“Per chi suona la campanella”: l’iniziativa culturale del FdG di Nocera Inferiore

Il Forum dei Giovani della Città di Nocera Inferiore, coordinato da Angelo Guadagno, ha deciso di organizzare un’iniziativa a carattere culturale intitolata “Per chi suona la campanella”, in occasione della “Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore”, che si è celebrata a livello mondiale lo scorso 23 aprile.

L’evento, che ha goduto del patrocinio morale dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione e alla Cultura del Comune di Nocera Inferiore, è stato strutturato in quattro giornate, comprese tra il 19 e il 22 aprile 2017, di attività extrascolastiche laboratoriali interattive ed itineranti di promozione culturale aventi come sfondo il mondo della letteratura al fine di celebrare il valore del libro e della lettura come strumento di educazione, confronto e crescita.

Le attività ludiche hanno visto il coinvolgimento di una folta delegazione di giovani studenti delle due scuole secondarie di primo grado di Nocera Inferiore “M. Li Pira” e “Solimena-De Lorenzo”.

L’evento è stato reso possibile grazie al prezioso contributo, alla calorosa accoglienza, alla straordinaria disponibilità e alla meravigliosa professionalità di Clorinda Attianese, proprietaria del “Caffè Letterario Libramente” sito in via F. Dentice D’Accadia n. 19, di Antonio Galisi, proprietario della “Libreria Mondadori Bookstore di Nocera Inferiore” sita in via G. Matteotti n. 32/34, e dello staff della Biblioteca Comunale “R. Pucci”, diretta dalla dott.ssa Nicla Iacovino, sita in Corso Vittorio Emanuele II n. 52 a Nocera Inferiore.

I ragazzi partecipanti all’iniziativa culturale hanno potuto, così, conoscere e vivere da protagonisti le diverse realtà culturali che animano il nostro territorio cittadino.

Giorno per giorno, nei vari giochi, si sono cimentate: per la scuola “Li Pira” le classi II C, II E e II H accompagnate rispettivamente dalle prof.sse Costanza Ragone, Elvira Fasolino e Michelina Nenna; e per la scuola “Solimena-De Lorenzo” le classi II Ed, II Ad e II D accompagnate rispettivamente dalle prof.sse Ida Lenza, Maria Rosaria Romano e Rosaria Barone.

Sabato 22 aprile, con lo svolgersi dell’ultima giornata di attività laboratoriali presso la Libreria Mondadori, hanno assistito ai lavori, la dott.ssa Maria Laura Vigliar, assessore alle politiche di promozione culturali, la prof.ssa Maria Ventura, dirigente scolastico della scuola “Li Pira”, la prof.ssa Anna Petrosino, collaboratrice vicaria della preside Ventura, e la prof.ssa Patrizia Cosenza, che ha portato i saluti della prof.ssa Carmela Cuccurullo, dirigente scolastico della scuola “Solimena-De Lorenzo”.

Giulia Salzano, responsabile del progetto in seno al Forum dei Giovani, al termine dell’evento ha dichiarato: «il senso dell’iniziativa era, appunto, quello di avvicinare i giovani lettori delle classi seconde delle scuole medie – appena affacciatisi sul mondo della letteratura, avendo da poco intrapreso lo studio dei classici – a diversi luoghi di cultura che, per quanto afferiscano la medesima realtà: quella del libro, offrono altrettante diverse modalità d’approccio alla lettura mostrandone la poliedricità di sfumature non soltanto per quanto concerne lo stile, il genere, l’autore di un libro ma piuttosto il modo stesso di viverlo.

I ragazzi, inoltre, pur prendendo parte all’iniziativa con grande serietà, hanno scoperto anche l’aspetto più ludico, ma per questo non meno importante, della lettura mettendo in gioco non soltanto le proprie conoscenze scolastiche ma anche le letture personali e la propria familiarità con la letteratura in generale mostrando un variegato, solido e sostanzioso quadro di interessi verso diversi titoli e generi».

