Al Castello Doria la scrittrice Maria Rossi presenta Lumascuro

Domenica 18 settembre alle ore 11 nella Sala degli Affreschi del Castello Doria ad Angri (SA) ci sarà la presentazione del libro “Lumascuro, il prete della città dei ragazzi” di Maria Rossi, Edizione Centro Iniziative Culturali. La presentazione, organizzata dall’associazione culturale DoriaArt in Progress, rientra nell’ambito del Palio Storico Città di Angri. Il romanzo di Maria Rossi illustra il dolore, la forza d’animo, la caparbietà, di quel sacerdote che volle e realizzò il suo sogno chiamato “Città dei ragazzi”. È stata annunciata la beatificazione di don Enrico Smaldone da S.E. Mons. Giuseppe Giudice vescovo della Diocesi di Nocera Inferiore-Sarno, la sera del sabato 22 novembre 2014 nella Chiesa della Santissima Annunziata di Angri, durante la Celebrazione Eucaristica fatta in suo onore, per il centenario della sua nascita. Quello di Maria Rossi è il primo romanzo su una figura che ha lasciato un segno indelebile nella città di Angri e in tutta la Diocesi di Nocera – Sarno. Il perchè di quel titolo del libro, “Lumascuro”, è la stessa scrittrice a raccontarlo. «Era il crepuscolo – ha dichiarato Maria Rossi – Ma per don Enrico stava semplicemente facendo “lumascuro”, così come sua madre, quand’era bambino, definiva quella particolare ora della giornata, quando una luce ostinata, quasi magica, si insinuava nelle trame del buio e tentava di dipanarle per rendere ancora visibile, soprattutto ai bambini, il loro spensierato mondo di giochi”. Così il presidente dell’associazione DoriaArt in Progress, Fabio Russo:  “Don Enrico è una figura importante per Angri e questo romanzo trasmette tante emozioni. Un prete che ha lasciato un segno indelebile, carismatico e fortemente amato deve essere sempre ricordato. Vi aspettiamo in tanti alla presentazione”. Appuntamento, quindi, domenica 18 settembre alle ore 11 al Castello. Modera il giornalista e membro di DoriaArt in Progress Luigi Novi. Sarà presente l’autrice, Maria Rossi.

Ritratti di Territorio 2016, quando l’eleganza sposa con passione il gusto

Dio è nel particolare” con questo bellissimo claim si è aperta la terza effervescente ed elegante edizione di “Ritratti di Territorio”, il premio ideato, nel 2014, dalla giornalista Nunzia Gargano in occasione dei suoi venti anni di giornalismo in collaborazione con le Edizioni dell’Ippogrifo. L’edizione 2016 ha premiato tanti personaggi del mondo dell’arte, della cultura e dello spettacolo ed ha registrato tante novità. Infatti, oltre a premiare alcuni rappresentanti del settore food, come già accaduto nel 2015, è stata inserita una nuova macrosezione dedicata agli “innamorati” del territorio che, attraverso la loro passione, sono riusciti a far parlare dei luoghi e delle proprie potenzialità. Nunzia Gargano è stata affiancata dalle energiche ed originali giornaliste Maria Pepe e Barbara Ruggiero.

 

