I vincitori del concorso di ceramica Mare Mota “Donne e Madonne” a Vietri sul Mare

Si è conclusa con la premiazione a Vietri sul Mare, lunedì scorso, la quarta edizione della mostra/concorso Mare Mota, dedicata quest’anno a “Donne e Madonne”, organizzata dall’associazione Isola di Samo. Il presidente Ernesto Sabatella ha conferito il primo premio ex aequo, espresso a seguito di valutazioni compiute presso il Seminario Superiore di Arti Applicate di Torino, diretto dal professor Enzo Biffi Gentili, che ha scritto la la seguente motivazione: “Dopo l’esame degli artefatti presentati alla mostra concorso Mare Mota “Donne e Madonne”, il Seminario Superiore di Arti Applicate/MIAAO della Congregazione dell’Oratorio di Torino ha innanzitutto rilevato l’alto livello medio dimostrato da tutti gli artieri in questa edizione della manifestazione, sicuramente in crescita e divenuta ormai un evento ceramico vietrese importante e di rilievo qualitativo non soltanto locale. Infatti diversi tra i lavori esposti sarebbero stati meritevoli singolarmente dì segnalazione critica. Il Seminario ha quindi ritenuto, per rispettare questo stato dell’arte, di dover premiare una “famiglia fittile”, in quest’occasione composta da Cristiano Rago e Anna Rita Viscido (casata che con un’altra sua esponente, Anna Rago, già si era fatta onore negli anni passati a Mare Mota). Le ragioni di questa scelta consistono nel fatto che dai loro forni di Montercovino Rovella e dintorni da anni escono da un lato riuscite prove emulative -non imitative- di una iconografia e di una plastica tradizionale, quale quella presepiale; dall’altro sperimentazioni, anche ardite, dedicate a tematiche di flagrante attualità, quali, questa volta, le politiche di genere e la condizione femminile. Tutte sempre create con grande perizia fabrile“. La giuria popolare, composta da tutti i visitatori della mostra, ha scelto i ‘suoi’ tre vincitori: primo classificato Lucia Carpentieri; secondo Dorota Adamska; terzo Donatella Blundo. A tutti gli altri artisti partecipanti sono stati consegnati attestati e catalogo della mostra.

Mostra/concorso Mare Mota, lunedì 15 gennaio la premiazione a Vietri sul Mare

Lunedì 15 gennaio alle ore 19 si terrà, a Vietri sul Mare in via Mazzini, 34, la cerimonia di premiazione dei vincitori della mostra/concorso Mare Mota – che quest’anno ha per tema “Donne e Madonne” – giunta alla quarta edizione. La competizione artistica, organizzata a cura dell’associazione L’Isola di Samo, presieduta da Ernesto Sabatella, ha visto sedici ceramisti scendere in campo con opere di grande interesse. Le votazioni sono due: una espressa da una giuria popolare, l’altra dal professor Enzo Biffi Gentili, del Seminario Superiore di Arti Applicate di Torino, che assegnerà il Premio speciale della Critica. Al primo classificato andrà una coppa, al secondo ed al terzo una targa-premio. Ad ogni partecipante verranno consegnati un attestato di partecipazione e un congruo numero di copie del catalogo della mostra. Gli artisti che hanno partecipato sono: Anna Rita Viscito (“L’Io”), Ceramica Cassetta (“Madonna”), Cristiano Rago “Vergine sul trono”, Donatella Blundo (“L’umile donna eletta Madonna”), Dorota Adamska (“Totem”), Elisa D’Arienzo (“Veronica”), Elvira Peduto (“Pulcinella”), Enrica Rebek (“Culla”), Francesco Raimondi (“La Madonna delle galline”), Giuseppe Cicalese (“Donna Maria Rosaria”), Lucia Carpentieri (“Mary”), Luigi Manzo (“Madonna”), Margherita (“Ballerina”), Pasquale Liguori (“Madonna”), Rosa Cuccurullo (“Madonna”), Vincenzo Consalvo (“La madre”). Fuori concorso, ma ugualmente in esposizione in sala, un omaggio a Cargaleiro e a Carrera.

