Il Salotto di Bry alla XII^Rassegna Nazionale Enogastronomica “Antonio Esposito Ferraioli” presso l’I.P.S.S.E.O.A. “Pittoni” di Pagani

Il programma “Uno Chef e un Pasticciere nel Salotto di Bry” ha fatto tappa a Pagani presso l’I.P.S.S.E.O.A. “Ten.Cc.M. Pittoni” dove si è svolta la XII^ edizione della Rassegna Nazionale Enogastronomica dedicata alla memoria di Antonio Esposito Ferraioli, giovane cuoco e sindacalista vittima della camorra. La rassegna ha ospitato giovani studenti di Istituti Alberghieri di tutta Italia offrendo loro non solo la possibilità di partecipare ad un interessante laboratorio in cui le risorse turistiche si sono sposate con la tradizione e la cultura locale, ma anche un importante scambio di esperienze. Tradizione e innovazione sono stati il filo conduttore di un viaggio tra saperi e sapori, teoria e pratica per una giusta e formativa preparazione professionale. Con immensa gioia e soddisfazione il Dirigente Scolastico, dott.ssa Rosanna Rosa, nel corso della kermesse ha firmato un protocollo con l’Associazione Nazionale A.I.B.E.S. (Associazione Italiana Barman E Sostenitori – Sezione Campania), rappresentata dal Fiduciario Luigi Gargiulo e dal Vicefiduciario Rosario Restino, dal Capo Barmar Alfonso La Zazzara Presidente della A.B.C Costiera Sorrentina e dal resident Capo Barman Prof. Luigi Atripaldi. Il progetto favorirà lo sviluppo delle competenze degli allievi, i quali, saranno formati da professionisti con attività di laboratorio teorico-pratico di Sala, Bar, Cucina e Ricevimento, e partecipando a manifestazioni di vario tipo ed indirizzo.
Il Salotto di Bry è condotto dalla giornalista Brigitte Esposito per la regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TAone canale 639 visibile in tutta la Campania.

VIDEO E INTERVISTE 

 

CLICCARE SULLA FOTO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY 

Keep on Movin’, il bryoso viaggio in diretta di Radio Base e 360gradiwebtv

Ovunque siate preparatevi per un bryoso ed energico viaggio radiofonico in diretta! Keep On Moovin’ è il programma radio/web/tv che, in continuo movimento, conduce gli ascoltatori in un tour assolutamente coinvolgente ed interattivo. Una postazione esclusiva, avvincenti ospiti, interviste, cusiosità, tendenze, dediche ed immancabili selfie. Il programma è condotto da Brigitte Esposito con la regia radiofonica di Errico Marrazzo, la regia televisiva di Gerardo Roberto Tartaglia e le riprese di Angelandrea Falcone.

Keep On Movin’… il programma che lascia dietro di sé musica, movimento e brio”

“Datemi una birra”, il nuovo singolo dell’istrionico artista romano Adriano Bono

Il cantautore polistrumentista ideatore del “Reggae Circus”, ci regala una ventata d’allegria con il brano “Datemi una Birra” che, fra original ska e dancefloor, rende omaggio alla Bionda per eccellenza.Il nuovo singolo di Adriano Bono, già autore di tormentoni quali Bella Ciccia (inno contro l’anoressia), M’illumino di Meno (sigla nel 2007 dell’omonima Festa Del Risparmio Energetico organizzata da Rai Radio2) è una vera e propria dichiarazione d’amore nei confronti della birra, una bevanda che negli ultimi anni ha conquistato sempre più estimatori anche in Italia, appassionatisi come mai prima d’ora all’esplosione del fenomeno delle birre artigianali e della cultura brassicola.L’arrangiamento della base, prodotta dallo stesso Adriano Bono, dopo una breve introduzione a tempo di valzer sghembo, diventa subito trascinante, con sonorità saltellanti in perfetto stile “original ska” giamaicano anni ‘60, con solo un po’ di cassa dritta in più, che strizza l’occhio alle sonorità più moderne e alla dancefloor dei giorni nostri. Fiore all’occhiello della produzione sono gli ottoni in stile Mariachi (a cura di Sandro Travarelli) e il missaggio di Marco “Cipo” Calliari.

