La grande Festa del Vino torna a Lettere l’1 e 2 ottobre 2022

L’1 e 2 ottobre ritorna, più frizzante che mai, l’evento tanto atteso dai wine lovers e che in passato ha calamitato migliaia di persone da tutta Italia: la Festa del Vino di Lettere. La V^ edizione, organizzata e siglata dall’energica Pro Loco in collaborazione con l’Amministrazione comunale guidata dalla sindaca Anna Amendola, avrà luogo nel cuore dei Monti Lattari in una cornice ricca di fascino quale quella del favoloso e storico Castello Medievale. Visitatori e appassionati saranno coinvolti in un vero e proprio viaggio alla scoperta della cultura vitivinicola. Una sinfonia di sapori, saperi e tradizioni da vivere in un borgo meraviglioso circondato da vitigni antichi e pregiati. Sarà l’occasione non solo per fare passeggiate in vigna e visite in cantina, ma anche per degustare il famoso vino frizzantino di Lettere Doc Penisola Sorrentina, un rosso rubino brioso dal profumo inconfondibile, dalla spuma intensa e dal sapore decisamente corposo. A fare da cornice alle eccellenze enologiche gli immancabili abbinamenti con le tipicità gastronomiche che potranno essere degustate agli invitanti banchi d’assaggio. Le degustazioni incontreranno, inoltre, l’arte e lo spettacolo: in diverse aree del Castello le due serate saranno arricchite ed intervallate da suggestive e coinvolgenti performances canore, musicali e teatrali. 

Un successo l’XI^ Edizione del Premio Giornalistico Nazionale “MIMMO CASTELLANO”

Oggi piu’ che mai e’ fondamentale che i giornalisti restino uniti nelle battaglie per la tutela della professione. Un monito rivolto a tutti nel ricordo del famoso ‘affasciamoci’ con cui Mimmo Castellano invitava tutti gli operatori dell’informazione all’unita’ della categoria pur nella diversita’ di ognuno”. Lo ha detto Salvatore Campitiello, presidente dell’Assostampa Campania Valle del Sarno, durante il premio “Mimmo Castellano”, svoltosi a Pagani (SA) presso l’Auditorium Teatro Sant’Alfonso Maria de’ Liguori. (SA). Il filo conduttore della undicesima Edizione del Premio giornalistico “Mimmo Castellano” e’ stato l’attenzione massima da dare al ruolo del giornalista da tenere in momenti cruciali come quello che stiamo vivendo a livello mondiale: fake news e propaganda vengono ripetutamente usati dai social per ingannare l’opinione pubblica. Alla manifestazione – che intende onorare la memoria di Mimmo Castellano, gia’ vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania e segretario generale aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana- hanno preso parte i vertici nazionali e regionali della categoria, importanti Autorita’ civili, militari e religiose e di un folto numero di giornalisti. Nel corso dell’Evento, sono stati consegnati riconoscimenti ai giornalisti che si sono particolarmente distinti nel panorama dell’Informazione nazionale e locale.

Ecco l’elenco dei 10 Premiati:

sezione informazione sportiva Antonio Giordano;

sezione informazione Tg Rai Regione Letizia Cafiero;

sezione giornalismo Rai Vaticano alla carriera Massimo Milone;

sezione giornalismo alla carriera e alla rappresentanza di categoria Ottavio Lucarelli;

sezione premio speciale alla carriera Franca Leosini;

sezione informazione religiosa a padre Enzo Fortunato;

sezione informazione radio libere Diodoro Maffia;

sezione ricerche e nuove tecnologie giornalistiche Mauro Santaniello;

sezione giornalismo e cultura Tjuna Notarbartolo;

sezione giovani: nel giornalismo, cultura e sociale Marta Krevsun.

Per la Sezione “Alla Memoria”, sono stati consegnati riconoscimenti ai familiari di Giovanni Fuccio, Carmine Alboretti e Cicco DE Vivo.

Significativi anche i momenti di accoglienza e solidarieta’ espressi a due colleghe giornaliste in Italia: Tetiana Gudyma,, rifugiata dalla guerra in Ucraina e Lucica Aritia Filiuta, ucraina per trovare lavoro.

