Atella Sound Circus, il più importante Festival di Musica e Artisti di Strada

Le Associazioni ArtiSticàMente e Artenove presentano la IV° edizione del festival di musica e artisti di strada Atella Sound Circus. L’evento si svolgerà i giorni 31 Maggio1-2 Giugno presso il bellissimo Casale di Teverolaccio di Succivo, cittadina a metà strada tra Napoli e Caserta, in un luogo troppo spesso mortificato poiché riconosciuto “esclusivamente” come ” terra dei fuochi”. Ed invece ecco che un gruppo di giovani atellani volenterosi, autofinanziandosi e senza avere scopi di lucro, si radunano sotto l’egida di due associazioni territoriali per produrre bellezzaarte e felicità per le famiglie e in particolar modo per i bambini. 
Un modo per reagire e donare spensieratezza a un territorio ricco di energie positive, arte e cultura.
Nel consueto scenario del Casale di Teverolaccio avrò luogo la IV edizione dell’Atella Sound Circus, un festival di musica dal vivo ed artisti di strada che sta diventando un punto di riferimento nazionale: una festa di colori, musica, balli e spettacoli d’arte circense aperta a tutti, rigorosamente ad ingresso gratuito.
Dopo il successo delle prime edizioni la manifestazione di quest’anno ripropone, con un nuovo ricercato palinsesto di eventi, il format dei concerti di musica dal vivo a chiusura di tanti spettacoli di artisti di strada e circensi con molti momenti dedicati esclusivamente all’intrattenimento per bambini, caratterizzandosi, a livello locale, come un evento unico nel suo genere proponendo spettacoli di caratura nazionale.
Molteplici sono gli eventi che si terranno in una tre giorni che si preannuncia intensa: musica dal vivo, giocoleria e arte circense, stand gastronomici, attività didattiche.

I concerti si dividono in tre serate a tema

– il 31 maggio sarà una serata dedicata al Dub e al Reggae con il dj-live-set dell’inglese Neil Perch del gruppo inglese, bandiera

del dub, Zion Train. Prima di lui il set dei Wicked Dub Division progetto nato nel 2014 dall’unione di nomi storici e conosciuti nel panorama dub italiano come Michela Grena. La band compie una ricerca musicale miscelando suoni caldi e ipnotici a sfumature più wicked e minimali. 
– il 1 Giugno è la volta del suono contaminato tra cumbia latina e la musica dei balcani: i Cacao Mental sono un progetto nato dall’incontro tra il cantante peruviano Kit Ramos e il produttore e polistrumentista milanese Stefano Iascone, mescola cumbia, musica elettronica e psichedelia con la volontà di avvicinare la tradizione musicale latinoamericana a una sonorizzazione cinematica e ballabile. La Babbuzti Orkestar ha trovato una formula nuova per proporre i tradizionali suoni balcanici rinnovando il panorama della Balkan Beat. Tra ballate, melodie, polke e infuocati ritmi musicali il collettivo travolge il pubblic con la sua straordinaria energia.
– il 2 Giugno il suono diventa local. Due band napoletane che mischiano folk, gipsy e wolrd music: ‘O Rom sono artefici di una musica che abbraccia culture e storie diverse, sempre a favore dell’integrazione razziale e della multiculturalità e che unisce la musica napoletana all’ est Europa tra tarantella, gipsy e manouche
. Gli Azul creano un mix di musica gitana, bossanova e il samba brasiliano, così come il gnawa marocchino e il desert blues. Sono capitanate da Marilena Vitale già nel duo Fede ‘n’ Marlen. 

Per gli stand informativi a carattere sociale ci saranno le associazioni:
Camilla la Stella che brilla Onlus , Noi Genitori di Tutti Onlus, Casa nel Sole Onlus, Legambiente 
eLibera

 Il laboratorio di 
Meditazione Armonica realizzerà, accompagnati dal suono armonico della Campane Tibetane ed a cura della dott.ssa Ida Franzese, attività per ritrovare se stessi mentre l’Associazione Olistica Culturale Radici Aeree realizzerà il laboratorio esperienziale “Espansione del Sé”. Le attività avranno luogo nella meravigliosa cornice degli orti sociali del Casale.

Inoltre nei tre giorni sono previste le attività Danze dal MondoTango a cura di Villa Lombardo, Modern a cura del Centro Studi Danza Ensemble e Medievali a cura di Neapolis Balfolk.

Per i grandi e piccini ci sarà l’Area Live Painting, Area Meditazione con eventi di meditazione armonica, Area Kids con Truccabimbi e Giochi con materiale di Riciclo. Area Food, Mercatini Artigianali, Stand Informativi e per finire si promuoverà la campagna di Crowdfunding per la sostenibilità futura del festival.

