Dall’8 all’11 dicembre al via la terza edizione de “alla Corte del Gusto”

Dopo il successo della kermesse “Il Gusto del Teatro”, ospitata presso il Teatro Comunale di Scisciano, che ha visto avvicendarsi sul palco gli spettacoli “Il colore del vino” e “’O Canisto”, continua il lungo programma de “alla Corte del Gusto”, con quattro giorni di appuntamenti al Castello-Palazzo Ducale di Marigliano, sede dell’Ordine delle Figlie della Carità di San Vincenzo de’ Paoli. L’evento, organizzato dal Comune di Marigliano e co-finanziato dalla Regione Campania – Assessorato alla Sviluppo e Promozione del Turismo, nell’ambito del POC Campania 2014-2020, comincerà l’8 dicembre con l’apertura dei “Mercatini delle eccellenze”, che resteranno aperti per tutta la durata dell’evento, laboratori per bambini, una degustazione guidata per adulti dedicata alla patata nostrana e visite guidate ai giardini del Castello-Palazzo Ducale. La giornata culminerà con il Concerto Donna-Madonna, in programma alle ore 20,00. Si riprende venerdì 9, nel pomeriggio, con il laboratorio di degustazione guidata “Noci e nocciole e con l’esibizione della Scuola di Tarantella Montemarnese, in contemporanea della quale sarà possibile degustare la tradizionale “pizza a portafoglio” accompagnata dall’ottimo aglianico irpino. Degustazione che si ripeterà il giorno dopo, sabato 10 dicembre, durante il concerto di Fede ‘n’ Marlen e Tommaso Primo, con la partecipazione anche di Godot, accompagnata stavolta dalla birra artigianale, cui sarà dedicato anche uno speciale laboratorio di degustazione. L’ultimo giorno de “alla Corte del Gusto” vedrà avvicendarsi ancora laboratori per bambini, dimostrazioni di lavorazione di prodotti tipici, workshop tematici dedicati all’olio e al pomodoro, visite guidate e tate sorprese, culminando con la serata di consegna del Premio Terre di Campania, assegnato a personalità di eccellenza della nostra regione distintesi in vari campi, dallo sport, all’imprenditoria, alla cultura. Pe tutta la durata de “alla Corte del Gusto” sarà possibile visitare, inoltre, la mostra “Tradizioni in movimento: il Carro Dorato” dedicata al giglio di grano, la forma di devozione popolare tradizionale di Flumeri (VA): rito propiziatorio, arte e cultura. Per quattro giorni, dunque, l’intera Campania sarà in mostra a Marigliano nell’ambito di un evento ricco e diversificato, adatto a tutta la famiglia, che aprirà le porte della conoscenza del buono e del bello della nostra regione. “alla Corte del Gusto” proseguirà la sua lunga cavalcata con il programma di eventi “Il Gusto del Natale, teatro e musica” che si terranno dal 18 dicembre al 6 gennaio 2017, culminando il 22 dicembre con concerto di James Senese Napoli Centrale.

Cetara, inizia la festa per la colatura di alici

Inizia un weekend di intense attività a Cetara per la “Festa della colatura di alici”, il tradizionale evento che coincide con la spillatura del liquido ambrato agli inizi di dicembre. In occasione dell’evento verrà presentato un nuovo personaggio a fumetti, ispirato dalla colatura di alici di Cetara. Dalla matita di Vincenzo Lauria nasce Alì Cola, il protagonista del fumetto che presto diventerà un cortometraggio. La manifestazione inizia venerdì 2 dicembre alle ore 17,30 nella sala “M. Benincasa”, con una tavola rotonda  su “Prodotti tradizionali ed esigenze di tutela: la colatura di alici”. Dopo i saluti del sindaco, Fortunato Della Monica, del presidente della pro loco Cetara-Costa d’Amalfi Antonio De Santis, del presidente dell’Associazione amici delle alici Pietro Pesce e della presidentessa dell’Associazione per la valorizzazione della colatura di alici di Cetara, Lucia Di Mauro, seguiranno gli interventi di Secondo Squizzato, presidente del comitato tecnico-scientifico dell’Associazione per la valorizzazione della colatura di alici di Cetara; Gilles Pappalardo, armatore; Mario Grimaldi, ideatore del progetto FarmaGourmet; Vincenzo Peretti dell’Università Federico II di Napoli; Antonio Limone, commissario Istituto Zooprofilattico; Franco Alfieri, consigliere delegato all’Agricoltura e Pesca della Regione Campania; Peppe Guida, chef dell’osteria Nonna Rosa. I lavori saranno coordinati dal giornalista Luciano Pignataro. A seguire la spillatura del tradizionale terzigno per la colatura nuova e la degustazione a tema, a cura dei ristoranti La Cianciola, San Pietro e Al Convento.