Ha concluso, infine, affermando che: «La bellezza di questi giorni può essere restituita dall’immagine degli attenti, vispi e curiosi occhi dei giovani studenti che hanno inondato gli scaffali delle librerie, che hanno scrutato i volumi, che hanno chiesto di poter consultare il catalogo dei libri per ragazzi della biblioteca, che si sono posati su quelli della libraia rapiti dal racconto delle attività che possono svolgersi in un caffè letterario o dalla varietà dei testi offerti in libreria».

Mamme Imperfette, la pièce teatrale tratta dal libro “28 giorni” di Francesca Cutino

In occasione della settimana mondiale del libro e del diritto d’autore la sezione DONNA della Biblioteca Francesco Morlicchio presenta ‘MAMME IMPERFETTE’ pièce teatrale tratta dall’opera letteraria “28giorni – Storie di Madri” di Francesca Cutino La sezione Donna della Biblioteca Morlicchio di Scafati presenta ‘Mamme imperfette’, pièce teatrale tratta dall’opera letteraria “28giorni – Storie di Madri”, (Albatros edizioni) della giornalista e scrittrice Francesca Cutino. Lo spettacolo gratuito, che si terrà nella sala consiliare Venerdì 5 Maggio alle 10,30, sarà aperto a tutti e vedrà la presenza degli studenti e delle studentesse dell’Istituto Einaudi di Scafati e della sua Coordinatrice Danila Scognamiglio. “Al centro della storia – spiega l’autrice – così come nel libro, ci sono sempre loro, le sette meravigliose mamme che hanno scelto di raccontare le loro emozioni. Emozioni dirompenti, vere, che se nell’opera letteraria sono percepite attraverso un racconto, nella rappresentazione teatrale, arrivano dirette al cuore di chi le ascolta. Il sovrapporsi di arti diverse è il valore aggiunto che ho voluto dare alla rappresentazione”. Ad introdurre la manifestazione sarà la Direttrice della Biblioteca Maria Benevento. Le diverse storie saranno interpretate da due bravi attori, Francesca Coppola e Manuel Longobardi, provenienti dalla compagnia stabile dei ragazzi ‘Filippo Sgruttendio de Scafato’. La voce narrante è, invece, affidata alla giornalista e presentatrice Lia Cutino, gli interventi musicali sono curati da Pietro Bicezio. Nell’arco della rappresentazione, inoltre, l’artista scafatese Orsola Supino realizzerà un’estemporanea di pittura, che sarà messa in palio tra i ragazzi dell’istituto Einaudi, nell’ambito di un concorso letterario sul tema, appunto, delle mamme.

