Charme in Passerella a Minori: il fascino dell’Alta Moda tra cielo e mare

Non solo abiti indossati come gioielli, ma anche gioielli indossati come abiti. La moda, la bellezza e lo stile sono stati protagonisti a Minori con “Charme in Passerella”, il fashion show che ha animato elegantemente la città con le sue suggestive forme e i suoi spettacolari colori.  

La consolidata partnership tra l’organizzatrice Carolina Di Martino e il Comune di Minori, guidato magistralmente dal sindaco Andrea Reale, ha dato vita anche quest’anno ad un favoloso spettacolo andato in scena in una vetrina esclusiva come quella di piazza Cantilena sulla suggestiva scalinata antistante la Basilica di Santa Trofimena. Il sindaco oltre ad accogliere il numeroso pubblico italiano e straniero che ha partecipato al défilé, prima di inaugurare il fitto programma di eventi estivi si è complimentato con l’organizzazione.

Clicca sul link per visionare la sfilata su facebook https://www.facebook.com/360gradiwebtv/videos/605292831265367

Il sindaco di Minori Andrea Reale e l’organizzatrice Carolina Di Martino

La kermesse, che ha visto il susseguirsi di quadri di moda alternati a raffinati interventi di musica e danza, è stata condotta con eleganza, brio e professionalità dalla giornalista Brigitte Esposito che per l’occasione ha indossato le creazioni Haute Couture 2023 dell’Atelier Pastore since 1940, i gioielli esclusivi di Conté Jewels storica gioielleria di Minori, e ha sfoggiato l’acconciatura curata dal noto hair stylist e make up artist Matteo Gargiulo.

Ad aprire il defilè è stata l’Aghè Mare Luxury Italian Beachwear con al timone l’estro creativo di Francesco Coticelli, Carolina Malafronte e Angela Coticelli. L’innovativa ed artigianale azienda di Gragnano da oltre 20 anni realizza costumi da bagno di lusso che esaltano e slanciano la silhouette valorizzando l’esperienza acquatica. In passerella seducenti e accattivanti capolavori made in Italy realizzati in tessuti ecologici di altissima qualità arricchiti da preziose lavorazioni. Costumi interi, bikini, trikini e tanti altri modelli hanno sfilato tra copricostumi, borse, parei e cappelli decisamente trendy.

A seguire, come in una favola, il bagliore delle stelle ha reso ancora più scintillanti le Collezioni 2023 bambino e Alta Moda cerimonia dell’Atelier “Pastore since 1940” di Vincenzo e Anna Pastore. Divertente e vivace è stata la sfilata dei bambini, applauditi e fotografati come piccole star sul blue carpet. In passerella la Collezione Kids 2023, completi sportivi e mini dress romantici che hanno raccontato, attraverso tessuti, trame e colori, i sogni e i desideri che animano l’infanzia. L’ Atelier dal 1940 è una delle più grandi realtà nel settore della moda campana e accompagna da sempre la clientela nella scelta dell’abito perfetto per ogni occasione accontentando i gusti e le esigenze più variegate senza mai trascurare l’eleganza. In scena per la sfilata  Alta Moda Cerimonia abiti griffati dei migliori brand italiani e stranieri come Antonio Notaro, Baci Stellari di Valeria Marini, Milano Collezioni, Nicole Moment, Red Carpets Luxury, Musani, Novi Couture.

Ad impreziosire l’evento i gioielli esclusivi e di altissima manifattura della Gioielleria Contè Jewels di Minori. Una collezione iconica che, sotto i riflettori, ha raccontato un’eleganza raffinata e audace, connubio perfetto di tradizione e innovazione. Le modelle hanno sfoggiato creazioni d’arte uniche e senza tempo. La Gioielleria di Alfonso Iozzino vanta da sempre una straordinaria esperienza nell’ arte del gioiello realizzato a mano e una lunga tradizione di design e stile.

