Giardini del Fuenti: al via la prima vendemmia di Fiano

Prima vendemmia ai Giardini del Fuenti. I terrazzamenti del vigneto guardano il mare e si inebriano di tanta bellezza. La prima raccolta di uve Fiano – l’impianto è stato messo a dimora nel 2016 – ha preso il via in questo scorcio di inizio d’autunno assolato. I quattro terrazzamenti vista mare, carichi di frutti, hanno visti impegnati in prima persona nella raccolta delle uve la proprietaria dell’azienda agricola “Agrimarghe”, la giovanissima Margherita De Flammineis, e l’altrettanto giovane amministratore della società, l’imprenditore agricolo Gianmarco Labraca, aiutati da alcuni operai, sotto lo sguardo vigile e soddisfatto di Luciano Mauro, agronomo e paesaggista, direttore dei Giardini della Minerva di Salerno, che ha realizzato i Giardini del Fuenti, mettendo cura e attenzione in ogni dettaglio verde del sito. “L’ampia area a verde dei Giardini del Fuenti è stata occupata da un nuovo ed esteso impianto di vite allevata a spalliera, sfruttando i nuovi terrazzamenti che sono stati realizzati riprendendo l’orografia originale del versante. Si è così ricomposto un quadro paesaggistico coerente con la tradizione agricola del sito. Guardando da mare l’impressione che si ricava oggi è senz’altro positiva: un versante della divina Costiera composto di spazi di verde ornamentale autoctono – rosmarini prostrati, mirti e così via – che circondano il vigneto disposto su più livelli che dolcemente digrada verso il mare”. Destinataria del raccolto è stata l’azienda di Mario Mazzitelli, “Lunarossa Vini e Passione”, con sede a Giffoni Valle Piana, che lavorerà le uve per consentire il prossimo anno un brindisi con il vino “Fuenti”. Mario Mazzitelli ha accolto l’arrivo delle uve in azienda con un sorriso: “E’ stata una stagione buona, durante i primi mesi invernali freddo, con un po’ di neve, anche fino a marzo, poi un aprile caldo, un maggio ricco di piogge che ha permesso ai terreni di fare riserve di acqua, e poi giugno, luglio e agosto con caldo secco, che ha permesso un’ottima maturazione delle uve, anche la sanità del frutto è ottima e quindi ci attendiamo una buona performance in vinificazione”. Non ci resta che attendere l’ambito brindisi.

Alta enogastronomia, accoglienza e tipicità locali: la Festa del Vino di Lettere conquista tutti

Anche quest’anno la Festa del Vino ha celebrato a Lettere il rosso frizzantino rendendolo protagonista indiscusso del borgo. Nel mitico Castello Medievale le eccellenze enogastronomiche del territorio, la musica e i balli folk hanno richiamato per la quarta  volta  i numeri delle grandi occasioni. Tutto ciò grazie ad un’ eccellente e impeccabile macchina organizzativa che è riuscita a garantire il successo dell’ evento senza trascurare alcun dettaglio e, nel solco della tradizione, a dare priorità come sempre al prodotto locale. Efficace e costruttiva la travolgente collaborazione tra  la  Pro Loco presieduta da Antonio Ruocco, l’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Sebastiano Giordano e l’A.I.S. Campania Penisola Sorrentina che hanno offerto ai visitatori, durante l’originale percorso all’insegna della convivialità e del gusto, una cucina a cielo aperto nella quale gli chef hanno preparato al momento gustosissimi primi e secondi piatti abbinati a ottimi vini prodotti dalle aziende locali. L’evento è stato magistralmente coordinato dal direttore artistico Alfonso Del Sorbo che ha fatto non solo interagire brillantemente figure di alto profilo culturale e artistico, ma ha guidato tanti giovani nella costruzione di due serate davvero incomparabili. Un vero e proprio trionfo di cin cin.

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, fotografia di Angelandrea Falcone Una produzione www.360gradiwebtv.it 

VIDEOTRAILER 

LE INTERVISTE AI PROTAGONISTI

Cliccare sulla foto per accedere alla PHOTOGALLERY

 

La XXIII^ Edizione de “I Cortili della Storia” a Sant’Egidio del Monte Albino, un successo nazionale.