Dopo i saluti del Sindaco della Citta’, avv. Lello De Prisco e dell’assessore provinciale ing. Gerardo Palladino, si sono susseguiti i pregnanti interventi del Presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, Carlo Bartoli, del Presidente del Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, e del Presidente del Movimento Unitario dei Giornalisti, Mimmo Falco. Ad allietare i presenti, gli interventi musicali di Marzia De Nardo. L’evento e’ stato presentato dalla giornalista Viridiana Myriam Salerno.

Lettere ritorna a fare festa nel suo Castello “diVino” il 17 e 18 settembre 2022

Dopo tre anni di pausa forzata a causa della pandemia il 17 e 18 settembre 2022 ritorna in presenza, e più frizzante che mai, l’evento tanto atteso dai wine lovers e che in passato ha calamitato migliaia di persone da tutta Italia: la Festa del Vino di Lettere. La quinta edizione, organizzata e siglata dall’accogliente e creativa Pro Loco in collaborazione con l’Amministrazione comunale guidata dalla sindaca Anna Amendola, avrà luogo nel cuore dei Monti Lattari in una cornice ricca di fascino quale quella del favoloso e storico Castello Medievale. Visitatori e appassionati saranno coinvolti in un vero e proprio viaggio alla scoperta della cultura vitivinicola. Una sinfonia di sapori, saperi e tradizioni da vivere in un borgo meraviglioso circondato da vitigni antichi e pregiati. Sarà l’occasione non solo per fare passeggiate in vigna e visite in cantina, ma anche per degustare il famoso vino frizzantino di Lettere Doc Penisola Sorrentina, un rosso rubino brioso dal profumo inconfondibile, dalla spuma intensa e dal sapore decisamente corposo. A fare da cornice alle eccellenze enologiche gli immancabili abbinamenti con le tipicità gastronomiche che potranno essere degustate agli invitanti banchi d’assaggio. Le degustazioni incontreranno, inoltre, l’arte e lo spettacolo: in diverse aree del Castello le due serate saranno arricchite ed intervallate da suggestive e coinvolgenti performances canore, musicali e teatrali. In alto i calici, dunque, per la cerimonia di inaugurazione il 17 settembre alle ore 19.00.

Un tuffo nel medioevo al Castello Lancellotti con “Lumina in Castro” dal 26 al 28 agosto

Come sempre il borgo di Lauro incanta. “Lumina in Castro” ha fatto il suo debutto in grande stile proprio come nelle favole. Il Castello Lancellotti ha riaperto le porte al grande pubblico per la magica XVI edizione dalle Origini alla Ricostruzione grazie alla meravigliosa Associazione Culturale Ricreativa Pro Lauro. L’evento di grande spessore culturale nei due anni precedenti ha visto una manifestazione in forma ridotta per via della pandemia, ma in occasione della ricorrenza dei 150 anni dalla ricostruzione del Castello Lancellotti la rievocazione, dal 26 al 28 agosto, regalerà emozioni infinite a 360°. Riparte il Corte Storico con la partecipazione di Eterea Danze Storiche e degli Sbandieratori del Borgo San Nicolò le Cinque Contrade, avvincenti le storie raccontate dal fantastico Demiurgo, coinvolgenti le attrazioni di Mana Performing Arts e del Duo Teatrale Ci&Ci con la presenza dell’Associazione Iside Ente Palio del Casale e non mancheranno gli applauditissimi spettacoli nel primo cortile del Castello e i tanti giochi medievali a cura de “I cavalieri dei due Principati Baronissi”. Non resta che vivere la magia di un passato unico e suggestivo.

A Sarno è nata la prima Radio Interscolastica d’Italia

Un progetto rivoluzionario e coraggioso. Radio interscolastica è nata nella Città di Sarno, in provincia di Salerno, già da vari mesi.

Radio interscolastica ha subito raccolto il pieno consenso delle Scuole del Territorio e di tanti amici imprenditori che hanno deciso di sostenere e di far crescere l’iniziativa.

I corsi sono già in fase avanzata e la partecipazione per gli studenti è completamente GRATUITA.

Della Radio, che si puó già ascoltare, non sono ancora noti nome e logo. Nome e logo, però, sono stati già scelti grazie al Concorso “LIBERA LA TUA CREATIVITÀ” e saranno svelati durante la presentazione della Radio che sarà una vera e propria festa a cui parteciperanno quanti stanno credendo in questa idea ed investendo nel futuro dei nostri ragazzi. Conosceremo i volti di chi ci sta mettendo impegno e passione e condivideremo programmi e progettualità.

