“Castle-Lab 2019”: laboratori, seminari e performance al Castello del Parco di Nocera

Venerdì 26, Sabato 27 e Domenica 28 Luglio il maniero di Nocera Inferiore (SA), con il patrocinio del Comune di Nocera Inferiore e della fondazione Carisal, diverrà teatro di laboratori a carattere culturale e d’intrattenimento.
L’evento, presente nel cartellone comunale delle iniziative finalizzate alla promozione delle attività produttive e turistiche, mira, anche nel periodo estivo a tenere alta l’attenzione sul complesso “Palazzo Fienga-Castello del Parco.”

A vostra scelta tra il laboratorio teatrale “Fujitevenne”, a cura del regista Antonio Grimaldi e della sua compagnia “Teatro Grimaldello”,  il laboratorio fotografico a cura del fotografo Giammarco D’Agosto o il laboratorio di educazione cinofila “Uomo e amico a quattro zampe” a cura di Stefania Petrosino.

Domenica 28 Luglio, inoltre, è l’ultima giornata di apertura straordinaria del maniero per le consuete visite guidate inserite nell’ambito del progetto “Visitiamo il Castello 2018-19”. I visitatori saranno accolti dai nostri volontari che illustreranno loro la storia di questa meraviglia della Campania (dalle 10:30 alle 19:00, con pausa pranzo dalle 13 alle 16) e, sempre domenica, dalle 11:00 alle 12:30 avrete modo anche di seguire un seminario condotto dallo studente universitario Christian Liguori sul cinema del regista Flavio Mogherini.

Festival di Sanremo 2020: Amadeus e Fiorello insieme sul palco? Il top!

Cosa bolle in pentola per il prossimo Festival di Sanremo?  Diventa sempre più insistente la voce che a condurlo possa essere il mitico Amadeus, anche in veste di direttore artistico. Una ventata di allegria e sano divertimento sul palco dell’Ariston. Il pubblico, ma anche gli artisti, sarebbero davvero felicissimi. Ad alimentare la notizia ci si è messo anche  Fiorello, amico di lunga data del conduttore de “I Soliti Ignoti”  che dopo lo show tenuto al Forte Arena di Santa Margherita di Pula avrebbe detto: «In prima fila stasera ci sarà il presentatore del prossimo Sanremo, ovvero Amadeus». Intanto, Amadeus ha postato su instagram una foto in cui ridono e si abbracciano. Ci sarà anche Fiorello al Festival della Canzone Italiana? Connubio perfetto!

Il 26 luglio ad Amalfi in Jazz Walter Ricci & Big Band

Amalfi in Jazz saluta con l’anteprima in esclusiva dell’album “Stories” di Walter Ricci. Il crooner si esibirà con la sua Big Band , venerdì 26 luglio alle ore 22.00 in piazza Duomo.

Una delle più belle piazze al mondo ospita la presentazione in esclusiva e in anteprima del nuovo album di Ricci, dal titolo “Stories”, in uscita a settembre in tutta Europa. Per l’occasione il giovane vocalist già affermato a livello internazionale si esibirà con una formazione in sestetto composta da Marco Guidolotti al sax, Roberto Schiano al trombone, Francesco Lento alla tromba, Rocco Zifarelli alla chitarra, Daniele Sorrentino al contrabbasso e Lorenzo Tucci alla batteria. Assieme, per l’appunto, a Walter Ricci alla voce e al piano. Durante il concerto verranno eseguiti alcuni brani dell’album, frammenti di vita, storie che uniscono diversi generi musicali. Un crossover che spazia dalla grande melodia italiana ai classici del repertorio Jazz.

L’ appuntamento di Amalfi in Jazz con Walter Ricci & Big Band rientra nel cartellone estivo di eventi promosso dal Comune di Amalfi, assessorato a tradizioni, beni culturali, cultura ed eventi retto da Enza Cobalto.

“E pace sia!”, il video per i solenni festeggiamenti della Regina Pacis emoziona il web

Inizia il conto alla rovescia per i Solenni Festeggiamenti in onore di Maria Regina della Pace ad Angri che si terranno dal 5 al 9 settembre 2019. E pace sia... !” un messaggio chiaro e carico di significato, un video toccante e riflessivo, voluto fortemente da Padre Antonio Cuomo e dai giovani del Comitato Festeggiamenti, per accendere i riflettori sul tesoro immenso della pace.  Bambini, giovani ed anziani uniti attraverso idee, sorrisi, immagini, luci, colori, musica e fede. Il videoclip, dopo la messa in onda, sta già spopolando sui social media.

