Buccirosso apre, Chef Rubio chiude Fabula 10: ecco alcune anticipazioni sul decennale

Comincia a delinearsi il carnet di ospiti per il decennale dell’evento che ruota intorno ai sogni dei ragazzi attraverso
la loro scrittura creativa e l’incontro-confronto con i beniamini
Ultima chiamata per i giovani dai 9 ai 15 e dai 16 ai 20 anni
che vogliono invadere Bellizzi dall’1 al 6 settembre
Bellizzi, 9 agosto 2019 Un festival, uno spazio, un villaggio, un grande laboratorio di sogni e creatività. Comincia a prendere forma Fabula 10, il Premio letterario dedicato alla scrittura per ragazzi, pronto a fare del Comune più giovane della provincia di Salerno, Bellizzi, dall’1 al 6 settembre, la casa della fantasia, crocevia dei big e quartier generale di un evento che, pur alla soglia dei dieci anni, non perde mai di vista la sua traccia originaria: rendere i giovani creativi sempre più protagonisti di un grande contenitore dedicato unicamente a loro.
Ecco perché anche la scelta dei grandi nomi non è mai una ricerca banale, ma tende a corrispondere al gusto e all’esigenza di una generazione curiosa, assetata di sapere e soprattutto pronta a carpire dai loro miti le informazioni e le dritte giuste per costruire il loro sogno. Parte da qui la scelta dei primi protagonisti annunciati.
IL TAGLIO DEL NASTRO Ad aprire la decima edizione di Fabula sarà Carlo Buccirosso, l’attore napoletano che, in oltre 40 anni di carriera (iniziata con Tato Russo, che ha preso il volo con Vincenzo Salemme fino ad arrivare al grande successo de “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino) è riuscito ad affermarsi come uno dei volti più noti e familiari della televisione, del cinema e del teatro ed è stato insignito del David di Donatello per il miglior attore non protagonista per “Noi e la Giulia’” (2015). Comico, ma prima di tutto uomo dal poliedrico talento, veste spesso i panni del mediocre, interpretando pregiudizi e napoletanità con la grande maestria di chi è consapevole di essere questo e molto altro. Complice una storia tutta teatrale e una presenza scenica che lo rende meno stereotipato di quanto si possa pensare, Buccirosso è un caratterista d’altri tempi, simbolo della buona scuola d’arte partenopea. L’attore è attualmente impegnato nel suo prossimo progetto: “Sono solo fantasmi”, nuovo film in uscita il prossimo 14 novembre, diretto e interpretato da Christian De Sica. Le riprese sono iniziate ufficialmente nel mese di giugno a Napoli: Buccirosso e De Sica saranno accompagnati da Gianmarco Tognazzi per interpretare tre fratelli acchiappafantasmi, in una sorta di versione tutta all’italiana di ‘Ghostbusters’.
MONDO SOCIAL E YOU TUBE Al taglio del nastro parteciperanno anche i Villaperbene, il collettivo comico salernitano nato nel 2012 e composto da Chicco Paglionico, Francesco D’Antonio ed Andrea Monetti. Nel 2014, dopo i successi tv, il trio ha spostato il proprio focus sulla rete ed attraverso video, parodie e collaborazioni in pochi mesi ha conquistato il web. All’inizio del 2018 sono più di 200mila gli utenti connessi e registrati alle pagine social a loro nome e più di 50 milioni le views totalizzate dai loro contenuti. Ancora top secret invece il grande YouTuber che travolgerà Bellizzi nel secondo giorno di Fabula, il direttore artistico Andrea Volpe, non si sbottona, ma ci tiene a sottolineare la linfa che anima la sua creatura.
IL DIRETTORE ARTISTICO «Ogni giorno i nostri ragazzi incontrano rappresentanti del mondo delle professioni, dell’arte, delle istituzioni e dello spettacolo – spiega Andrea Volpe – Quest’anno, con il decennale, ufficializziamo il cambio di passo perseguendo l’obiettivo che abbiamo sempre avuto in mente: focalizzare la nostra attenzione sui giovani creativi. Attraverso la scrittura questi ragazzi esternano i loro sogni e i loro pensieri. Ci insegnano a sperare e noi abbiamo il dovere di trasmettere loro principi sani, il rispetto dell’ambiente in cui vivono. Il mondo può essere un posto migliore se riusciamo a cambiare il nostro approccio alle cose, non a chiacchiere o per frasi fatte ma nei comportamenti.  