L’innata allegria del Gruppo Folk Internazionale O’ Revotapopolo non ha confini

L’incontrastato Gruppo Folk Internazionale O’ Revotapopolo, presieduto magistralmente da Giuseppe D’Ambrosio, per la 44^ volta ha dominato e acceso la notte angrese della Befana con passionale ed energico entusiasmo, aggiudicandosi il titolo di padrone supremo della città. Anche stavolta, dopo essere stato testimonial dell’euforia in tutto il mondo con spettacoli di ordinario e trascinante divertimento, è riuscito ad aggregare migliaia di persone facendo diventare Angri palcoscenico indiscusso dell’Agro. Nessuno schema o programma prestabilito, ma tutto è stato come sempre affidato all’improvvisazione e alla spontaneità dei simpatici componenti, chiavi di successo di questo storico e scatenatissimo gruppo diretto dal M°Antonio D’Ambrosio. A tagliare il nastro della kermesse l’Assessore alle Politiche Sociali Maria D’Aniello, accompagnata per l’occasione dalle Majorettes Eagles, dall’ Associazione Storica Borgo Concilio, da personaggi della Walt Disney, dal Gruppo Musica Amore e da avvenenti brasiliane. Immancabile la carrozza con le dolcezze dispensate da Babbo Natale e dalla vecchia Befana. Il fil rouge della festa è stata la musica classica napoletana declinata in tutte le sue forme, simbolo di una tradizione ancora viva e amatissima dal popolo. Lo spettacolo è stato una vera esplosione di positività e coinvolgimento totale, un autentico stare insieme, infatti O’ Revotapopolo ha regalato felicità, ironia ed energia ad un pubblico calmo ma desideroso di essere trascinato nel gorgo di un intrattenimento piacevole e sfrenato. Giovani ed anziani si sono mescolati nelle svariate danze raggiungendo un alto livello di divertimento, fino alla conclusione di un’indimenticabile e storica festa. Il gruppo ha pertanto suscitato indescrivibili emozioni, solleticato raggianti sorrisi, rievocato indelebili ricordi sciolti in un unico e finale abbraccio plateale, per una notte che ha avuto dello straordinario pieno di musica, spumeggiante allegria ed irresistibile spensieratezza.

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia di G. Roberto Tartaglia, riprese e fotografia Angelandrea Falcone, una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TAone canale 639 visibile in tutta la Campania.

[Official Video]

“L’anima aggredita di Elio Alfano”, la mostra personale dell’artista angrese a Napoli

Giovedi 11 gennaio 2018, alle ore 17, presso il Movimento Aperto in via Duomo 290/c a Napoli si inaugura la mostra “L’anima aggredita di Elio Alfano” che resterà aperta fino al 31 gennaio. Eccellenti e coinvolgenti dipinti di varie dimensioni, tutti smalto su tela e di recente realizzazione, figure animali ed umane che svelano l’animo dello straordinario artista Elio Alfano. Una continua ed intensa lotta tra cuore e mente, bene e male, oscurità e luce. Quest’ultima, in pittura, vince il profondo dolore. Il dipinto diventa, dunque, uno spazio interiore in contatto con le emozioni di un animo alla ricerca della felicità miscelata alla spontaneità inesauribile dei colori. L‘artista angrese è il presidente dal 1996 della galleria Pagea Arte Contemporanea, sita in via Concilio, uno dei luoghi più lungimiranti ed acuti che ha permesso a tanti noti personaggi di cultura un approccio al lavoro artistico direzionato alla sperimentazione di originali forme d’arte riconosciute in tutto il mondo. Espressionismo allo stato puro, contemporaneità che diventa poesia, arte che conquista il cuore.