Matera 2019, la capitale del vino incontra la capitale della cultura

Presentato a Matera il progetto “BioWine” (Biological Wine Innovative Environment) per il trasferimento di buone pratiche per la tutela dell’ambiente in viticoltura, che coinvolge alcune importanti realtà del Veneto, della Campania e della Basilicata.
Il progetto – finanziato da PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020, Agenzia per la Coesione Territoriale, Unione Europea Fondo Sociale Europeo, Fondo Europeo di Sviluppo Regionale – rappresenta la base tecnica del dossier di candidadura che ha consentito a Sannio Falanghina di diventare “Città europea del Vino 2019”, il prestigioso riconoscimento assegnato al territorio beneventano da Recevin, la rete delle 800 Città del Vino presenti in 11 Paesi europei.
Nel corso della mattinata, il Comune di Matera ha proposto di impiantare piante di falanghina nei giardini del territorio per celebrare l’anno della doppia capitale europea e per rafforzare il radicamento del binomio vino-cultura. Inoltre, sono già in fase di definizione altre iniziative dedicate a Sannio Falanghina nell’ambito di Matera 2019.

Dopo il primo info day organizzato sabato 16 marzo a Caggiano, dunque, la capitale europea del vino ha incontrato la capitale europea della cultura 2019 con l’obiettivo di promuovere buone pratiche in campo ambientale, sopratutto rivolte alle attività vitivinicole, e fornire un modello replicabile che sia di riferimento per un ammodernamento sostenibile dei territori dei piccoli comuni e per la costituzione di un sistema territoriale in grado di favorire un processo virtuoso di concertazione tra le varie amministrazioni, con la partecipazione delle imprese e dei soggetti socio economici interessati.

L’interscambio di informazioni, infatti, favorirà la cooperazione tecnica tra agronomi, produttori vitivinicoli, enologi, tecnici ambientali e ricercatori, e porterà alla condivisione di uno statuto del Paesaggio rurale per la definizione di regole riguardanti la salvaguardia ambientale dei territori vitivinicoli e dei centri storici.

Il progetto, esempio virtuoso di trasferimento di know-how e di strumenti sperimentati dalle amministrazioni locali sui temi dell’innovazione tecnologica, della tutela dell’ambiente e del marketing territoriale, coinvolge quattro realtà sannite in provincia di Benevento (Guardia Sanframondi – ente capofila – Castelvenere, Sant’Agata dei Goti e Solopaca), insieme al Comune irpino di Castelfranci (Avellino), Caggiano e Sant’Angelo a Fasanella (Salerno) e Grumento Nova e Roccanova in Basilicata, provincia di Potenza. Gli enti detentori della “buona pratica” sono i Comuni dell’area DOCG Conegliano-Valdobbiadene in provincia di Treviso (Cison di Valmarino, Colle Umberto, Conegliano, Farra di Soligo, Follina, Miane, Pieve di Soligo, Refrontolo, San Pietro di Feletto, San Vendemiano, Susegana, Tarzo, Valdobbiadene, Vidor e Vittorio Veneto – Comune coordinatore San Pietro di Feletto). 

Alla presentazione, a cura del responsabile scientifico Giovanni Quaranta, sono intervenuti Eustachio Quintano, assessore al Bilancio del Comune di Matera; Benedetto De Pizzol, coordinatore delle Città del Vino della Regione Veneto e assessore all’Agricoltura del Comune di San Pietro di Feletto, Comune cedente le buone pratiche messe in atto nel territorio della DOCG Conegliano-Valdobbiadene “Prosecco Superiore”, che riguardano le iniziative intraprese da tutti i Comuni coinvolti nella denominazione; Floriano Zambon, presidente nazionale dell’associazione Città del Vino; il vice presidente del Consorzio di tutela “Sannio DOP” e presidente della cantina sociale “La Guardiense” di Guardia Sanframondi, Domizio Pigna; il sindaco di Guardia Sanframondi, capofila del progetto BioWine e di Sannio Falanghina “Città europea del Vino 2019”, Floriano Panza; il sindaco di Sant’Agate dei Goti, Carmine Valentino; il sindaco di Castelvenere, Mario Scetta; l’assessore all’Agricoltura del Comune di Solopaca, Giuseppe Stanzione; il presidente del Consorzio tutela DOC “Terre dell’Alta Val d’Agri”, Francesco Pisani;il sindaco di Grumento Nova, Antonio Imperatrice; il sindaco di Roccanova, Giulio Emanuele. A seguire, la degustazione di vini e prodotti tipici di cantine e produttori dei Comuni BioWine della Basilicata e della Campania.