Con Fabula sognavo e sogno tutti i giorni di dire ai ragazzi che la vita è dura ma che se ti impegni e sei una persona onesta il bene vince sul male, che la speranza di una terra migliore è possibile. In questi giorni ci sono stati problemi seri nella Piana del Sele e vorrei dire che è giusto indignarsi ma che dovremmo farlo più spesso, quando qualcuno scarica i rifiuti per strada, pure avendo tutte le comodità per smaltirli. Qualcuno sorride quando, come prima cosa, durante la cerimonia di benvenuto che ogni anno precede l’avvio della kermesse, dico ai giovani creativi: non buttate le carte per terra. In quel gesto c’è poco rispetto, sembra piccolo ma non lo è. E da quello bisogna ricominciare. Il festival nasce per stimolare le loro menti ma soprattutto per provare a lasciare il segno, non solo dei ragazzi, ma anche di tutti quelli che partecipano e che vivono Fabula».
OMAGGIO A TROISI CON DE CARO Tra i protagonisti di Fabula 10 ci sarà anche Enzo De Caro, atteso dai creativi il 4 settembre: erano gli anni ’70 quando insieme a Massimo Troisi e Lello Arena, con il gruppo teatrale “La Smorfia” portava alla ribalta la comicità napoletana. E quando il trio si è sciolto l’attore partenopeo ha intrapreso una lunga carriera al cinema e in tv, partecipando a tante fiction di successo, come la serie più recente, “L’amore strappato”, diretta da Simona Izzo e Ricky Tognazzi, liberamente ispirata ad una vicenda reale in cui ha interpretato un padre vittima di un errore giudiziario. Ma La Smorfia gli è rimasta nel cuore, così come l’amicizia per l’amico Massimo, del quale quest’anno ricorrono 25 anni dalla scomparsa. Per questo, la sua venuta a Bellizzi, tra l’altro proprio in quell’arena a lui dedicata, sarà l’occasione per rendere omaggio all’ineguagliabile compagno di viaggio con il quale la vita professionale e privata di De Caro per tanti anni si è intrecciata.
GRAN FINALE CON CHEF RUBIO Proseguendo con gli ospiti ha confermato di approdare per il gran finale di Fabula Chef Rubio, un autentico fenomeno mediatico consacrato al successo dal format ‘Unti e Bisunti’, serie TV-cult dedicata allo street-food, in onda per la prima volta nel 2013 su DMAX (canale 52 dtfree). Con un linguaggio unico e uno stile personale inconfondibile, Rubio in poco tempo si è affermato in TV come l’antichef rude e tatuato che conquista tutti per competenza e originalità. Poco più che trentenne, nato a Frascati, con un passato da rugbista professionista e un diploma nel 2010 all’ALMA – Scuola Internazionale di Cucina italiana, Rubio è oggi un cuoco non–convenzionale, indipendente, sempre in viaggio alla scoperta di saperi e sapori. Personalità eclettica, curioso, estroverso, con il suo approccio unico si è fatto notare nel panorama della comunicazione gastronomica grazie a programmi e a iniziative che celebrano la tradizione culinaria, proponendo incontri conviviali come momenti di scoperta e conoscenza di un territorio e del suo popolo. Dal 2018 è di nuovo in strada alla scoperta della vera cucina di sostanza con il programma TV “Camionisti in Trattoria” con l’obiettivo di capire se è vera la leggenda secondo la quale dove si fermano i camionisti si mangia bene. I fan non vedono l’ora di incontrare dal vivo il simpatico e un po’ burbero conduttore televisivo che piace a grandi e piccoli e che si confronterà con i creativi anche per suggerire loro uno stile di vita salutare sul fronte dell’alimentazione, oltre a spoilerare, si spera, qualcosa sui suoi prossimi impegni professionali.
ISCRIZIONI ANCORA APERTE La macchina organizzativa ha decisamente acceso i motori e nell’attesa di presentarsi allo start annunciando gli ultimi grandi nomi che andranno a definire la sei giorni da favola, non rimane che lasciare a loro, i giovani creativi, la possibilità di premere il piede sull’acceleratore. Al momento gli elaborati (favole, fiabe e racconti) ammessi sono oltre 400: gli autori vengono da tutta la Campania. Ma c’è ancora posto per l’ultima manciata di giovani sognatori che non vogliono lasciarsi scappare questa occasione. Favole ed Affabulatori sono le categorie aperte ai ragazzi dai 9 ai 15 anni. Alla fascia 16-20 anni è riservata la categoria Creativi – Premio Michele Buonanno, sezione dedicata alla creatività dei ragazzi, che potranno seguire il festival con uno sguardo privilegiato. Per essere protagonisti basta cliccare sul sito www.premiofabula.it.