Giovani idee per festeggiare la Regina Pacis ad Angri. Successo e partecipazione

Elegante, popolare e intensa. Solamente tre aggettivi per descrivere la meravigliosa festa dedicata della Regina Pacis ad Angri che si è conclusa con un grande successo partecipativo di pubblico ed un sorprendente spettacolo pirotecnico dopo giorni di pioggia. Cinque giornate, dall’8 al 12 settembre, che il coinvolgente Padre Antonio Cuomo insieme alla Nuova Commissione Festeggiamenti ha voluto organizzare offrendo un ricco programma civile e religioso e chiamando a raccolta cittadini e fedeli, sia nelle cerimonie spirituali sia negli intrattenimenti. Il bilancio finale è stato molto positivo, sintesi di una programmazione meticolosa che ha proposto una filosofia popolare molto attenta ad accontentare un pubblico vasto, giovane e coerente con il volto religioso della manifestazione. L’evento religioso è stato, infatti, al centro della festa con le celebrazioni eucaristiche officiate da p. Massimo Staiano parroco di S.M. Maddalena in Armillis in S.Egidio del Monte Albino, da Don Vincenzo Buono parroco di S. Bartolomeo A .a Corbara, da Don Ciro Galisi parroco di S. Maria delle Grazie e ovviamente da Don Antonio Cuomo con la tradizionale e solenne processione che ha attraversato tutte le strade della parrocchia. Per tutta la durata dei festeggiamenti sono state organizzate gustose serate gastronomiche con stand a cura degli instancabili gruppi parrocchiali, una pesca di beneficenza il cui ricavato sarà interamente devoluto ai terremotati del centro Italia e divertimenti ludici tra cui il Villaggio della Pace per i bambini con animazione, giochi e laboratori didattici. Grande successo ha riscosso la IV^ Edizione del Summer Music Festival, organizzato e coordinato dal M° Pierpaolo Petti e condotto da Brigitte Esposito, dove giovani cantanti si sono esibiti dal vivo accompagnati da una raffinata ed energica band (Rosario Catania, Adriano Smaldone, Pierpaolo Russo e Pierpaolo Petti) che ha trasformato le note in pura poesia. Quest’anno il Festival è stato diviso in due categorie Junior (dai 7 ai 15 anni) e Senior (dai 15 ai 35) con una giuria di qualità composta da noti personaggi professionisti nel settore: il soprano Anna Corvino, il M°Alberto Barba, il M° Ciro Tarallo, il M° Annamaria Donnarumma e il M° Raffaele Petti. La vincitrice 1^ Classificata junior è stata Federica Capriglione con il brano People help the people, la 1^ Classificata Senior Daniela Vitolo con il brano Hallelujah, il Premio miglior interpretazione Junior oltre ad un premio speciale ovvero due mesi di studio presso la Planet Sound Accademy è andato a Giuseppina Pia Rosato con Adagio, mentre il Premio miglior interpretazione ai fratelli Annunziata e Carlo Catania con il brano Cu’ mme. La serata è terminata, poi, con l’arrivo di colui che ha coinvolto con la sua grinta e mandato in delirio centinaia di fans giunti da diverse località: il simpaticissimo Leo Ferrucci, affermato cantautore del panorama musicale partenopeo, seguitissimo sui social e con milioni di visualizzazioni sul web. A chiudere i festeggiamenti la Premiazione del II^ Torneo Parrocchiale di Calcio vinto dai Pisciaiuoli F.C., seguiti dai Black Bulls e dai Francescani. A premiarli con coppe e croci del Giubileo, anzichè medaglie, il Presidente dell’ U.S. Angri 1927 Giovanni D’Amaro insieme a Marco Somma e Gianluca De Martino organizzatori del torneo. A seguire anche Francesco Cicchella in concerto. “Con il cuore pieno di gioia e gratitudine a Dio – ha dichiarato con soddisfazione Padre Antonio Cuomo anche quest’anno abbiamo vissuto i festeggiamenti in onore della nostra padrona la Regina della Pace. Sono stati giorni di grazia dove, ancora una volta, abbiamo potuto toccare con mano la grande e forte devozione dei fedeli verso la Madre Celeste. Tutti hanno fatto la loro parte e possiamo ben dire che questa è la nostra festa, la festa di una comunità cristiana che esce dalle sacrestie ed allarga il cuore e le braccia verso la città creando soprattutto con i giovani nuovi ponti di dialogo e di relazioni. Dal profondo del cuore grazie a tutti e arrivederci a settembre 2017.”