Città Europea del Vino 2019, il Sud riparte da “Sannio Falanghina” e Matera

Entra nel vivo la macchina organizzativa di Sannio Falanghina “Città europea del Vino 2019”, il prestigioso riconoscimento assegnato al territorio beneventano da Recevin, la rete delle 800 Città del Vino presenti in 11 Paesi europei.
Il 25 marzo, a Matera, la capitale europea del vino incontrerà la capitale europea della cultura per presentare il progetto “BioWine”, asset portante e fondante del dossier inviato a Bruxelles a supporto della candidatura.
Ad un mese di distanza dalla cerimonia ufficiale di investitura, che ha segnato il passaggio di testimone dalle cittadine portoghesi di Torres Vedras e Alenquer, il Sannio è pronto a seguire il percorso tracciato nel 2016 dalle terre del Prosecco Superiore DOCG Conegliano-Valdobbiadene e a raccogliere la sfida: promuovere la cultura del vino e realizzare una filiera vitivinicola innovativa, condividendo uno statuto del Paesaggio rurale per valorizzare il territorio e disciplinare l’uso degli spazi interni.

“ Il nostro obiettivo – spiega Floriano Panza, sindaco di Guardia Sanframondi – è adottare un Piano regolatore comune in tutti i territori di Sannio Falanghina, progettando un paesaggio armonioso e tutelando i nostri centri urbani ma soprattutto stimolando il senso di appartenenza ad una comunità. Il titolo di Città europea del Vino rappresenta una opportunità straordinaria per rafforzare la nostra reputazione a livello internazionale, promuovere le eccellenze, attrarre turisti e favorire uno sviluppo economico sostenibile anche per i giovani che vogliono restare nel Sannio. Abbiamo già definito il programma con gli eventi, a partire dalla partecipazione a Vinitaly e dalla presentazione del testimonial europeo e del manifesto ufficiale firmato dall’artista Mimmo Paladino”.

Per capire ancora meglio l’importanza dell’iniziativa, basta vedere le cifre di Sannio Falanghina: 12 mila ettari di vigneto, la più estesa area vitivinicola in Campania; 3 denominazioni di origine ed 1 indicazione geografica per più di 60 tipologie di vini; il 50% dell’intera produzione vitivinicola regionale, con oltre la metà del vino campano tutelato da denominazioni di origine; 900 ettari di vigne specializzate solo a Castelvenere (il 60% della superficie totale), il territorio più vitato della Campania e tra i più vitati d’Italia; 10 mila aziende impegnate nella produzione di uva; oltre 100 aziende che vinificano ed etichettano; 160 cantine con circa 2.500 lavoratori, senza considerare l’indotto; 2 milioni di euro destinati alla promozione, oltre agli investimenti già annunciati dal governatore Vincenzo De Luca; 1 sfilata dei carri realizzati ogni anno a Solopaca con i primi chicchi d’uva della stagione; 120 abitazioni già acquistate da turisti stranieri nel borgo di Guardia Sanframondi (provenienti da Scozia, Stati Uniti e Canada); la più importante realtà cooperativa della Campania ed una delle principali del Mezzogiorno, la Guardiense, con 1.000 soci, circa 140 mila ettolitri di vino prodotti annualmente, 5 milioni di bottiglie vendute in Italia e nei principali mercati internazionali. E non solo.