Angri si prepara a festeggiare la Regina della Pace: l’11 agosto la suggestiva Alzata del Quadro

Domenica 11 agosto 2019, alle ore 20.00, presso la Parrocchia Regina Pacis ad Angri in Via Nazionale, si terrà la suggestiva e toccante alzata del Quadro della Vergine. La solenne celebrazione eucaristica sarà presieduta da Padre Antonio Cuomo con il coinvolgente supporto dei suoi amatissimi giovani. Al termine ci sarà la consegna della Madonnina Pellegrina in visita presso le famiglie, un appuntamento speciale per tutti i devoti pronti per i grandi festeggiamenti che, invece, entreranno nel vivo dal 5 al 9 settembre e che si preannunciano ricchi di momenti di condivisione, sano divertimento, tradizione e profonda fede. L’alzata del Quadro un mese prima dei festeggiamentiha dichiarato Don Antonio Cuomorisveglia in tutti noi ancora di più il desiderio di incontrare Maria e a lei chiedere che il suo Figlio Gesù ci doni pace. E sia pace davvero! In questo mese la piccola Madonnina pellegrina visiterà tutte le zone della nostra parrocchia per una preghiera serale che ci aiuterà a mantenere fisso lo sguardo su di Lei, stella dell’evangelizzazione e Madre di Cristo, nostro unico Signore.”

 

Aperture serali a Paestum: da giovedì 8 a domenica 11 suona l’Ensemble Trotulae diretto dal Maestro Guido Pagliano

Promosso dalla Regione Campania e con il supporto di Scabec, Società campana beni culturali, al Parco archeologico di Paestum prosegue il ciclo di aperture straordinarie serali che guida i visitatori in suggestivi incontri sotto il manto delle stelle sulla traccia dei miti e delle costellazioni.
Ogni settimana un mito diverso legato al magico sito salernitano. Durante la visita è possibile puntare il telescopio sulla volta celeste e con l’astrolabio identificare i personaggi e le creature della mitologia nelle ottantotto costellazioni moderne. La magia si moltiplicata con lo spettacolo musicale a cura del Polo dei Licei Musicali della Campania coordinato dal DS del Liceo Statale “Alfano I” di Salerno Elisabetta Barone.
Il prossimo appuntamento è fissato dall’8 al 11 agosto con l’Ensemble di Musica Antica Trotulæ diretto dal Maestro Guido Pagliano. Prendendo spunto dalla vita di Leonardo da Vinci, nel cinquecentenario della sua morte, l’orchestra eseguirà brani italiani e francesi con strumenti dell’epoca: vielle, traverse, flauti, iuto, spinetta, percussioni e arpa. Il programma è diviso in tre parti che fanno riferimento ai luoghi più rappresentativi della vita del genio del Rinascimento: “Firenze, l’età magnifica”, “Milano sforzesca: cavalieri, danze e villotte amboise” e “La corte di Francia”.
Trotulæ è un gruppo formato in massima parte da alunne del Liceo Musicale Alfano I che si è costituito all’interno di un Laboratorio di Musica d’insieme dedicato alla musica antica e in particolare al repertorio medievale e rinascimentale con l’utilizzo di copie di strumenti storici, messi a disposizione dall’Associazione Antica Consonanza di Salerno. Il nome del gruppo vuole essere un omaggio a Trotula, la più nota figura femminile di studiosa attiva nella Scuola Medica Salernitana, vissuta all’epoca di Alfano I e discendente della nobile famiglia normanna dei de Ruggiero.
LE DATE Dal 16 al 18 agosto: Ensemble Etno Popolare diretto dal Maestro Espedito De Marino; dal 22 al 25 agosto: Ensemble Jazz diretti dal Maestro Giuseppe Esposito; dal 30 agosto al 1 settembre: Ensemble Jazz dir etto dal Maestro Sandro Deidda; dal 5 all’8 settembre: Ensemble di Percussioni diretto dal Maestro Paolo Cimmino.
Informazioni su sulle visite guidate a Paestum di Campania by Night. I turni di visita sono quattro: in italiano alle 19.30, 21.30, 22.30; in inglese alle 20.30. ingresso gratuito esclusivamente il giovedì, nell’ambito di #iovadoalmuseo e per i titolari del biglietto annuale Paestum Mia; per coloro che hanno adottato un blocco, nonché per i minori di 18 anni. 5 euro il costo del biglietto il venerdì, sabato e domenica; 2 euro per i visitatori tra i 18 e i 25 anni. i biglietti si possono acquistare sia alla biglietteria del Museo sia presso quella dell’area archeologica dalle 19,00 alle 22,50.