Alle collezioni si sono alternati momenti artistici e culturali altamente performativi: ad esaltare gli abiti, a creare una dimensione surreale e a scandire i passi delle modelle è stato il dolce violino del M° Pierpaolo Petti e l’energico sax del M° Luciano Cuomo, musicisti di fama nazionale che hanno collaborato con artisti di chiara fama ed orchestre prestigiose.

Ospite della serata Maria Virginia Marchesano, strepitosa danzatrice, coreografa e insegnante di danza di fama internazionale che per l’occasione ha presentato il suo nuovo libro “Dalla sala al palcoscenico: il linguaggio gestuale della danza classica” pubblicato da Kinetès Edizioni nella Collana Pagine di Danza. Un vero e proprio vademecum per comprendere l’avvincente viaggio di un danzatore dalla sala alla scena, un supporto per i professionisti della danza, un capolavoro utile agli studenti dei licei coreutici durante il percorso didattico.

A guidare il numeroso pubblico in un sublime viaggio nella Napoli musicale è stata la cantante Giovanna Forino che, accompagnata alla chitarra dal M° Attilio Gargano e al violino e mandolino dal M° Matteo Masullo, ha impreziosito con la sua voce le classiche liriche napoletane.

Alla moda si è unita la danza in una coinvolgente ed appassionata liaison grazie alla Scuola di Danza Arabesque di Tramonti Costa D’Amalfi. Sotto la direzione artistica della splendida Elisa Bove hanno preso forma delicate coreografie sull’imponente scalinata: i danzatori Ruben Citarella, Myriam Giordano e Benedetta Giordano hanno raccontato i colori delle emozioni attraverso una reciproca ricerca di spettacolari prese e poetici ed eterei movimenti.

che, con vertiginosi trampoli e luminose ali di farfalla, ha regalato a tutti un’esperienza suggestiva tra equilibrismi e spensieratezza.

A chiusura del defilé ha sfilato l’Haute Couture di Pastore Sposa con la Collezione 2023 firmata da Pronovias, Nicole, Lady Bird. Abiti da favola principeschi o a sirena, veri capolavori di alta moda con dettagli unici e preziosissimi: pizzi e ricami a profusione, scollature, applicazioni e tulle, trasparenze, paillettes e cristalli per un’ode alla bellezza. In passerella anche lo sposo firmato Pignatelli, Notaro, Musani e Tombolini.  Dive e gentlemen accompagnati da paggetti e damigelle in una cornice da sogno.

“Ringrazio il Comune di Minori – ha dichiarato l’organizzatrice Carolina Di Martino – tutti gli eccellenti artisti e i partners dell’evento per aver contribuito e collaborato all’ottima riuscita di questa edizione post pandemia.”

Un ringraziamento speciale a: Black Lemon e-bike rental Amalfi Coast, Le Bontà del Capo di Conca dei Marini, Farmacia Campitiello, Scooter rental di Carlo D’Amato, Poste Italia, Ferrigno Fiori di Maria e Tina, Supermercati Gran Risparmio S. Egidio del Monte Albin, Pasticceria Carrelli, Granato Caffè, Lucia Fontanella, Lidia Tagliamonte, Michele Petrosino, Matteo Amato, Veronica Buonocore.

Charme in Passerella a Minori: il 15 luglio in scena moda e spettacolo in Costa D’Amalfi