PROMO UFFICIALE: Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TAone canale 639 visibile in tutta la Campania. Regia, riprese e montaggio di Gerardo Tartaglia, storyboard a cura della giornalista Brigitte Esposito, riprese e fotografia Angelandrea Falcone.

Social World Film Festival 2019: 500 opere selezionate, ospiti Stefano Accorsi, Abel Ferrara e l’ispettrice della “Casa di Carta”

Prenderà il via il 27 luglio la nona edizione del Social World Film Festival di Vico Equense, la Mostra Internazionale del Cinema Sociale che trasforma la città della Penisola Sorrentina nella capitale del cinema impegnato, quello che fa riflettere. Una edizione 2019 segnata dalla netta apertura ai riflettori internazionali potendo contare su un regista americano come presidente di giuria, Abel Ferrara, una super ospite direttamente dalla “Casa di Carta” di Netflix, Itziar Ituno, e un padrino di fama mondiale, Stefano Accorsi. Fino al 4 agosto a Vico Equense saranno protagoniste 500 opere tra lungometraggi, documentari, cortometraggi e opere audiovisive in concorso e fuori concorso in 17 sezioni, con una spiccata attenzione ai nuovi linguaggi come le opere delle sezioni in virtual reality, in verticale e realizzate con gli smartphone. Opere, di cui 72 in anteprima, che provengono da 60 diverse nazioni dei cinque continenti, per un totale di ben 126 proiezioni che offrono 3mila minuti di programmazione dalle 20 del mattino fino a tarda notte.

 

«Siamo sempre alla ricerca dei migliori talenti cinematografici in circolazione nel mondo – così il regista e produttore Giuseppe Alessio Nuzzo, direttore generale del festival – con il focus principale sul cinema socialmente impegnato, che fa riflettere e magari educa». Sulla locandina campeggia Vittorio De Sica, mito del cinema molto legato alla Penisola Sorrentina. Verrà ricordato con una retrospettiva, incontri e una mostra fotografica. «De Sica amava questi luoghi – così Andrea Buonocore, sindaco di Vico Equense – si è sempre dichiarato affascinato da questo litorale. A lui verrà dedicata una sala del Museo del Cinema di Vico Equense». E poi spazio agli omaggi ai registi Franco Zeffirelli, Bernardo Bertolucci e Ugo Gregoretti (già presidente di giuria al festival nel 2013) recentemente scomparsi.

 

Il festival, definito il più emozionante al mondo da Claudia Cardinale, presidente onorario dal 2017, avrà come tema“Viaggio: esplorazione, itinerario, evasione”. «Dedicheremo un focus all’immigrazione, il viaggio inteso anche come speranza – così il regista e produttore Nuzzo – affinché il pubblico del social possa confrontarsi sui temi di scottante attualità».

Il programma: ospiti, proiezioni, premi

 

Aspettando il “Social World Film Festival” sabato 27 luglio con la Grande Orchestra Italiana di Fiati con 65 elementi, un medley di colonne sonore che hanno fatto la storia del cinema. Galà d’apertura domenica 28 luglio con il padrino Stefano Accorsi e la proiezione del film “Camorra” alla presenza del regista Francesco Patierno. Attesi anche Monica Guerritore, Ivana Lotito, Valentina Romani, Ester Gatta e Itziar Ituno, l’ispettrice della “Casa di Carta” serie televisiva da record firmata Netflix che pubblicherà dal 19 luglio la terza stagione.

Lunedì 29 luglio focus su “L’Amica Geniale”, serie tv firmata Hbo e Rai, alla presenza del cast: ci saranno Elisa Del Genio, Dora Romano, Valentina Acca, Elvis Esposito, Antonio Buonanno, Giovanni Amura, Eduardo Scarpetta, Giovanni Buselli, Anna Rita Vitolo e Gennaro De Stefano. Durante la serata verrà premiato Lorenzo Richelmy come attore rivelazione dell’anno per aver recitato nei film “Ride” di Jacopo Rondinelli, “Una vita spericolata” di Marco Ponti e “Dolceroma” di Fabio Resinaro.