E’ ufficiale: sarà Amadeus il conduttore e direttore artistico del Festival di Sanremo 2020

Fumata bianca alla Rai per il prossimo Festival della Canzone Italiana: sarà Amadeus il conduttore e direttore artistico di Sanremo 2020. Un’ edizione che celebrerà i 70 anni del festival, cinque serate spumeggianti e sicuramente indimenticabili e che vedrà la presenza sul palco dell’Ariston di noti personaggi che hanno negli anni costruito la storia del Festival. Un Sanremo, dunque, all’insegna della coralità, dell’innovazione e della celebrazione.

E’ uscito “Piume di diamante”, sette frammenti di esistenza, resistenza e di legittima ricerca della felicità

Piume di Diamante: è questo il titolo del libro, edito attraverso la piattaforma di self-publishing Youcanprint, che, come recita la sinossi, racconta “Sette frammenti di vita e di legittima ricerca della felicità nonostante gli sgambetti dell’esistenza. Sette modi di essere nel mondo con tenacia, trasformando le smorfie di dolore in sorrisi e il veleno in medicina”.

Eleonora, Valeria, Claudio, Giusi, Gloria, Lisa, Tania, raccontano un piccolo pezzo del loro percorso, della loro sfida con la disabilità e l’esistenza, ma lo fanno, appunto, come “piume di diamante”.

Il diamante, infatti, è un elemento nativo, il più duro che ci sia. Viene generato all’interno del ventre della terra a grandi profondità e lì ha tempo e modo di nutrire la propria forza, riemergendo dall’oscurità.

Ma anche questo materiale può avere fragilità, irregolarità, che ne alterano l’apparente perfezione, e punti critici, che lo espongono al rischio di rottura: sono le piume, che si intravedono al di sotto della superficie.

Le piume, poi, rappresentano anche l’approccio degli autori alla propria condizione esistenziale, un contatto lieve che non abdica mai al sorriso ed alla voglia di lottare e sperare, nonostante le inevitabili cadute ed i colpi duri.

Anime delicate come fiori ma forti e temprate come l’acciaio, come verrebbero definite dal copione della pellicola del 1989, Steel Magnolias, diretta da Herbert Ross e tratta dal dramma teatrale di Robert Harling.

“ Quello che vorremmo trasparisse dalle nostre parole ed arrivasse ai lettori – sottolineano Eleonora e Valeria – e che una Rinascita è sempre possibile, che dietro ogni limite si nasconde un’opportunità”.

