La troupe di “Viaggiare a 360gradi” fa tappa a Nocera Inferiore alla scoperta del Castello del Parco Fienga

Viaggiare a 360 gradi”, il programma condotto da Brigitte Esposito per la regia di Gerardo Roberto Tartaglia, continua ad accompagnare i telespettatori alla scoperta dei preziosi tesori paesaggistici e culturali presenti in Campania. Luoghi suggestivi intrisi di storia, arte, tradizioni, misteri, curiosità, inquietanti leggende e anche fantasmi che non trovano pace. Protagonista di questa puntata è il Castello Medievale del Parco Fienga, arroccato sulla sommità della dolce collina di Sant’Andrea a Nocera Inferiore. Un coinvolgente viaggio nel tempo per ammirare l’antica struttura, l’imponente torre Sveva, gli affreschi normanni, gli articolati sentieri del parco e gli scorci mozzafiato. Un fantastico e interessante tour in compagnia della storica dell’arte Verdiana Tolino, presidente dell’Associazione di Volontariato Culturale “Ridiamo Vita al Castello”, di Giuseppe Gambardella e Sergio Claudini membri dell’Associazione che da anni vive, interpreta e valorizza il Castello con passione e dedizione.

“Viaggiare a 360 gradi con Il Salotto di Bry”è scritto e condotto da Brigitte Esposito, regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, fotografia di Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it

PUNTATA E INTERVISTE 

CLICCARE SULLA FOTO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY 

Domenica ingresso gratuito nei Musei e Siti Archeologici gestiti dalla Soprintendenza di Salerno e Avellino

Il 2020 dei musei italiani si è aperto con una edizione da record della domenica gratuita, la promozione del MiBACT ( ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo)  che prevede l’ingresso gratuito nei musei e nei parchi archeologici statali ogni prima domenica del mese. Introdotta dal ministro Franceschini nel 2014, dalla prima edizione a oggi sono stati circa 17 milioni i visitatori dei soli musei statali che ne hanno approfittato. A questi si sommano gli altrettanti numerosi visitatori dei musei comunali che hanno via via aderito alla promozione.

Domenica 2 febbraio ritorna “domenica al museo”, la Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino, diretta da Francesca Casule, aderisce all’iniziativa con i consueti orari di apertura in tutti i siti e musei gestiti sul territorio.

*Salerno, Complesso Monumentale di San Pietro a Corte, Ipogeo e Cappella Sant’Anna (9.30/18.30);

*Minori (Sa), Villa Romana (9.00/13.00);

Buccino (Sa), Museo Archeologico (9.00/13.00 – 15.00/19.00);

*Sala Consilina (Sa), Museo Archeologico (9.00/13.00);

*Mirabella Eclano (Av), Parco Archeologico (9.00/13.00);

*Atripalda (Av), Parco Archeologico (9.30/15.00).

I Corde Oblique nel Salotto di Bry: “Sounds, voci e passione per raccontare i luoghi d’arte”

Il successo mondiale dei Corde Oblique porta la firma di Riccardo Prencipe, poliedrico, sensibile e raffinato compositore, chitarrista, storico dell’arte. Ospite nel Salotto di Bry quest’ultimo ha spiegato l’importanza della storia dell’arte, musa ispiratrice del progetto musicale. L’arte e la musica, perfettamente in armonia, traducono la complessità delle emozioni attraverso note che si adagiano dolcemente su tela e luoghi d’arte che diventano l’armonica melodia in uno spartito. Una lunga tournée di successo in Italia e all’estero, sette album prodotti e distribuiti da case discografiche internazionali e collaborazioni con artisti di chiara fama. Suoni, voci e un entusiasmante viaggio sulle tracce dei meravigliosi tesori d’arte. Durante la bryosa chiacchierata Riccardo Prencipe ha anche fornito anticipazioni circa il nuovo straordinario lavoro discografico in uscita ad aprile 2020.

Il Salotto di Bry è scritto e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito, riprese e regia di G. R. Tartaglia, fotografia di Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it

PUNTATA ON DEMAND

CLICCARE SULLA FOTO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY

 

Successo e boom di visite al Presepe Vivente, in migliaia a Casola tra storia, fede e arte