Evento speciale Venezia 76 martedì 30 luglio con Cristina Donadio protagonista del film breve “La scelta” di Giuseppe Alessio Nuzzo selezionato nel “Concorso Giovani Autori Italiani” della Siae, e poi l’incontro con Anastasio, rapper reduce dalla vittoria di XFactor su Sky.

Mercoledì 31 luglio sarà il turno del cast della “Compagnia del cigno”, serie tv di Rai1 firmata da Ivan Cotroneo: saliranno sul palco Emanuele Misuraca, Hildegard De Stefano e Chiara Pia Aurora. Ospiti Claudio Giovannesi e Simona Tabasco che riceveranno rispettivamente il premio come regista dell’anno per aver vinto l’Orso d’Oro a Berlino con “La paranza dei bambini”, che verrà proiettato durante la serata, e attrice rivelazione dell’anno.

Giovedì 1 agosto si tornerà a parlare dell’Amica Geniale con l’attrice Ludovica Nasti, e verrà conferimento del premio alla musica sociale “Paolo Serretiello” ai Bowland.

Premio alla carriera a Corinne Clery venerdì 2 agosto, saluteranno il pubblico anche Gina Amarante, Luciano Giuliano e Gianni Parisi protagonisti dell’ultima stagione di “Gomorra – La serie”.

Gran galà di premiazione sabato 3 agosto con sfilata sul red carpet degli autori in concorso e delle giurie, sarà presente il regista americano Abel Ferrara.

Tutte le sere, inoltre, verranno proiettati sul maxischermo in 2k e audio Dolby Sorround i film più premiati della stagione come “Aladdin”, “A star is born”, “Dumbo” in arena Loren – piazzale Giancarlo Siani, mentre nel secondo schermo dell’Arena Magnani – Chiostro della SS. Trinità e Paradiso la selezione Focus con le più importanti opere nel Mezzogiorno come “Il Vizio Della Speranza” di Edoardo De Angelis, “Un giorno all’improvviso” di Ciro D’Emilio, “La Sera Della Prima” di Loretta Cavallaro, “Dei” di Cosimo Terlizzi, “Ed è subito sera” di Claudio Insegno.

 

Monumento, Museo, Mercato europeo del cinema giovane e tour mondiale

Il Social World Film Festival è l’unico festival del cinema in Italia ad essere promotore di un Mercato, un Museo e un Monumento al cinema. Gli ospiti d’onore firmeranno il Wall of Fame, monumento al cinema che vede già gli autografi in bronzo di Claudia Cardinale, Giancarlo Giannini, Ornella Muti, Luis Bacalov, Michele Placido, Stefania Sandrelli, Katherine Kelly Lang, Valeria Golino, Leo Gullotta, Franco Nero, Maria Grazia Cucinotta. Nel 2014 fu inaugurato il Museo del Cinema del territorio e della Penisola Sorrentina: due sale dell’antico palazzo comunale di Vico Equense raccolgono documenti, testimonianze fotografiche, reperti video di tutta la cinematografia girata in questi meravigliosi luoghi.

Torna per il quarto anno consecutivo il Mercato europeo del cinema giovane, Young Film Market, che darà spazio e forma ad opere indipendenti di giovani autori. Dal 1 al 3 agosto si parlerà della ricerca delle location in Campania con la Film Commission Regione Campania, delle autodistribuzioni di lungomentraggi indipendenti, e un focus dedicato alla Cina con i rappresentanti di Hengdian Group, uno dei dieci gruppi privati cinesi più importanti del Paese fondatore degli Hengdian World Studios, gli studios più grandi del mondo.

Il Mercato, inoltre, vedrà importanti professionisti dell’industria cinematografica, produttori, distributori e registi provenienti da vari paesi, incontrarsi per discutere sulle novità del cinema giovane indipendente. La città costiera si trasformerà in salotto dell’industria cinematografica: dibattiti, conferenze, incontri e video library digitale per offrire on demand centinaia di titoli, tra cortometraggi, documentari, lungometraggi e opere audiovisive indipendenti. Inoltre, la partecipazione garantisce la possibilità che le opere siano selezionate per la proiezione nei tantissimi eventi internazionali organizzati dal Social World Film Festival, che in soli otto anni hanno coinvolto i cinque continenti per 40 eventi in 28 città tra cui Los Angeles, Hong Kong, Shanghai, New York, Seoul, Berlino, Barcellona, Cannes, Parigi, Istanbul, San Francisco, Tokyo, Londra, Lisbona, Sydney, Tunisi, Rio de Janeiro, Budapest.