 

 

 

 

 

Due libri su S. Alfonso Maria Fusco. Presentazione ed interviste

La Congregazione delle Suore di San Giovanni Battista, in collaborazione con la brillante Associazione culturale DoriaArt in Progress ha presentato, presso l’auditorium “Don Franco Alfano” della Parrocchia Santa Maria delle Grazie due libri dedicati alla figura di Alfonso Maria Fusco, che sarà canonizzato il prossimo 16 ottobre in piazza San Pietro da papa Francesco. Due volumi che raccontano la storia del fondatore delle Suore Battistine del Nazareno, che attualmente operano in tutto il mondo col nome di Suore di San Giovanni Battista. Il primo volume dal titolo “Da Angri al mondo: il sorriso di Dio”, a cura di Antonio Ricciardi e di Lina Pantano. Il secondo libro, “Sant’Alfonso Maria Fusco. Tutto per la gloria di Dio e il bene delle anime”, è una nuova biografia, scritta con amore e competenza da suor Lina Pantano, superiora della provincia italiana della Congregazione delle Suore di San Giovanni Battista.

Interviste a cura di Brigitte Esposito, riprese e regia Roberto Tartaglia.

Parrocchia Regina Pacis di Angri, al via i festeggiamenti patronali

Al via, presso la Parrocchia Regina Pacis di Angri, gli attesi e solenni festeggiamenti in onore della S.S. Madre Maria Regina della Pace. Dall’ 8 al 12 settembre 2016, infatti, la comunità angrese sarà chiamata a raccogliersi spiritualmente per la celebrazione della Festa della Vergine, presieduta dal parroco Don Antonio Cuomo insieme alla Commissione festeggiamenti e ai gruppi parrocchiali. Giorni che chiamano a raccolta e uniscono cittadini e fedeli, sia nelle cerimonie spirituali e religiose, sia negli intrattenimenti musicali e spettacolari in programma e che si terranno tradizionalmente in via Nazionale. Tra fede, cultura e tradizioni la bella Angri e i paesi limitrofi potranno riscoprirsi uniti e devoti, ritrovarsi e aggregarsi energicamente. Ringraziamo con gioia Dio, Padre del Signore Gesù Cristo, ha dichiarato Don Antonio Cuomo che anche quest’anno ci dona la grazia di vivere i festeggiamenti in onore della Regina Pacis. Saranno giorni in cui ci si vuole sentire famiglia di famiglie che nella lode, nella preghiera, nel gioco, nella condivisione, nel servizio e nella gioia manifesta l’impegno della missione che trova nell’Eucarestia la sorgente e il culmine della vita.”

Domenica 4 settembre, alle ore 20.00, si svolgerà la solenne celebrazione eucaristica che prevede l’intronizzazione della Regina della pace e la benedizione della Commissione Festeggiamenti con l’accoglienza della Madonnina pellegrina.

Giovedi 8 settembre, alle ore 19.30,celebrazione eucaristica presieduta da p. Massimo Staiano, parroco di S.M. Maddalena in Armillis in S.Egidio del Monte Albino con la benedizione delle figlie della Pace.

Venerdi 9 settembre, alle ore 19.30, celebrazione eucaristica presieduta da p. Antonio Cuomo, riflessioni sul Beato Alfonso Maria Fusco di Suor Lina Pantano, Superiora Provinciale dalle Suore Battistine, a seguire la dolce benedizione dei piccoli angeli della pace con l’atteso passaggio sotto il manto della Vergine. A partire dalle ore 17.00 questi ultimi potranno, poi, prendere parte al Villaggio della Pace, una vera e propria oasi di divertimento per i più piccini, rallegrato da un’ottima équipe di animazione, giochi, magie e laboratori.

Sabato 10 settembre, alle ore 19.30, celebrazione eucaristica presieduta da Don Vincenzo Buono, parroco di S. Bartolomeo A. in Corbara. Alle ore 21 spazio alla musica con la IV^ Edizione del Summer Music Festival, la gara canora organizzata dai giovani dei gruppi parrocchiani che vedrà protagonisti cantanti emergenti che si esibiranno in diversi brani di successo. A presentare la serata la giornalista e conduttrice tv Brigitte Esposito. Alle ore 22 sorteggio dei premi in palio, degustazioni presso gli stands enogastronomici e a seguire il cantautore partenopeo Leo Ferrucci in concerto.