In programma oltre 120 eventi in 365 giorni – tra degustazioni, convegni tematici, manifestazioni culturali ed enogastronomiche – e la partecipazione a Parigi alla settimana dedicata alla cucina italiana. I prossimi impegni: 23 marzo – Guardia Sanframondi, cerimonia e nomina del testimonial europeo; 23 marzo – Spazio Campania (Milano), presentazione del progetto Sannio Falanghina e delle iniziative previste dalla Regione Campania a Vinitaly; 25 marzo – Matera, presentazione del progetto “BioWine” della Città europea del Vino 2019; 7-10 aprile – Vinitaly (Verona), presentazione del manifesto ufficiale firmato da Mimmo Paladino.
Proprio in occasione di Vinitaly, la più grande manifestazione dedicata al mondo del vino, Sannio Falanghina sarà protagonista nel padiglione della Regione Campania e nel padiglione del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo.

“ Il governo regionale – afferma Erasmo Mortaruolo, consigliere regionale e delegato del presidente De Luca per Sannio Falanghina – sta lavorando per predisporre uno specifico Programma operativo complementare come valido contributo per elevare l’asticella organizzativa delle iniziative più importanti. Stiamo lavorano a pieno ritmo per il definitivo rilancio del comparto enologico facendo leva su tutti gli strumenti finanziari a disposizione con un obiettivo ben preciso: rafforzare la nostra presenza sul mercato nazionale ed internazionale. Ho voluto che si costituisse un tavolo permanente con tutti gli attori della Città europea del Vino, insieme alla Direzione regionale per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, finalizzato a mettere in piedi una progettualità di sistema ed elaborare dei contributi specifici per costruirvi le linee caratterizzanti della programmazione 2021-2027”.

Un vero e proprio distretto del vino, dunque, che comprende 23 territori sanniti e rappresenta la locomotiva del vino campano: i 6 Comuni che hanno sostenuto la candidatura (Castelvenere, Guardia Sanframondi, Sant’Agata dei Goti, Solopaca, Torrecuso e Benevento) ed i 17 Comuni che hanno deciso di aderire all’associazione Città del Vino (Telese, Montesarchio, Dugenta, Amorosi, Bonea, Campoli del Monte Taburno, San Lorenzo Maggiore, Melizzano, San Lorenzello, Faicchio, San Lupo, Cerreto, Vitulano, Frasso Telesino, Paupisi, Foglianise, Ponte), oltre alla Provincia di Benevento.

Al Grand Hotel Ristorante Meridiana di Lettere si respira amore a 360 gradi

Amore infinito, emozioni e un’esplosione di gioia nel cuore. Tutto ciò si può vivere solo al Grand Hotel Ristorante Meridiana, nel cuore di Lettere, che in occasione di S. Valentino ha dato portato in scena una serata di gala per celebrare l’amore esclusivo, speciale, sorprendente. Il Salotto di Bry è andato alla scoperta di questa location davvero unica che offre tutto quello che si cerca per celebrare i momenti romantici. Tina De Simone, direttrice dell’Hotel, con la sua affabilità, dolcezza e professionalità ha condotto gli innamorati in un mondo incantato regalando una notte di magia pura. I fiori, la musica, le candele accese e il love menu realizzato dall’estro degli chef si sono plasmati perfettamente con lo scintillio delle stelle, la vista spettacolare sul Golfo di Napoli e l’immensità del Castello di Lettere. La posizione del locale permette, infatti, di scoprire la bellezza del territorio circostante regalando anche momenti di estremo benessere a bordo della piscina situata nel roof garden. La professionalità e la continua disponibilità del personale, l’eleganza delle sale, i preziosi arredi, l’attenzione per la cura dei dettagli, l’ottima presentazione artistica, scenica e gustosa dei piatti hanno decretato il successo di una serata d’amore che anche offerto alle soddisfatte coppie la possibilità di scegliere la location per gli eventi da ricordare. Basta poco per progettare e realizzare i sogni: ogni dettaglio d’amore ha solo bisogno di fantasia e semplicità, ciò che il Gran Hotel Ristorante Meridiana ha offerto per il Valentine’s Day.