Continuano gli appuntamenti di Forcella Transit: calendario da giovedì 10 al 17 gennaio

Continuano gli appuntamenti del progetto “Forcella TRANSIT – Percorsi d’Arte oltre i Decumani” parate, mostre, spettacoli gratuiti dedicati a grandi e piccini in tanti punti del quartiere di Forcella con l’intento di attrarre turisti e cittadini in un’area del territorio che, nonostante le importanti testimonianze storiche, architettoniche ed artistiche presenti, non è ancora completamente integrata nei circuiti turistici. Variegato il programma della seconda settimana tra cui ricordiamo quello di giovedì 11 gennaioalle ore 18 presso la chiesa San Severo al Pendino in cui si terrà “La gioia della musica”, uno spettacolo che è l’incontro tra la parola di Rodari e la musica di Rota. Le poesie e le filastrocche di Gianni Rodari sottolineate, accompagnate dalle musiche di Nino Rota eseguite dal vivo da un ensemble strumentale formato da pianoforte, flauto ed oboe. Una voce recitante che si intreccia e si alterna con la musica a volte per coinvolgere i giovani ascoltatori, con leggerezza ed ironia. Gianni Rodari non ha bisogno di presentazioni: la sua produzione letteraria è percorsa dal dato costante del rapporto tra adulto e bambino, e con le sue favole moderne ripropone nel novecento questo genere di racconto per ragazzi e lo rinnova adeguandolo ai tempi. L’obiettivo dei suoi tanti capolavori (uno fra tutti quello che lo rese celebre: Filastrocche in cielo e in terra) resta sempre quello educativo che, grazie alla favola, è realizzato in modo leggero e divertente anche quando i temi sono seri e importanti, il tutto coronato sempre da una morale finale. Il musicista Nino Rota ha legato la sua fama alle tantissime colonne sonore composte per i film di Federico Fellini: musicista finissimo nelle sue composizioni ha sempre privilegiato l’immediatezza dell’ispirazione, la chiarezza melodica, i timbri strumentali e la verve ritmica. Nel concerto del compositore pugliese ascolteremo le più celebri composizioni per l’infanzia ( “7 pezzi per bambini” / “La passeggiata di Puccettino” / “La chioccia” / “ Il soldatino” / “Passeggiata” / Pavana” ) e alcune delle sue canzoni più belle.

Sabato 13 gennaio alle ore 11 nel Complesso dell’Annunziata si terrà “Scanovacci”, spettacolo itinerante sulla tradizione della Commedia dell’Arte a cura di Murìcena Teatro . Un viaggio nella tradizione italiana, ma soprattutto napoletana, della Commedia dell’Arte. Nello spirito della Commedia dell’Arte, dove le compagnie si esibivano in differenti luoghi (piazze, corti, palazzi reali) gli spettacoli proposti andranno in scena negli spazi interni o esterni del complesso dell’Annunziata, animando con momenti itineranti i luoghi interessati. Si propongono scene tratte da canovacci e testi classici di grande fascino, alcune che tratteranno il tema della nascita, tema legato al luogo di rappresentazione.

ll progetto “FORCELLA TRANSIT – Percorsi d’Arte oltre i Decumani” è fortemente voluto dall’ Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, organizzato da “I Teatrini” con la rete di Associazioni di Forcella e il sostegno dell’EPT (Ente Provinciale Turismo Napoli). Continua inoltre fino al 17 gennaio  la mostra “Terra Mia- Pino Daniele Story” curata da Federico Vacalebre in collaborazione con il fotografo Pino Miraglia: un percorso tra fotografia, immagini, ritagli di giornali e testi che si narrano la storia artistica di Pino Daniele.(chiesa san Severo al Pendino).  Tante le parate con artisti di strada e trampolieri animeranno le varie strade del quartiere. Per i turisti e i cittadini che vogliono scoprire i tesori del quartiere, vasta è l’offerta delle visite guidate e i percorsi enogastronomici. 