A Minori la moda torna a brillare sotto le stelle. Venerdì 15 luglio, alle ore 20.30, la scalinata che conduce alla suggestiva ed imponente Basilica di Santa Trofimena si prepara ad accogliere Charme in Passerella – Moda, Cultura e Spettacolo sotto le stelle. L’elegante e attesa kermesse ideata dall’event planner Carolina Di Martino, è patrocinata con entusiasmo dal Comune di Minori e sarà presentata dalla giornalista e conduttrice televisiva Brigitte Esposito. Piazza Cantilena si trasformerà in un teatro all’aperto per la presentazione delle nuove Collezioni 2023 dal Pret-à-Porter alle creazioni dell’Haute Couture. Un fashion show esclusivo, in una cornice di incomparabile bellezza tra cielo e mare, che vedrà in scena i protagonisti del settore della moda e dello spettacolo: modelle, stilisti, musicisti, cantanti, ballerini, fashion bloggers. Energia, passione e gioia: questi gli saranno gli ingredienti giusti per ripartire dopo lo stop forzato determinato dalla pandemia – ha dichiarato la direttrice artistica Carolina Di MartinoIl defilé animerà la Costiera amalfitana con uno spettacolo ricco di emozioni e un pubblico pronto a divertirsi. “ L’evento sarà ripreso dalle telecamere di www360gradiwebtv.it regia di Gerardo Tartaglia e Angelandrea Falcone e trasmesso sui principali social network.

Basilica Santa Trofimena

Al via a Pagani “Pizza Sound” dall’8 al 12 luglio 2022

Sarà l’Arena Pignataro di Pagani ad ospitare, dall’8 al 12 luglio 2022,“Pizza Sound” la gustosa kermesse gastronomica che unirà in un’unica e strepitosa dimensione creativa artisti di livello nazionale e maestri pizzaioli. di chiara fama. L’evento, organizzato magistralmente e artisticamente dal direttore di MusicItaliaSpettacoli Alfonso Pandolfi e dal Marketing Communication Manager Alfonso Barolo è patrocinato dal Comune di Pagani. Ad accompagnarli in questo viaggio gastronomico-musicale tanti amatissimi artisti che si esibiranno durante le cinque attesissime serate. Protagonisti sul palco: l’8 luglio il cantore pellegrino Vincenzo Romano, La Compagnia Paganese Canti del Sud Italia e il cantautore Tony Tammaro; il 9 luglio il rapper Amalinze e Gerardo Amarante e gli Spaccapaese; il 10 luglio la Scuola di danza New Generation Dance e il comico e cabarettista Simone Schettino. Inoltre, special guest il Maestro pizzaiolo Errico Porzio discendente da una antica e storica famiglia di pizzaioli napoletani con le sue spettacolari pizze. L’11 luglio Andrea Sannino in concerto, il 12 luglio Franco Ricciardi. Naturalmente, la vera regina sarà la pizza preparata in tutti i suoi gusti e versioni. Undici le pizzerie presenti, 19 gli stand di varie specialità, stand dedicati alla birra e un coloratissimo parco giochi per i bambini. Il Sindaco avv. Raffaele Maria De Prisco e il vicesindaco Valentina Oliva durante la conferenza stampa, moderata con gusto da Martina Nacchio, hanno ringraziato tutti coloro che hanno supportato e supporteranno l’iniziativa e hanno dichiarato di essere stati ben felici di patrocinare Pizza Sound perché rappresenta il giusto connubio tra arte, spettacolo, divertimento e buona pizza. L’assessore al commercio Pietro Sessa ha invece aggiunto: “Ripartiamo da questa kermesse purtroppo sospesa l’anno scorso a causa della sosta forzata imposta dall’emergenza sanitaria. Ripartiamo con grande entusiasmo e siamo contenti perché la città ha una gran voglia di partecipare e gli imprenditori stanno supportando l’evento perché ben organizzato”. Numerose le adesioni degli sponsor, delle migliori attività gastronomiche di Pagani e non solo, e l’importante sostegno di Emiddio Esposito responsabile commerciale Sorrentino Alimentari e di Davide Baldi Confesercenti Pagani Salerno Nord presenti con gioia alla conferenza.