Una folla oceanica ha invaso l’affascinante centro storico di Sant’Egidio del Monte Albino in occasione della XXIII^ edizione de “I Cortili della Storia. L’entusiasmo riscontrato ha reso estremamente soddisfatta la Pro Loco, guidata magistralmente dalla vulcanica presidentessa Angela De Rosa. Un plauso agli instancabili soci, ai figuranti, alle associazioni che hanno collaborato, agli artisti e ad ogni singolo santegidiano per la grinta e l’impegno profuso nella straordinaria e superlativa organizzazione. Una collaborazione divenuta fondamento stesso di una cultura organizzativa specifica che ha decretato il successo dell’evento. La Pro Loco, pur restando ancorata al solco della tradizione, ha reso innovativa la macchina del tempo con i suoi saperi e i suoi sapori. La città è diventata simile all’ampolla di un alchimista che, miscelando gli ingredienti più svariati, ha prodotto due giornate incredibilmente magiche e speciali. Un viaggio a ritroso, una scenografia nei cortili esaltata fedelmente e nei dettagli da scene di vita quotidiana di un tempo. Dame e cavalieri, arcieri, falconieri e giullari hanno hanno conquistato tutti per l’altissima qualità degli spettacoli, per l’interessante fiera delle arti e dei mestieri, per il museo delle torture, per le affascinanti mostre d’eccellenza, per il maestoso corteo e la genuinità dei piatti della tradizione gastronomica sangiliana apprezzati da migliaia di persone che sono giunte da ogni parte d’Italia diventando parte integrante della manifestazione. Di grande fascino il Corteo Storico per le strade del borgo durante il quale viene proclamato il sindaco dell’Antica Università di S. Egidio che si svolse dagli inizi del 1500 al 1806, anno in cui per effetto della legge di abolizione della feudalità di Giuseppe Bonaparte, Re di Napoli, furono soppresse le Università e costituiti i Comuni. Tre i momenti salienti: il saluto del rappresentante della città di Nocera sul sagrato della Chiesa di S. Maria delle Grazie, il corteo e la rievocazione della riunione del Parlamento dell’Università nel corso della quale viene eletto il sindaco.

Nello “special televisivo” del Salotto di Bry le interviste ai protagonisti.

Il Salotto di Bry è scritto e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito, regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, fotografia Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TAone.

IL VIDEO – LE INTERVISTE 

IV^ edizione Festa del Vino di Lettere: l’itinerario al profumo di mosto il 21 e 22 settembre nel Castello Medioevale

di Brigitte Esposito

Nell’aria si respira già profumo di autunno e a Lettere, il 21 e 22 settembre, torna l’evento dal sapore vinoso, delicato e frizzantino: La Festa del Vino di Lettere 2019. Una quarta invitante e coinvolgente edizione, nell’antico e famoso Castello Medioevale, durante la quale si festeggerà il rito della vendemmia pronta a dare il via alla produzione di uno dei vini più noti a livello nazionale: il frizzantino rosso naturale DOC, amabile per la spuma viva e per l’intenso e spiccato sapore. La kermesse, ideata e organizzata dalla Pro Loco di Lettere capitanata da Antonio Ruocco, è in sinergia con il Comune di Lettere e in collaborazione con l’A.I.S. Campania Penisola Sorrentina. Il sindaco Sebastiano Giordano, il vicesindaco e assessore agli eventi Gerardo Vuolo, il presidente della Pro Loco Antonio Ruocco, l’architetto Paola Marzullo direttore del Parco Archeologico del Castello, il direttore artistico Alfonso Del Sorbo, l’assessore al turismo Elvira Pentangelo, l’assessore alla cultura Anna Amendola e l’assessore alla sicurezza Angelo Della Marca, con immenso entusiasmo condurranno gli appassionati di vino, di arte culinaria e i visitatori non solo in pregiati vigneti, ma anche in tre scenografiche aree altamente storiche, folk e conviviali. Il dolce nettare letterese sarà versato nel cuore dell’antico borgo medievale attraverso un caleidoscopico e variegato programma all’insegna di un soave e squisito itinerario enogastronomico alla scoperta dei colori e dei sapori di una città da sempre legata alla tradizione. Vini di note cantine accostati sapientemente a primi e secondi piatti della tradizione, preparati sul posto dagli chef dei migliori ristoranti ed aziende agricole letteresi, saranno i protagonisti dell’attesa kermesse. Arte, musica, cultura, spettacolari performance, folklore ed enogastronomia per vivere un’esperienza storico-sensoriale decisamente unica.