Domenica 11 settembre, alle ore 8.00, inizio della tradizionale e suggestiva peregrinatio della Madonna per le strade della Parrocchia. Alle ore 21 appuntamento con tutti i fedeli nel piazzale della Scuola Elementare “Taverna” per la solenne processione verso la Chiesa Parrocchiale e benedizione del popolo di Dio. Alle ore 22 premiazione del II^ Torneo parrocchiale di calcio e alle 22.30 i Medina Band in concerto.

Lunedi 12 settembre, alle ore 19.30, celebrazione eucaristica di ringraziamento nel SS.mo nome di Maria presieduta da Don Ciro Galisi, parroco di S. Maria delle Grazie. Alle ore 21.30 divertimento assicurato con l’attore, cantante, imitatore e comico Francesco Cicchella, reduce dal successo di programmi come Tale e Quale Show in onda su Rai1 e Made in Sud.

Angri, il 7 settembre presentazione dei libri dedicati al santo Alfonso Maria Fusco.

La Congregazione delle Suore di San Giovanni Battista, in collaborazione con l’associazione culturale DoriaArt in Progress, presenterà mercoledì 7 settembre alle ore 18, presso l’auditorium “Don Franco Alfano” della Parrocchia Santa Maria delle Grazie in via Leonardo da Vinci in Angri (Sa), due libri dedicati alla figura di Alfonso Maria Fusco, che sarà canonizzato il prossimo 16 ottobre in piazza San Pietro da papa Francesco. Si tratta di due volumi che raccontano dettagliatamente la storia del santo angrese, fondatore delle Suore Battistine del Nazareno, che attualmente operano in ogni parte del mondo col nome di Suore di San Giovanni Battista. Il primo volume dal titolo “Da Angri al mondo: il sorriso di Dio”, a cura di Antonio Ricciardi e di Lina Pantano, Editoriale Progetto 2000, traccia la biografia di Alfonso Maria Fusco, sacerdote secondo il cuore di Cristo, per scoprire il segreto della sua santità. Si tratta di un racconto che intende lasciare al lettore la gioia della scoperta di una vita sorprendente, ispirata giorno dopo giorno dallo Spirito Santo. “E’ questo un libro – ha scritto nella presentazione il cardinale Angelo Amato, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi – scritto con sapienza storica e unzione spirituale da padre Antonio Ricciardi. Sono pagine da leggere col cuore, da meditare e assimilare con amore”. Si tratta, infatti, dell’avventura straordinaria di un santo, don Alfonso Maria Fusco, che affidò la sua esistenza interamente nelle mani della Provvidenza, presenza misericordiosa e sempre benevola verso i suoi figli. Il secondo libro, “Sant’Alfonso Maria Fusco. Tutto per la gloria di Dio e il bene delle anime”, è una nuova biografia, scritta con amore e competenza da suor Lina Pantano, superiora della provincia italiana della Congregazione delle Suore di San Giovanni Battista, proprio in occasione della canonizzazione. Ha il pregio della agilità, della chiarezza e della completezza storica. In poche pagine, suor Lina ci fa entrare nel vissuto meraviglioso di un sacerdote semplice, povero, vicino a Dio e agli uomini. “Un padre da ammirare e un fratello maggiore da imitare”, scrive l’Arcivescovo Marcello Bartolucci nella Presentazione. Dalla vocazione coltivata dall’infanzia all’ordinazione sacerdotale che vide don Alfonso aperto alle sfide del suo tempo fino alla fondazione dell’Istituto delle Suore Battistine del Nazareno. Un carisma prezioso e innovativo, quello di Sant’Alfonso Maria Fusco, servo fedele sulla terra, protettore amorevole dal cielo. Oggi la Congregazione è presente nel mondo intero e la santità del fondatore edifica e ispira con le sue virtù generazioni di consacrate e di giovani di ogni cultura e nazione. All’evento, realizzato in collaborazione con l’associazione culturale DoriaArt in Progress, presieduta da Fabio Russo, a cui è invitata la cittadinanza, sarà presente e animerà la tavola rotonda l’editore di Progetto 2000, Demetrio Guzzardi. Sarà presente anche l’autrice Lina Pantano, la Madre generale Suor Rosaria Di Iorio, il vescovo della Diocesi Nocera – Sarno, Mons. Giuseppe Giudice e la professoressa Raffaella Del Pezzo, pronipote di don Alfonso Maria Fusco. Un momento importante per il popolo di Angri e del territorio dell’Agro nocerino – sarnese per conoscere meglio un santo di questa terra. “I santi, che hanno vissuto il Vangelo di Cristo, hanno sempre qualcosa da dire agli uomini di tutti i tempi – ha dichiarato Suor Lina PantanoLa loro presenza nella storia è un richiamo di letizia in un mondo che rischia di perdere il gusto della gioia, un grido di speranza, un esempio di generosità in una società troppo avara per essere felice, un invito a Dio del quale l’umanità, anche inconsapevolmente, non può fare a meno. Alfonso Maria Fusco condivide la storia del suo paese, della sua gente, ne vede le fatiche, soffre in particolare nel vedere i ragazzi abbandonati. Conoscere la sua storia è un dono prezioso perché i santi vanno imitati, hanno da insegnarci molte cose. Vi aspettiamo numerosi alla presentazione di mercoledì 7 settembre presso la Parrocchia Santa Maria delle Grazie in Angri”.