Standing ovation a Pompei per “Sogno di Volare”, il progetto teatrale che ha coinvolto i giovani del territorio

Standing ovation per “Sogno di volare”, un coinvolgente progetto teatrale per i giovani realizzata dal Parco archeologico di Pompei diretto da Gabriel Zuchtriegel in collaborazione con il Ravenna Festival, il Teatro delle Albe di Ravenna, il Teatro di Napoli-Teatro Nazionale e Giffoni Film Festival. Il progetto inserito nel protocollo di intesa stipulato tra il Parco archeologico, il Grande Progetto Pompei/Unità Grande Pompei e l’Ufficio scolastico regionale della Campania, è finalizzato a coinvolgere le scuole e a stabilire un legame concreto tra le antiche testimonianze e i giovani fruitori, in un percorso volto alla conoscenza e alla valorizzazione del patrimonio storico-archeologico. Emozionante la performance degli studenti dell’Istituto Liceale Pascal di Pompei e l’Istituto tecnico Pantaleo di Torre del Greco che hanno portato in scena presso il suggestivo Teatro Grande la commedia “Uccelli” di Aristofane diretti dal regista di fama internazionale Marco Martinelli, assistito da Valeria Pollice, Gianni Vastarella ed Ermanna Montanari, con musiche di Ambrogio Sparagna, disegno luci di Vincent Longuemare e costumi di Roberta Mattera. In 10 mesi di lavoro è stato chiesto ai giovani di raccontare le città in cui vivono e di rendere attuale e contemporanea questa meravigliosa opera del 414 a. C., considerata fantastica per la presenza di uccelli parlanti che accentuano il tono favolistico della storia.

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia e riprese Gerardo Tartaglia e Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it. Un ringraziamento speciale alla Dott.ssa Noemi Perlingieri

Al “Don Carlo La Mura” di Angri grande successo per la Notte Nazionale del Liceo Classico

Una notte magica, spettacolare, un ritorno alla normalità dopo due anni di pandemia. Gli studenti del Liceo Classico-Scientifico-Scienze Applicate-Linguistico “Don Carlo La Mura” di Angri, guidati sapientemente dai docenti e dal Dirigente Scolastico Filippo Toriello, hanno dato vita ad un evento suggestivo e coinvolgente mostrando il senso profondo del valore della Cultura, vero patrimonio dell’umanità. “Generazioni a confronto: l’eredità degli antichi”, questo il tema della Notte Nazionale del Liceo Classico Edizione 2022 promossa dal MIUR . Un meraviglioso viaggio tra passato e presente, tradizione e innovazione.

Intervista a cura della giornalista Brigitte Esposito, regia e riprese Gerardo Tartaglia e Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it

SPECIAL NOTTE NAZIONALE DEL LICEO CLASSICO SU YOUTUBE

Video e interviste su FACEBOOK https://www.facebook.com/360gradiwebtv/videos/562367758566724