La sezione dedicata agli Artisti di Strada e Circensi è ricchissima:

La compagnia Circo squilibrato propone lo spettacolo Peace and Juggling in cui un formidabile giocoliere, un maestro dell’arte nel volteggio di oggetti in aria, offrre una fucina di numeri ad alto livello tecnico conditi da una classe fuori dal comune ed una comicità immediata e coinvolgente.
ManuCircus: artista circense che realizza uno spettacolo da vivere tutto d’un fiato!! Tra molteplici oggetti lanciati per aria e mille equilibri instabili proverà ad essere amico del fuoco e vi avvolgerà in un turbine di pure emozioni.
Il Fire Show con Mórrígan & Anthea uno scenario evocatore di un mondo sconosciuto e magico, una simbiosi di suono, danza e giochi incandescenti.
Alesticks: artigiano giocoliere, costruisce i giochi di giocoleria con cui si esibisce, i flowersticks!
Alì Abar Rahati Nover: un giocoliere verde, che viveva in una città verde.
Compagnia Pane e Circo: spettacolo a metà tra il circo e la challenge da social network. “The Floor Is Lava” altro non è che la sfida che tutti noi da bambini almeno una volta abbiamo affrontato.
Poubelle è lo spettacolo di punta di Luca Lombardo dove si possono notare le sue incredibili doti di trasformista. Cambi d’abito veloci, magie, visual comedy e poesia.
Compagnia Circo Ramingo presenta i migliori numeri messi in scena in un coinvolgente incontro di Arti Circensi e Teatro di Strada, conditi da una buona dose di Humor e Visual Comedy. Danza acrobatica aerea, ruota cyr e manipolazione di cappelli.
Lo spettacolo solista di Giulio Linguiti è frutto di un lavoro sul corpo e la manipolazione di oggetti. Una performance in cui pochi ma essenziali elementi si muovono nello spazio per creare immagini dense, danzando sui ritmi e le melodie della musica.
Mr. D è un giovane clow e il suo show cerca di portare lo spettatore in un mondo parallelo, il mondo dove quello che abbiamo creduto possibile oggi lì diventa impossibile e di conseguenza l’impossibile diventa possibile.
Un esilarante Spettacolo della compagnia Circo Equilibrato, in cui l’inimitabile ed esuberante Sardella si cimenta con strabilianti equilibrismi: dalle verticali alla scala libera al funambolismo, e non solo…  Il Circo Equilibrato è il nuovo Spettacolo con il quale questo artista eclettico si è affermato nel panorama italiano come uno degli equilibristi di maggior rilievo.
Acrocuochi sono acrobati ma anche dei veri cuochi e i loro virtuosismi sono fatti con veri attrezzi e ingredienti della cucina. Se non credete dovete provare: infatti, alla fine di ogni spettacolo non mancheranno di servire al pubblico le prelibatezze che hanno preparato tra un salto e l’altro!
Stradeaperte nasce dalla spiccata creatività e versatilità di Marco Balestrieri, che aggiunge le Handbell, uno strumento americano, ad un genere musicale che viene definito WorldBeat. In seguito, con l’aggiunta delle percussioni ad opera di Riccardo Antonielli e il Violoncello elettrico suonato da Luca Cappuccio, il progetto si completa definitivamente dando in modo visivo e sonoro nuovi colori al genere musicale.

“donnA Maria” libera la cultura con Vincenzo Romano, le Cuntesse e le Ebbanesis

Il Salotto di Bry, sempre attento ad offrire agli spettatori puntate di forte impronta culturale, ha fatto tappa a Pagani accendendo i riflettori sul Festival “donnA Maria, Canzoniere popolaresco, La cultura liberata” a cura dell’Associazione culturale Operando Liricamente insieme a Vincenzo Romano, cantore pellegrino e direttore artistico della kermesse. Amatissimo dal popolo paganese e non solo, Vincenzo Romano con la sua eccellente vocalità ha sempre condotto il pubblico nei ritmi energici dei canti popolari, mistici, rituali e particolarmente colti. Con originalità e semplicità rievoca, infatti, l’antico culto rurale di Madre Terra con un’assoluta ed emozionante devozione alla Madonna del Carmelo detta delle Galline. Il filo conduttore dell’evento è la cultura musicale al femminile impreziosita da talenti musicali e progetti innovativi. Una declinazione ampia e variegata di interpretazioni, direzioni musicali, ritmi, racconti e voci che hanno offerto una visione completa dell’aspetto identitario della cultura artistica e musicale contemporanea. Incredibili e magnifiche nelle loro performance Laura Paolillo, Ida Russo, Emma Vicinanza ed Elisa Flaminia Inno in arte Le Cuntesse. L’affiatato “women group” ha trasformato la passione per la tradizione popolare in una continua ricerca musicale, valorizzando la figura della donna attraverso un grintoso sound, uno spettacolare intreccio di voci polifoniche e la delicatezza della danza. In occasione del Festival ha presentato, inoltre, il nuovo lavoro discografico “Canti e Cunti del Sud”. A rendere magico l’evento altre due favolose voci in totale armonia quelle di Viviana Cangiano e Serena Pisa, le Ebbanesis. Il duo, attraverso il progetto artistico SerenVivity, ha reinterpretato l’antico patrimonio musicale partenopeo attraverso originali arrangiamenti e con la giusta dose di teatralità.

Il Salotto di Bry è condotto dalla giornalista Brigitte Esposito per la regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, riprese e fotografia di Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TAone canale 639 visibile in tutta la Campania

INTERVISTE VIDEO

CLICCARE SULLA FOTO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY

Keep on Movin’, il bryoso viaggio in diretta di Radio Base e 360gradiwebtv

Ovunque siate preparatevi per un bryoso ed energico viaggio radiofonico in diretta! Keep On Moovin’ è il programma radio/web/tv che, in continuo movimento, conduce gli ascoltatori in un tour assolutamente coinvolgente ed interattivo. Una postazione esclusiva, avvincenti ospiti, interviste, cusiosità, tendenze, dediche ed immancabili selfie. Il programma è condotto da Brigitte Esposito con la regia radiofonica di Errico Marrazzo, la regia televisiva di Gerardo Roberto Tartaglia e le riprese di Angelandrea Falcone.

