Torna la rassegna letteraria “Pagani Città che legge”

Tre opere, tre momenti dedicati al racconto, tre occasioni di confronto e dibattito nella città di Pagani.

Dopo la fortunata edizione invernale, torna la rassegna letteraria “Pagani città che legge“.

Da lunedì 8 luglio a mercoledì 17 luglio si terranno tre incontri con autori perspicaci e creativi del nostro sud, in grado di creare riflessioni profonde attraverso la loro scrittura.

Si inizia lunedì 8 luglio alle 10.30 presso la parrocchia di Gesù Risorto con un appuntamento per bambini e famiglie grazie alle coinvolgenti letture animate di Michele D’Ignazio dei suoi libri, uno tra tutti “Il mio segno particolare”.

Si continua giovedì 11 luglio alle ore 18.30 con il romanzo “Giulio è mia madre. Diario di una taglia 48” in villa comunale con l’autrice Angela Giordano, giornalista di Caserta Sera, dopo la presentazione a Pagani anche della sua opera prima “Storie di precariato sentimentale”.

La rassegna “Pagani città che legge” si conclude il prossimo 17 luglio alle ore 18.30 presso il foyer dell’auditorium con l’opera del giornalista de La Stampa Michele Spiezia “Di oro, di fango, di piombo”, un racconto che incrocia sport e fatti di cronaca.

«Abbiamo voluto rinnovare la rassegna letteraria di “Pagani Città che Legge” anche quest’estate, con tre appuntamenti per tutti i gusti ed età, perché crediamo fermamente nella potenza della lettura per creare momenti di dibattiti e riflessioni tra gli adulti e stimolare la crescita di coscienze critiche tra i più giovani. Ci sarà spazio per tutti: dai bambini che avranno il loro momento di sogno con lo scrittore Michele D’Ignazio e la lettura animata delle sue opere, lunedì 8 luglio, proseguendo con l’opera ricca di umanità della giornalista Angela Giordano, “Giulio è mia madre”, fino al lavoro del giornalista de La Stampa Michele Spiezia, che conclude la rassegna il prossimo 17 luglio. Speriamo che gli amanti della lettura accolgano questi inviti in giro per la città» ha detto l’assessore alla cultura Valentina Oliva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.