Sabato 3 dicembre alle 13 si terrà il tradizionale Premio Gastronomico ‘Ezio Falcone’, curato dall’assessore alla cultura e turismo Angela Speranza. La gara, che vede cimentarsi ai fornelli giornalisti, foodblogger e cultori della cucina tradizionale, si svolgerà all’Hotel Cetus ed è presentata da Raffaella Gambardella. In giuria il sindaco Fortunato Delle Monica; Barbara Guerra, redattrice della Guida dei Ristoranti del Touring Club; Albert  Sapere, food and wine critic; Emiliano Amato,  direttore de Il Vescovado; Luigi D’Alise, direttore dell’agenzia di stampa Agopress; Marco Contursi, giornalista; Sergio Sbarra, l’Avvocato Gourmet; Secondo Squizzato. La manifestazione è aperta a tutti coloro che sono curiosi di assistere in real time alla gara e degustare i prodotti del territorio.  Numerosissimi gli sponsor che hanno voluto sostenere la competizione: i produttori ittici Delfino, Nettuno e Iasa; l’azienda Pasta Antonio Amato con cui saranno cucinati i piatti; i ristoratori di San Pietro, La cianciola, Al Convento, Cetaria e Acquapazza. Per i vini le Cantine Mediterranee, Le vigne di Raito e Antica Tenuta il Trignano; Agrocetus Liquori e Limoncello, Cetarii, Merce Rara, azienda agricola di Roberto De Crescenzo e il Caseificio Barlotti. Tra le novità da assaggiare, il gelato con mozzarella di bufala e colatura di alici offerto da Crivella. La festa chiude domenica 4 dicembre  con “Viva la colatura nuova”, menu-degustazione a base di colatura in tutti i ristoranti e le pizzerie di Cetara.

Musica e cibo, alla Sala Pasolini di Salerno c’è Don Pasta

Doppio appuntamento con “Femminile palestinese”, la rassegna  curata da Maria Rosaria Greco, nell’ambito della programmazione di Casa del Contemporaneo. Giovedì 1 dicembre alle 18,30  alla Sala Pasolini di Salerno, presentazione del libro di cucina “Pop Palestine. Viaggio nella cucina popolare palestinese” – ricettario ma anche  taccuino di viaggio e di cucina – con Silvia Chiarantini, Fidaa Ibrahim Abuhamdiya (collegata in videoconferenza) Alessandra Cinquemani e Daniele De Michele, in arte Don Pasta.  Alle 20,30 “Palestine food sound system”, spettacolo di cucina e musica di Daniele De Michele “Don Pasta”, regia, cucina e voce narrante, musica di Davide della Monica, musicista napoletano esperto di musiche del mondo. Nello spettacolo si mescolano cucina meticcia rigorosamente dal vivo, musica, racconto popolare per uno spettacolo a 360  gradi, tra il teatro contemporaneo, le favole di un vecchio cantastorie e le disavventure di un cuoco maldestro. Dopo la presentazione del libro POP Palestine Cuisine e prima dello spettacolo di Don Pasta, verrà offerto un aperitivo a base di alici di Salerno organizzato da Luna Rossa Pescheria & Gastronomia di Pontecagnano