PHOTOGALLERY cliccare sul link per visionare l’album

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.3287869514824189&type=3

RA.I.D Festivals 2021: l’incursione della danza contemporanea a Solofra

 Diciotto rappresentazioni, di cui 4 prime nazionali, una produzione internazionale e 4 proposte di giovani autori. È l’incursione della danza contemporanea targata Ra.I.D. Festivals in scena tra settembre e ottobre in due contesti dall’indubbio fascino e valore storico al Chiostro Monumentale di S. Chiara e al Palazzo Ducale di Solofra (AV).
La rassegna interregionale, realizzata con il patrocinio del Comune di Solofra e che gode del riconoscimento del Ministero della Cultura, nasce con l’idea di creare un significativo appuntamento intorno alla danza contemporanea e di ricerca, contribuendo a stimolare attraverso un network nuove idee e a offrire esperienze diverse, con una grande attenzione a creare nuove fasce di pubblico
Grandi cambiamenti attendono la nuova edizione alle porte. Dopo un anno ricco di sfide, il Festival offre importanti novità che puntano ad ampliare l’offerta a un pubblico che negli anni è cresciuto. In particolare pone attenzione al rapporto tra artisti, spettatori e critica e si propone alla platea affiancando al canonico cartellone tre nuove sezioni: “Noi siamo Raid”, “Danza in video” e “Noi critici/Noi pubblico”.
Il primo progetto è un invito agli artisti a fare incursioni video-performative all’interno dei luoghi del centro storico di Solofra. Il secondo è una sezione di video-danza dalla quale verranno selezionati i migliori video dai festivals partner di Ra.I.d: l’ormai storico festival del cinema Linea D’Ombra di Salerno, il festival Movimentale e Cam Cam/Dance for camera, premio di video danza under 35 di Movimento Danza. La terza sezione si pone come un incontro tra giovani critici in formazione e pubblico, che per ciascun appuntamento mira a promuovere la discussione sugli spettacoli rappresentanti.
L’OPENING Il Festival prende il via mercoledì 1 settembre con tre spettacoli dalle 20 al Chiostro di S. Chiara di via Regina Margherita. Si parte con “Over Under” della DanceHaus Company Junior, ensemble interamente formata da Under 35 e che volge lo sguardo ai talenti che due anni hanno l’opportunità di lavorare nella creazione e ricerca coreografica con artisti ospiti di chiara fama. Per Ra.I.D il coreografo e fondatore della Compagnia, Matteo Bittante, torna a riflettere sui temi a lui cari, della natura e della creazione, umana e artistica, e della grande scommessa di vivere, oggi, creativamente. Sceglie di giocare e di far giocare i suoi performer con gli oggetti sulla scena, mescolando significati e significanti. Un gioco fatto di metamorfosi, un “girotondo” arcano capace di suggerire paesaggi visivi mai statici ma in continuo divenire. Più tardi, alle 20.45 lo stesso palcoscenico accoglierà Susan Kempster in “Mother”. In scena una nuova produzione, un duetto intergenerazionale tra la 61enne danzatrice australiana (che ha danzato in compagnie di: Tokyo, Sydney, New York e Madrid. Dal ’97 vive a Barcellona dove è attiva sia come docente che coreografa) e il giovane William James, aka JJ (19). Tra passo, salti movenze i due cercano una risposta creativa a: come può la dinamica di una donna adulta e di un giovane uomo permettere questa narrazione tra madre e figlio? Cosa succede alla percezione di questi due corpi così diversi, che condividono lo spazio, se i loro ruoli sono fluidi, scambiati, e la percezione alterata? La prima serata si conclude con “Thread” prodotto dalla Compagnia Borderline Danza, fondata e diretta dal 1998 dal danzatore e coreografo Claudio Malangone, con le coreografie di Susan Kempster. Collegati tra loro (Thread vuol dire filo) i danzatori trovano il flusso come gruppo pur mantenendo l’individualità. Il gruppo danza la metafora del modo in cui tutti sono connessi e interdipendenti. I passi, gli intrecci, i tagli e le connessioni parlano di storie condivise, di quando la vita scorre veloce e quando si blocca. Con grazia e umorismo, la performance utilizza la restrizione per trovare la libertà. Lo spettacolo nasce da una residenza artistica tenutasi nel mese di agosto a Vallo della Lucania presso il Teatro Leo De Berardinis grazie alla disponibilità del Comune.
IL CARTELLONE Ra.I.D. Festival prosegue al Chiostro di S. Chiara di via Regina Margherita il 10 settembre con “Kigal” interpretato da Cantiere Danza” di Hilde Grella; a seguire una produzione BorderlineDanza, “DependEsports” di e con Antonio Formisano. Il 12 spazio prima a “Let me survive” messo in scena dalla Compagnia Interno 5 di Antonello Tudisco e poi a “Bluebell_clean it or leave it” produzione Cornelia performig arts di e con Francesco Russo. Per il mese di ottobre ci si sposterà a Palazzo Ducale Orsini nella piazza S. Michele 5 di Solofra. A inaugurare lo spazio saranno, il primo ottobre, Ambra Gatto Bergamasco e Viola Scaglione del Balletto Teatro di Torino in “Il cielo in una stanza”; più tardi sarà la volta di “Puerpera” con Tiziana Petrone di Arte Danza Project. Sabato 9 il palcoscenico ospita “Nullos”, una coproduzione Déjà Donné e Borderline danza, e a seguire “Polvere”, Produzione Movimento Danza di Gabriella Stazio. Il 15 ancora due appuntamenti nella stessa sera: il sipario si apre su “La Nona” interpretato da Flavia Bucciero, MovimentoInActor & CON.COR.D.A. e successivamente su “Kurup” con Nicolas Grimaldi Capitello (Cornelia performing arts). Ultimo doppio spettacolo il 16: l’evento si conclude con “Agua” interpretato da Salvatore Romania e Laura Odierna di Petranura Danza e “Eterna” una creazione della compagnia Oltrenotte con Lucrezia Maimone.