A Scafati al via interessanti appuntamenti letterari con Libri all’Aperto

Al via la rassegna letteraria ‘Libri all’Aperto’, una serie di appuntamenti o incontri con autori scelti fra quelli che nell’ultimo anno si sono distinti per pubblicazioni apprezzate e seguite; autori della Regione Campania, che, attraverso il loro talento, sono riusciti a distinguersi.
Francesco Paolo Oreste con la sua opera ‘Il cortile delle statue silenti’(1/09), Roberto Ritondale con ‘Sotto un cielo di carta’(8/09), Sergio Mari con ‘Sei l’odore del borotalco’ (15/09) e Letizia Vicidomini con ‘Nero – Diario di una ballerina’(22/09).
Riscoprire il piacere della lettura all’aperto, nei luoghi e negli spazi cittadini, fondendo la curiosità verso gli autori con la passione per le parole, trasformare un luogo informale in un salotto familiare: questi gli intenti della rassegna letteraria.
Secondo le indagini Istat, sebbene nel 2016 i dati relativi alla lettura siano più rassicuranti rispetto agli anni precedenti, nel Mezzogiorno, continua a permanere un calo dei lettori. Sono le donne, la popolazione femminile a salvare i libri, con una percentuale di gran lunga maggiore rispetto alla popolazione maschile.
L’idea, pertanto, è quella di imprimere un’inversione di tendenza: riportare in auge il valore assoluto della lettura e con essa della scrittura autorale, che ad oggi ha un seguito circoscritto.
La rassegna si svolgerà in una location d’eccezione, fiore all’occhiello degli eventi culturali scafatesi, il caffè letterario Foyer900, ambiente raffinato ma allo stesso tempo accogliente. Ad impreziosire il momento letterario, saranno anche momenti artistici, come le estemporanee di pittura di Orsola Supino, del cantautore musicista Pietro Bicezio e di altri artisti scafatesi.
Primo incontro: Francesco Paolo Oreste
Il 1° settembre alle 20 presso il Foyer900 si terrà il primo degli appuntamenti della rassegna letteraria ‘Libri all’Aperto’. Ad aprire gli incontri la presentazione dell’opera di Francesco Paolo Oreste, ‘Il cortile delle statue silenti’. Una storia, diverse storie che affrontano un tema scottante ed attuale. Emozioni infinite e profonde che prenderanno posto nella vostra anima.
L’autore
Francesco Paolo Oreste, è nato a Torre del Greco, poliziotto. Laureato in Scienze Politiche con specializzazione in criminologia. È tra i fondatori delle associazioni culturali Eureka e In-Oltre attraverso le quali promuove la cultura della legalità e la difesa dell’ambiente nelle scuole primarie e secondarie. È autore di “Dieci Storie Sbagliate. Più una” e di “Mi sono visto di spalle che partivo”. Conosciuto come poliziotto-barricadero in occasione delle proteste contro la discarica di Terzigno del Vesuvio, Oreste, con una bella scrittura erudita, elegante e carica di passione, fornisce uno spaccato prezioso dell’hinterland napoletano e delle sue contraddizioni. Oreste è il primo dei protagonisti della rassegna letteraria ‘Libri all’aperto’ con la sua opera ‘Il cortile delle statue silenti’.
L’opera
L’ispettore Giulietti è costretto ad indagare sulla morte di un mostro e, confuso tra vittime e carnefici, non distingue più i cattivi dai buoni, soprattutto perché tra le vittime del mostro c’è Rebecca…