Costiera cilentana: Educational tour di giornalisti e incontro con Zuchtriegel

E’ stata scelta la Campania con le sue bellezze, ma soprattutto è stato opzionato il Cilento – una meta meravigliosa e ancora tutta da scoprire per il Regno Unito – dall’ABTOI (Association of British Travel Organisers to Italy), che ogni anno tiene in Italia un summit in una location diversa del Belpaese. “E’ infatti il Cilento, la destinazione dell’educational tour destinato a giornalisti e a tour operator che abbiamo organizzato insieme a Carolyn Spinks, presidentessa di ABTOI”, spiega Bianca Pierri Cecaro, Coordinatrice Provinciale Federalberghi, “per far conoscere agli abitanti del Regno Unito un piccolo paradiso poco noto, fruibile anche tutto l’anno per il suo clima mite, attraverso il lavoro di giornalisti delle testate  più accreditate, e i tour operator britannici a caccia di nuove mete da proporre”. Da lunedì 24 a mercoledì 26 aprile Isabel Choat  (Editor The Guardian), insieme a Lisa Gerard Sharp, Kate Simon, Simone Kane, freelance di importanti testate quali The Times, The Telegraph, The Indipendent, National Geographic Magazine, Vogue e The Guardian, da Paestum partiranno alla scoperta del Cilento; saranno invece 40 i tour operator. Il 26 aprile al Savoy incontreranno inoltre il direttore del Parco archeologico di Paestum,  Gabriel Zuchtriegel, il presidente del Parco del Cilento, Vallo di Diano e Alburni Tommaso Pellegrino, e l’assessore al Bilancio del Comune di Salerno, Roberto De Luca. Quest’ultimo farà anche da cicerone per la visita della città di Salerno. “L’associazione ABTOI (Association of British Travel Organisers to Italy), ha 70 membri che sono i più importanti tour operator nel Regno Unito che organizzano vacanze in Italia.  Lavoriamo a stretto contatto con l’Enit, che ci aiuta ad aumentare l’interesse del Regno Unito per l’Italia. Per i nostri membri organizziamo attività di pubbliche relazioni e marketing, formazione inerente al settore e molte altre opportunità di business”, ha precisato Carolyn Spinks. “Ci sono numerosi benefici nell’appartenere ad ABTOI e il momento più importante dell’anno è il Summit annuale in Italia. Scegliamo una destinazione che crediamo abbia un potenziale di sviluppo nel turismo e la provincia di Salerno, porta d’ingresso al Parco nazionale del Cilento, è un perfetto esempio. E’ l’occasione ideale per i tour operator del Regno Unito per sperimentare ciò che la zona ha da offrire, per incontrare gli agenti locali, nonché ricevere una formazione nel settore dei viaggi da parte di professionisti specializzati. Quest’anno abbiamo anche alcuni tra i migliori editori e giornalisti del Regno Unito, nonché un rappresentante di Meridiana”. Il progetto di educational non avrebbe potuto essere realizzato senza il sostegno della Sicme Energy e Gas. L’amministratore delegato, Pierluigi Punzi, che da anni sponsorizza il comparto alberghiero, uno dei principali della sua clientela  business, è un convinto sostenitore di attività formative e di promozione di alto livello: “Gli albergatori sono tra i nostri clienti più importanti, dobbiamo essere i primi a sostenerli in questo percorso di crescita e di sviluppo territoriale. Ho avuto modo di constatare personalmente le bellezze del Cilento che, al pari di quelle della costa d’Amalfi, possono diventare una delle mete principali dell’incoming dal Regno Unito. Gli albergatori sono pronti ad accoglierli: d’altra parte Sorrento insegna: il turismo inglese, è un turismo di qualità”. 

Il Salotto di Bry: guida TV della settimana su 360gradiwebtv e TAone

Il Salotto di Bry continua ad accendere i riflettori su cultura, spettacolo, moda, viaggi, arte, eventi, musica, danza, teatro, cinema, enogastronomia, wedding e benessere. Ogni giorno si offre una programmazione in diretta web www.360gradiwebtv.it, su facebook live e in tv su Teleangriuno (Taone) canale 639 del digitale visibile in tutta la Campania.

Ecco le puntate in onda con i seguenti orari:

9:30 Un Pasticciere nel Salotto di Bry: Le dolcezze di Pasqua di Carmine Carrelli

12:30 Il Salotto di Bry al 18° Compleanno di Imma Garofalo. Lights, Camera, Hollywood Party! Prima Parte

14:30 Il Salotto di Bry al 18° Compleanno di Imma Garofalo. Lights, Camera, Hollywood Party! Seconda Parte

17:00  Vincenzo Romano, il poliedrico cantore della Valle del Sarno

18:30  Rosario Campese, coreografo di alta moda e fashion stylist

Per scoprire tutte le news basta seguire gli aggiornamenti in tempo reale sui social facebook, twitter, instagram, google+, youtube.

Per contattare la redazione inviare una mail a info@360gradiwebtv.it

Madonna delle Galline 2017: il programma di una Pagani in festa

Al via dal 21 al 25 aprile a Pagani l’attesissima festa patronale della Madonna del Carmelo detta delle Galline. L’evento andrà in scena come di consueto in tutta la città che si appresta ad accogliere con orgoglio e ospitalità i tanti fedeli che giungono da tutta Italia e non solo. Tammorre, religiosità, folclore e tanta passione !

Di seguito gli appuntamenti che caratterizzeranno la festa.  

La letteratura al bar e in boutique: la nuova stagione a cura di Gianluca Liguori

Da domenica 23 aprile, a Battipaglia e a Salerno, la buona letteratura riprende la scena al bar e in boutique: parte la nuova stagione della rassegna fuori dai contesti canonici, a cura del battipagliese Gianluca Liguori.