 

Premio Rai Cinema Channel, nuove sezioni e focus sull’ambiente

Prosegue la collaborazione con Rai Cinema Channel che metterà a disposizione un premio in denaro di 3mila euro per l’acquisto dei diritti di un cortometraggio. Inoltre le 12 opere selezionate nella “Città del cortometraggio” avranno la grande opportunità di essere visibili sul canale web di Rai Cinema.

Quest’anno la kermesse ospiterà nuove sezioni come “Vision Vr”, sulla realtà virtuale, che verrà votata dal pubblico in piazza attraverso la visione attraverso speciali visori; “Mobile”, votata da una street giury che vedrà le opere direttamente da uno smartphone; “Vertical”, non competitiva di opere in formato 9:16.

Il Social World Film Festival guarda all’ambiente grazie a Sabox – Formaperta che trasforma il macero della città di Vico Equense, leader in raccolta differenziata, in suppellettili e installazioni di cartone che abbelliranno i luoghi del festival, già certificata in passato come ecologicamente sostenibile.

Workshop, contest, seminari, giurie, masterclass di recitazione e regia cinema

Le attività del festival iniziano già dalle prime ore del giorno con numerose attività che daranno spazio e voce a migliaia di giovani tra i quali i workshop gratuiti per la realizzazione di corti durante il festival, di giornalismo, videomaking e photoreport, movimento del corpo, attività col maestro d’armi, sull’utilizzo della voce, il seminario sui costumi da cinema, il concorso Social Photo Contest, e masterclass di recitazione con Stefano Accorsi e regia cinematografica con Abel Ferrara, dedicate a giovani dai 18 ai 35 anni di età. Daranno colore alle giornate del festival centinaia di giurati che gireranno in città tra giovani, adulti e diversamente abili (peculiarità assoluta della rassegna).

Dal 23 al 25 agosto “Lumina in Castro” al Castello Lancellotti di Lauro

Da Venerdì 23 a Domenica 25 Agosto 2019 ritorna “ Lumina in Castro”  la rievocazione storica che si svolge nel Castello Lancellotti di Lauro, in provincia di Avellino. Una kermesse di punta dell’Associazione Pro Lauro, una vera rievocazione storica in costume dedicata ad offrire al visitatore uno scorcio storico, quanto più realistico possibile, con l’ausilio di un attento studio delle fonti e delle tradizioni. La manifestazione è articolata in due parti contraddistinte: la Rappresentazione Itinerante nel Secondo Cortile del Castello Lancellotti, volta a conoscere gli ambienti privati del maniero seguendo personaggi relativi a periodi storici differenti con relativa storia; e gli spettacoli presenti nel Primo Cortile dello stesso Castello, anch’essi in linea con il percorso storico del Secondo Cortile, volti a intrattenere il pubblico e a mostrare una festa così come era in quella determinata epoca.
Inoltre, il visitatore potrà trovare, durante le giornate di Lumina in Castro, altri intrattenimenti: stand gastronomici in tema, con pietanze tipiche del luogo e di quel tempo; stand espositivi e artigianali, con oggetti e mostre d’arte che riproducono uno scorcio di allora. Il tutto tra suoni, figure, luci ed ombre della Storia. Per la sua XIV edizione si prepara la rievocazione dell’epoca più antica: il Medioevo. La costruzione della Rocca, il ritorno dei Longobardi, gli assedi e i duelli.  Una lotta senza pietà per il controllo del Castello!

Tradizione, Memoria e Gusto: venerdi 26 Luglio Borgo di Sant’Anna

Tradizione, memoria e gusto, al Borgo Sant’Anna al Porto, il 26 luglio: la Claai di Salerno, in collaborazione con Tanagro legno Idea e Coldiretti e con il patrocinio del Comune di Salerno, propone una serata intrisa di sapori nostrani e antiche ricette made in Salerno.