L’happening si svolgerà il 14 luglio, alle ore 20:00, a Sarno (SA), negli splendidi giardini piccoli di Villa Lanzara.

Rombi d’epoca ad Angri, record di partecipanti.

E’ stato un successo oltre le aspettative il terzo Raduno di Auto & Moto d’epoca organizzato dall’Associazione “Antiche Ruote Angri”. L’avvolgente bellezza del Castello Doria, con l’annesso Palazzo, ha fatto da cornice ad un’edizione che ha visto la presenza di centinaia di appassionati delle quattro e due ruote d’altri tempi provenienti da tutta la Regione Campania e non solo. L’atmosfera del tour ha avvolto e accompagnato i partecipanti e il pubblico tra vicoli, quartieri e cortili che profumano di storia e poesia. La kermesse è conosciuta e molto seguita non solo sui social media, ma in tutta la Regione grazie all’impegno e alla passione del Presidente Nino La Mura, del vicepresidente Carmine Nocera e di tutti i simpatici e straordinari soci. Un’associazione animata da un forte entusiasmo che nasce dalla condivisione di idee e dalla voglia di stare insieme, di regalare alle città spensieratezza e momenti di grande spettacolo. L’esplosivo e coinvolgente tour è stato condotto dalla giornalista Brigitte Esposito che, a bordo di uno storico maggiolone, ha sfilato lungo le arterie cittadine di Angri e S. Egidio del Monte Albino per poi giungere nella frazione di Orta Loreto simulando un vero e proprio tuffo nel passato. Il raduno è stato arricchito da un gustoso programma di intrattenimento: il pubblico ha ascoltato non solo il suono dei clacson e dei motori, ma anche quello di violini e sax grazie alle note armoniche dei maestri di chiara fama Pierpaolo e Raffaele Petti, un sensuale tango a cura del campione regionale Salvatore Coppola e un assaggio di musica classica napoletana declinata in chiave folk animata dal Gruppo O’Scarrafone. Piena soddisfazione è stata espressa anche da parte dell’Amministrazione comunale di Angri, attraverso le parole del vicesindaco Antonio Mainardi, e del sindaco di S. Egidio del Monte Albino Antonio La Mura presente insieme ad altri componenti della maggioranza. Un ringraziamento agli agenti della Polizia Municipale guidati dal Comandante Anna Galasso, ai volontari delle Guardie Ambientali e della Protezione Civile e a tutti gli sponsor che hanno sostenuto e voluto fortemente un evento pienamente riuscito.

Interviste a cura di Brigitte Esposito, regia e riprese Gerardo Tartaglia e Angelandrea Falcone, foto di Paolo Novi

Il 15 maggio al via la III^ Edizione del Raduno di Auto & Moto d’Epoca ad Angri

Domenica 15 maggio 2022 torna ad Angri la III^ Edizione del Raduno d’Auto & Moto d’Epoca organizzata dall’Associazione “Antiche Ruote Angri” presieduta da Nino La Mura e Carmine Nocera.  Un’occasione per rivivere il fascino del passato con una spettacolare sfilata per le vie della città delle più belle auto e moto d’epoca. L’appuntamento è in Piazza Annunziata a partire dalle ore 8,30 con accredito dei partecipanti. Il tour sarà condotto dalla giornalista Brigitte Esposito e ripreso dalle telecamere live di www.360gradiwebtv.it con la regia e le riprese di Gerardo Roberto Tartaglia e Angelandrea Falcone. Un appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati di motori.

Il 5 marzo a Scafati storie, esperienze e passioni di donne impegnate nel volontariato

Il 5 marzo 2022 presso il Teatro Don Bosco di Scafati (SA), alle ore 18:00 l’Associazione Nasi Rossi Clown Therapy organizza un happening per parlare dell’importanza delle Donne nel mondo del Volontariato.

La Presidentessa Francesca Colombo accompagnerà il pubblico alla scoperta della frontiera del dono. Racconti di storie, passioni ed esperienze di donne che, ogni giorno, pur non sottraendo nessuna attenzione alla loro famiglia e al proprio lavoro, si impegnano nella rete sociale delle Associazioni.