Keep On Movin’… il programma che lascia dietro di sé musica, movimento e brio”

Pagani: Alzata del quadro della Madonna della Galline, una meravigliosa storia di fede

A Pagani l’alzata del quadro della Madonna del Carmelo, detta delle Galline, segna l’inizio di un appuntamento speciale per tutti i devoti. Manca un mese esatto all’inizio dei festeggiamenti in onore della Vergine e cominciano i preparativi al suon di nacchere e tammorre. Fede, tradizioni, riti e un folklore vivo ed autentico fanno da cornice ad uno spettacolo unico e suggestivo. Un momento di raccoglimento fortemente sentito che lascia spazio soltanto alle emozioni.

Una produzione www.360gradiwebtv.it Interviste a cura di Brigitte Esposito, regia riprese e montaggio di Gerardo Roberto Tartaglia, aiuto riprese e fotografia di Angelandrea Falcone.

 

Lunedì 18 Tuttinscena al Verdi: special guest l’ungherese Anita Magyari, Etoile del Teatro alla Scala di Milano

Su il sipario del Teatro Verdi di Salerno lunedì 18 marzo alle 21 per Tuttinscena –  Premio al Merito Giovani Talenti per l’Arte della Danza, l’evento coreutico unico nel suo genere – realizzato con il patrocinio del Comune di Salerno – che riunisce sullo stesso prestigioso palcoscenico le stelle di domani di tutta la Campania con i più grandi professionisti del panorama nazionale ed internazionale.
Per la 19esima edizione gli ideatori del progetto e direttori artistici, Luigi Ferrone e Corona Paone, (coppia sulla scena e nella vita privata), rispettivamente primo ballerino ed etoile del Teatro San Carlo di Napoli, (assistente Valeria Milingi) hanno messo in piedi una grand soirée spettacolare.
Ospite d’onore sarà l’ungherese Anita Magyari, Etoile del Teatro alla Scala di Milano. Spesso al fianco di grandi etoile internazionali (Rudolf Nureyev, Maximiliano Guerra, Laurent Hilar, Manuel Legris, Roberto Bolle, Charles Jude, Patrick Dupont) ha interpretato i ruoli principali del repertorio ottocentesco (Don Chisciotte, Lago dei Cigni, Lo Schiaccianoci, Raymonda, ma leggendaria resta la sua interpretazione de La Bella Addormentata) e del Novecento (Manon di Kenneth MacMillan e Romeo e Giulietta, Onegin di John Cranko) nei quali ha messo sempre in luce la sua tecnica puntuale, la sua vivacità e la straordinaria espressività. Diplomata all’Accademia nazionale di Budapest e perfezionatasi alla scuola del Teatro Bol’šoj di Mosca, durante la sua carriera ha partecipato a molte tournée nei più prestigiosi teatri del mondo.
«Ho conosciuto personalmente Rudolf Nureyev – ha raccontato in un’intervista la Magyari – ho danzato con lui nel ‘Don Chisciotte’ e in ‘Giselle’, me lo avevano descritto come un uomo intrattabile. Non è stato così, lo ricordo come un uomo divertentissimo, disponibile, molto esigente. Era prodigo di consigli, ma dovevi aprire il tuo cuore e la tua mente. Accanto a lui non c’erano pause, bisognava lavorare sempre e con serietà. Il rigore e la disciplina erano il suo motto».
Tra gli ospiti anche Alessandro Macario e Anbeta Toromani, protagonisti di un pas de deux che perfettamente fonde la tecnica con la passione, e Giuseppe Picone, l’attuale Direttore del Corpo di Ballo del San Carlo, lo stesso Teatro dove, a nove anni, ha dato inizio a quella che non poteva immaginare sarebbe stata una luminosa carriera nel mondo della danza. In scena anche i più qualificati professionisti dei teatri stabili italiani.
In memoria di Roberto Fascilla (tra le più importanti personalità della storia della danza italiana scomparso a gennaio di quest’anno) l’evento istituisce la prima edizione del Premio intitolato al “signore della danza italiana”. Confermata al timone della serata il volto tv Veronica Maya. Oltre 200 i giovani provenienti da tutte le scuole di danza ed accademie dell’intera Regione Campania.
Un pool di professionisti è stato chiamato a raccontare con il proprio disegno corografico questa nuova edizione di Tuttinscena: Rogelio Alcides Bravo, professionista di Tango Argentino proveniente della città di Rosario, Argentina; Fabrizio Varriale, coreografo napoletano che ha danzato al fianco di coreografi internazionali del calibro di Carolyn Carlson e Teri Jeanette Weikel; Andrea Veneri, insegnante, coreografo e ballerino di Hip Hop; Aniello Schiano di Cola, prolifico ed eclettico coreografo e ballerino; Salvatore Sica, promettente stella dell’ hip Hop e Martina Picardi, vincitrice del Premio speciale giovani autori migliore produzione indipendente all’edizione 2017 del Festival Internazionale di Video Danza Coreografo elettronico. Nell’elenco anche Francesco Paolo Manna, percussionista dell’Accademia Giuseppe Verdi di Napoli che si esibirà live facendo combaciare il suono dei suoi strumenti con i passi dei talenti.
Nella squadra due maestri d’eccezione: Mario Piazza, insignito, un anno fa dell’importante riconoscimento di Cavaliere della Repubblica Italiana per i meriti del suo lavoro con cui ha diffuso la cultura italiana all’estero. Il maestro Piazza, docente di Composizione all’Accademia Nazionale di Danza di Roma dal 2015, ha coreografato per il Mahattan Music and Art di New York, il Teatro dell’Opera di Varsavia, per l’Opera House di Sofia, per il Macerata Opera, per il Teatro di San Carlo di Napoli, il Teatro del Maggio di Firenze, lo Schlosser Theater di Vienna. È stato coreografo in residenza presso il Ballets de France per quattro anni, per il Teatro dell’Opera di Roma, i Teatri d’Europa, ed ha lavorato a Dubai, in Canada, negli USA, in Germania e in Sud America. La stima dell’ambiente coreico italiano nei suoi confronti è enorme.
Prima volta in cattedra anche per Luc Bouy, danzatore e coreografo belga dalla carriera internazionale. Ha iniziato allo Scapino Ballet di Amsterdam. È passato poi come solista, nelle file del Ballet du Xxème Siècle di Maurice Béjart (1971-1976) per poi trovare nel Cullberg Ballet di Stoccolma la compagnia che più a lungo ha valorizzato le sue doti interpretative e potenziato il suo talento coreografico. Dal 2000 al 2007 vicedirettore di Carla Fracci al teatro dell’Opera, ha creato diverse coreografie per lei con la regia di Beppe Menegatti, come Filumena Marturano, Antonio e Cleopatra, Gerusalemme, Re Lear. Sue le coreografie anche per la produzione di Aida, firmata Franco Zeffirelli, andata in scene nei più grandi teatri nazionali ed internazionali.
Anche la XIX edizione dell’evento sarà interamente dedicata ad Apollonia D’Arienzo, in arte Lola, un tempo ballerina e insegnante di danza, da 19 anni costretta a letto dalla SLA, sclerosi laterale amiotrofica.