Salerno Danza Festival: venerdì 23 penultimo appuntamento a Santa Maria di Castellabate

Penultimo e doppio appuntamento con l’edizione 2021 di Salerno Danza Festival, l’evento ideato dal CDTM – Circuito Campano della Danza, con il sostegno di Regione Campania, il patrocinio dei Comuni di Ascea e di Gioi e la collaborazione dell’Associazione Cilentomania.
Venerdì 23 il sipario dei Giardini di Villa Matarazzo a Santa Maria di Castellabate si apre alle 21 prima su “Without Color” del Gruppo e.motion, compagnia di danza contemporanea con sede a L’Aquila, unica realtà di produzione della danza in Abruzzo finanziata dal Ministero dei Beni delle Attività Culturali e del Turismo: un viaggio nell’universalità dell’essere umano, nei tratti comuni che caratterizzano le razze, nell’importanza del confronto per la crescita globale del mondo. L’idea della regista e coreografia Francesca La Cava è quella di portare in scena diversi corpi, diverse razze, diverse vite per far sì che le singole esperienze diventino “virali” e portino i singoli danzatori a contaminarsi tra loro.
Quattro i danzatori che si confrontano e si scoprono ironizzando sulle loro differenze. La creazione si sviluppa alternando momenti di profonda drammaticità a momenti di ironia, andando a toccare alcuni luoghi comuni e stereotipi del pensiero occidentale riguardo la diversità dei corpi. Ogni danzatore racconta qualcosa della sua vita. La creazione si muove alla ricerca di espressioni vitali, di movimenti naturali, di dialoghi gestuali che stendono la storia nella quale gli interpreti si lasciano costruire addosso e costruiscono una serie di situazioni che giocano tra il reale, il grottesco e il trascendentale, riscoprendo gli spazi nascosti della mente. Aiuto alla drammaturgia di Anouscka Brodacz, assistente alla coreografia Stefania Bucci, musica originale di Flavio Pescosolido, scene e costumi di Elisabetta Falqui, disegno luci di Michele Innocenzi. Interpreti e collaborazione artistica: Timothé Ballo, Sellou Blagone, Stefania Bucci, Francesca La Cava e Antonio Taurino.
A seguire “Isabel” della c.ie Twain Physical Dance Theatre. Tratto dalla storia vera di Victoria Donda, prima figlia di “desaparecidos” ad essere eletta alla camera dei deputati argentina, i coreografi Yoris Petrillo e Aleksandros Memetaj privano il racconto di tutti i riferimenti temporali, a nazioni e personaggi, per dare un respiro più universale allo spettacolo e soffermarsi sulla figura della donna. Isabel è figlia, sorella e madre, è la forza dell’essere umano, il sorriso sulle labbra di una ragazzina felice per un raggio di sole, la costante ricerca della normalità e della quotidianità perduta, la speranza che fatica a soccombere, la forza di adattarsi ai cambiamenti. Danza Caroline Loiseau.
C.ie Twain Physical Dance Theatre è una delle eccellenze nello spettacolo dal vivo della Regione Lazio, opera in Italia e in Europa per la produzione, la formazione professionale e la diffusione della danza, musica, teatro e delle arti performative. Nata nel 2006 come progetto formativo professionale e compagnia di produzione danza negli anni si sviluppa e cresce fino a divenire Centro di Produzione della Danza Regionale e Centro di Residenza Artistica Nazionale. Un punto di riferimento per artisti e operatori sia al livello nazionale che europeo. Oggi Twain è una Casa, in grado di accogliere ogni anno un centinaio tra artisti, tecnici, e operatori dello spettacolo.