Il Salotto di Bry è scritto e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito per la regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, aiuto riprese e fotografia di Angelandrea Falcone, Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TAone Teleangri Uno canale 639 visibile in tutta la Campania

VIDEO E INTERVISTE

CLICCARE SULLA FOTO PER GUARDARE LA PHOTOGALLERY 

“Una Nuova Stagione – A Teatro con Gusto” al Centro Universitas Morcone – dal 22 febbraio al 2 giugno

Al Centro Universitas di Morcone, sito in viale dei Sanniti, dal 22 febbraio al 2 giugno, alle ore 20:30, Mestieri del Palco presenta, in collaborazione con l’Associazione “Che viva Morcone” e il Comune di Morcone e la Regione Campania, “Una nuova stagione – A teatro con Gusto”. Sei appuntamenti per sei spettacoli di teatro all’insegna del divertimento e della voglia di stare insieme.
Ogni serata sarà accompagnata dalla degustazione di prodotti locali per il nostro teatro con gusto. La direzione artistica è a cura di Antonio D’Avino e la direzione organizzativa è di Beatrice Baino.

Si comincia ufficialmente venerdì 22 febbraio, alle ore 20:30, con Lalla esposito e Massimo Masiello in “Sfogliatelle e altre storie d’amore”, dove le storie d’amore tra uomini e donne si raccontano attraverso le canzoni degli anni ’30 di una Napoli non melodica e romantica.

Venerdì 22 marzo, alle ore 20:30, Teatri A’ssociati Napoli presenta “Usciti pazzi” di Antonio Scavone, per la regia di Niko Mucci, con Antonio D’Avino, Laura Pagliara e Valeria Impagliazzo. Tra farsa e dramma, la pièce narra del quotidiano di un contesto familiare popolare per illuminare gli aspetti comici, che permettono di scherzare e sorridere degli atteggiamenti e degli stati mentali, che ogni spettatore riconoscerà in qualcuno già incontrato e forse specularmente in se stesso.

Si prosegue sabato 6 aprile, alle ore 20:30, con “Come una bestia”, prodotto da Baracca dei Buffoni, diretto da Orazio De Rosa, con Antonio Perna. Uno scarafaggio arrampicatore sociale, uno scorpione killer, una spugna che vuole smettere di bere, un pappagallo che parla d’amore… Viskovitz è ognuna di queste bestie e molte altre ancora, alle prese con le loro bizzarrie, nevrosi, vanità. Ma è la condizione umana, in tutta la sua dignità e scostumatezza, a essere rappresentata attraverso queste esilaranti metamorfosi.

Per Vetrina Morcone, sabato 4 maggio, alle ore 20:30, il Gruppo Ever Over Fifties regalerà al pubblico il concerto “L’album dei bei momenti”, per continuare ad emozionarsi con la musica.

Sabato 11 Maggio, alle ore 20:30, la compagnia Quinta di Copertina sarà impegnata con “L’inedito”,spettacolo di improvvisazione sul teatro di William Shakespeare, che vede la consulenza registica a cura di Stefano de Luca. Nella prima parte dello spettacolo, gli attori, attraverso frammenti di scene, sketch brillanti e giochi teatrali caratterizzati da un importante coinvolgimento del pubblico, regalano spunti di studio e riflessioni sul contesto storico, la vita e le opere di Shakespeare, i temi trattati nei testi, il linguaggio utilizzato, i personaggi rappresentati. Nella seconda parte, invece, puramente performativa, la compagnia porta in scena il sapore e i colori di una rappresentazione shakespeariana senza avere a disposizione un copione o un canovaccio, ma utilizzando l’improvvisazione teatrale e i temi ricorrenti nelle opere di Shakespeare.

Si conclude “Una Nuova Stagione – A Teatro con Gusto” domenica 2 giugno, alle ore 20:30, con Vetrina Morcone. I ragazzi del laboratorio teatrale del liceo Don Peppino Diana di Morcone debutteranno con “Shakespeare is love”, lo spettacolo di fine anno diretto da Antonio D’Avino e Beatrice Baino. Il tema dell’amore e il drammaturgo inglese più famoso al mondo saranno al centro di questo lavoro che farà divertire ed emozionare il pubblico in sala.