Appuntamenti :

Giovedì 11 gennaio
ore 16.00-19.00  Spazio Comunale Piazza Forcella
LA SCENA DELLE DONNE
Incontro di laboratorio aperto alle donne della città
A cura dell’Associazione
f.pl. – Femminile Plurale
ore 18.00  Chiesa di San Severo al Pendino
LA GIOIA DELLA MUSICA
Poesie di Gianni Rodari, musiche di Nino Rota
a cura di Progetto Sonora
Venerdì 12 gennaio
ore 12.00  Piazza Crocelle ai Mannesi
LE GUARATTELLE
Spettacolo di guarattelle napoletane di e con Irene Vecchia
Sabato 13 gennaio
ore 11.00  Complesso dell’Annunziata
SCANOVACCI

Spettacolo itinerante sulla tradizione della Commedia dell’Arte
di Murìcena Teatro
ore 16.00  Via Duomo – Via Vicaria Vecchia – Piazza Calenda
VISIONARI – STATUE IN PARATA
Girandola di colori per le vie di Forcella, con gli artisti trampolieri
di “Teatrop”
Domenica 14 gennaio
ore 11.00  Spazio Comunale Piazza Forcella
SISIFO FELICE
Spettacolo a cura dei Maestri di Strada
ore 11.30  Via Duomo – Via Vicaria Vecchia – Piazza Calenda
PARATA TZIGANI
con gli artisti trampolieri di Teatrop
Mercoledì 17 gennaio
ore 19.00 ; Piazza Mercato
‘O FUCARAZZO ‘E SANT’ANTUONO
A cura dell’Associazione

MOSTRE
TERRA MIA – PINO DANIELE STORY
Mostra iconografica a cura di Federico Vacalebre
in collaborazione con Pino Miraglia
Chiesa di San Severo al Pendino
dal 4 al 17 gennaio • orario di apertura 10.00 –19.00
La mostra, nata nel 2008 con il titolo “Terra Mia – Pino Daniele
Trent’anni in musica” e riconcepita nel 2016 in occasione
dell’anniversario della scomparsa di Pino Daniele, viene ora
riproposta e arricchita con materiali nuovi in occasione del terzo
anniversario della scomparsa del nostro nero a metà.
“Terra mia – Pino Daniele Story” è un percorso tra fotografia e
immagini, ritagli di giornali e testi che si dipanano attraverso un
itinerario espositivo di 18 pannelli (per un totale di 35 facciate)
che narrano la storia artistica di Pino Daniele, dal suo esordio nel
lontano 1977 fino alla prematura scomparsa.
A raccontarla con passione e competenza è lo scrittore e critico
musicale Federico Vacalebre, che da sempre segue, racconta e
informa delle evoluzioni artistiche del cantautore sulle pagine de
Il Mattino dedicandogli un paio di libri, compreso l’instant book
gratuito distribuito dal quotidiano all’indomani della morte
dell”artista in duecentomila copie.
ITINERARI TURISTICI ED ENOGASTRONOMICI
VISITE GUIDATE ALLA ZONA NTL DI FORCELLA

“ZONA NTL – Napoli, Turismo e Legalità” è un termine coniato
dall’Associazione Annalisa Durante per identificare una zona
delimitata della città, caratterizzata da monumenti, opere d’arte
e luoghi simbolo della legalità; una “Zona Non a Traffico Limitato”,
da promuovere per di_ondere la conoscenza delle bellezze
di Napoli, fondate sulla storia e sui valori di una cittadinanza
da sempre attiva nel campo culturale e sociale.
In occasione di “Forcella Transit” l‘Associazione Annalisa Durante
insieme alle guide e agli interpreti Salvatore Avallone, Achille Centro,
Teresa D’Andolo, Luigi De Martino, Marianna Martignetti, Paola Silvi
e Annamaria Quintiliani hanno organizzato un calendario di itinerari
gratuiti per tutti i turisti e i cittadini che vogliono conoscere Forcella
e il Decumano Inferiore.
ITINERARIO