For a will 4.0, ritorna a San Cipriano Picentino l’arte di strada

L’arte di strada ritorna a San Cipriano di For a will 4.0 dal 26 al 28 agosto presso il Parco della Madonna del Carmelo.

Il tema della tre giorni sarà “Beyond our walls” che ai writers e agli artisti offrirà un interessante spunto per le proprie performance attraverso le quali avranno la possibilità di esprimere il proprio pensiero su un tema così attuale dell’integrazione sociale o razziale.

Si parte venerdì 26 con un contest di danza hip hop tenuto da Andreas Muller, ex ballerino del programma “Amici di Maria de Filippi” che, al termine dello stage, taglierà il nastro dando il via alla quarta edizione. Subito dopo un coinvolgente spettacolo di bolle e di magia. Alle 19.00 poi, spazio ad alcune scuole di danza e il concerto del rapper italiano Ensi, tra i più talentuosi freestyler degli ultimi anni.

La giornata di sabato 27 si aprirà con una sfida-spettacolo di break dance tra i breakers provenienti da tutta la Campania e proseguirà con esibizioni di bodypainting e Ffacepainting oltre alla già collaudata Drawing Battle, un concorso tra disegnatori su temi scelti dal pubblico. In serata spettacolo di ipnosi e lettura della mente, la musica de Murga Los Espantapajaros e le percussioni degli Utungu Tabasamu e il djset di Stefano d’Orso fino all’alba.

Domenica 28 gran finale con le esibizioni di giocolieri, spettacolo di mangiafuoco, una conferenza sul tema dei muri e delle barriere e un music contest dedicato a band e cantanti emergenti.

Durante le giornate del For a Will sarà allestita un’area dedicata ai bambini con gonfiabili e uno spazio attrezzato con reti di pallavolo, tiro con l’arco, calcio biliardo e street food.

Festa di S. Alfonso, un grande successo! L’Assessore Carmela Pisani ringrazia

Chiusi i battenti della festa in onore del S. Alfonso, Patrono di Pagani, l’Assessore alle Politiche Giovanili e alla Comunicazione Carmela Pisani, soddisfatta, ha così dichiarato: “Grazie a quanti hanno contributo all’ottima riuscita delle quattro serate e alla città di Pagani. Voglio ringraziare in particolare chi ha contribuito alla realizzazione degli eventi in cartellone. Pagani è una città che finalmente è rinata e questa festa ci ha regalato momenti di grande bellezza e spensieratezza. Ringrazio le tante persone che hanno collaborato e che hanno  profuso energie positive.” 

edizione www.360gradiwebtv.it Intervista a cura di Brigitte Esposito, riprese e regia Roberto Tartaglia e Angelo Falcone

 

All’Arena del Mare consegna dei premi “CICAS Turismo Sapri 2016”