Il programma
In particolare, nel suggestivo borgo, sarà possibile degustare olio extravergine biologico della tenuta Giuliani, l’inconfondibile croccante di nocciola dell’azienda agricola Nobile e, dulcis in fundo, “u buccacc e’ mulignan”, un tesoro sotto olio preparato dalla cuciniera vegana Cristina De Vita, nonchè le ninne nanne di Sant’Anna a cura della scrittrice e ricercatrice, Maria Luisa Pesce.

Mogol Presidente della Commissione Artistica nella Finale Italiana del Tour Music Fest 2019.

E’ dal primo anno, il 2007, che il Maestro Mogol accompagna il viaggio musicale del Tour Music Fest. Anche per questa dodicesima edizione, il più grande autore di testi di canzoni del nostro Paese, sarà il Presidente della Commissione Artistica per la Finale italiana. Nell’evento, che si terrà a Roma il prossimo 7 Dicembre, il Maestro premierà il miglior artista da lui scelto, con una borsa di studio per un corso di formazione al C.E.T..

“Ricordo perfettamente quando all’età d 23 anni mi presentai al CET per conoscerlo e proporre il mio progetto.” Racconta Gianluca Musso – Direttore Generale del Tour Music Fest: “Ero molto emozionato perché le sue canzoni sono sempre state parte della mia vita e non finirò mai di ringraziarlo per la fiducia che ha dato ad un giovane ragazzo. Mogol è una persona illuminata e, nonostante i tanti successi degli ultimi 60 anni, è ancora un creativo che ama tuffarsi in nuove idee e progetti con entusiasmo ed energia. E’ un grande esempio di uomo e artista e, averlo con noi da dodici anni, è per me motivo di orgoglio e di grande soddisfazione.” 

E’ un onore rinnovare questa collaborazione con il più grande e importante autore italiano di testi di canzoni e fondatore del C.E.T.. La struttura ideata dal Maestro Mogol, ospita e accoglie da moltissimi anni i Music Camp, le esclusive Full immersion del Tour Music Fest che vedono, tra le altre cose, l’importante partnership con Berklee – College of Music. La più importante Università musicale al mondo, da due anni, mette a disposizione degli artisti partecipanti i suoi docenti che raggiungono la location direttamente da Boston per i Music Camp Berklee Special Edition: un’occasione unica di formazione, crescita professionale e umana.

Si è conclusa il 7 luglio con le tappe di Cosenza e Ascoli, la Prima Fase del TMF12 dedicata a musicisti, cantautori, interpreti, lirici, rapper, e juniores. Un viaggio musicale in tutta Italia, partito a Maggio da Roma, che conclude alla grande la prima parte di una meravigliosa avventura in 25 città italiane alla ricerca dei migliori talenti del nostro Paese. In questa Prima Fase sono stati moltissimi gli artisti e i progetti interessanti tra quelli che si sono presentati davanti al team di Selezionatori, scelti tra i migliori professionisti del settore musicale.

L’appuntamento con la Seconda Fase di selezioni è per il mese di Ottobre.

Il 19 luglio ad Amalfi in Jazz I Neri per Caso in “We love Beatles”

I Neri per Caso sono protagonisti della terza serata di Amalfi in Jazz con “We love Beatlesvenerdì 19 luglio 2019 alle ore 22.00 in piazza Duomo. La raffinata rassegna promossa dall’Amministrazione Comunale di Amalfi, a cura dell’assessorato alla cultura ed eventi, retto da Enza Cobalto, propone un omaggio musicale magistralmente eseguito dal più amato sestetto vocale italiano. Ad ingresso gratuito.

Per la prima volta nella propria carriera discografica, i Neri per Caso dedicano un omaggio al repertorio di una sola band: i favolosi Beatles. Nell’affascinante salotto amalfitano eseguiranno i brani del loro ultimo disco, per l’appunto “We love Beatles”, uscito lo scorso mese di aprile. Nel cinquantesimo anniversario dell’ultimo concerto dei Fab Four e della pubblicazione del leggendario disco “Abbey Road”, il sestetto celebra John, Paul, George e Ringo con 9 straordinarie interpretazioni delle loro canzoni, da ‘All You Need is Love’ a ‘Come Together’, passando per ‘Penny Lane’, ‘We Can Work It Out’.