Tuttinscena al Teatro Verdi il 18 marzo per il Premio al Merito Giovani Talenti per l’Arte della Danza

Premio al Merito Giovani Talenti per l’Arte della Danza, l’evento coreutico unico nel suo genere che riunisce sullo stesso prestigioso palcoscenico i danzatori di domani e i grandi professionisti di oggi, mentre in platea un pubblico di ammiratori ma anche pluripremiati del settore assiste. L’appuntamento con la 19esima edizione della grand soirée è per lunedì 18 marzo al Teatro Verdi di Salerno. Ideatori del progetto e direttori artistici dell’evento, realizzato con il patrocinio del Comune di Salerno, sempre Luigi Ferrone e Corona Paone, (coppia sulla scena e nella vita privata), rispettivamente primo ballerino ed etoile del Teatro San Carlo di Napoli. Assistente Valeria Milingi.
A “veicolare” gli ingressi e le uscite dei protagonisti sarà anche quest’anno Veronica Maya, un’ex ballerina oggi ammirata conduttrice tv. Tra gli ospiti (il carnet ancora top secret) tornano anche Alessandro Macario e Anbeta Toromani: l’arte di Tersicore per queste due anime danzanti fu galeotta.
Per i partecipanti, saranno oltre 200 i giovani provenienti da tutte le scuole di danza ed accademie dell’intera Regione Campania, si ripete la magia una serata spettacolare a loro dedicata che li renderà sia protagonisti, quando si esibiranno in diversi momenti coreografici, che spettatori, quando invece sbirceranno da dietro le quinte i grandi professionisti del settore invitati a danzare sullo stesso palco. Gli stessi che potranno conoscere nei giorni di prova e nei camerini, ammirandone le fasi di riscaldamento, le prove ed anche il trucco, imparando da piccoli come si diventa grandi. I giovani talenti della danza saranno impegnati in un mix di esecuzioni ideate per Tuttinscena.
A firmare le coreografie sono Rogelio Alcides Bravo, professionista di Tango Argentino proveniente della città di Rosario, Argentina; Fabrizio Varriale, coreografo napoletano che ha danzato al fianco di coreografi internazionali del calibro di Carolyn Carlson e Teri Jeanette Weikel; Andrea Veneri, insegnante, coreografo e ballerino di Hip Hop; Aniello Schiano di Cola, prolifico ed eclettico coreografo e ballerino; Salvatore Sica, promettente stella dell’ hip Hop e Martina Picardi, vincitrice del Premio speciale giovani autori migliore produzione indipendente all’edizione 2017 del Festival Internazionale di Video Danza Coreografo elettronico. Tra i responsabili del progetto anche Francesco Paolo Manna, percussionista dell’Accademia Giuseppe Verdi di Napoli che si esibirà live la sera del 18 facendo combaciare il suono dei suoi strumenti con i passi dei talenti.
Due le chicche che compongono la squadra dei maestri di Tuttinscena 2019: per la prima volta sale in cattedra Mario Piazza, insignito, un anno fa dell’importante riconoscimento di Cavaliere della Repubblica Italiana per i meriti del suo lavoro con cui ha diffuso la cultura italiana all’estero. Il maestro Piazza, docente di Composizione all’Accademia Nazionale di Danza di Roma dal 2015, ha coreografato per il Mahattan Music and Art di New York, il Teatro dell’Opera di Varsavia, per l’Opera House di Sofia, per il Macerata Opera, per il Teatro di San Carlo  di Napoli, il Teatro del Maggio di Firenze, lo Schlosser Theater di Vienna. È stato coreografo in residenza presso il Ballets de France per quattro anni, per il Teatro dell’Opera di Roma, i Teatri d’Europa, ed ha lavorato a Dubai, in Canada, negli USA, in Germania e in Sud America. La stima dell’ambiente coreico italiano nei suoi confronti è enorme.
Prima volta anche per Luc Bouy, danzatore e coreografo belga dalla carriera internazionale. Ha iniziato allo Scapino Ballet di Amsterdam. È passato poi come solista, nelle file del Ballet du Xxème Siècle di Maurice Béjart (1971-1976) per poi trovare nel Cullberg Ballet di Stoccolma la compagnia che più a lungo ha valorizzato le sue doti interpretative e potenziato il suo talento coreografico. Dal 2000 al 2007 vicedirettore di Carla Fracci al teatro dell’Opera, ha creato diverse coreografie per lei con la regia di Beppe Menegatti, come Filumena Marturano, Antonio e Cleopatra, Gerusalemme, Re Lear. Sue le coreografie anche per la produzione di Aida, firmata Franco Zeffirelli, andata in scene nei più grandi teatri nazionali ed internazionali.
Anche la XIX edizione dell’evento sarà interamente dedicata ad Apollonia D’Arienzo, in arte Lola, un tempo ballerina e insegnante di danza, da 19 anni costretta a letto dalla SLA, sclerosi laterale amiotrofica. Non riesce più a muovere nessuna parte del suo corpo, eccetto le palpebre, ma aprendo e chiudendo gli occhi è riuscita ad organizzare spettacoli e scrivere quattro libri.