Il libro rappresenta, in qualche modo, un’evoluzione rispetto ai frammenti di vita confluiti e raccontati nel blog Ali di porpora .

Ali di Porpora – continuano gli autori – nasce dall’idea di voler donare al mondo occhi nuovi coi quali guardare la disabilità, trasformando la concezione che essa rappresenti una condizione insuperabile.
In onore di quest’idea abbiamo capito che era giunto il momento di raccogliere in un libro i frammenti delle nostre storie, simbolo di quella rinascita che segna le tappe della nostra lotta e del nostro esistere. In questo senso, noi stessi mostriamo al mondo in quanti modi può essere vissuta e affrontata la malattia e la disabilità”.

Nascono così, come recita ancora la sinossi, “Sette modi di raccontarsi e di raccontare la disabilità fuori dagli stereotipi, dal già visto e sentito, tenendo lontani i toni acclamanti del supereroe, quelli pietistici dello sfigato colpito da una tragedia biologica e dalla malasorte. Sette tessere di un puzzle multicolore che tenterà di farvi immergere in un caleidoscopio di colori e di emozioni: il riso, il pianto, l’empatia, la rabbia, la frustrazione, la meraviglia, la gioia e tanto altro. Per poi scoprire, attraverso una sorta di illuminazione, l’Araba Fenice che alberga in ognuno di noi”.

Cinecittà World: da oggi si vola con Fly X. Paracadutisti per un giorno e promesse d’amore “sospese”

Ci vuole più coraggio a lanciarsi da un paracadute o a sposarsi? Un quesito che troverà risposta a Cinecittà World, il parco divertimenti dedicato al cinema e alla tv dove tutto è possibile e dove i più romantici potranno sperimentare una promessa d’amore “sospesa”. In fondo chi non ha mai sognato di volare? L’ambizione di Leonardo da Vinci è divenuta nel tempo una realtà. Tra le sue prodigiose invenzioni quella più apprezzata dai temerari è, senza dubbio, il paracadute. Ma da oggi chiunque potrà finalmente sperimentare l’ebrezza del volo senza necessariamente librarsi nel vuoto. Il 3 agosto nel parco a tema si inaugura FLY X, una cabina di volo di ultimissima generazione (composta da un cilindro trasparente alto 9 metri nel quale i partecipanti sono spinti da un flusso d’aria verticale a 280km/h). Un simulatore di caduta libera ( Indoor skydiving) capace di far provare a chiunque la fantastica esperienza in totale sicurezza, realizzato dall’omonima azienda italiana che vanta nel suo team pluricampioni azzurri di paracadutismo indoor e outdoor. Ma se gli sport estremi sono sinonimo di audacia non è da meno la sfida di una vita per sempre insieme. A confermarlo arriva un campione del mondo che di sfide se ne intende: lo schermidore Stefano Pantano che proprio nella giornata inaugurale rinnoverà la sua promessa d’amore alla moglie Lucia Fattori, grande appassionata di paracadutismo. E così all’insegna dello slogan “Finchè aria non ci separi”, simpaticamente coniato dall’amministratore delegato Stefano Cigarini, il parco a tema lancia una nuova, originale, tendenza dell’estate ovvero: le promesse d’amore sospese. Giurarsi amore eterno sarà, quindi, ancora più adrenalinico. L’esperienza FLY X è prenotabile solo dal sito www.cinecittaworld.it