Salerno Danza Festival: Il linguaggio dell’ars coreutica in scena nei giardini di Villa Matarazzo a Santa Maria di Castellabate

Santa Maria di Castellabate quartier generale dell’ars coreutica. E’nei giardini di Villa Matarazzo che prosegue Salerno Danza Festival, l’evento ideato dal CDTM – Circuito Campano della Danza, con il sostegno di Regione Campania, il patrocinio dei Comuni di Ascea e di Gioi e la collaborazione dell’Associazione Cilentomania.

Due performance nella stessa sera il 16 luglio (alle 21): prima “Pezzi Fragili” della Compagnia Naturalis Labor. Una storia di persone comuni le cui abitudini giornaliere sono intrecciate con il luogo che abitano. Secondo il disegno coreografico di Luciano Padovani lo spazio non è soggetto allo scorrere del tempo, è un luogo sacro, senza età, in cui è presente una ciclicità o una ripetizione quasi assurda.

Poi “SKIN” by Claudio Malangone, targato Borderlinedanza. Attraverso un circuito analogico digitale la performance esplora, in condivisione con lo spettatore, le possibilità del corpo umano e del movimento di trasformarsi in suoni. Curiosità, gioco e opportunità creative in un dialogo reciproco tra musica e interazione di corpi.

Salerno Danza Festival: mercoledì 30 Giardino Chiuso al Convento di San Francesco di Gioi

 Indagare, con suggestioni visive e sonore, i temi della conservazione e della trasmissione della memoria del nostro patrimonio culturale. Parte da qui il prossimo appuntamento dell’edizione 2021 di Salerno Danza Festival.
Mercoledì 30 (alle 19) al Convento di San Francesco di Gioi il palcoscenico cede il passo alla Compagnia Giardino Chiuso in “BianchiSentieri#2”. La performance, che muta a seconda dei luoghi da cui trae ispirazione e che suggeriscono, di volta in volta, nuove partiture coreografiche, è la seconda tappa del progetto omonimo che prevede la collaborazione con le varie realtà professionali individuate sul territorio nazionale. Il lavoro, fortemente saldato alla matrice di Bianchisentieri coinvolge nuovi interpreti ed è il frutto di periodi di residenza dedicati.
L’abito rimanda ad immagini e suoni archetipici: scheletro/armatura/ossatura e mare/vento, in una commistione di elementi naturali come l’acqua, l’aria e la terra. In scena la trasposizione in un’immagine evocativa darà vita ad un “animale” raro, forse già scomparso, che trascina un abito costruito con pagine di libri oramai dismessi, pronti per il macero, come simbolo della memoria del passato e depositari del sapere. Le tracce lasciate dal suo passaggio prenderanno forma, come nei sogni, assumendo una fisionomia concreta; rinasceranno desideri, curiosità e voglia di conoscenza. “Bianchi” come i fogli e “Sentieri” come i solchi della scrittura, fonte primaria della trasmissione e del sapere.
L’ideazione è di Tuccio Guicciardini e Patrizia de Bari, quest’ultima è anche autrice delle coreografie. Le composizioni originali sono di Sabino de Bari, l’artista Andrea Montagnani crea, è autore della parte video. Danza Giada Ruoppo. I costumi sono di Rosaria Minneci, le elaborazioni sonore di Daniele Borri. BIancisentieri è una coproduzione Giardino Chiuso, BorderLine Danza, Fondazione Fabbrica Europa: gode del sostegno del MiC_Ministero della Cultura, Regione Toscana e da quest’anno del riconoscimento dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale.
LO SPETTACOLO SARÀ REPLICATO GIOVEDÌ 1 LUGLIO (ALLE 19) A PALAZZO RICCI DI ASCEA
La compagnia, che nasce nel 1998 a San Gimignano (Siena), ha al suo attivo numerose produzioni di teatro-danza, replicate in Italia e all’estero. Inequivocabile la sua cifra stilistica, una contaminazione tra parola, movimento e arte visiva.
Salerno Danza Festival è un evento ideato dal CDTM – Circuito Campano della Danza, con il sostegno di Regione Campania, il patrocinio dei Comuni di Ascea e di Gioi e la collaborazione dell’Associazione Cilentomania.