Euro Photo 2019… un successo che ha liberato le forme d’arte

E’ calato il sipario su Euro Photo 2019, kermesse dedicata alla fotografia e all’arte dell’immagine, con un bilancio nettamente positivo. La manifestazione di respiro nazionale, organizzata da Vincenzo Tortora presso il Castello La Sonrisa a S. Antonio Abate, ogni anno richiama fotografi professionisti ed amatoriali, videomakers, giornalisti, espositori di aziende nazionali ed internazionali ed un pubblico ansioso di scoprire le ultime novità in merito all’arte fotografica. Eccellente la risposta dei fotografi che hanno partecipato al workshop a cura del fotografo internazionale Luigi Fedeli che, con grande umiltà, ha dispensato il suo sconfinato sapere. Un viaggio nella storia della fotografia, ma anche una pratica sul campo che ha consentito ai corsisti di migliorare la propria capacità di interagire con i soggetti imparando a scattare con creatività, determinazione ed intuizione con il rilascio finale del meritato attestato. Comunicativo, innovativo ed originale Fedeli sperimenta da sempre tecniche nuove usando allo stesso tempo mente e cuore. I suoi scatti, ispirati ai grandi pittori italiani, hanno ricevuto oltre 150 premi fotografici in Italia e nel mondo decretandolo miglior fotografo di matrimoni: nel 2010 Fotografo Italiano dell’Anno F.I.O.F, 2016 1′ posto wedding nella competizione internazionale ASIA WPA a Shanghai, 2017 Top 20 a Hong Kong, 2018 1′ posto wedding Asia WPA e PPAC, Top 10 e Photographer of the Year in Pre Wedding Society, 2019 1′ Asia WPA. Grande soddisfazione per un altro award ricevuto proprio grazie ad uno scatto realizzato durante l’Euro Photo ed inviato ad una competizione online l’Abstract Canvas Canada a cui hanno partecipato 17.000 professionisti. Euro Photo ha dato poi spazio, nella due giorni, ad interessanti mostre d’arte a cura dei maestri Mimmo Fusco e Raffaele Sorrentino che hanno saputo regalare al pubblico poetiche emozioni nel guardare le opere d’arte come se ci si trovasse al loro interno; sala pose e realizzazione di shooting fotografici con le avvenenti fotomodelle dell’Associazione Mediterranea coordinate splendidamente dall’event e fashion planner Carolina Di Martino e curate nei dettagli, in un ritrovato desiderio di naturalezza e semplicità, dagli hair stylists Tonino Fontanella e Mimmo Bartiromo. Ospiti Matteo Giordano ed Imma Polese, titolari della Sonrisa e famosi protagonisti su Real Time de Il Castello del Boss delle Cerimonie, e i membri dell’Associazione Veritas Onlus Giusy e Marziano Todisco che si occupano della promozione e delle visite al Castello e Parco Archeologico di Lettere. Due i seguitissimi, importanti e applauditissimi convegni Photojournalism e L’importanza della fotografia nella comunicazione a cura rispettivamente di Salvatore Campitiello, Presidente dell’Assostampa Campania Valle Del Sarno e Consigliere dell’Ordine dei Giornalisti, ed Ottavio Lucarelli Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania. Momenti essenziali a cui hanno preso parte molti fotoreporter e giornalisti per comprendere la vera essenza di una comunicazione per immagini, le deontologie e i codici di comportamento. Presente anche Harry Di Prisco del Consiglio di Disciplina della Campania che ha mostrato tutto il suo entusiasmo nel partecipare ad un evento in cui i fotografi hanno potuto aggiornarsi e mettersi alla prova. Enzo Tortora ha consegnato agli illustri Presidenti Lucarelli e Campitiello un riconoscimento per la loro straordinaria passione, determinazione ed il continuo impegno per far garantire un’informazione di qualità. Il Castello è divenuto, infine, set di un’esclusiva sfilata di Alta Moda sposa e cerimonia condotta dalla giornalista Brigitte Esposito che ha presentato le nuove collezioni dell’Atelier Pastore since 1940 di Anna Viscardi e Vincenzo Pastore, a cui si sono alternate le vorticose, emozionanti ed intense coreografie artistiche di Ruben Citarella e Miriam Giordano, ballerini della Scuola di danza Arabesque di Elisa Bove. In passerella abiti come arma di seduzione, capolavori di maestria sartoriale che hanno esaltato i corpi e stupito il numeroso pubblico, frutto di uno mood che l’Atelier continua a dare tramite la sua personale, inconfondibile ed originale interpretazione. Sono pienamente soddisfatto dei risultati conseguiti dopo il lavoro organizzativo svolto – ha dichiarato il patron della kermesse Enzo Tortora Ho cercato nel mio piccolo di offrire una vetrina importante ai fotografi e ai visitatori grazie alla presenza di un eccellente fotografo internazionale e di grandi aziende nazionali ed internazionali. Ringrazio il mio grande amico Vittorio Trodella, gli ospiti, i partecipati, e tutti coloro che hanno realizzato insieme a me questa festa che ha coniugato la fotografia con l’arte, l’informazione con la moda, la danza con la musica e che hanno contribuito a rendere ricco e variegato il programma di appuntamenti.” Molto entusiasta Luigi Fedeli ha, invece, così commentato: Partecipare a Euro Photo 2019 è stata sicuramente un’esperienza positiva e stimolante. Il patron Enzo Tortora è l’artefice, l’ideatore e il realizzatore di una manifestazione pensata per il fotografo professionista. Un appuntamento creato sia per l’aggiornamento tecnico che per la formazione. Ho vissuto questa esperienza con molti colleghi che mi hanno seguito passo passo con vivo e passionale interesse in ogni singolo aspetto del mio workshop che faceva parte del pacchetto dell’iniziativa. Tutto è stato preparato a dovere e tutto alla fine è risultato più che efficiente per il corretto svolgimento di un lavoro serrato che doveva terminare alle 18,30 ma per l’interesse mostrato da tutti i partecipanti e per le innumerevoli domande a fine corso, è terminato alle 20,00. Euro Photo 2019 e Enzo Tortora sono sicuramente una realtà campana che si schiera dalla parte del professionista mettendolo nelle condizioni di aggiornarsi tecnicamente da un lato e professionalmente dall’altro. Pochissime sono oggi le realtà italiane che arrivano a tanto, anche a rischiare un risultato sia di facciata che economico, ma sovente è la passione e il desiderio di fare bella figura e di mettersi a disposizione degli altri che alimentano lo stimolo a organizzare, correre e prodigarsi per la buona riuscita dell’evento. Onore a Enzo Tortora quindi per avere ancora questa sana e invidiabile volontà di fare del bene alla categoria e di stare dalla parte del professionista. Ringraziamenti e ammirazione per l’incessante e instancabile andirivieni di Brigitte Esposito, affascinante e superlativa giornalista messasi sempre a disposizione in ogni istante per la buona riuscita dell’evento. Grazie anche per l’inaspettata intervista a 360 gradi che ha voluto dedicarmi a fine kermesse nella quale è emersa tutta la sua disinvolta e scrupolosa capacità professionale. Da parte mia e in onore di tanta disponibilità ed aspettativa, come sempre e senza reticenza alcuna, ho insegnato ciò che so, quello che in questi anni ha formato e alimentato la mia professione spiegando a tutti che l’immagine che si realizza è già retaggio del proprio cuore e frutto del proprio ingegno e bastano pochi secondi per realizzarla. Lo stupore di tutti è stato che in un solo scatto tutto ciò si materializzava nel file. Sono stato molto bene, lodato, apprezzato e ringraziato e sono sicuramente questi i valori umani che ti restano come ricordo“.

CLICCARE SULLA FOTO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY 

Il Salotto di Bry è scritto e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito per la regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, riprese e fotografia di Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TAone Teleangri Uno di Simona Stucchio e Antonio Mauro canale 639 visibile in tutta la Campania.

Euro Photo 2019: il 16 e 17 febbraio full immersion nel mondo della fotografia

Pronti per immortalare ed essere immortalati? Al via Euro Photo 2019 …!
Il 16 e 17 febbraio, dalle ore 9.30 alle 20.30, l’ideatore e patron Vincenzo Tortora taglierà il nastro della festa nazionale dedicata all’arte della fotografia rendendo tutti protagonisti. Eh si, una grande festa in una location d’eccezione il rinomato Castello La Sonrisa a S. Antonio Abate, luogo d’incontro e scambio tra pubblico, fotografi professionisti e appassionati che potranno testare sul campo le novità in ambito fotografico e video. Immancabili i click e gli scatti d’autore in una manifestazione creativa e crossmediale con un ricco ed articolato programma di appuntamenti: una straordinaria vetrina di prodotti presentati dalle maggiori aziende nazionali ed internazionali, workshop, demo sul campo, meeting, special shooting con modelle, mostre d’arte, photo press, defilè di alta moda, dibattiti, convegni con noti relatori del mondo dell’informazione, premi, momenti di svago ed eventi collegati all’imaging. Di seguito il programma dettagliato con tutti gli appuntamenti e i protagonisti:

Sabato 16 febbraio 2019 – ingresso libero 
9.30 Inaugurazione Euro Photo ideata da Vincenzo Tortora in collaborazione con Vittorio Trodella
10.00 Press Photo – Momento dedicato alla stampa per interviste e fotografie
10.15 – Aziende Nazionali ed Internazionali in esposizione
10.30 Sala Posa e Live Shooting con modelle/i dell’Associazione Mediterranea di Carolina di Martino, acconciature e make up a cura dell’ hairstylist Tonino Fontanella. 