Spazio Comunale Piazza Forcella – Chiesa di San Giorgio
Maggiore ai Mannesi – Chiesa di San Severo al Pendino –
La Ruota e il Succorpo dell’Annunziata – Il Cippo a Forcella –
Castel Capuano – La Sala del Lazzaretto – Obelisco di San Gennaro
IN VINO ITINERAS, ERRANZE IN CERCA DI ALTRE SOSTANZE
Percorso paesaggistico-enologico- esoterico con degustazione
conclusiva di vini e assaggi di prodotti tipici presso l’accogliente
Wine Cafè da Mario, piazzetta Divino Amore.
A cura dell’Associazione Teatri di Seta e Collettivo Lunazione

Il 9 gennaio Ambra Angiolini a Giffoni: unica data in Campania de La Guerra dei Roses

Prima romanzo di Warren Adler, poi nel 1989 film di culto con Michael Douglas e Kathleen Turner e la regia di Danny De Vito, ora a teatro con i diabolici Ambra Angiolini, e Matteo Cremon, insieme con Massimo Cagnina ed Emanuela Guaiana.  Il 2018 inaugura con l’unica data in Campania de “La Guerra dei Roses”, terzo appuntamento con la X Stagione Invernale di Giffoni Teatro.

La parabola sentimentale della celebre coppia approda alla Sala Truffaut della Cittadella del Cinema di Giffoni Valle Piana martedì 9 gennaio (alle 21).

«È una commedia straordinaria – ha spiegato il regista Filippo Dini – comica e crudele al tempo stesso. Adler racconta una delle più straordinarie deflagrazioni dei sentimenti, la separazione di due che si sono molto amati: la grandezza del loro amore si rispecchia nella sua fine. Così violenta da essere paragonata a una guerra. In questo caso il riferimento è a quella storica, intestina a una famiglia reale, la “Guerra delle due Rose britannica»

La storia è nota: due coniugi, dopo 18 anni di amore, cominciano a detestarsi e a farsi la guerra in vista della separazione. Lui ricco e ambizioso uomo d’affari, tronfio della sua fortunata carriera, lei una moglie obbediente, ma mai dimessa, che lo ha accompagnato nella sua brillante ascesa, con amore, stima profonda e un pizzico di fascinazione per le piccole e grandi comodità conquistate. Una commedia straordinaria, raffinata e caotica al tempo stesso, comica e crudele, ridicola e folle, che trova in teatro il suo terreno d’elezione, per la sua potenza espressiva e la sua dimensione onirica, capace di svelare i nostri intimi fallimenti nel comprendere l’altro, l’opposto, all’interno di noi stessi.

Nel mese di febbraio (il 15) la protagonista assoluta sarà invece Serena Autieri nei panni de “La Sciantosa”. Un one woman show dal nome eccentrico, scritto da Vincenzo Incenzo e diretto da Gino Landi che rilegge in chiave nuova ed attuale il caffè chantant con un lavoro di ricerca e rivalutazione nel repertorio dei primi del ‘900 dei brani più conosciuti e coinvolgenti.

Nelle librerie “Il Cantagiro. Dal 1962 a oggi” di Giulia Carla De Carlo e Jonny Triviani

Un libro che racconta una storia lunga 55 anni, 372 pagine per celebrare oltre mezzo secolo di eventi, nel corso del quale è stata vissuta e raccontata la storia d’Italia, attraverso la musica e i suoi protagonisti: è con questo spirito che nasce Il Cantagiro. Dal 1962 a oggi, il libro scritto a quattro mani da Giulia Carla De Carlo e Jonny Triviani, disponibile in tutte le librerie italiane, edito da ABEditore.