Pittura e Danza, in armonia con la Natura, dialogano in “Wonderful”

Ricomincia l’appassionante viaggio di “Wonderful – Uno Spettacolo nello Spettacolo” alla scoperta di bellezze paesaggistiche e tesori artistici. La giornalista Brigitte Esposito, con la regia e riprese di Gerardo R. Tartaglia e fotografia di Angelandrea Falcone, propone ai telespettatori una suggestiva e insolita passeggiata nei fitti e verdi boschi dei Monti Lattari. L’incontaminato, incantevole e infinito paesaggio incontra magicamente l’arte diventando un quadro tutto da scoprire.  

Ospiti della puntataElio Alfano, artista di chiara fama e Presidente della Galleria Internazionale “Pagea Arte Contemporanea” di Angri; Elisa Bove, direttrice artistica della rinomata Scuola di Danza “Arabesque” di Tramonti con le meravigliose ballerine Marika Simeone, Giulia Imperato e Camilla Criscuolo.

Si ringrazia Villa Bianca di Carolina Di Martino, Mary Fruit di Gaetano Imperato – Tramonti, De Vivo Europein Veicoli San Valentino Torio.

Per info sul format web/Tv “Wonderful Uno Spettacolo nello Spettacolo” contattare l’ufficio stampa: info@360gradiwebtv.it

Nel programma sono state rispettate tutte le misure e procedure di contenimento SARS-CoV-2 previste dal Protocollo Anti-contagio.

Per accedere alla photogallery clicca qui: https://www.facebook.com/media/set/?vanity=360gradiwebtv&set=a.3036235486654261

Al via la nuova edizione del format web/tv “Wonderful”

Dopo il successo della prima edizione “Wonderful – Uno Spettacolo nello Spettacolo” riprende il viaggio verso luoghi incantevoli, alla scoperta di arte, cultura e itinerari enogastronomi. Un tour mozzafiato alla scoperta di angoli nascosti, percorsi turistici, storie, leggende e tradizioni.

Ai telespettatori non resta che salire a bordo e seguire la troupe in questa nuova spettacolare avventura.

Il programma è scritto e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito. Regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia. Fotografia di Angelandrea Falcone. Prodotto da www.360gradiwebtv.it

Il Salotto di Bry ritorna in TV alle 22 con tanti personaggi della cultura e dello spettacolo

I personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo si ritrovano tutti i giorni nel “Salotto di Bry” per raccontare carriere artistiche, storie ed emozioni. Un energico talk con una carrellata di servizi, backstage ed interviste in esclusiva ai protagonisti della musica, della danza, del teatro, del cinema, della moda. Non mancheranno i collegamenti in diretta dai grandi eventi nazionali ed internazionali.

Conduce la giornalista Brigitte Esposito

Regia, Riprese e Montaggio Gerardo Roberto Tartaglia

Fotografia Angelandrea Falcone

Una produzione www.360gradiwebtv.it

In onda alle ore 22.00 su Antenna 3 canale 186 del digitale.