Il Bar Capri, in via Pastore 42, a due passi dalla stazione ferroviaria di Battipaglia, e Sciglio Vintage, nel nuovo punto vendita di via Duomo 46, nel cuore del centro storico di Salerno, faranno da cornice alle presentazioni dei romanzi di Enrico De Vivo, Francesco D’Isa, Anna Giurickovic Dato e Enrico Macioci.

Enrico De Vivo, autore del romanzo Poche parole che non ricordo più, pubblicato nella collana Quisiscrivemale dell’editore romano Exòrma, sarà il primo ospite domenica 23 aprile, alle ore 19, al Bar Capri di Battipaglia, e lunedì 24 aprile, sempre alle 19, da Sciglio a Salerno.

Enrico De Vivo, classe 1963, è nato a Nocera Inferiore e residente ad Angri. Ideatore e direttore della rivista letteraria Zibaldoni.it, ha curato il volume Racconti impensati di ragazzini (Feltrinelli, 1999), con prefazione-saggio di Gianni Celati, e l’antologia, con Gianluca Virgilio, Il fior fiore di Zibaldoni e altre meraviglie (Edit Santoro, 2004). Ha scritto cinque pezzi in prosa in Sonetti del Badalucco nell’Italia odierna (Feltrinelli, 2010) di Gianni Celati, che, del suo Divagazioni stanziali (QuiEdit, 2009), ha scritto: “Devo dirglielo a Enrico De Vivo che il suo libro è molto diverso dai libri che si scrivono e pubblicano con grande sfarzo di elogi pubblicitari. Devo dirglielo perché adesso le cose vanno così, e magari non si considera il garbo delle sue frasi”.

Poche parole che non ricordo più è un romanzo picaresco in forma di ritratti, ambientato in una Campania immaginaria, a tratti onirica, dove le vite dei personaggi si fondono tra realtà e sogni malinconici: libro sugli ultimi e i dimenticati, il romanzo di De Vivo è un viaggio, attraverso un itinerario affastellato di comicità e grottesco, alla ricerca di qualcosa di inafferrabile ma sempre a portata di sguardo, per comprendere che la fantasia non è per niente evasione, ma può essere una guida alla sopravvivenza per animi stanchi.

Il realismo di De Vivo si allunga in toni magici, lo scrittore cerca il modo migliore per creare qualcosa di incantato, che esca dai luoghi e dal tempo […] De Vivo ha il merito di osare, di non temere cadute, spinto dalla convinzione che scrivere sia una necessità umana” (Davide Morganti, Il Mattino)

La rassegna, con la formula della doppia location, proseguirà il 14 e 15 maggio con il fiorentino Francesco D’Isa, già artista di fama internazionale, al suo terzo romanzo: La stanza di Therese, un misto tra diario, romanzo epistolare, saggio filosofico e graphic novel, pubblicato nella collana Romanzi di Tunué, di cui il direttore editoriale Vanni Santoni ha detto: “Non so quanti “romanzi epistolari annotati” esistano: io dico nessuno. Se poi ci mettiamo pure il collage alla Max Ernst, non c’è neanche bisogno di venire a dire, per incuriosire il prossimo, che il tema del romanzo è DIO”.

Il 4 e 5 giugno sarà la volta della scrittrice Anna Giurickovic Dato, classe 1989, nata a Catania e residente a Roma, che presenterà il romanzo d’esordio, pubblicato per Fazi, La figlia femmina, candidato al Premio Strega.

Un romanzo concentrato e disturbante, a tratti quasi gotico, che attraverso il ritratto di una bambina “difficile” affronta il tema del contagio del male” (Filippo La Porta, Il Sole 24 ore).

L’ultimo doppio appuntamento, 25 e 26 giugno, vedrà protagonista Enrico Macioci, già ospite della scorsa edizione con Breve storia del talento, che presenterà l’ultima fatica, Lettere d’amore allo yeti (Mondadori).

Uno degli autori più interessanti nel nostro panorama letterario attuale” (Demetrio Paolin su Flanerì)

Il Salotto di Bry ospita Vincenzo Romano, il poliedrico cantore della Valle del Sarno

Storia e tradizioni, canto e danza popolare: questi gli elementi dell’energica puntata del Salotto di Bry condotto da Brigitte Esposito. Ospite il cantore pellegrino della Valle del Sarno noto in tutta Europa Vincenzo Romano, accompagnato dal soprano Laura Paolillo e dal musicista Leo Coppola. Originario di Pagani, terra di tammorre, Vincenzo Romano sin da piccolo si dedica al canto distinguendosi per la sua eccezionale vocalità, originalità ed autenticità. I suoi canti popolari, mistici, rituali, colti sono il risultato di un’accurata ricerca storica, etnomusicologica e antropologica che rievocano il culto rurale della Madre Terra e quello in onore della Madonna del Carmelo, detta delle Galline, che si festeggia a Pagani. Nel Salotto, a ritmo di tammorre, il cantore presenta Uhanema!, il suo avvincente lavoro discografico e culturale che racchiude antiche sonorità popolari, linguaggi espressivi, emozioni, memorie, sensazioni, ritmi ipnotici ed ancestrali che si coniugano con la grammatica del cuore e le movenze della multisecolare tradizione creando una magica atmosfera senza tempo e senza spazio. Nell’intervista Romano si racconta per poi regalare al pubblico una straordinaria e briosa tammurriata.

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia di G. Roberto Tartaglia, riprese e fotografia Angelandrea Falcone, account manager Carolina Di Martino, produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con Teleangri Uno canale 639 visibile in tutta la Campania.

A Pozzuoli nasce il “RA” e una nuova rassegna tutta da scoprire

Una nuova rassegna prende vita nella splendida cornice di Pozzuoli dove il mare, l’archeologia e la storia la fanno da padrona, ma anche il buon cibo che è una delle eccellenze del territorio puteolano. E proprio pensando ai sapori, soprattutto dedicati al mare che nasce la rassegna “Musica e Sapori” che coniuga i piatti della tradizione mediterranea alla musica di qualità. La rassegna partirà il 13 aprile nella suggestiva location del Ra, un locale accogliente che parla di mare nei colori, nei sapori e negli odori. Il nome  RA si riferisce al dio egizio del sole e richiama alla mente il simbolo della luce e del calore, lo stesso che si percepisce una volta attraversata la soglia del locale, curatissimo negli arredi che catapultano l’avventore in un fantastico veliero in cui il buon cibo e gli eventi fanno la differenza.

Dopo un lungo viaggio si ritorna sempre a casa. Ma la casa è ovunque tu decida di stare e il viaggio è cio’ che vuoi ammirare  anche in quel breve  tratto che, da casa, ti porta a lavoro. Il lavoro, quell’importante fetta di vita  a cui dedichi tempo, energia, spesso passione, amore. E’  quello che ti aiuta a creare un’ identità, ma anche quello da cui, ogni tanto, ti vuoi staccare per poi ritornare. Da qui nasce il progetto Ra”: così Raffaella Migliaccio racconta la  sua nuova avventura imprenditoriale in Campania, dopo un’esperienza a Bologna dove ha creato e gestito per 15 anni un locale in cui la musica, il buon cibo e l’accoglienza erano protagoniste assolute. E sulla stessa scia di quell’esperienza,  Raffaella Migliaccio, ritorna a casa, scegliendo Pozzuoli per dar vita a Ra, un locale accogliente che parla di mare nei colori, nei sapori e negli odori.
L’ambiente si struttura in diverse aree: la poppa  con un  gozzetto  che accoglie dei divani ottimi per rilassarsi con un drink; la plancia dove un altro gozzo è stato ristrutturato per ospitare la distilleria con un fornitissimo banco spine; la parte maesta è il cuore del locale, ovvero  la sala dove  si possono gustare le specialità della casa; la prua è dedicata alla musica e agli eventi artistici.  La prima rassegna del Ra sarà appunto “Musica & Sapori”.
Per la parte musicale, la rassegna è curata dalla Dani’ Eventi, agenzia di concerti gestita dalla vulcanica Daniela Lampognana che, per questa rassegna, ha pensato ad un appuntamento settimanale che partirà il 13 aprile con il cantautore Simone Spirito e proseguirà il 20 con l’eclettica band al Femminile delle Mujeres Creando, fino a chiudere il mese con le sonorità carioca dei Gatos Do Mar. Per questa rassegna – spiega Daniela Lampognana – ho pensato di creare un calendario di musica raffinata, dalle atmosfere soft per essere in linea con lo spirito del locale, una musica non urlata, ma che possa raggiungere il pubblico come una carezza”. Per quanto riguarda i sapori, il giovane chef  che si è formato nella scuola del maestro Acunzo, ha scelto dei piatti della tradizione mediterranea base di pesce ma rivisitati. Il menù è stato studiato ed elaborato per creare un’ alternativa  tra il  ristorante di mare e il pub. Tra i piatti che si possono gustare troviamo : il tataki di tonno in crosta di anacardo, le gustosissime tartare, o per chi preferisce il classico panino, interessante è il Burger di tonno. Tra le sfizioserie troviamo i capellini di calamari e zucchine con colpisse di arancia  e le praline di polpo in salsa livornese. Per la serata inaugurale della rassegna il menu’ è tutto a base di cozze come vuole la tradizione del giovedì santo.  Cozze per Tutti i gusti, tra le pietanze proposte
Zuppa di cozze polpo e gamberone, la classica impepata, scialatielli alle cozze, cozze ripiene e tempura di cozze in cialda di parmigiano.