INFO 
– Start Ore 19:30
– Ticket Ingresso Completo 12 € ( 2 Primi  1 Secondo  2 calici di Vino ( o acqua ) 1 Dolce  E liquore Locale  )
–  Ticket Cena limitato/bambino 6 € ( o primi o secondi sempre con dolce vino o acqua )
I Ristoratori della serata :
#La canonica special events
#Resort Paradiso
#Elisabetta luxusury events
#Gran hotel ristorante la meridiana
#Borgo Antico
#Giardino delle Rose
#Ristorante la Panoramica
# Villa Palmentiello
Gli artigiani della serata :

– Caseificio fratelli Bari
– Caseificio Bari
– Macelleria Vuolo
– Macelleria D’Amora
– Parco Mille Luci
– Panificio Calabrese
– Panificio Varone
– Pasticceria Di Dato
– Liquori Sorrentino
Zona Parcheggio con Navetta (4 euro per autoveicolo)

Per raggiungere evento da Autostrada 👉 uscita Castellammare direzione Gragnano ➡️Direzione Lettere 👉Uscita Angri Direzione Sant’antonio Abate ➡️ Direzione Lettere

OFFICIAL SPOT – FESTA DEL VINO DI LETTERE 2019 

Una produzione www.360gradiwebtv.it 

 

Un successo l’edizione 2019 del “Premio Ritratti di Territorio” di Nunzia Gargano

Una serata esplosiva, di #deflagrazioni, come da claim dell’edizione 2019 del Premio Ritratti di Territorio.  Ancora una volta tutto esaurito per la rassegna, giunta quest’anno alla sesta edizione, organizzata dalla giornalista Nunzia Gargano a Pagani. Presso il ristorante “Il Bagatto” in via Termine Bianco sono state diverse le personalità premiate; tutte con un minimo comune denominatore: l’impegno, la passione e la professionalità al servizio del territorio. La kermesse, come per le precedenti edizioni, è stata divisa in due parti: il premio e la degustazione enogastronomica.

Ecco, nei dettagli, la lista dei premiati dell’edizione 2019. 

Giornalismo e impegno civile: Marina Alaimo

Musica: Franco Ascolese, Manuel Zito

Teatro: Roberto Azzurro

Creatività linguistica e culturale: Edgardo Bellini

Premio alla carriera: Giuseppe Cacciatore

Fotografia: Armando Cerzosimo

Giornalismo: Antonio Corbo

Teatro: Gianfranco Gallo, Antonio Gargiulo, Roberto Russo

Moda: Alessandro Legora

Premio Speciale Ritratti di Territorio: Enzo Moscato, Claudio Gubitosi

Regia: Francesco Mucci

Sport: Claudia Palumbo De Vivo

Arti urbane: Veronica Pepe

Saggistica: Isaia Sales

Cinema e teatro: Andrea Contaldo, Anna Rita Vitolo

Regia: Gaetano Del Mauro

Premio speciale alla memoria di Antonio Esposito Ferraioli

Scrittura e giornalismo: Federico Esposito, Aldo Padovano, Alfonso Tramontano Guerritore, 

Ritratti di Territorio Food Award: Angela Pergamo, Alfonso Califano, Nando Bifulco (New concept), Luisa Matarese Alma De Lux, Azienda Penna di Sassano, Caseificio Aurora (azienda storica), Silvia Chirico (ecosostenibilità ambientale), Davide Mea (chef emergente), Pasquale Bevilacqua (Pastry chef emergente), Filippo Cascone (mastro fornaio), Ciro Di Giovanni e Nicoletta di Patre di Sakura Piscine Pizzeria Magma, Pizzeria La Pergola di Scafati, Francesco Pastore (chef della pizza)

Il Premio Ritratti di Territorio nasce nel settembre 2014 dalla felice intuizione di Nunzia Gargano – giornalista, specializzata in enogastronomia e promozione culturale che – in occasione dei suoi venti anni di giornalismo – ha inteso omaggiare con una manifestazione annuale il patrimonio, la cultura, le tradizioni e l’enogastronomia locale.

Ritratti di Territorio è oramai un appuntamento fisso, l’occasione per evidenziare le potenzialità della Campania e del Sud. Un evento che serve anche a valorizzare tutti coloro che si sono distinti nei propri settori di interesse che hanno un minimo denominatore comune: amore e profondo legame con la propria terra di origine.

“Il Salotto di Bry” è scritto e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito, regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, fotografia di Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TAone.