Pagani, inaugurata con successo l’elegante Pasticceria e Gelateria di Luigi Calce

Con una dolce e golosissima festa è stata inaugurata la Pasticceria e Gelateria Calce, a Pagani in via Marconi 63, gestita dal giovane e intraprendente Luigi Calce. Un tripudio di gusto e dolcezza in ambiente colorato, elegante e nelle cui vetrine sono in mostra zuccherose tentazioni che si lasciano sposare dalle infinite note delicate del cacao e delle creme. Con infaticabile passione e con gli ingredienti giusti un grande sogno è finalmente diventato realtà. Una pasticceria in cui è possibile degustare prodotti artigianali dai sapori unici e raffinati, coniugando le giuste tecniche dell’arte pasticcera alle tipiche ricette dolciarie della tradizione campana. Un luogo dove si possono assaporare anche gustosi gelati prodotti e mixati alla perfezione con l’esclusivo utilizzo di ingredienti naturali e genuini. Dopo l’inaugurazione, con il taglio del nastro e il brindisi, un variegato buffet ha dato inizio alla briosa festa. Luigi Calce ha accolto amici, parenti e clienti per celebrare insieme a loro il suo nuovo percorso professionale e ha così dichiarato: “Ringrazio tutti coloro che mi sono stati accanto – ha dichiarato con grande emozione Luigi Calceche mi hanno incoraggiato e sostenuto in questa nuova esperienza professionale. Ringrazio, inoltre, tutti coloro che anche con un piccolo gesto mi hanno fatto sentire la loro presenza.” Presente all’inaugurazione anche Salvatore Bottone, sindaco di Pagani, che ha fatto un grande in bocca al lupo al giovane titolare che con questa nuova attività sicuramente darà un fondamentale e dolce impulso alla valorizzazione della città.

c0019-00_09_42_13-still003-copy c0019-00_05_53_09-still002 c0019-00_01_14_01-still001-copy 15226577_10209883672161670_1481811706_n-copy 15211665_10209883674601731_1897346018_n-copy dsc08114 dsc08112-copy dsc08110-copy dsc08107-copy dsc08105-copy dsc08104-copy dsc08103-copy dsc08102-copy dsc08101-copy dsc08100-copy dsc08099-copy dsc08097-copy dsc08095-copy dsc08094-copy dsc08093-copy dsc08092-copy dsc08090-copy dsc08087-copy dsc08086-copy dsc08084-copy dsc08082-copy dsc08059-copy dsc08058-copy dsc08054-copy dsc08052-copy dsc08044-copy dsc08041-copy dsc08038-copy dsc08036-copy dsc08033-copy dsc08032-copy dsc08029-copy dsc08028-copy dsc08027-copy dsc08024-copy dsc08022-copy dsc08021-copy dsc08020-copy dsc08018-copy dsc08017-copy dsc08016-copy dsc08012-copy dsc08010-copy dsc08007-copy dsc08006-copy dsc08004-copy dsc07996-copy dsc07995-copy dsc07994-copy dsc07993-copy dsc07992-copy

Gustoso successo per gli chef Alberto Annarumma ed Elnava De Rosa in Nuova Guinea

Straordinario successo ha riscosso in Papua Nuova Guinea la food promotion del grande chef campano Alberto Annarumma che è stato presente nel cooking show Uno Chef nel Salotto di Bry prodotto da www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TeleangriUno. Durante le master classes all’ Airways Hotel and Resort di Port Moresby Annarumma, accompagnato anche dalla creativa collega chef Elnava De Rosa, ha illustrato le paste fatte a mano e gli inimitabili sapori della nostra cultura gastronomica incuriosendo deliziosamente gli ospiti presenti nel Resort. La campagna di sponsorizzazione della promozione ha richiamato al ristorante Deli KC – Vespa Room anche gli unici cinque italiani residenti a Papua che hanno particolarmente apprezzato i tagliolini paganesi soprannominati da Annarumma “i tagliolini di nonna Maria”, in onore della mamma. Ad Annarruma e De Rosa è stata proposta una bellissima collaborazione annuale che li porterà in Nuova Guinea anche il prossimo anno per far conoscere ulteriori piatti tipici della nostra tradizione. Inoltre, i piatti della food promotion sono stati immortalati dal giornalista Robert Hamilton che sponsorizzerà gli Chef Alberto ed Elnava sul giornale della compagnia aerea nazionale Air Niguini in Nuova Guinea.