Un racconto che procede sul doppio binario della Storia con la “s” maiuscola e la storia della quotidianità dei protagonisti della musica, dal 1962 ai giorni d’oggi, ripercorrendo i cambiamenti, le rivoluzioni, le trasformazioni della società italiana insieme a quella carovana musicale che girava per la penisola alla ricerca di nuovi talenti.  Scritto con uno stile semplice, autentico, coinvolgente, che ricorda lo spirito del Cantagiro, il libro arriva dritto al cuore di chi legge proprio come accadeva con le auto che sfrecciavano negli anni ’60 per le strade italiane: portando a bordo i cantanti, la loro musica, i sogni delle persone comuni, che attendevano i loro beniamini lungo le strade e nelle piazze, senza barriere e istituzionalismi da palco. Gli autori ci accompagnano in un salto nel tempo tra le pagine di una storia – quella fatta dalle parole delle canzoni – che ci racconta quella parte di Italia che ancora sa farci emozionare. Fino ai giorni d’oggi. Arricchiscono il testo le prefazioni di Massimo Ranieri, Edoardo Vianello, Paolo Mengoli, Marino Bartoletti, Piero Cassano, che scrivono del “loro” Cantagiro, tra aneddoti, ricordi e curiosità; l’introduzione di Enzo De Carlo, patron della manifestazione canora; le illustrazioni di Mauro “Squiz” Daviddi, immagini dell’epoca e anastatiche di giornali di quegli anni.

Giulia Carla De Carlo è scrittrice, regista, attrice. Ha collaborato per la collana Super BrividiMondadori. Ha scritto un racconto in Brividi a Roma, il fumetto Sirena-The professor, diverse sceneggiature tra cui il docufilm Noi, Artigiani diretto dal regista Duccio Forzano. Regista di videoclip e cortometraggi, nel 2012 ha concorso al David di Donatello web con il corto Adotta un italianoHa recitato nei più importanti teatri d’Italia al fianco di attori del calibro di Ugo Pagliai, Paola Gassmann, Nini Salerno, Franco Oppini, Barbara D’Urso. Ha partecipato alla serie tvCarabinieri e a film come In nomine Satana, Il compagno Americano, Eden, La Guerra dei Corti. Èspeaker radiofonica e giornalista. Collabora con Il Cantagiro dal 2005, presentatrice ufficiale dal 2014. 

Jonny Triviani è attore, regista e scrittore. Recita in teatro, cortometraggi e televisione, partecipando a Una donna per amico 3, Incantesimo 8, I Cesaroni. Già inviato di Striscia la notiziae attore a Casa Rai Uno, recita in Eden, La Guerra dei Corti, Il Pianeta delle ScimmieRegista di videoclip e cortometraggi, nel 2012 ha concorso al David di Donatello web con il corto Adotta un italiano. È ideatore e regista della web serie Abdullywood, ha scritto un racconto in Brividi a Roma, il libro Aquattromani 365 storie cattive, sceneggiature di film e cortometraggi.

Il 7 gennaio la V Edizione del “Concerto per Attilio” a S. Antonio Abate

Come ogni anno un concerto in memoria di Attilio Saturno, grande appassionato di musica e di vita, si terrà a Sant’Antonio Abate il 7 gennaio 2018 presso il Santuario Gesù Bambino. Alle ore 18.30 ci sarà la celebrazione della Santa Messa e a seguire la grande musica diretta dai Maestri Paolo e Antonio Saturno. Un costante, appassionato e vivido pensiero per onorare la memoria di chi non è più con noi solo con il corpo, ma continua ad esserlo con l’anima.

Il Salotto di Bry ospita l’Ordine dei Giornalisti: Ottavio Lucarelli e Salvatore Campitiello

Il Salotto di Bry augura il 2018 ospitando Ottavio Lucarelli, Presidente dell’ Ordine dei Giornalisti della Campania, e Salvatore Campitiello Presidente dell’ Assostampa Campania Valle del Sarno. Una chiacchierata a 360 gradi sul mestiere del giornalista, la deontologia, gli impegni e le continue battaglie dell’ODG, la correttezza professionale ed infine un messaggio di inizio anno per tutti i giornalisti pubblicisti e professionisti.

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia di G. Roberto Tartaglia, riprese e fotografia Angelandrea Falcone, una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con Teleangri Uno canale 639 visibile in tutta la Campania.

“Concerto di Natale per la Pace”: il 3 gennaio presso la Parrocchia Regina Pacis di Angri

Mercoledi 3 gennaio 2018 alle ore 20 la Parrocchia Regina Pacis di Angri, dolcemente e sapientemente guidata da Padre Antonio Cuomo, apre le sue porte ad una magica ed emozionante serata in musica con il grande Concerto di Natale per la Pace ricordando i 100 anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale e la costruzione della Chiesa in onore della Madonna. L’evento vedrà la presenza del coro “Magnificat” diretto dal M° Pierpaolo Petti e del coro di voci bianche “Pueri Cantores Eccomi” diretto dal Carola Vaglio. La serata sarà condotta dalla giornalista Brigitte Esposito. Inoltre, musicisti di chiara fama renderanno le note ancora più speciali per vivere fino in fondo l’emozione dell’ascolto, regalando alla gioiosa comunità un canto corale di pace per rispecchiare la grande volontà di promuovere una cultura di fede, di incontro, di memoria e di musica.

Al Carcere Borbonico di Avellino la rassegna l’Altro Natale

La Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino, diretta da Francesca Casule, comunica che dal 13 dicembre, ha preso il via nel Complesso Monumentale del Carcere Borbonico di Avellino la V edizione della rassegna l’Altro Natale. Anche quest’anno la realizzazione è stata garantita dalla sinergia che negli anni si è consolidata principalmente con l’Archivio di Stato diretto dalla dott.ssa Maria Amicarelli, con il Comune, con l’Amministrazione Provinciale,  con la Biblioteca Statale di Montevergine e con le Associazioni impegnate sul territorio: Unicef, Fidapa, Donne in campo, Garden, Stravinsky, Hirpini cantores e Vernicefresca teatro.Il tema  del 2017 è ispirato alle fiabe e al mito. Sarà l’occasione per discutere di fiabe, per raccontarne e ascoltarne nuove e antiche, attraverso letture teatralizzate, concerti e rappresentazioni teatrali.

Il Carcere Borbonico farà da contenitore e da cornice alle mostre visitabili dal 13 al 31 dicembre: nel laboratorio di restauro Sulle tracce di Ercole. La favola di Ercole, nell’immaginario irpino a cura di Silvia Pacifico e Giampiero Galasso , nella sala Voltata Natale favoloso, era na vota miti e fiabe in città a cura di Paola Apuzza , Alessandro Di Blasi, Antonio di Stasio e Maria Cristina Lenzi, nella sede dell’Archivio di Stato. Dal documento la favola , la storia nella Storia a cura di Marisa Bellucci. Il negozio Thun di Avellino allestirà la Magia del Natale,l’UNICEF curerà Fiabe e immagini dal Carcere.

    Il 16 dicembre torna il Giardino degli odori con l’Orto bello a cura dell’associazione Donne in Campo, alle ore 18.00 presso la Sala Ripa, Hirpini cantores in concerto diretti dal Maestro Carmine d’Ambola, accompagnati al piano da Giovanna Petitto.

    Il 17 dicembre la fiaba di Cenerentola in danza a cura della Fidapa di Avellino e i Quadri coreografici a cura di Danza e Movimento.

   Il 20 dicembre in scena i detenuti della casa circondariale Antimo Graziani di Bellizzi con Il lupo cattivo per la regia di Marco La Placa e Albino Zarrella, quindi spazio al mercatino solidale con i manufatti realizzati presso la casa circondariale Animo Graziani a cura di Caritas e Unicef.

Il Garden Club Verde Irpinia esporrà un presepe realizzato con materiali vegetali, in collaborazione con gli alunni del II Circolo Didattico di Avellino.

Mercogliano: Loreto Festival – Musica nell’Antica Abbazia

Musica e Territorio: il binomio perfetto. La musica unisce anime diverse, espressioni di un Territorio che è storia e bellezza.