“IL CILENTO DEVE PUNTARE SULLE SUE RISORSE AMBIENTALI E CULTURALI PER USCIREDALL’ISOLAMENTO. SOLO COSÌ POTREMO GARANTIRE UN FUTURO AI GIOVANI IMPRENDITORI”.QUESTE LE PAROLE DI VINCENZO BOCCIA PRESIDENTE DI CONFINDUSTRIA CHE RILANCIA IL SUO IMPEGNO PER LA PROVINCIA DI SALERNO. LO FA DA SAPRI, CUORE DEL GOLFO DI POLICASTRO DOVE IERI SERA DALLE MANI DEL SINDACO GIUSEPPE DEL MEDICO HA RITIRATO IL PREMIO CICAS TURISMO 2016.

UNA INIZIATIVA  ORGANIZZATA DELLA CONFEDERAZIONE IMPRENDITORI COMMERCIANTI ARTIGIANI TURISMO E SERVIZI PROVINCIALE DI SALERNO, CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI SAPRI E IL CONTRIBUTO DELLA BANCA DEL CILENTO DI SASSANO E VALLO DI DIANO E DELLA LUCANIA, CHE PER IL SECONDO ANNO CONSECUTIVO HA AVUTO L’OBIETTIVO DI ATTRIBUIRE UN RICONOSCIMENTO ALLE PERSONALITÀ DEL MONDO DELLA CULTURA, DEL GIORNALISMO, DELLE ISTITUZIONI CHE PROMUOVONO E VALORIZZANO LA QUALITÀ DELLA PROVINCIA DI SALERNO IN ITALIA E NEL MONDO.

LA CERIMONIA DI CONSEGNA, CURATA DA MATTEO MARTINO, RESPONSABILE PROVINCIALE E COMPONENTE DEL CONSIGLIO NAZIONALE DELLA CICAS TURISMO, SI É SVOLTA PRESSO L’ARENA DEL MARE SUL LUNGOMARE ITALIA. UNA SERATA RICCA DI EMOZIONI INCASTONATA NELLO SPLENDIDO SCENARIO DEL GOLFO DI SAPRI. OLTRE AL PRESIDENTE BOCCIA I RICONOSCIMENTI SONO ANDATI A ANGELO SCELZO, GIÀ VICE-DIRETTORE SALA STAMPA VATICANA; ALFONSO ANDRIA, GIÀ PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI SALERNO, PARLAMENTARE EUROPEO E SENATORE DELLA REPUBBLICA; JOSEPHINE ALESSIO, GIORNALISTA RAI NEWS24; DOMENICO PANDOLFO, PRESIDENTE NAZIONALE FEDERAZIONE ITALIANA ESCURSIONISTI. “DEDICO QUESTO PREMIO AI GIOVANI CILENTANI” HA DICHIARATO  LA GIORNALISTA RAI PREMIATA DALLA DIRIGENTE SCOLASTICA FRANCA PRINCIPE. LA CONDUTTRICE OLTRE VENTI ANNI FA HA MOSSO I SUOI PRIMI PASSI NEL MONDO DEL GIORNALISMO A SAPRI CON MATTEO MARTINO ORGANIZZATORE DEL PREMIO CICAS.

EMOZIONANTI LE PAROLE DI ANGELO SCELZO CHE NEL RITIRARE IL PREMIO DOPO I DOVEROSI RINGRAZIAMENTI AGLI ORGANIZZATORI HA VOLUTO CONDIVIDERE CON I PRESENTI LA SUA ESPERIENZA A GUIDA DELLA SALA STAMPA DEL VATICANO “HO CONOSCIUTO GLI ULTIMI TRE PAPI, SICURAMENTE IL MOMENTO PIÙ FORTE É STATO L’ANNUNCIO DELLE DIMISSIONI DI PAPA BENEDETTO”. ALFONSO ANDRIA PREMIATO DAL PRESIDENTE NAZIONALE CICAS, GIORGIO VENTURA, HA RICORDATO CHE IL SUO PRIMO ATTO UFFICIALE DA PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI SALERNO É STATO QUELLO DI AVVIARE I LAVORI DI COMPLETAMENTO DELLA CILENTANA.