Cetara, al via la V edizione del Premio gastronomico Ezio Falcone

Al via la V edizione del Premio Gastronomico ‘Ezio Falcone’  nell’ambito della consueta e rinomata Festa della colatura di alici di Cetara. Il contest – una gara fra cultori della cucina tradizionale che si svolgerà presso l’Hotel Cetus il 3 dicembre alle ore 13,00 – è destinato a giornalisti, foodblogger e appassionati della cucina tradizionale. Il tema scelto quest’anno, al quale si dovranno ispirare i partecipanti, è:  Le 4 stagioni in cucina. La gara, che quest’anno verrò presentata da Raffaella Gambardella di VGChannel, è nata per promuovere  e diffondere i molteplici usi della colatura in cucina ed è stata organizzata in collaborazione con l’Associazione per la valorizzazione della colatura di alici, presieduta da Lucia Di Mauro, e l’Associazione Amici delle alici, presieduta da Pietro Pesce. Nonostante il forte legame con il periodo delle feste natalizie – la tradizionale spillatura del terzigno avviene infatti ad inizio dicembre – la colatura è un prodotto che può essere consumato durante tutto l’anno, in tutto il mondo e da tutte le tipologie di consumatori, grazie alle ricette originali e moderne, frutto della creatività degli appassionati di cucina e degli chef. Un patrimonio di ricette che si arricchisce di anno in anno anche grazie a questa divertente competizione. La partecipazione alla gara è gratuita, previa prenotazione entro e non oltre sabato 26 novembre 2016, data in cui dovranno anche essere inviate le ricette che saranno preparate alla competizione, all’indirizzo mail: a.speranza84@gmail.com. La commissione giudicatrice sarà composta da esperti del settore gastronomico e dai ristoratori di Cetara, che conferiranno il Premio creatività e il Premio piatto innovativo

Un Pasticciere nel Salotto di Bry – lo Chef Pasticciere Antonio Cascone

Un Pasticciere nel Salotto di Bry è lo sweet show condotto da Brigitte Esposito, regia di Roberto Tartaglia e riprese di Angelandrea Falcone, interamente dedicato al mondo della pasticceria. Artigianalità, gusto, creatività, raffinatezza, qualità e tradizione questi gli ingredienti principali per un insaziabile pubblico che potrà divorare le leccornie proposte. Pasticcieri professionisti e appassionati racconteranno la loro professione e si cimenteranno nella spiegazione e nella realizzazione di ricette e dolci speciali. Ospite in Salotto lo Chef Pasticciere Antonio Cascone, Presidente SEML, Consigliere Regionale URCC, Consigliere Nazionale FIC e titolare della Pasticceria Ai Giardini dei Cesari a Gragnano che prepara un Tortino al Cioccolato dal Cuore Puro.

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia di G. Roberto Tartaglia, riprese e fotografia Angelandrea Falcone, produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con Teleangri Uno, canale 639 del digitale visibile in tutta la Campania.