Musica ai templi con i Licei Campani

Musica all’ombra dei templi. Promosso dalla Regione Campania e con il supporto di Scabec, Società campana beni culturali, al Parco archeologico di Paestum prosegue il ciclo di aperture straordinarie serali che guida i visitatori in suggestivi incontri sotto il manto delle stelle sulla traccia dei miti e delle costellazioni.
Ogni settimana un mito diverso legato al magico sito salernitano. Durante la visita è possibile puntare il telescopio sulla volta celeste e con l’astrolabio identificare i personaggi e le creature della mitologia nelle ottantotto costellazioni moderne. La magia si moltiplicata con lo spettacolo musicale a cura del Polo dei Licei Musicali della Campania coordinato dal DS del Liceo Statale “Alfano I” di Salerno Elisabetta Barone.
Il prossimo appuntamento è fissato dall’1 al 4 agosto con l’Ensemble di Percussioni diretto dal Maestro Paolo Cimmino. L’orchestra affronterà un repertorio che spazia dalla musica del ‘900 (in scaletta “Clapping music” di John Cage) ad un omaggio ai grandi compositori italiani (come l’overurture dal Guglielmo Otello di Rossini). Alternando lo spartito tra i grandi autori stranieri e italiani, l’esibizione chiuderà con un richiamo alla cura per l’ambiente. Attingendo agli Stinking Gerbage, gli studenti – musicisti utilizzeranno anche strumenti da riciclo.
IL CARTELLONE Ad agosto e settembre tante le date estive che coinvolgono gli ensemble. 8 – 11 agosto: Ensemble di Musica Antica diretto dal Maestro Guido Pagliano; 16 – 18 agosto: Ensemble Etno Popolare diretto dal Maestro Espedito De Marino; 22 – 25 agosto: Ensemble Jazz diretti dal Maestro Giuseppe Esposito; 30 agosto – 1 settembre: Ensemble Jazz diretto dal Maestro Sandro Deidda; 5 settembre – 8 settembre: Ensemble di Percussioni diretto dal Maestro Paolo Cimmino.

Il travolgente sound degli EvoStrings ospiti nel Salotto di Bry

Dall’epico ed evolutivo intreccio di amicizia, maestria, musica, colpi d’archi picchiettati e saltellati nascono emozioni allo stato puro, atmosfere da film e sublime poesia. Gli Evostrings sono il trio, ormai noto a livello internazionale, nato da un’amicizia che si è tramutata in un semplice ed eccellente sodalizio artistico. Ospiti nel Salotto di Bry i maestri e musicisti di chiara fama Arnaldo Smaldone, Donato Cipriano e Giuseppe Noto raccontano, in compagnia dei loro inseparabili, ipnotici e contagiosi strumenti ad arco elettrificati, il brillante percorso artistico e l’amore viscerale per la musica attraverso una concreta educazione all’ascolto. Le loro note, fusione di sonorità classiche rivisitate in chiave moderna, diventano composizioni evocative, armoniche, teatrali, originali. Una totale esplosione di suoni attraverso vibranti virtuosismi frutto di studio, talento, interpretazione e passione. Una sviolinata in Salotto davvero gustosa, bryosa, espressiva e di altissimo livello.

Il Salotto di Bry è scritto e condotto da Brigitte Esposito, regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, riprese e fotografia Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TeleangriUno (TAone) canale 639 visibile in tutta la Campania.

VIDEO E INTERVISTA 

Cliccare sulla foto per accedere alla PHOTOGALLERY

Biella Festival Music Video: al via la 21a Edizione

Torna il Biella Festival Music Video (7 Settembre ore 21:00) e, forte di una nuova formula, si sposta fra le mura del Cinema Verdi di Candelo, alle porte di Biella, borgo “bandiera arancione” del TCI e sede di uno dei Ricetti medioevali meglio conservati d’Europa.L’appuntamento si sovrappone e sostituisce lo storico Biella Festival Autori e Cantautori  e lo lancia nel vasto mondo del videoclip. Due le sezioni del bando con un doppio obiettivo: da una parte i videoclip indipendenti realizzati con criteri di professionalità, dall’altra la tradizione di sempre, che è quella di fare fiato alla musica di spessore offrendole un sostegno per la produzione di un videoclip. Sul palco saliranno per la sezione dedicata al miglior videoclip: Larocca (Contorni), Christian Frosio (Apri la finestra), Maria Laura Ronzoni (Don’t Tell – Gatta Nera), Giuseppe Novelli (Alti e colorati), Jenni Gandolfi (Come l’acqua), Francesco Lettieri (Il circo delle tue verità), Adolfo Durante (E’ questa la notte), Pamela Guglielmetti (Il viaggio), Lisa Chieregatti (Luci d’inverno), PCP Piano Che Piove (Tango sbagliato), Chiara White (Chiedimi ancora). Mentre per la sezione in cerca di videoclip avremo i brani di: Francesca Romana Fabris (Falling down), i Presi per Caso (Amore in trans…ito), Novagrande (C’è un punto), Lino Gaetano (“Come ti va”) e Alessandro Hellmann (Uno due tre).Il miglior videoclip verrà premiato con un contributo di €. 500,00. Mentre il premio al miglior brano in cerca di videoclip sarà un contributo per la realizzazione del video in collaborazione con la società di produzione cinematografica VideoAstolfoSullaLuna di cui è amministratore delegato il regista Maurizio Pellegrini. Al Premio “Guido Gozzano” di Terzo/Acqui Terme spetterà come sempre la valutazione e la premiazione del miglior testo.Il Biella Festival, di cui è direttore artistico Giorgio Pezzana, è organizzato dall’Associazione Artistica AnniVerdi, che da ben quarantuno anni è dedita all’organizzazione di eventi culturali e artistici. La notorietà di Biella Festival ha superato i confini non solo piemontesi, ma anche quelli nazionali, grazie a iniziative che hanno portato alla manifestazione artisti da tutto il mondo, come il progetto “Una finestra sul mondo”.