“Forum Music Club”, il progetto culturale del Forum dei Giovani di Scafati

“Forum Music Club” è un progetto realizzato dal Forum dei Giovani di Scafati e promosso dalla Commissione “Politiche Culturali, Politiche Sociali, Eventi e Spettacolo”.

Si tratta di un un open space, un vero e proprio circolo musicale, ideato per tutti i giovani artisti, scafatesi e non, al fine di offrire loro un punto di ritrovo dove cimentarsi nell’arte della musica e condividere questa sana passione con tutti i partecipanti. Il Forum, infatti, concede ai ragazzi la possibilità di usufruire gratuitamente della Sala Prove di Scafati Solidale.

“Forum Music Club” si svolgerà ogni venerdì, dalle ore 15.00 alle ore 20.00, presso i locali di Scafati Solidale, in via E. Berlinguer, 6. Per la raccolta di adesioni e ulteriori informazioni, è sufficiente inviare una mail all’indirizzo di posta elettronicafdgscafati@gmail.com o scrivere un messaggio alla Pagina Facebook del Forum dei Giovani.

Il progetto, sulla scia della confermata nuova edizione del concorso canoro “Forum In Canto”, si pone lo scopo di favorire l’aggregazione dei giovani sul territorio e di promuovere e valorizzare il talento delle nuove proposte in ambito musicale.

Pinella Passaro e Giovanni Ciacci presentano il libro “Il Velo fa Sposa”

Galeotto fu Detto Fatto: così recita la dedica de Il velo fa sposa“, il libro di Pinella Passaro, stilista di Cava dei Tirreni, la prima ad avere una rubrica fissa in televisione all’interno del celebre programma di Rai Due condotto da Caterina Balivo.

Già in libreria e negli store on line, il volume, edito da Centauria è stato scritto insieme con lo stylist delle dive Giovanni Ciacci. Dal bagaglio di esperienze di entrambi viene fuori un diario – guida in cui trovano spazio tutti i consigli per la realizzazione del matrimonio perfetto: dalla location agli inviti, dal buffet alla festa, passando, ovviamente, per il vestito con tutti i relativi accessori, il più importante dei quali è il più tradizionale, il velo.

Da generazioni la famiglia di Pinella Passaro veste le spose, e lei stessa è andata all’altare indossando un bouquet tramandato di madre in figlia per tre generazioni: oggi per la prima volta condivide il tesoro della sua esperienza, affiancata da un intenditore di stile che ha fatto della bellezza e dell’eleganza femminili una missione.