Iginio Massari a Napoli per giudicare il Panettone secondo Caracciolo

Riunire l’eleganza e le eccellenze di un dolce senza confini, con una carrellata di grandi Maestri, alla ricerca di abbinamenti e scorci partenopei, in un contesto prestigioso, questa la sfida lanciata da Napoli e raccolta da nomi illustri del panorama Nazionale della pasticceria. E così il venerdì 18 novembre dalle 19,30 a Palazzo Caracciolo MGallery by Sofitel (via Carbonara 112) Iginio Massari (il “Maestro dei Maestri”) presiederà la giuria composta da Achille Zoia (“padre” del panettone moderno), Gino Fabbri (Presidente dell’Accademia dei Maestri Pasticcieri Italiani), Vittorio Santoro (Direttore della CAST Alimenti di Brescia), Francesco Boccia (Campione del Mondo di Pasticceria in carica), Pinella Orgiana (Foodblogger), Daniele Riccardi (Chef dell’hotel Caracciolo Mgallery by Sofitel), Annalisa Leopolda Cavaleri (Giornalista Enogastronomica), Luciano Pignataro (Giornalista Enogastronomico) che eleggerà il miglior “Panettone secondo Caracciolo”. L’incontro di due simboli che rappresentano l’Italia nel Mondo e che, specie negli ultimi anni, hanno sdoganato una serie di luoghi comuni che fanno parte della loro storia e delle tradizioni, subendo una vera metamorfosi. Da una parte il Panettone (non a caso con la P maiuscola), che ha oramai abbandonato ogni stagionalità, diventando espressione delle eccellenze del territorio e che ha visto affermare la scuola campana, che ha fatto incetta di premi in tutte le ultime manifestazioni di settore. Dall’altra Napoli, città che sta sempre più assumendo una dimensione europea e che sta registrando una costante crescita basata sul binomio “turismo ed innovazione”. I maestri che si daranno battaglia saranno Marco Antoniazzi, Francesco Borioli, Davide Comaschi, Salvatore De Riso, Giancarlo De Rosa, Denis Dianin, Salvatore Gabbiano, Pietro Macellaro, Pasquale Marigliano, Alfonso Pepe, Marco Rinella, Paolo Sacchetti, Vincenzo Tiri che con i loro panettoni artigianali si sottoporranno a due prove di abbinamento: una tra un loro panettone ad  un vino locale ed una abbinandone un secondo ad un vino scelto da loro, compito della giuria stabilire chi sia riuscito a creare il miglio connubio. Spazio anche ad una gara tra foodblogger, visto che i migliori cinque panettoni “non professionisti” selezionati, saranno sottoposti al giudizio, e commentati, dalla stessa giuria di qualità. La preselezione tra tutti i foodblogger partecipanti, avrà luogo presso l’hotel Caracciolo Mgallery by Sofitel (info e regolamento su www.ilpanettonesecondocaracciolo.it/home/contest.html). Verranno assegnati premi al miglior panettone foodblogger, al migliore abbinamento con vino “obbligatorio”, al migliore abbinamento con vino “personale”, alla migliore somma di abbinamenti, al panettone che avrà apprezzato maggiormente il Maestro Zoia e Miglior panettone, che riceverà il premio Zoia/Massari. Durante la serata verrà dato uno spazio anche ad un momento di solidarietà con un’asta e la vendita dei prodotti realizzati dai Maestri Pasticcieri partecipanti alla gara, il cui ricavato verrà devoluto al Movimento cattolico “Punto cuore” di Afragola.

Uno Chef nel Salotto di Bry – Alberto Annarumma dall’Agro alla Nuova Guinea

Uno Chef nel Salotto di Bry è il nuovo cooking show condotto da Brigitte Esposito, regia di Roberto Tartaglia e riprese di Angelandrea Falcone, che ospita chef stellati nazionali ed internazionali che raccontano la cucina d’autore con creatività, arte e passione. Protagonisti ai fornelli saranno la ricchezza della materia prima, la genuinità dei prodotti, la sperimentazione e i sapori scolpiti nella tradizione. Tante ricette esclusive e un percorso gastronomico d’eccezione, alla scoperta dei segreti e delle tecniche per preparare piatti da condividere su tutte le tavole.