Il 15 agosto “A Maria” sublime concerto all’alba di Fiorenza Calogero a Piano di Sorrento

Giovedì 15 agosto 2019, presso Villa Fondi di Sangro a Piano di Sorrento  imperdibile concerto all’alba della cantattrice Fiorenza Calogero dal titolo “A Maria“.  Tammurriate e canti devozionali alle dee madri del mediterraneo
con Marcello Vitale alla chitarra battente/elaborazioni musicali, Carmine Terracciano alla chitarra napoletana,
Antonio Della Ragione alle percussioni e suggestione sonore e la splendida pittura estemporanea di Susy Saulle

Concerto interamente acustico, musiche provenienti dalla tradizione orale del Sud Italia insieme ad opere di autori napoletani, classici e contemporanei.  Un viaggio interiore alla ricerca della spiritualità femminile; un percorso immaginario di una donna del popolo di nome Madonna. Una Madonna che vive il passato e il futuro di una donna di tutti i giorni.

La Divina Costiera vista a 360° con il VI^ Raduno di Auto e Moto d’Epoca con tour enogastronomico

Tra curve, tornanti a picco sul mare, costoni rocciosi e piazzole panoramiche della Divina Costiera si è svolta con successo e con l’ottima partecipazione di numerosi appassionati la VI^ edizione del Raduno di Auto e Moto d’Epoca a Tramonti – Costa d’Amafi. Una macchina organizzativa capitanata dall’event planner Carolina Di Martino e da Angelo Arpaia presidente del ClubI Mitici Delle 500 di Boscoreale”, con la collaborazione del Comune di Tramonti e della Comunità Montana. Il consigliere comunale Luigi D’Antuono, a nome del sindaco Domenico Amatruda, ha consegnato, infatti, una targa all’Associazione per l’impegno nella promozione turistica del territorio ricordando anche la socia Carmela Casale a tre anni dalla scomparsa. A condurre on the road le storiche automobili e moto di grande prestigio meccanico ed estetico la giornalista e conduttrice televisiva Brigitte Esposito che, a bordo di un maggiolone bianco, con occhiali scuri, foulard e cappello ha riportato briosamente alla ribalta le dive cinematografiche anni ’60. La Costa d’Amalfi fonde da sempre non solo cielo e mare in un abbraccio, ma anche suggestioni paesaggistiche e testimonianze d’arte, storia e cultura, ogni metro quadro è semplicemente baciato dalle stuzzicanti tipicità. Il Raduno ha, dunque, offerto ai partecipanti una grande esperienza di gusto attraverso un itinerario enogastronomico ben strutturato: caffè al limone, vini, formaggi e prodotti agricoli locali. Prima di partire è stato eccellente il breakfast a base di cornetti e caffè offerti da Granato Caffè, leader nel settore a livello nazionale e punto di riferimento per chiunque ami il caffè in tutte le sue declinazioni. Il titolare Raffaele Granato ha fatto degustare, per la prima volta il caffè al limone specialità apprezzatissima dai partecipanti. Presso l’Azienda Agricola Casearia dei F.lli Caso è stato possibile assistere alla produzione di mozzarella a cura del giovane e talentuoso Fortunato Caso e del suo amatissimo papà. Da generazioni il caseificio lavora solo latte fresco di vacca, pecora e capra proveniente dai propri allevamenti per dar vita a prodotti caseari freschi e di qualità. Altra gustosa sosta a Ravello dove Ettore Sammarco e i suoi figli hanno aperto le porte della storica Casa Vinicola, vincitrice dell’Oscar del vino 2019, che da oltre cinquant’anni produce vini DOC. Attenta ed avanzata la tecnologia produttiva, eccellenti impianti per la vinificazione, la pressatura soffice dell’uva, la fermentazione a temperatura controllata e l’imbottigliamento del vino. Il raduno si è poi sciolto deliziosamente a tavola sulle Chiancolelle dei Monti Lattari presso l’Azienda Agricola Antonia Rastelli dove Francesco Ferrara ha raccontato e mostrato la straordinaria produzione di latticini, scamorze, caciotte, burrini e caciocavalli oltre alle specialità proposte nel menu per i drivers che hanno concluso il tour con soddisfazione, sorrisi e brindisi.