10.00 – 13.00
Workshop fotografico a cura del pluripremiato maestro della fotografia Luigi Fedeli (Qualified European Photographer – Award Winning Photography)
13.00 Pausa pranzo
15.00 – 18.30 Ripresa Workshop: meeting con Luigi Fedeli in merito all’editing, al retouching, al post processing e alla post production

16. 30 Mostra arte contemporanea dei maestri Raffaele Sorrentino e Mimmo Fusco

17.00 Shooting fotografici con fotomodelle/i e performance fotografiche

18.30 “PhotoJournalism” intervento di Salvatore Campitiello Consigliere dell’Ordine dei Giornalisti e presenza di ospiti illustri

19:00 Ringraziamenti e Riconoscimenti con consegna di Targhe ed Attestati

Domenica 17 febbraio 2019 – ingresso libero
9.30 Apertura Euro Photo
10.00 – Aziende nazionali ed internazionali in esposizione
10.30 Sala Posa con modelle/i per testare le novità in ambito fotografico e video

11.00 Arte & Cultura: incontro con i maestri Raffaele Sorrentino e Mimmo Fusco

12.00 Face to Face con Fotografi, Videomakers ed Espositori: Interviste nel Salotto di Bry a 360gradi

17.00 Sfilata di Alta Moda Sposa e Cerimonia dell’Atelier “Pastore since 1940” di Anna e Vincenzo Pastore.
Performance artistiche della Scuola di Danza Arabesque di Elisa Bove.
Presenta la giornalista e conduttrice TV Brigitte Esposito.

18.00 “L’importanza della fotografia”: intervento di Ottavio Lucarelli – Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania – ospiti illustri presenti alla kermesse

19.00 Ringraziamenti, Riconoscimenti, Consegna Targhe

Direttamente da Hollywood nel Salotto di Bry il mitico Ronn Moss,”Ridge”di Beautiful

Non è una puntata della soap ma realtà! Brigitte Esposito ospita nel Salotto di Bry il popolare Ridge Forrester di Beautiful, la soap dei record che non conosce tramonto, grazie ai tanti colpi di scena e ai contorti intrecci familiari. Ronn Moss ha presentato al Victory Morgana Bay di Sanremo il suo tour musicale mondiale dal titolo “Usa meet’s Italy”. Amatissimo per aver interpretato per 30 anni il ruolo di Ridge nella soap l’attore americano è stato al primo posto nelle classifiche degli USA per molte settimane con il brano “Baby Come Back” con la sua band Player all’inizio degli anni 80, con la quale ha aperto i concerti di Eric Clapton, degli Heart, di Kenny LogginsBoz Scaggs e di Gino Vanelli. Nella bryosa intervista ha dichiarato di amare profondamente la musica, il Festival di Sanremo e le donne italiane. Il Salotto di Bry è condotto dalla giornalista Brigitte Esposito per la regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, riprese di Angelandrea Falcone, fotografia di Pasquale Genco, riprese drone Carlo Tortora, editing di Antonio Mauro e Simona Stucchio. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TAone Teleangri Uno canale 639 visibile in tutta la Campania

 

Il Taiko protagonista a Nocera Inferiore il 17 febbraio 2019

Dopo il successo di “Shizen – L’Eco della Natura”, l’Accademia di Arti Orientali, KAMI NO KAN DOJO, del M°Massimiliano Mercede, presenta “SATORI“, “IL RISVEGLIO“, un concerto travolgente al ritmo del Taiko e strumenti tradizionali. Insieme sul palco del Diana i TAMBURI GIAPPONESI dei KODAMA SHINKYO, ARCHI e PERCUSSIONI, SHAMISEN e YOKOBUE!
Ospite d’eccezione, direttamente dal Giappone, Chihiro Nao, ex membro dei KODO, abile interprete dell’antica tradizione nipponica.
Un viaggio da non perdere, un nuovo “Risveglio” attraverso la musica!

KODAMA SHNKYO: Giustino Caiazzo, Alfonso Quatrano, Angelina Grassi, Michele Barbato, Corrado Pacelli, Ornella Nasti (gruppo di Taiko del Kami No Kan Dojo), con la partecipazione degli altri allievi della Scuola
ODAIKO: Chihiro Nao
ARCHI e PERCUSSIONI: Alessandro Ferrentino e Maria Anna Siani
YOKOBUE: Alfonso Giordano
SHAMISEN: Paolo Cotrone

Angri: Un successo lo stage di Carla Fracci presso l’Accademia Etoile di Fiorinda e Daniela Annarumma