In questa puntata ospite Alberto Annarumma, rinomato chef campano che sta per esportare a Papua in Nuova Guinea, e precisamente all’ Airways Hotel and Resort di Port Moresby, i sapori della cultura gastronomica con particolare attenzione ai prodotti della Costiera Amalfitana e dell’Agro Nocerino Sarnese. Propone in Salotto una ricetta davvero gustosa:

Orata bryosa su cuore di bue e salsa di alici

Ingredienti

1.7 kg di orata di mare, 4 pomodori cuore di bue, 350g di olive di Gaeta, 100 g di alici sott’olio, 50 g di pomodori secchi, 200 g di foglie di prezzemolo, olio extravergine, semola per infarinare, sale e pepe

Una produzione e realizzazione www.360gradiwebtv.it in onda su TeleangriUno TAone, canale 639 del digitale terrestre, visibile in tutta la Campania.

Per contattare la redazione: info@360gradiwebtv.it

DiVin Castagne 2016, il viaggio enogastronomico alla scoperta dei sapori autunnali

Dal 28 al 31 ottobre al via la VI^ Edizione di DiVin Castagne a S. Antonio Abate a cura dell’ Associazione culturale Napoli è. In questa puntata de Il Salotto di Bry l’anteprima di questo gustoso viaggio nei sapori, profumi, musiche e tradizioni autunnali con gli organizzatori Carmine D’Aniello, Giovanna Mascolo e Andrea D’auria che animati dalla voglia di valorizzare la nostra feconda terra, accompagneranno i telespettatori alla scoperta dei prodotti Campani. Degustazione di piatti tipici e vino; laboratori per le scuole atti ad insegnare le differenze tra le varie tipologie di prodotti della terra; esposizione Micologica, per avvicinare adulti e bambini al mondo dei funghi ed il Consorzio del Provolone del Monaco; una Corte dei Vini con cuochi e sommelier che faranno da guida in un’esperienza degustativa unica. Inoltre spazio alla musica: il 28 ottobre l’esibizione live del gruppo FOJA; il 29 i Medina Group, il 30 la Paranza Divin Castagne formata da Gerardo Amarante, Salvatore Di Vivo, Simone Carotenuto, Domenico Falciano, Biagino De Prisco, il 31 ottobre, Kiss Kiss Napoli con lo spettacolo live dei Tappi .

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, riprese e regia di G. Roberto Tartaglia e Angelandrea Falcone, produzione e realizzazione esecutiva www.360gradiwebtv.it in collaborazione con Teleangri Uno, canale 639 del digitale terrestre, visibile in tutta la Regione Campania. Per promuovere eventi, artisti o interviste contattare la redazione: info@360gradiwebtv.it

360 gradi di dolcezza con i biscottini al sapore di caffè

Siete pronti per una colazione a base di caffè? 360gradiwebtv vi propone i Biscottini al Caffè ottimi per una super ricarica mattutina. Ecco gli ingredienti:

250 gr di farina 00
125 gr di burro
75 gr di zucchero a velo
2 uova
2 cucchiaini di caffè solubile
1 cucchiaino di cacao
1 cucchiaino di lievito per dolci

Preparazione

Per cominciare tagliate a pezzettini il burro, mettetelo in una ciotola e lasciatelo ammorbidire a temperatura ambiente. Dopo un pò aggiungete lo zucchero a velo, frullate il tutto aggiungendo un tuorlo alla volta. Aggiungete, poi, il cacao, il caffè solubile e la farina col lievito dopo averli setacciati. Impastate con una mano creando un brioso panetto, avvolgetelo in un foglio di pellicola trasparente e lasciatelo in frigo per circa un paio di ore. Tagliate il panetto a pezzi, create delle simpatiche palline col palmo della mano, adagiatele su una teglia ricoperta di carta forno e con le mani conferite all’impasto la forma tipica del chicco di caffè facendo un piccolo taglietto centrale. Infornateli a 180° per 10-15 minuti e poi inzuppateli nel vostro mokaccino o caffè!