 VIDEO 

PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY CLICCARE SULLA FOTO 

Official Spot “IV^Edizione Festa del Vino di Lettere”, 21 e 22 settembre 2019

Il 21 e 22 settembre 2019 torna uno dei wine event più attesi nel settore dell’enogastronomia nazionale, la IV^ edizione della “Festa del Vino di Lettere” nell’affascinante scenario del Castello Medioevale. L’Evento è organizzato dalla ProLoco di Lettere e dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con AIS Campania.  Il vino frizzantino Doc di Lettere si sposerà con le tante gustose specialità gastronomiche preparate da sapienti ristoratori e chef stellati, il tutto accompagnato da musica tradizionale e scenografici spettacoli itineranti.

Credits:

OFFICIAL SPOT realizzato e prodotto da www.360gradiwebtv.it, regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, direttore responsabile Brigitte Esposito, fotografia di Angelandrea Falcone.

S. Egidio del Monte Albino: il 14 e 15 settembre “I Cortili della Storia” in diretta TV a 360 gradi

L’attesa è finita. Sabato 14 e Domenica 15 settembre al via la XXIII edizione deI Cortili della Storia” la rievocazione storica celebre in tutta Italia. La città di Sant’Egidio del Monte Albino è pronta ad accogliere migliaia di visitatori provenienti da ogni dove per far rivivere la nota festa popolare nell’atmosfera fantastica di cortili unici nel loro genere e con il gustoso assaggio di pietanze tipiche preparate secondo antiche ricette. Non solo arte, storia e cultura, ma anche un viaggio all’insegna di quei sapori e di quelle tradizioni che si sposano sapientemente con l’allegria di strepitosi figuranti in abiti tradizionali. Un colorato corteo storico, vivaci sbandieratori, giullari saltellanti, il cortile dei cunti, deliziose cene e pranzi medievali, le impiccagione di condannati, visite guidate, animazione e spettacoli itineranti saranno il cuore pulsante di un evento nazionale ideato e promosso dalla fantastica, giovane ed originale Pro Loco S. Egidio Del Monte Albino in sinergia con l’Ente Provinciale per il Turismo Salerno, l’alto patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri con il patrocinio della Regione Campania, della Provincia di Salerno, dell’Unesco, del Comune di S. Egidio del Monte Albino e della Comunità Montana. Grande collaborazione ci sarà da parte del Forum dei Giovani, dell‘IPSAR di Nocera Inferiore, dell’ArcheoClub Nocera Alfaterna, della Ballet Studio Cava de’ Tirreni e dell’Abbazia S. Maria Maddalena, Radio Monte Albino. Saranno, inoltre, esposte le macchine della tortura e macchine da guerra di epoca medievale, grazie alla “Dea dei serpenti” si assisterà ad un momento magico dove si avrà la possibilità di vedere da vicino serpenti di varie specie e le esibizioni di esperti falconieri. Con l’ associazione “I Cavalieri del Giglio” e con la compagnia “Compagnia Arcieri D’Oria” si potrà invece assistere a veri e propri combattimenti nonché a scontri tra cavalieri.

Media partner della kermesse la Web/Tv dei grandi Eventi Live www.360gradiwebtv.it, in collaborazione con TAonecon la presenza in diretta delle telecamere de “Il Salotto di Bry” ed interviste itineranti.

PROGRAMMA DELL’EVENTO

 Sabato 14 Settembre

Ore 20.00 – Apertura e visita ai cortili del Centro Storico.
Musiche tradizionali e degustazioni di prodotti tipici.
Fiera delle arti e mestieri medievali.
Esibizione incantatori di serpenti e dei falconieri.
Esibizione acrobati del borgo. Combattimento arma bianca.
Spettacolo della condanna al patibolo.
Spettacoli di recitazione all’interno dei cortili.

– Domenica 15 Settembre

Ore 12.00 – Mercato medievale e degustazione di prodotti tipici presso la Corte di Palazzo Ferrajoli della Fontana. Esibizione dei Falconieri e incantatori di serpenti.

Ore 17.30 – Partenza del Corteo dei figuranti da Piazza Municipio;
Ore 18.00 – Arrivo dei figuranti alla chiesa di Maria SS. delle Grazie;
Ore 19.00 – Arrivo dei figuranti all’abbazia di Santa Maria Maddalena;
Rievocazione Storica degli eletti dell’antica Università di Sant’Egidio.
Ore 20.00 – Apertura e visita ai cortili del Centro Storico.
Musiche tradizionali e degustazioni di prodotti tipici.
Fiera delle arti e mestieri medievali.
Esibizione dei falconieri e incantatori di serpenti.
Esibizione Acrobati del borgo. Combattimento Arma Bianca.
Spettacolo della condanna al patibolo.
Spettacoli di recitazione all’interno dei cortili.

 

 

Dal 5 al 9 settembre Angri festeggia la Regina della Pace: il programma religioso e civile

Tenetevi pronti per il rientro dalle ferie perchè ad Angri fervono i preparativi per i festeggiamenti in onore della Madonna della Pace che si terranno dal 5 al 9 settembre 2019 in Via Nazionale. Un appuntamento che, da anni, incanta per il suo fascino religioso, ludico, folkloristico e per le intense atmosfere musicali capaci di richiamare in città migliaia di persone da ogni dove. Padre Antonio Cuomo, parrocco presso la Parrocchia Regina Pacis di Angri, e i giovani della Commissione Festeggiamenti hanno reso noto il ricco ed articolato programma delle serate che, intrecciando l’aspetto religioso con eventi, spettacoli ed enogastronomia, non deluderà le aspettative dei partecipanti.

A seguire il programma religioso e civile:

Giovedi 5 settembreGiornata del malato, degli anziani e dei nonni

Alle ore 19.00 accoglienza della Madonnina pellegrina. Santa Messa e preghiera per gli ammalati, anziani e nonni. Benedizione dei giovani della Commissione Festeggiamenti. Al termine inaugurazione del nuovo piazzale della della Chiesa e momento di festa e condivisione a cura della Caritas Parrocchiale.

Venerdi 6 settembre – Giornata dei bambini

Dal pomeriggio il Villaggio della Pace a cura dell’Azione Cattolica parrocchiale.

Alle ore 19.00 Santa Messa, benedizione dei picoli Angeli della pace e delle Figlie della pace, Passaggio sotto il manto.

Alle ore 21.00 la VII^ Edizione del Summer Music Festival, la grande kermesse canora organizzata dai giovani della Parrocchia con la direzione artistica del musicista di fama nazionale M° Pierpaolo Petti, un’ orchestra live, ospiti d’eccezione e una giuria di qualità.

Sabato 7 settembre – Giornata dei Giovani

Alle ore 19.00 Santa Messa e preghiera con i giovani per il nuovo anno scolastico.

In serata Marco Calone in concerto.

Domenica 8 settembre – Natività di Maria – La comunità in festa

Alle ore 7.30 Santa Messa e peregrinatio della Madonna per le strade della Parrocchia.

Alle ore 21.00 Processione solenne con inizio dalla scuola Taverna.

Alle ore 22.00 i Vaj Mò Live band in concerto

Lunedi 9 settembre

Alle ore 19.00 Santa Messa. Consacrazione alla Regina della Pace degli sposi novelli e dei bambini battezzati da settembre 2018 ad oggi.

In serata Daniele De Martino in concerto.

Giovedi 12 – SS. Nome di Maria

Alle ore 19.00 Santa Messa di ringraziamento e saluto alla Regina della Pace, la venerata statua parte per il restauro.

Nei giorni della festa verrà consegnata all’Associazione BAOBAB il frutto del digiuno quaresimale per la costruzione di una scuola e il mantenimento di 200 bambini nella Missione di Tampellin (Burkina Faso) guidata dai padri missionari di don Orione.

Inoltre ci saranno nel corso delle serate gli Stand gastronomici organizzati dai gruppi parrocchiali del Rinnovamento nello Spirito e del Cammino neocatecumenale. Si potranno assaggiare ottime specialità, in particolare il tradizionale soffritto.

PROMO

 