Musica e territorio sono, dunque, due degli ingredienti magici alla base della programmazione artistica dell’attesissimo “Mercogliano: Loreto Festival – Musica nell’Antica Abbazia“.

Tanti appuntamenti: si partirà, già in questo fine settimana, con i Mercatini di natale, il Villaggio di Babbo Natale e con i Concerti, per poi proseguire fino a maggio del prossimo anno.

Un Evento targato Hullabaloo s.r.l., organizzato dal Comune di Mercogliano (AV) in partenariato con l’Abbazia del Loreto, sotto la Direzione artistica dell’attore e regista Renato Maffei.

Splendida location d’eccezione è l’antica Abbazia del Loreto, retta dai Padri Benedettini di Montevergine, una delle due “case” di Mamma Schiavona, così come è stata definita dall’Abate, Don Riccardo Luca Guariglia.

Il territorio si incontra nell’Abbazia e l’Abbazia si apre ancora una volta al Territorio: la Musica, con il suo messaggio di amore universale, unisce stili e culture diverse. Questi i temi principali della programmazione artistico-culturale dell’Edizione 2017/18 del Festival mercoglianese.

La Rassegna sarà una sorta di grande contenitore ricco di micro eventi, contestualizzati rispetto al periodo ed alle festività. I primi Eventi si svolgeranno il 15, il 16 e il 17 dicembre.

Natale in Abbazia – Mercatini di Natale, Villaggio di Babbo Natale e Concerti Cameristici

15/12/17 Gran galà della Lirica “I giovani ed il canto” con Valentina Iannone soprano (2° premio concorso lirico di Ravello), Francesco Fortes tenore, al pianoforte Fabia Pasqua (docente Conservatorio di Bari) – musiche di Puccini, Verdi, Bellini, Donizetti

16/12/17 Luis Di Gennaro in “Piano Solo – Omaggio a Fabrizio De Andrè”

17/12/17 Associazione Igor Stravinsky presenta “Sogno lirico” con il Trio Stravinsky formato da Samantha Sapienza (soprano), Alessandro Fortunato (tenore) e Nadia Testa (pianoforte)

L’Assessore alla Cultura del Comune di Mercogliano Lucia Sbrescia, referente del progetto, ha dichiarato: “Il Santo Natale è un’occasione straordinaria per recuperare e rafforzare il senso della comunità e per valorizzare ulteriormente la nostra identità. Attraverso la condivisione di diversi momenti festosi e gioiosi che animano il nostro nutrito calendario di eventi, intendiamo contribuire a far vivere alla nostra Città un Santo Natale sereno e festoso, all’insegna della musica e della cultura nel rispetto della tradizione natalizia“.

Il Direttore Artistico del “Mercogliano: Loreto Festival. Musica nell’antica Abbazia”, Renato Maffei ha aggiunto: “Con questa tre giorni nella preziosa cornice del Palazzo Abbaziale del Loreto si dà il via al Festival. Un cartellone ricco di eventi che si aprirà con i mercatini di natale, il villaggio di babbo natale e con i concerti di questo fine settimana. Con questo programma l’Amministrazione comunale, in partenariato con l’Abbazia del Loreto, ha voluto dare risalto alle eccellenze ed ai talenti mercoglianesi, affiancando appuntamenti con ospiti nazionali e internazionali. Lirica, concerti cameristici, musica jazz, tradizioni, attività per i bambini, promozione del territorio, un laboratorio tematico, incontri istituzionali, sono alla base della programmazione del festival. Un invito a partecipare ad ogni singolo evento, molti dei quali si terranno nelle chiese di tutto il comune, fino a maggio del prossimo anno, come da cartellone che presenteremo nei prossimi giorni, ma soprattutto un invito a lasciarsi trasportare dalle emozioni che il periodo natalizio e che solo la musica, nelle sue molteplici accezioni, sono in grado di dare.