DOMENICO PANDOLFO, PREMIATO DALL’AVVOCATO FRANCO MALDONATO PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE OLTRE PISACANE, HA VOLUTO RIBADIRE L’IMPORTANZA DEL TURISMO AMBIENTALE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO.  LA SERATA, PRESENTATA DA CARMELA SANTI, È STATA ACCOMPAGNATA DA INTERVENTI MUSICALI A CURA DEL DUO FLAUTO E CHITARRA ANTONIO MAROTTA E FRANCESCO LANGONE.

Pagani, la Notte della Lirica con la grande Orchestra Filarmonica Campana

L’eccezionale Orchestra Filarmonica Campana ha regalato alla città di Pagani una serata di gala indimenticabile ripercorrendo in musica straordinari capolavori da Rossini a Mascagni, dal belcanto italiano con Rossini, Donizetti e Bellini per poi concludere con Verdi e Puccini. Un viaggio musicale insieme alla giovane soprano Luana Lombardi, il mezzosoprano Beatrice Amato e il tenore cinese Zi Zhao Guo. Sul podio il direttore musicale, il  Giulio Marazia. Una notte dedicata a S. Alfonso ma anche una notte dedicata alle sonorità della lirica che sono tanto amate dagli italiani.

edizione www.360gradiwebtv.it

Riprese e regia Roberto Tartaglia e Angelo Falcone

Interviste a cura di Brigitte Esposito

 

S. Alfonso in un’emozionante processione per le strade di Pagani 1 Agosto 2016

Emozioni, lacrime, devozione e tanta fede a Pagani.  Una vera festa di tutta una città, una grande comunità che si è stretta intorno al suo santo protettore, Sant’Alfonso Maria De’ Liguori. Migliaia di persone, cittadini ma anche gente arrivata dai paesi limitrofi hanno accompagnato in processione il grande protettore. Alfonso Maria de Liguori, scrittore, poeta, musicista, vescovo, dottore della Chiesa e patrono dei moralisti, nacque a Marianella presso Napoli, il 27 settembre 1696. Fu il primogenito di otto figli nati dal nobile Giuseppe de Liguori e Anna Maria Caterina Cavalieri e fu avviato fin da piccolo allo studio.  Immatricolato all’Università di Napoli all’età di soli dodici anni, dopo aver sostenuto un esame di retorica con il filosofo e storico Giambattista Vico, conseguì il dottorato in utroque iure, cioè in diritto civile e in diritto canonico. Nel luglio del 1723 patisce una cocente sconfitta professionale e, riprendendo un proposito della prima giovinezza decide di abbracciare lo stato ecclesiastico. Il 27 agosto 1723 dinnanzi all’immagine della Madonna, promise di consacrarsi al servizio esclusivo di Dio e dei bisognosi e di farsi prete. A trent’anni compiuti, il 21 dicembre 1726, ricevette l’ordinazione sacerdotale. Nell’estate del 1730 a Scala, un paesotto del Salernitano, nei colloqui avuti con suor Maria Celeste Crostarosa, Sant’Alfonso maturò la convinzione di essere chiamato da Dio a fondare una congregazione di sacerdoti e laici per l’evangelizzazione e la salvezza dei più poveri. Oltre a scrittore e pittore fu anche valente musicista. La sua canzone più celebre ricca di autentici valori spirituali e poetici è: “Tu scendi dalle stelle”, un canto natalizio composto e musicato nel 1755 durante la predicazione in una missione. Venne nominato vescovo da Papa Clemente XIII il 9 marzo 1762. Muore serenamente il 1 agosto 1787.

edizione www.360gradiwebtv.it

Riprese e regia Roberto Tartaglia e Angelo Falcone

Interviste a cura di Brigitte Esposito