“In direzione ostinata e contraria. Scampoli di umanità” martedì al Centro Sociale di Pagani

Per la prima volta debutta “Ritratti di Territorio d’inverno”. L’evento più atteso di ogni settembre, ideato dalla giornalista Nunzia Gargano nel 2014 e collegato all’omonimo blog, si arricchisce di un’anteprima.
“In direzione ostinata e contraria. Scampoli di umanità”: questo il titolo della serata – organizzata in collaborazione con Nicolantonio Napoli, direttore artistico di “Casa Babylon Teatro” – che traghetterà il pubblico #versoritratti19.
Martedì 26 febbraio, alle 21, presso l’Auditorium del Centro Sociale di Pagani si riderà, ci si emozionerà, si rifletterà.
Myriam Lattanzio, Anna Mazza, Niko Mucci, Vincenzo Sabatino, Nunzia Schiano, Antonio Trillicoso daranno volto, voce e sentimenti agli argomenti prescelti.
Un po’ di mistero, come è nello stile degli animatori di “Ritratti”, aleggia sulla kermesse di cui non è stato detto ancora molto. Nunzia Gargano, con Maria Pepe e Barbara Ruggiero, è già al lavoro. Proprio da lei arriva qualche indizio: “In direzione ostinata e contraria nasce per un’esigenza fisica e sentimentale. È un momento storico in cui ci si trova di fronte a un disorientamento generale. C’è la sensazione che tutto sia già scritto, che non ci siano possibilità, che non si possa inseguire le proprie aspirazioni. C’è bisogno di un po’ di militanza seria e orgogliosa che possa riaccendere la motivazione e la voglia di poter contribuire a cambiare le cose. Il tempo passa, ma io continuo a credere che ognuno possa essere artefice del proprio destino, anche se molti preferiscono mostrarsi rassegnati attendendo il ‘santo’ di turno che realizzi il miracolo di precarietà.
L’obiettivo è immenso, ma è giunto il momento di recuperare i tanti ‘scampoli di umanità’ e incominciare a metterci la faccia perché c’è ancora tempo per avere speranza”.
Per avere le idee più chiare, bisognerà attendere martedì prossimo.
L’ingresso è gratuito su invito.

Granato Caffè arriva a Sanremo con Il Salotto di Bry e fa degustare le sue specialità

Granato Caffè è un grande punto di riferimento per chiunque ami il caffè in tutte le sue declinazioni è in occasione del Festival della Canzone Italiana è a Sanremo con il programma tv Il Salotto di Bry. L’azienda, ideata da Raffaele Granato a Castel di Cisterna nel cuore di Napoli e con punti vendita a Maiori in Costiera Amalfitana, nel corso degli anni non ha fatto altro che espandersi a livello nazionale, potenziando il mercato interno con un occhio sempre vigile all’estero. Oggi è specializzata nella produzione e vendita di caffè, dalle miscele per i bar ai caffè in cialde, in capsule, in grani fino ai caffè d’eccellenza. Inoltre vende, ripara e propone in comodato d’uso macchine da caffè, da quelle più semplici a quelle più professionali, per tutti i gusti e tutte le più svariate esigenze.

Il Salotto di Bry è condotto dalla giornalista Brigitte Esposito per la regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, riprese di Angelandrea Falcone, fotografia di Pasquale Genco, riprese drone Carlo Tortora, editing di Antonio Mauro e Simona Stucchio. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TAone Teleangri Uno canale 639 visibile in tutta la Campania.

CLICCA SULLA FOTO PER VEDERE LA  PHOTOGALLERY

 

Pasta&Pasta di S. Maria la Carità a Sanremo con il programma TV Il Salotto di Bry

Pasta&Pasta di Anna Todisco con le sue specialità è a Sanremo con il programma tv Il Salotto di Bry.  Una realtà giovane e dinamica, un laboratorio artigianale dedito alla produzione di pasta fresca e pasta secca. Da sempre opta per una scelta delle migliori materie prime, per la cura di ogni singola fase della produzione e il rigoroso rispetto delle norme igienico sanitarie. Ogni prodotto viene realizzato attraverso materie prime accuratamente selezionate rifiutando categoricamente l’utilizzo di conservanti o additivi aggiunti. Questo è l’obiettivo che si persegue ad ogni ciclo produttivo. Uova fresche selezionate, semola ad alto contenuto proteico preveniente al 100% da campi italiani, impasto lento ed omogeneo, trafilatura al bronzo costante e graduale, sono questi i segreti che donano il piacevole colore oro, consistenza ed elasticità alla nostra sfoglia. Per i ripieni vengono scelti prodotti del territorio, che variano a seconda dei periodi e delle stagioni.  Ravioli alla carne, alla zucca, ai funghi porcini, spinaci, provolone del monaco, polpa di granchio, speck, patate e provola.