Al via la 38^ edizione della Sagra della Castagna di Calvanico

Enogastronomia, cultura, tradizione e musica popolare: prende il via la 38esima edizione della Sagra della Castagna di Calvanico, in cartellone dal 14 al 16 ottobre 2016 nel cuore del borgo più alto della Valle dell’Irno, in piazzale Europa,  a 600 metri sul livello del mare, ai piedi del monte San Michele. La manifestazione, promossa dalla Parrocchia del S. S. Salvatore, diretta da Don Vincenzo Pierri, con il patrocinio del comune di Calvanico, rappresenta una delle iniziative più longeve della provincia di Salerno, che si avvia allla 40esima edizione. Un momento di forte aggregazione sociale e sinergia, che coinvolge tutta la comunità di circa 1.200 abitanti, nel tentativo di valorizzare la castagna, produzione tipica del territorio insieme alla nocciola. Giovani, famiglie, bambini, anziani, comitati parrocchiali ed associazioni lavorano attivamente alla realizzazione dell’evento che intende mantenere viva la cultura locale, fondata su un’antica vocazione contadina che oggi rivive attraverso il turismo rurale. Non solo degustazione di ricette tipiche della tradizione, custodite gelosamente e tramandate di madre in figlia, di generazione in generazione, ma anche una full immersion nel paesaggio naturale, con passeggiate tra i sentieri per respirare aria sana, lontani dallo smog della città. Uno stile di vita semplice, con tempi rallentati, mentre a fare da cornice gli alberi secolari dei castagneti che si riversano sulle strade con lo spettacolo dei ricci che mostrano il loro frutto prezioso, tra i profumi del bosco e i colori vivaci  dell’autunno. La possibilità di farsi invadere dalla bellezza dell’area dei vecchi Mulinil’oasi di Frassineto, la chiesa di San Gerardo a Capo Calvanico o decidere di salire ancora più su e spingersi fino a Pizzo San Michele. Alla visione green e naturalistica, si aggiunge il recupero del patrimonio storico-architettonico. Il ricavato della kermesse sarà devoluto, infatti, per la ristrutturazione del complesso ecclesiale del S. S. Salvatore,  luogo di culto che ha subito gravi danni durante il terremoto dell’80.   “Investire su un prodotto che la propria terra offre è motivo di grande orgoglio ed è una gioia riuscire a proporlo agli altri, trasformato in pietanze a chilometro zero, dalla natura alla tavola – sottolinea Don Vincenzo Pierri – È un’occasione di aggregazione  sociale, di riscoperta del territorio e delle proprie radici, imprescindibile per una società che vuole aprirsi al mondo. Un momento per ritrovare la propria identità collettiva, per poi aprirsi ad un universo globale. Quest’anno, inoltre, la Sagra della Castagna assume una connotazione ancora più forte, perché sarà dedicata al recupero della chiesa parrocchiale, il cuore pulsante della nostra comunità”. L’inaugurazione è prevista per venerdì 14 ottobre alle ore 18, con l’apertura degli stand enogastronomici, dove sarà possibile degustare i piatti tipici della tradizione a base di castagne e funghi,  le paste fresche fatte a mano, i fusilli alla boscaiola con i porcini, il “mallone”, i secondi a base di carne, le caldarroste con il loro profumo inebriante e i dessert, tra cui il castagnaccio, i bignè e i tronchi sempre a base di castagne e nocciole. Immancabile il calzoncello di castagne, dolce simbolo e fiore all’occhiello della terra calvanicense. MUSICA – Spazio al divertimento e all’allegria con la musica dell’Irno Etno Folk, il festival itinerante alla sua prima edizione, che fa tappa con due serate a Calvanico grazie alla sinergia con il comune di Fisciano. On stage sabato 15 ottobre alle ore 20.30 il gruppo etnico di Ciccio Nucera & Cumelca più la Scuola di Tarantella MontemaraneseDomenica 15 ottobre sempre alle ore 20.30 i Kiepò con la Compagnia Daltrocanto & Alberto Bertoli. Di pomeriggio, a partire dalle ore 16.30, saranno attivi i laboratori gratuiti di danze popolari. E domenica pranzo in piazza all’aperto con gli stand aperti già dalle ore 12 per condividere il piacere di mangiare insieme a contatto con la natura.