Il Salotto di Bry Dancing On Air incontra e intervista Carla Fracci, leggenda e icona mondiale della danza, simbolo italiano di grazia, etereità ed eleganza ospite dell’Accademia di Danza e Ginnastica Etoile di Angri diretta artisticamente da Fiorinda e Daniela Annarumma. L’étoile internazionale ha inaugurato e autografato la Sala che porta il suo nome, dove si è svolto l’interessante e avvincente stage a cui hanno partecipato tantissimi allievi provenienti da scuole di tutta la regione e che ha dato occasione a chi ama la danza di mettersi alla prova e di approfondire lo studio di una delle discipline più interessanti e affascinanti che l’arte possa esprimere. Carla Fracci è una delle più grandi étoile al mondo, grande interprete del repertorio romantico tra cui La Sylphide, Giselle e tanti altri. Prima ballerina del Teatro alla Scala di Milano dal 1958, ha raccolto successi su tutti i più prestigiosi palcoscenici del mondo, interpretando sia balletti classici sia contemporanei, avendo come partner danzatori leggendari fra cui Rudolf Nureyev, Vladimir Vasiliev, Mikhail Baryshnikov, Amedeo Amodio, Henning Kronstam, Paolo Bortoluzzi, Erik Bruhn. “Il sogno mio e di mia sorella Daniela è divenuto finalmente realtà – ha dichiarato la direttrice artistica Fiorinda Annarumma Quando ho visto arrivare la Fracci presso la mia Accademia, insieme al marito il regista Beppe Menegatti, credevo di sognare e ho avuto un nodo alla gola. Ma l’emozione si è ben presto sciolta in un vero, sincero e caloroso abbraccio. Una giornata meravigliosa in cui la signora della danza ha offerto alle tante allieve presenti spunti, suggerimenti preziosi e un messaggio importante da non dimenticare mai ovvero che danza è una straordinaria maestra di vita che insegna ordine, disciplina, passione e rigore. Ringrazio tutto lo staff della mia Accademia: Giosuè Carbone, insegnante di classico e pas de deux; Federica Frisella, insegnante di ritmica; Francesca Sorrentino, insegnate di artistica; Stefania Scarpato mia fidata amica e collaboratrice. Inoltre sono felicissima della collaborazione e della presenza del maestro e responsabile della danza ACSI Salvatore Azzurro, dell’insegnante del Real Teatro San Carlo e assistente della Fracci Floriana Centanni e del grande Enzo Conte. Ringrazio con grande affetto e stima tutte le insegnanti delle scuole di danza campane che hanno preso parte al mio stage; l’assessore del Comune di Angri Caterina Barba che per l’occasione mi ha insignito di un bellissimo riconoscimento e tutti coloro che hanno vissuto con me questo sogno infinito.”

Il Salotto di Bry è scritto e condotto da Brigitte Esposito, regia, riprese e fotografia di G. Roberto Tartaglia. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con Taone Teleangriuno canale 639 visibile in tutta la Campania.

VIDEO E INTERVISTE

PHOTOGALLERY

“Vivere la strada…in sicurezza e responsabilità”: il 24 novembre grande iniziativa a Pagani

Al via l’iniziativa promossa dall’associazione “Social – Disco”  realizzata in collaborazione con l’amministrazione comunale, in programma per sabato 24 novembre, presso il teatro auditorium Sant’Alfonso di Pagani, dal titolo: “Vivere la strada…in sicurezza e responsabilità”. L’appuntamento si snoderà per l’intera giornata, con una serie di momenti finalizzati alla sensibilizzazione sulla sicurezza stradale, in concomitanza con la Giornata Mondiale ONU del Ricordo delle Vittime della Strada. “Fare informazione, promuovendo il rispetto della strada per se e gli altri, questo l’obiettivo dell’iniziativa che si lega ai precedenti appuntamenti della “discoteca della prevenzione” realizzati anche nella città di Pagani. A tal proposito, ringrazio l’amministrazione per la disponibilità e l’interesse dimostrato anche in questa occasione” queste le parole del presidente dell’associazione, Maurizio Schettino, che si sono unite a quelle dell’assessore alle politiche giovanili, Carmela Pisani, che ha affermato: “Il lavoro dell’associazione di Maurizio Schettino è costante ed è in sinergia con l’operato di un amministratore comunale. Abbiamo accolto, sin da subito, questa iniziativa ritenendola importante e formativa per tutti, giovani e non, considerando anche la possibilità offerta dal presidente nel renderla ad ingresso libero e aperto a tutti. Bisogna dare merito a ciò, sulla base dell’investimento, anche economico, profuso dall’associazione medesima.” L’iniziativa prevede un incontro al mattino, presso la pinacoteca Tommaso Maria Fusco, alle ore 10,00 con varie personalità del mondo dell’associazionismo, come l’Associazione Genitori Campania, AGE,  esperti e rappresentanti delle forze dell’ordine e della polizia stradale del comprensorio dell’agro, in particolare di Angri, il tutto unito alla presenza delle scuole del territorio comunale. Inoltre, per l’intera giornata, nel foyer del teatro, vi sarà l’esposizione di una mostra tema, con circa 16 opere a firma di talentuosi artisti locali, con la partecipazione degli studenti del liceo “A.Galizia” di Nocera Inferiore. In serata, nell’auditorium, spazio allo spettacolo, a partire dalle 20,30, con l’esibizione di quattro scuole di ballo della provincia di Salerno: New Carmen Dance, Divina Dance, Dance Secrets, Studio Danza. Inoltre, la musica intramontabile partenopea sarà eseguita dalla voce di Enzo Gambardella, accompagnato al piano da Massimo Marrazzo. Testimonial d’eccezione, reduce dal successo del format tv Rai Made in Sud, Enzo Fischetti. Quest’ultimo e tutti gli artisti presenti, saranno essi stessi promotori di messaggi sociali rivolti ai presenti, al fine di prevenire episodi drammatici, legati anche alle cosiddette “stragi del sabato sera”, puntualmente verificate sulle strade ed autostrade italiane. Un evento che, quindi, intende parlare di sociale, unendo lo spettacolo alla riflessione.