Tramonti, la classe 1969 festeggia con un mega party i primi 50 anni

Il favoloso e bucolico scenario di Tramonti ha fatto da cornice ai festeggiamenti dei nati nel 1969 che si sono riuniti per celebrare, in grande stile, il mezzo secolo di vita. Cinquantenni scatenati, pieni di voglia di fare e di divertirsi si sono concessi una serata davvero esclusiva e spumeggiante. La classe ’69 ha ritrovato nei piacevoli ricordi, che sembravano dimenticati, esperienze, storie ed emozioni collettive. La speciale reunion è avvenuta inizialmente presso la Chiesa dell’Ascensione a Parterno Sant’Arcangelo dove è stata celebrata la messa di ringraziamento per il dono della vita da don Piotr Wojciechowski che ha ricordato anche chi, purtroppo, ha dovuto salutare prematuramente questo mondo. Al termine i festeggiati si sono spostati in Piazza Treviso a Polvica per l’alzabandiera recante il numero “69” al suon di tromba, seguito dal tradizionale passaggio del testimone dai predecessori della classe ’68 alla presenza dell’Amministrazione Comunale rappresentata dal consigliere Luigi D’Antuono. Infine un’elegantissima cena spettacolo a Campinola presso l’Azienda Agrituristica “Antichi Sapori”, gestita dall’eccellente chef della Costa D’Amalfi Giuseppe Francese e dalla rinomata sommelier Antonietta Mandara, ha dato il via ad una festa all’insegna di un menu gourmet ricercato, canti, balli, divertimento e solidarietà. Dopo il taglio della spettacolare torta, su un fiume di champagne e un volo meraviglioso di palloncini colorati, i festeggiati si sono dati appuntamento al prossimo traguardo.

I primi 50 anni sono stati piuttosto incredibili, quindi la redazione di 360gradiwebtv non vede l’ora di vedere quello che combineranno Carolina Di Martino, Antonio Vuolo, Salvatore Vuolo, Luigi Giordano, Giovanni Borrelli, Giovanna Imperato, Rino Pisacane, Salvatore Iovino, Rosetta Imperato, Giovanna Imperato, Antonio Marrazzo, Anna Giordano, Giovanni Mandara, Santina Romano, Aniello Cuccurullo, Tiziano Coppola, Corrado Romano, Vincenzo Savino, Carmela Francese e Mariano Esposito nei prossimi 50 anni. A tutti questi amici di Tramonti auguriamo un felice compleanno!

Il Salotto di Bry” è scritto e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito, regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, fotografia di Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con Teleangri1 (TAone) canale 639 visibile in tutta la Campania.

VIDEO E INTERVISTE 

CLICCARE SULLA FOTO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY 

“Il Nostro Pomodoro”: un’idea, un gruppo social, iniziative e la passione per “l’oro rosso” di Massimo Giordano

di Brigitte Esposito

Sta riscuotendo notevole successo la pagina facebook realizzata e amministrata, con estro ed interessanti contenuti, da Massimo Giordano consigliere comunale di Sant’Egidio del Monte Albino e impiegato presso una nota industria conserviera dell’Agro Nocerino Sarnese. “Ogni giorno raccontiamo storie di pomodoro che destano entusiasmo e grande interesseha pubblicato Giordano nei giorni scorsi sulla pagina Avvincenti racconti in cui industriali, contadini, operai e tecnici lavorano il prezioso oro rosso ininterrottamente e con illimitato amore, estrema passione e notevole dedizione per proporlo fresco e genuino sulle tavole dei fedeli consumatori. Grazie alla sua versatilità e alla capacità di associarsi ad altri generi commestibili si cerca da sempre di studiarne le proprietà mostrando l’alto livello di eccellenza qualitativa del pomodoro, davvero “d’oro” perché aiuta a combattere ipertensione e tumori grazie alle sue potenti qualità. Vi rendiamo, dunque, participi di importanti iniziative che prossimamente prenderanno vita grazie a questo gruppo: convegni con esperti del settore e con medici di chiara fama; la stesura di un libro con racconti e immagini “The Italian Tomato Book”; cortometraggi per documentare il lavoro nelle storiche e nuove aziende; interviste ai protagonisti per comprendere i meccanismi di concimazione, coltivazione, irrigazione, raccolta, lavorazione e produzione. Sperando di avervi stimolato, siete tutti invitati a sostenerci, ad esprimere dei pareri ed essere partecipi di questo lavoro di squadra. Un’iniziativa di successo batte con un solo cuore e ha un solo colore: il rosso!” . Disponibile ed entusiasta Massimo Giordano ha raccontato la sua esperienza diretta con l’oro rosso.

Come nasce la sua passione per il pomodoro?