Il Salotto di Bry è condotto dalla giornalista Brigitte Esposito per la regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, riprese di Angelandrea Falcone, fotografia di Pasquale Genco, riprese drone Carlo Tortora, editing di Antonio Mauro e Simona Stucchio. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TAone Teleangri Uno canale 639 visibile in tutta la Campania.

PASTA & PASTA è in Via Petraro 116 – Santa Maria la Carità (NA)

CLICCA SUL LOGO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY

Il Caffè Hollywood di Langella da Pagani a Sanremo con il televisivo Salotto di Bry

E’ possibile sorseggiare un caffè espresso cremoso dal gusto inconfondibile e delicato presso il Caffè Hollywood nella centralissima piazza di Pagani. E’ proprio qui che Il Salotto di Bry ha fatto tappa prima di portare con sé a Sanremo il titolare Alessandro Langella. Musica e caffè per il Salotto sanremese più seguito dell’Agro…e con tanti VIP pronti a farsi intervistare. Caffè Hollywood accoglie i suoi clienti in un ambiente moderno, dall’atmosfera fashion ed originale, con i migliori servizi di caffetteria e bar e dove spesso è possibile assistere ad interviste in esclusiva a personaggi dello showbiz. Tutte le pietanze proposte dalla caffetteria sono sempre preparate con una selezione accurata di ingredienti. Cocktails coloratissimi, dolci artigianali e altre gustose prelibatezze vi aspettano per un break musicale all’Hollywood Cafè – Piazza S.Alfonso 14-15, 84016 Pagani 

Il Salotto di Bry è condotto dalla giornalista Brigitte Esposito per la regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, riprese di Angelandrea Falcone, fotografia di Pasquale Genco, riprese drone Carlo Tortora, editing di Antonio Mauro e Simona Stucchio. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TAone Teleangri Uno canale 639 visibile in tutta la Campania

Il Ristorante Pizzeria La Tammorra di Pagani è con Il Salotto di Bry DIRETTAmente a Sanremo

Situato nel cuore di Pagani, il Ristorante Pizzeria LA TAMMORRA, lega il suo nome al territorio e alle tradizioni e in occasione del 69°Festival della Canzone Italiana è con il programma tv Il Salotto di Bry DIRETTAmente a Sanremo.  L’accoglienza, la cortesia, la professionalità dei titolari Antonio D’Apuzzo e Giuseppe Russo e la cordialità del personale sono un contorno immancabile alla qualità e al buon gusto delle pietanze. I sapori genuini della cucina campana conducono la clientela attraverso un viaggio del gusto e del palato. Il menù è il protagonista indiscusso: deliziose ricette si sposano sapientemente alle squisitezze alla brace e ai vini italiani adeguati al tipo di piatto. Dalle abili mani dello chef Giuseppe Russo, che con cura e passione accosta materie prime di altissima qualità, nascono piatti dai sapori indimenticabili. Ad infiammare i cuori ci pensa poi la pizza punta di diamante della Tammorra. Pizze eccellenti, frutto di lavoro sapiente e paziente sin dalle cruciali fasi della lievitazione e dell’impasto declinate nelle più svariate versioni, personalizzate ed originali.

Il Salotto di Bry è condotto dalla giornalista Brigitte Esposito per la regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, riprese di Angelandrea Falcone, fotografia di Pasquale Genco, riprese drone Carlo Tortora, editing di Antonio Mauro e Simona Stucchio. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TAone Teleangri Uno canale 639 visibile in tutta la Campania.

CLICCA SULLA FOTO PER VEDERE LA  PHOTOGALLERY