Un incontro con più volti che si racconteranno e ci racconteranno spaccati di vita vera. Un format nuovo e leggero per parlare di temi importanti e forti. Ad introdurre la serata Francesca Colombo, sociologa e Presidente “Nasi Rossi Clown Therapy” con le testimonianze di Loretta Ciancone, Ass. Segnali di vita; Filomena Avagliano, Ass. Agorá; Giovanna Passariello, Comitato Ad Astra; Grazia Paradiso, Ass. Chiara Paradiso.

Premio Artemisia  GentileschiSettore Comunicazione alla giornalista Antonella Napoli.

 Letture a cura dell’attrice Carolina Damiani.

Moderano la serata i giornalisti: Viridiana Myriam Salerno, Direttore di MediaVox Magazine, e Giuseppe De Caro del TGR Campania.

L’Assostampa Campania Valle del Sarno ha concesso il Patrocinio morale all’Evento.

NASCE L’ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE “MACTEANIMO1919

Giovedì 16 dicembre p.v., alle ore 10.00, presso la sala convegni della Fondazione Menna di Salerno (Lungomare Trieste 13 – accanto alle scuole elementari Barra) si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’associazione di promozione sociale “MacteAnimo1919”, costituitasi formalmente lo scorso 29 novembre 2021.

All’incontro con i rappresentanti degli organi d’informazione saranno presenti i soci fondatori dell’associazione, presieduta dal giornalista Umberto Adinolfi. Sono stati invitati all’evento il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, l’assessore alle politiche sociali Paola De Roberto, il presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania Ottavio Lucarelli, il presidente del Centro Coordinamento Salernitana Clubs Riccardo Santoro, insieme a rappresentanti di associazioni ed enti del territorio.

L’organigramma dell’associazione è così composto: presidente Umberto Adinolfi; soci Francesco Caolo, Nicola Ciancio, Dario Cioffi, Mario De Fazio, Piermarco Fiore, Matteo Gallo, Stefano Masucci,  Felice Naddeo, Giuseppe Nasti, Carlo Noviello e Filiberto Pasca.

Nel corso della conferenza stampa, verranno illustrate non solo le motivazioni che hanno spinto i soci fondatori a dare vita all’associazione, ma soprattutto le prime iniziative che l’associazione intende promuovere nel 2022. Il progetto più impegnativo è quello relativo alla realizzazione del primo museo (sia in versione digitale che in uno spazio fisico) dedicato alla storia dell’Unione Sportiva Salernitana, grazie al lavoro di ricerca e catalogazione di migliaia di documenti, fotografie e cimeli relativi alla storia ultracentenaria della Salernitana. Altro progetto – primo di una serie e attualmente in fase di definizione – è il recupero e la divulgazione (in varie forme) della storia personale di Geza Kertesz, allenatore ungherese della Salernitana nelle stagioni 1929/30, 1930/31 e 1940/41, morto a Budapest il 6 febbraio 1945 per mano delle Ss naziste dopo aver salvato dalla deportazione centinaia di concittadini di origine ebraica.

L’associazione di promozione sociale “MacteAnimo1919” nasce per volontà di un gruppo di amici e appassionati dell’Unione Sportiva Salernitana, grazie alla scintilla che affonda le sue radici proprio nello statuto sociale del 1919, recuperato nel 2018 sui banchi di un mercatino dell’antiquariato di Reggio Emilia. All’articolo 3 dello statuto fondativo dell’Unione Sportiva Salernitana c’è il motto sociale “macte animo” da cui prende nome l’associazione. La mission è quella di portare avanti un’aziona costante e sinergica con il territorio salernitano, al fine di recuperare e valorizzare la memoria storica della squadra di calcio della città di Salerno, simbolo identitario di una comunità che vive della sua stessa passione. Accanto alla dimensione culturale, l’associazione vuole portare avanti iniziative a sfondo sociale e che abbiano comunque una ricaduta sul territorio, sia in termini sociali che per quanto attiene la crescita delle giovani generazioni. In tale ottica, come prima iniziativa ufficiale, l’associazione “MacteAnimo1919” ha “adottato” gli atleti della Salernitana for Special, la squadra di calcio composta da persone con disagio psichico (organizzata dalla cooperativa sociale “Il Villaggio di Esteban”), che partecipa al campionato nazionale Figc – Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale.