomeriggio, con il laboratorio di degustazione guidata “Noci e nocciole e con l’esibizione della Scuola di Tarantella Montemarnese, in contemporanea della quale sarà possibile degustare la tradizionale “pizza a portafoglio” accompagnata dall’ottimo aglianico irpino. Degustazione che si ripeterà il giorno dopo, sabato 10 dicembre, durante il concerto di Fede ‘n’ Marlen e Tommaso Primo, con la partecipazione anche di Godot, accompagnata stavolta dalla birra artigianale, cui sarà dedicato anche uno speciale laboratorio di degustazione. L’ultimo giorno de “alla Corte del Gusto” vedrà avvicendarsi ancora laboratori per bambini, dimostrazioni di lavorazione di prodotti tipici, workshop tematici dedicati all’olio e al pomodoro, visite guidate e tate sorprese, culminando con la serata di consegna del Premio Terre di Campania, assegnato a personalità di eccellenza della nostra regione distintesi in vari campi, dallo sport, all’imprenditoria, alla cultura. Pe tutta la durata de “alla Corte del Gusto” sarà possibile visitare, inoltre, la mostra “Tradizioni in movimento: il Carro Dorato” dedicata al giglio di grano, la forma di devozione popolare tradizionale di Flumeri (VA): rito propiziatorio, arte e cultura. Per quattro giorni, dunque, l’intera Campania sarà in mostra a Marigliano nell’ambito di un evento ricco e diversificato, adatto a tutta la famiglia, che aprirà le porte della conoscenza del buono e del bello della nostra regione. “alla Corte del Gusto” proseguirà la sua lunga cavalcata con il programma di eventi “Il Gusto del Natale, teatro e musica” che si terranno dal 18 dicembre al 6 gennaio 2017, culminando il 22 dicembre con concerto di James Senese Napoli Centrale.

Cetara, inizia la festa per la colatura di alici

Inizia un weekend di intense attività a Cetara per la “Festa della colatura di alici”, il tradizionale evento che coincide con la spillatura del liquido ambrato agli inizi di dicembre. In occasione dell’evento verrà presentato un nuovo personaggio a fumetti, ispirato dalla colatura di alici di Cetara. Dalla matita di Vincenzo Lauria nasce Alì Cola, il protagonista del fumetto che presto diventerà un cortometraggio. La manifestazione inizia venerdì 2 dicembre alle ore 17,30 nella sala “M. Benincasa”, con una tavola rotonda  su “Prodotti tradizionali ed esigenze di tutela: la colatura di alici”. Dopo i saluti del sindaco, Fortunato Della Monica, del presidente della pro loco Cetara-Costa d’Amalfi Antonio De Santis, del presidente dell’Associazione amici delle alici Pietro Pesce e della presidentessa dell’Associazione per la valorizzazione della colatura di alici di Cetara, Lucia Di Mauro, seguiranno gli interventi di Secondo Squizzato, presidente del comitato tecnico-scientifico dell’Associazione per la valorizzazione della colatura di alici di Cetara; Gilles Pappalardo, armatore; Mario Grimaldi, ideatore del progetto FarmaGourmet; Vincenzo Peretti dell’Università Federico II di Napoli; Antonio Limone, commissario Istituto Zooprofilattico; Franco Alfieri, consigliere delegato all’Agricoltura e Pesca della Regione Campania; Peppe Guida, chef dell’osteria Nonna Rosa. I lavori saranno coordinati dal giornalista Luciano Pignataro. A seguire la spillatura del tradizionale terzigno per la colatura nuova e la degustazione a tema, a cura dei ristoranti La Cianciola, San Pietro e Al Convento.

Sabato 3 dicembre alle 13 si terrà il tradizionale Premio Gastronomico ‘Ezio Falcone’, curato dall’assessore alla cultura e turismo Angela Speranza. La gara, che vede cimentarsi ai fornelli giornalisti, foodblogger e cultori della cucina tradizionale, si svolgerà all’Hotel Cetus ed è presentata da Raffaella Gambardella. In giuria il sindaco Fortunato Delle Monica; Barbara Guerra, redattrice della Guida dei Ristoranti del Touring Club; Albert  Sapere, food and wine critic; Emiliano Amato,  direttore de Il Vescovado; Luigi D’Alise, direttore dell’agenzia di stampa Agopress; Marco Contursi, giornalista; Sergio Sbarra, l’Avvocato Gourmet; Secondo Squizzato. La manifestazione è aperta a tutti coloro che sono curiosi di assistere in real time alla gara e degustare i prodotti del territorio.  Numerosissimi gli sponsor che hanno voluto sostenere la competizione: i produttori ittici Delfino, Nettuno e Iasa; l’azienda Pasta Antonio Amato con cui saranno cucinati i piatti; i ristoratori di San Pietro, La cianciola, Al Convento, Cetaria e Acquapazza. Per i vini le Cantine Mediterranee, Le vigne di Raito e Antica Tenuta il Trignano; Agrocetus Liquori e Limoncello, Cetarii, Merce Rara, azienda agricola di Roberto De Crescenzo e il Caseificio Barlotti. Tra le novità da assaggiare, il gelato con mozzarella di bufala e colatura di alici offerto da Crivella. La festa chiude domenica 4 dicembre  con “Viva la colatura nuova”, menu-degustazione a base di colatura in tutti i ristoranti e le pizzerie di Cetara.