Dal disco al concerto, il passo è breve. Nello scenario unico di piazza Duomo, ai piedi della scala monumentale della cattedrale di Sant’Andrea, con le inconfondibili volte sottolineate dall’illuminazione scenografica, la somma di sei voci abilmente armonizzate si fonderà in una sola settima voce, unica nel suo genere: quella dei Neri Per Caso. L’omaggio alla band di Liverpool sarà corale, con il pubblico e la piazza che saranno chiamati a fare da cornice alle esecuzioni dei brani, che sono vere e proprie pietre miliari della storia della musica leggera.

Partendo dall’Inghilterra dei Beatles, la scaletta musicale della serata farà poi tappe in tutto il mondo riproponendo i successi di alcuni dei più grandi esponenti della musica internazionale come Sting, Michael Jackson, George Gershwin, per ritornare in Italia e poi a Napoli con il sound mediterraneo dal sapore blues di Pino Daniele e con gli inediti che hanno reso celebre il gruppo ad iniziare dalla vittoria al Festival di Sanremo con ‘Le Ragazze’.

Fabula 2019: Chef Rubio e Enzo De Caro i primi ospiti della decima edizione

Chi ci è stato non vede l’ora di tornare, chi ancora non lo ha fatto è pronto a viverne le emozioni. È l’energia travolgente di Fabula, il Festival della scrittura dei ragazzi che, in occasione dei suoi primi dieci anni di Premio ha già iniziato ad allargare le sue braccia ai grandi protagonisti dello spettacolo invitandoli alla grande festa.
Accadrà dall’1 al 6 settembre a Bellizzi, il Comune più giovane della provincia di Salerno che torna ad offrirsi come quartier generale della creatività, ma anche crocevia dei big del cinema, della televisione, del teatro, le star del web, i premi Oscar, amici vecchi e nuovi tutti convocati per il ragguardevole traguardo.
All’appello hanno già risposto due grandi nomi. Confermata la presenza di Chef Rubio, ovvero Gabriele Rubini, ex rugbista frascatano divenuto celebre con il programma cult tv sullo street-food “Unti e Bisunti” e attualmente in onda con “Camionisti in Trattoria”. L’annuncio ha da giorni scatenato i fan del simpatico conduttore televisivo che piace a grandi e piccoli: è probabile che porterà anche al Fabula il suo linguaggio giocoso ma autorevole magari per confrontarsi con i creativi e suggerire loro uno stile di vita salutare anche sul fronte dell’alimentazione, oltre a spoilerare, si spera, qualcosa sui suoi prossimi impegni professionali.
Ha detto sì anche Enzo De Caro: erano gli anni ’70 quando insieme a Massimo Troisi e Lello Arena, con il gruppo teatrale “La Smorfia” portava alla ribalta la comicità napoletana. E quando il trio si è sciolto l’attore partenopeo ha intrapreso una lunga carriera al cinema e in tv, partecipando a tante fiction di successo, come la serie più recente, “L’amore strappato”, diretta da Simona Izzo e Ricky Tognazzi, liberamente ispirata ad una vicenda reale in cui ha interpretato un padre vittima di un errore giudiziario.
Ma La Smorfia gli è rimasta nel cuore, così come l’amicizia per l’amico Massimo, del quale quest’anno ricorrono 25 anni dalla scomparsa. Per questo, la sua venuta a Bellizzi, tra l’altro proprio in quell’arena a lui dedicata, sarà l’occasione per rendere omaggio all’ineguagliabile compagno di viaggio con il quale la vita professionale e privata di De Caro per tanti anni si è intrecciata.
Quanto agli elaborati (favole, fiabe e racconti) sono oltre 400 quelli ammessi alla sei giorni: gli autori vengono da tutta la Campania. È ancora possibile partecipare cliccando sul sito www.premiofabula.it ma non sono rimasti che una spicciolata di candidature disponibili.
Ancora in stand by il carnet completo dei protagonisti dell’edizione 2019 che verrà svelato più avanti. Tanti gli ospiti delle precedenti edizioni invitati a ritornare e che hanno risposto via web, lasciando in sospeso la loro probabile venuta. Così ha fatto per esempio Luca Ward, che in un video postato sulla sua pagina social ufficiale, ha augurato in bocca al lupo a tutta la squadra del Premio concludendo che, impegni professionali permettendo, ritornerà ad abbracciare la folla di Bellizzi.
Per Fabula 2019 nuovo è il manifesto che annuncia e celebra questo primo importante anniversario del Festival, affidato all’artista Morena Fortino, che ha fatto della fantasia l’unicum della sua opera. Eccola la facoltà della mente di creare immagini raffigurata un po’ umana, un po’ pesce e un po’ uccello, «perché non esistono briglie che possono legarla – spiega l’ideatrice – la testa liquida e fiammeggiante è un ossimoro vivente, le mani lunghe e affusolate reggono l’universo. Libera e caleidoscopica, plana sul dieci di Fabula». L’intera opera è stata realizzata con il papercutting, una tecnica di intaglio della carta che richiede pazienza e perseveranza, gli stessi valori perseguiti ed alimentati dalle origini a oggi.

Forum Del Giornalismo Musicale: il 5 e 6 ottobre la nuova edizione al Mei di Faenza

Torna il 5 e 6 ottobre a Faenza, nell’ambito del Mei, la quarta edizione del Forum del giornalismo musicale. Un evento mai realizzato in Italia che ha suscitato nei primi tre anni grande interesse, con la presenza di tantissimi giornalisti, da quelli delle grandi testate a quelli delle webzine, delle radio e tv e di tutti i new media.

Anche quest’anno la due giorni, diretta da Enrico Deregibus, si terrà nel palazzo comunale di Faenza e vedrà diversi appuntamenti fra cui un incontro con Ginevra di Marco e Cristina Donà.

Si comincerà sabato 5 ottobre dalle 14 con l’assemblea dell’AGIMP, l’Associazione dei Giornalisti e critici Italiani di Musica legata ai linguaggi Popolari.

L’Agimp nasce da un’idea lanciata nel 2016 durante il Forum. Una proposta legata al fatto che mentre i critici di musica classica hanno da anni la loro associazione, quelli legati al composito mondo che comprende gli altri generi non avevano ancora una casa comune. All’associazione, in via di consolidamento, possono aderire coloro che scrivono di musica senza necessariamente essere iscritti all’Ordine dei giornalisti, ma che dimostrino di svolgere attività su differenti media (giornali, radio, tv, web compresi i blog e le emittenti). Rappresentanti dell’Agimp, che ha la sede operativa presso il Mei di Faenza, hanno partecipato durante l’anno a iniziative nazionali come il Coordinamento nazionale degli stati generali della musica emergente a Roma e l’assemblea nazionale Midj (l’associazione italiana musicisti di jazz) a Firenze. Altre iniziative sono in via di programmazione, in attesa dell’appuntamento annuale al Mei 2019. Attualmente l’associazione è rappresentata da un direttivo (formato da Fabio Alcini, Simona Cantelmi, Luciano Lattanzi, Michele Manzotti, Alex Pierro), eletto durante il Forum 2018, che sta preparando un regolamento attuativo dello statuto già approvato, consolidando così le basi dell’associazione.

Alle 17 verrà presentata la rivista “Olifante”, mentre alle 17.30 sarà la volta dell’incontro con Ginevra di Marco e Cristina Donà, che racconteranno del loro rapporto con la critica e il giornalismo musicale, presenteranno il progetto insieme tra tour e disco e parleranno della musica al femminile.

Domenica 6 ottobre dalle 10 ci sarà spazio per una serie di lezioni sul giornalismo musicale che vedranno tra i docenti Vincenzo Cimino, musicista e membro commissione cultura Ordine dei giornalisti (che parlerà di “Musica e giornalismo”), Federico Durante, direttore di Billboard (“Realizzare un mensile musicale oggi”), Cinzia Fiorato, caposervizio e conduttrice TG1 (“Giornalismo musicale in Tv. Ieri, oggi e domani”), Marco Mangiarotti, critico musicale, già vicedirettore de “Il Giorno” (“Dalla critica al selfie. La musica, le pagine, il web”), Vincenzo Martorella, critico musicale (“Ascoltare/scrivere”). Si tratta di un corso accreditato come “formazione professionale continua” per gli iscritti all’ordine dei giornalisti, ma aperto anche ai non iscritti in qualità di uditori. Le iscrizioni saranno aperte da inizio settembre.

Il Forum ha ospitato nei suoi primi tre anni numerose iniziative: tavoli di lavoro, assemblee, lezioni, corsi di aggiornamento, incontri con figure professionali. Sono stati coinvolti sino ad oggi oltre 250 giornalisti, da quelli delle grandi testate a quelli delle webzine, sino alle radio e tv. Una occasione unica per affrontare da molti punti di vista i temi centrali del giornalismo musicale di oggi: il rischio di estinzione, il nuovo ruolo, la carenza di spazi, l’interazione fra media diversi e molto altro.

Sono invitati a partecipare al Forum tutti i giornalisti interessati. Per aderire basta inviare una semplice mail a: enrico.deregibus@gmail.com e in copia a mei@materialimusicali.it .

Per informazioni e adesioni sull’Agimp: associazioneagimp@gmail.com

Premio Charlot, nuovi ospiti e tante sorprese per la XXXI edizione

Manca meno di una settimana per il taglio del nastro della trentunesima edizione del Premio Charlot, e l’organizzazione è tutta presa dalla messa a punto di un programma che si arricchisce di giorno in giorno. Tanti gli artisti che con slancio hanno accettato l’invito del patron Claudio Tortora, così come tanti sono coloro che saliranno sul palco dell’Arena del mare allestito nel Sotto Piazza della Concordia per ritirare il proprio riconoscimento. A partire da domenica sera quando, prima del concerto di Peppino di Capri a cui verrà tributato il premio speciale per i suoi sessant’anni di carriera, a salire sul palco sarà Leo Gullotta, uno degli attori più conosciuti, amati e apprezzati del cinema e della televisione italiana, a cui verrà conferito il Premio Charlot per il teatro.

Avrà un’overture artistica molto particolare, invece, la serata del 22 luglio. Mentre la Compagnia dell’Arte dietro le quinte metterà a punto gli ultimi dettagli per poter poi deliziare il pubblico con lo spettacolo Hakuna Matata, per la gioia dei bambini ma anche degli adulti presenti, il famoso pittore Pier Tancredi De Coll, prima di ricevere un particolare premio, realizzerà all’impronta una creazione ispirata a Charlot. In un quarto d’ora tutto il pubblico potrà vedere come nasce un’opera mentre sul palco si alterneranno gli altri premiati. La prima a salire sarà la Endemol, società di produzione e distribuzione televisiva con un’attività che spazia dalla realizzazione di programmi di intrattenimento e fiction di ogni genere, alla creazione e adattamento dei formati per i principali network italiani, piattaforme satellitari e media interattivi. Ma c’è un programma televisivo che ha colpito particolarmente la giuria del premio Charlot, “Alla Lavagna”, programma in cui personaggi famosi del mondo della politica, del giornalismo e dello spettacolo, si sono sottoposti alle impertinenti domande di una classe di 18 agguerritissimi bambini, tra i 9 e i 12 anni. Gli ospiti sono stati interrogati su temi di attualità, ma anche sulla sfera sentimentale e sulla loro vita personale. Nella puntata dedicata ai più giovani non si poteva lasciare fuori gli influencer: ritireranno il premio la Socialflow di Samuele Toresani, agenzia pubblicitaria e di creazione di contenuti con un CEO nato in questo millennio. L’età media della squadra è di 21 anni e si occupa essenzialmente del management di webstar e influencer e di realizzare campagne di branded content, e Melissa Gilardi nata a Novara il 05/02/2003, ginnasta che due anni fa ha scoperto Musicaly (ora TikTok) ed ha iniziato a postare sul web video musicali di ginnastica artistica su TikTok registrando milioni e milioni di visualizzazioni tanto da arrivare, in pochi mesi, ad avere 1100000 followers su TikTok e 41000 su Instagram.

Il 23 luglio è la serata dedicata all’illusionismo. Protagonista sul palco, ma anche speciale direttore artistico, Gaetano Triggiano che lascerà ancora una volta a bocca aperta il pubblico presente. Prima dello spettacolo, però, sarà consegnato il Premio Charlot alla solidarietà a Giacomo Celentano, figlio di Adriano e Claudia Mori, cantautore e scrittore che da diversi anni ha intrapreso la via del Vangelo ed ha fondato un’associazione, La cittadina della divina misericordia» allo scopo di aiutare bambini e adolescenti in difficoltà, poveri, malati, persone con disabilità, ospitandoli in una struttura di accoglienza. Per realizzare questo sogno è già partita una raccolta fondi.

Ospite della serata anche la brava Grazia Di Michele, che arriva a Salerno grazie alla collaborazione con Tulipani di Seta Nera, il Festival Internazionale del film corto a tema.