La sapienza di lei e l’inesauribile curiosità di lui si uniscono in un libro davvero speciale, una guida step-by-step per organizzare il matrimonio, una miniera di consigli pratici e dettagli per impreziosire ogni cerimonia, una piacevole cavalcata attraverso le storie e le leggende che rendono unico il giorno più bello.

Convegno dell’Hortus Magnus ai Canottieri: La natura nell’arte pittorica tra scienza e etica

Quest’anno il consueto appuntamento con la “Mostra della Minerva”, organizzata a cura dell’associazione Hortus Magnus, presieduta da Clotilde Baccari Cioffi (in alto a destra), che si svolgerà dal 7 al 9 aprile nella Villa comunale di Salerno, viene anticipato da un incontro che si terrà mercoledì 5 aprile, al Circolo Canottieri Irno di Salerno, alle ore 17,30: “In attesa della Mostra della Minerva” – Convegno: “La natura nell’arte pittorica tra scienza e etica”. Intervengono: il Maestro Virginio Quarta (in alto a sinistra) “I fiori nell’arte pittorica”; Giulia Caneva – Università 3 Roma “Studiare ed interpretare la natura nell’arte: un excursus dal Mondo antico al Rinascimento”; Gianni Aliotta – Università di Napoli “Ambiente urbano, indicatori ecologici e comunicazione scientifica”.

Il progetto “Terre del Bussento” alla BIT di Milano

Nei padiglioni di MilanoCity, sede della mostra fieristica di settore dal 2 al 4 aprile, circa 60 tra giovani studenti, tutor, professori, dirigenti scolastici, operatori di settore e amministratori locali saranno presenti all’importante evento nazionale. Su iniziativa di Cicas Turismo in collaborazione con il Comune di Sapri e l’Istituto “Da Vinci” di per 46 alunni dell’indirizzo turistico sarà possibile svolgere uno stage all’interno della manifestazione a completamento di un percorso iniziato in aula con tre incontri formativi di con Angelo Guzzo (esperto di Storia locale), Francesco Lombardi (esperto di social e comunicazione) e Giuseppe Curcio (tour operator). La rappresentanza saprese è partita alla volta di Milano questa mattina a bordo di un pullman brandizzato “Terre del Bussento” delle Autolinee Curcio, azienda partner dell’iniziativa.

Domenica 2 sarà interamente ai padiglioni fieristici, mentre lunedì 3 aprile gli studenti potranno visitare l’Università “Bicocca” di Milano per una serie di incontri di orientamento scolastico in vista delle loro scelte universitarie. Nel pomeriggio di lunedì, sempre presso la sede della rinomata università milanese, si terrà la presentazione del romanzo storico “Teste Mozze” di Franco Maldonato sulla vicenda umana e politica di Costabile Carducci: una storia tutta cilentana ma che ha integrato un pezzo delRisorgimento Europeo. Sempre lunedì, ma in serata, il gruppo delle ‘Terre del Bussento’ sarà ospite del noto locale Rall8022 per il “FuoriBit”: un momento di svago e promozione per il territorio con la degustazione di prodotti tipici e l’incontro con i cilentani nel mondo.

La tre giorni milanese terminerà martedì 4 aprile presso la sala conferenze dello stand della Regione Campania con la conferenza stampa di presentazione del progetto “Terre del Bussento: un paesaggio culturale tra natura, storia, arte, alimentazione e sport” alla presenza dei Sindaci di Sapri e San Giovanni a Piro Giuseppe Del Medicoe Ferdinando Palazzo, del Presidente del Centro Europeo per i Beni Culturali di Ravello Alfonso Andria e il Presidente della Provincia di Salerno Giuseppe Canfora.

Un progetto centrato sull’idea di un’altra accoglienza turistica, che non riposa solo sulla bellezza paesaggistica ma che punta al recupero della storia plurimillenaria dell’area attraversata dalle acque del Bussento. La presenza a Milano è stata resa possibile in particolare grazie al contributo del Comune di Sapri ed alla disponibilità dell’Assessore Regionale al Turismo, avv. Corrado Matera. Gli altri comuni che hanno aderito al progetto “Terre del Bussento” sono Vibonati, Torraca, Tortorella, San Giovanni a Piro, Caselle in Pittari, Morigerati.