Si ringraziano tutti i partners: Del Sorbo s.r.l., Plastica Tramontina, Exclusive cars Pompei, Capasso Ricambi, Ristorante Pizzeria Nettuno, Farmacia Campitiello, Terra di Sapori, Panificio Armando Imperato, Granato Caffè, Azienda Agricola Rastelli, Caseificio F.lli Caso, Tipografia Litografia Corbara, Frutta e verdura da Gaetano, Autofficina Esposito, Tramonti Salumi tipici

Il Salotto di Bry è scritto e condotto da Brigitte Esposito, regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, riprese e fotografia Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it in collaborazione con TeleangriUno (TAone) canale 639 visibile in tutta la Campania.

VIDEO E INTERVISTE 

Cliccare sulla foto per accedere alla PHOTOGALLERY

Comicità e premi illustri a Le Terrazze Teatro Festival

La comicità sarà assoluta protagonista nel prossimo week end a Le Terrazze Teatro Festival, la kermesse diretta da Achille Mellini, che fino al 3 agosto al Palazzo dei Congressi allieterà di sorrisi le notti romane. Ogni venerdì e sabato, infatti, a partire dalle ore 21.30 sarà possibile seguire gli spettacoli mentre dalle 19.00 è previsto un gustoso aperitivo sotto le stelle . La kermesse, unica nel suo genere in questa estate 2019, ospiterà il 26 luglio la travolgente Cinzia Leone in “Il peggio di Cinzia Leone”, uno spettacolo nel quale l’attrice ha ricomposto in un contesto di leggerezza molti pezzi di mamma e disorient più alcuni pezzi nuovi. “Per chi ha voglia di passare una serata estiva con me, rivedendo cose che ci hanno fatto ridere – ha simpaticamente dichiarato l’attrice -.anzichè chiamarlo il meglio l’ho chiamato il peggio. lo dico per chiarezza ma dico anche che sono contenta se venite”. Risate ma non solo il 27 luglio con una serata speciale dedicata al Premio Persefone Omnibus, ideato da Francesco Bellomo e presideuto da Maurizio Costanzo. Sul palco una serie di riconoscimenti ad artisti che si sono particolarmente distinti per le loro perfomance quest’anno ma anche premi ai grandi del teatro italiano Per la sezione “Comicus”: Pablo e Pedro, Barbara Foria, Enzo Salvi. Per la sezione “Premi Speciali Carmelo Rocca”: per il sociale Sebastiano Lo Monaco, per la commedia Pino Strabioli e Debora Caprioglio. Per la sezione musical: Giulio Corso, Vera Dragone, Martha Rossi, e per il classico “Aggiungi un posto a tavola” gran finale con Enzo Garinei, Maria Paola Sapienza Trovajoli, Gianluca Guidi.