Il rosso è il colore che ho sempre amato e sin da bambino mi sono appassionato al settore industriale della trasformazione dell’oro rosso grazie alla mia famiglia. Mio padre lavorava come carrellista in un’azienda a Sant’Egidio del Monte Albino, precisamente presso i F.lli De Angelis, e la mia prima lavorazione come operaio al pallettizzatore è avvenuta nel 1998. Sono cresciuto ascoltando quotidianamente i racconti di esperti ed appassionati immergendomi tra i sapori e i profumi della nostra terra. Per me è stato importante capire e analizzare, anno per anno, le caratteristiche di uno dei prodotti italiani più conosciuto al mondo ed elemento base della dieta mediterranea.

Negli anni ha anche realizzato un archivio personale?

Ho sempre conservato tutto: dai barattoli in vetro e in scatola ai loghi delle aziende, dagli articoli di giornale alle interviste video ai personaggi leader nel settore. Oggi possiedo un archivio con un numero illimitato di materiale che racchiude passato e presente. La mia idea è di pubblicare un libro che racconti il nostro territorio e che possa essere tramandato di generazione in generazione.

Il gruppo facebook “Il Nostro Pomodoro” sta ottenendo riscontri altissimi, immaginava questo successo?

Assolutamente no. Ho creato per passione questo gruppo ma poi ho riscontrato consensi, continue richieste di amicizia, apprezzamenti da parte di titolari di rinomate aziende conserviere. Il gruppo favorisce lo scambio di opinioni, ci si aggiorna, si interloquisce, si favorisce il confronto tra agricoltura ed industria territoriale creando una sinergia sana e positiva. Sono molto contento degli ottimi risultati anche perché sono social e credo che l’innovazione tecnologica possa aprire nuovi sentieri di sviluppo creando un più proficuo e stretto rapporto tra produttori e consumatori.

Come vede il futuro del pomodoro nell’Agro ?

Spero che la filiera delle conserve alimentari resti ben radicata nel territorio perché incide molto anche sul dato occupazionale. La campagna di trasformazione del pomodoro 2019 per esempio è stata decisamente lenta a causa dei cambiamenti climatici e delle incessanti piogge del mese di aprile e maggio, ma sarà sicuramente più lunga perché si protrarrà fino ai mesi di settembre e di ottobre. Mi auguro che il Ministero delle Politiche Agricole tuteli e valorizzi gli agricoltori, le industrie e gli addetti ai lavori. E come dico sempre: “Dobbiamo avere fede”!

Il 30 agosto Sal Da Vinci in concerto a Cetara nella rassegna “Le Notti Azzurre”

Continuano con successo gli appuntamenti dell’estate cetarese,  un calendario ricco di eventi che sta appassionando  tutti coloro che amano serate uniche nel centro costiero. Nell’ambito della rassegna LE NOTTI AZZURRE “Dalle lampare alla colatura di alici” dopo le serate a bordo delle tonnare con “Teatri in Blu” ed il “XXX Festival delle Torri,  mercoledì 28 agosto, alle 21,30 in Largo Marina, andrà in scena il musical “Alice nel Paese delle Meraviglie”, per la regia di Gaetano Stella, con la straordinaria partecipazione di Manuel Frattini, noto ballerino, cantante e attore, tra i più rinomati in Italia. A chiudere il programma degli eventi cetaresi, il giorno 30 agosto il tanto atteso concerto di Sal da Vinci, il popolare cantante partenopeo che, salendo sul palco con il “50 Suonati Live Tour”, ci farà ripercorrere un viaggio di ricordi ed emozioni, grazie ai suoi più grandi successi.

#deflagrazioni, l’11 settembre la VI edizione del Premio Ritratti di Territorio

Sarà un settembre esplosivo. Deflagrazioni è il claim della sesta edizione del Premio Ritratti di Territorio.
La manifestazione si terrà mercoledì 11 settembre, alle ore 20, al ristorante “Il Bagatto” in via Termine Bianco a Pagani.
Il Premio Ritratti di Territorio nasce nel settembre 2014 dalla felice intuizione di Nunzia Gargano – giornalista, specializzata in enogastronomia e promozione culturale – che in occasione dei suoi venti anni di giornalismo – ha inteso omaggiare con una manifestazione annuale il patrimonio, la cultura, le tradizioni e l’enogastronomia locale. Ritratti di Territorio è oramai un appuntamento fisso, l’occasione per evidenziare le potenzialità della Campania e del Sud. Un evento che serve anche a valorizzare tutti coloro che si sono distinti nei propri settori di interesse che hanno un minimo denominatore comune: amore e profondo legame con la propria terra di origine.
La kermesse, come per le precedenti edizioni, sarà divisa in due parti: il premio e la degustazione enogastronomica.