Debutto sold out e inaspettato per il magnifico Presepe Vivente di Casola, borgo letteralmente preso d’assalto dai visitatori che hanno atteso, con pazienza e ordine, prima di ammirare a cielo aperto uno spettacolo nello spettacolo. L’iniziativa, organizzata dall’Associazione Culturale Il Giglio con il patrocinio del Comune di Casola e della Regione Campania ha offerto ai visitatori l’occasione di scoprire un territorio ricco di arti, cultura ed artigianato. Un viaggio itinerante straordinario negli scorci del centro storico e caratteristico del paese, un’accoglienza impeccabile, scene teatralizzate curate nei dettagli, una macchina organizzativa imponente, oltre 100 i figuranti in costume d’epoca, attori, cantanti, guide, volontari e organizzatori. Ad intervalli di un quarto d’ora hanno preso vita coinvolgenti quadri viventi che hanno condotto alla nascita del Signore. Al centro della scena la capanna con Giuseppe, Maria e Gesù Bambino realmente impersonato da un bimbo di pochi mesi, la più grande gioia che il Signore ha voluto donare ad una coppia di Casola dopo 17 anni di grande attesa.  Un percorso articolato affascinante e una rievocazione storica della Natività e degli antichi mestieri che, per il terzo anno, hanno richiamato migliaia di visitatori. Simpatici, semplici, attraenti e coinvolgenti i figuranti hanno indossato abiti d’epoca realizzati artigianalmente dall’originale direttore artistico Ciro Bianchi. Le stoffe hanno preso vita, si sono trasformate in emozioni, in calore umano, in una semplice ma regale bellezza grazie alla sua arte, alle sue abili ed esperte mani e alla sua geniale maestria. “Il nostro è un presepe vivente che scalda il cuore di piccoli e grandi rendendo gli spettatori protagonisti – ha dichiarato soddisfatto il sindaco Costantino PeccerilloCasola ha risposto con intenso entusiasmo all’iniziativa rendendola di fatto possibile e spettacolare con un ottimo rilancio culturale.  Ringrazio l’Associazione Il Giglio, i volontari, le forze dell’ordine, i tantissimi visitatori e tutti coloro che hanno reso il nostro borgo unico, magico e suggestivo.” Molto orgoglioso della perfetta riuscita e della notevole affluenza registrata nella prima giornata anche l’assessore Giuseppe Sabatino che ha invitato tutti a visitare il presepe anche nelle date del 28- 29 dicembre e 4 gennaio.

Il Salotto di Bry è scritto e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito, regia, riprese e montaggio Gerardo Tartaglia, fotografia Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it 

IL VIDEO E IL RACCONTO CON LE INTERVISTE 

 

IL PROMO DELL’INAUGURAZIONE

CLICCARE SULLA FOTO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY 

 

 

 

A Casola di Napoli in scena la terza edizione dell’emozionante e suggestivo Presepe Vivente

Un borgo antico, oltre 100 figuranti, abiti settecenteschi realizzati a mano dal maestro Ciro Bianchi e quattro serate 26-28-29 dicembre e 4 gennaio assolutamente imperdibili. A Casola di Napoli, andrà in scena la terza straordinaria e suggestiva edizione del Presepe Vivente, uno dei più belli e storici d’Italia. Un presepe vissuto con amore da chi lo ha realizzato e un’occasione per ripercorrere con fede e convivialità l’evento del viaggio, della natività e dell’arrivo dei Magi. La piccola Betlemme, allestita nelle più svariate forme e interpretazioni, sarà situata tra vicolo Strino e vicolo Sbrizzi, stradine situate nel centro storico di una città che si presta perfettamente alla rappresentazione del presepe settecentesco. Gli abitanti di Casola, attori non professionisti, sono pronti ad emozionare e a rappresentare la tradizione agricola e pastorale locale dell’epoca. Un perfetto mix di fede, tradizione partenopea, rievocazione di arti e mestieri di un tempo, scene cantate e recitate cullate dolcemente da note melodiose e luci soffuse. Gli spettatori saranno emotivamente coinvolti in un’esperienza singolare ed interattiva tale da avere l’impressione di essere parte integrante del presepe. Inoltre, sarà possibile visitare il Parco dell’Amicizia addobbato per l’occasione con luci d’artista e un fantastico Villaggio Natalizio.

INFO:

Ingresso via Roma – Casola di Napoli dalle 17:00
Gratuito per bambini da 0 a 10 anni (1,30m di altezza) e i diversamente abili.
Parcheggio: gratuito Piazza IV novembre, zona antistante Parco dell’Amicizia, Scuola Elementare. Parcheggio autobus : piazza Raffaele Iozzino

Un successo i mercatini del Christmas Tour a Tramonti, soddisfatte le rinomate aziende espositrici

Anche Babbo Natale ha voluto godersi, in prossimità delle festività natalizie, lo splendore della Costa D’Amalfi. In occasione del Christmas Tour a Tramonti, organizzato dall’event planner Carolina Di Martino, è stato avvistato insieme ai suoi aiutanti in giro per mari e monti. Al termine del tour ha fatto sosta presso l’Azienda Agrituristica Antichi Sapori dello chef Giuseppe Francese e della sommelier Antonietta Mandara che hanno ospitato per l’occasione nelle accoglienti sale originali mercatini con l’obiettivo di valorizzare e promuovere i prodotti tipici locali e artigianali delle rinomate aziende espositrici. I visitatori hanno potuto degustare prodotti agro-alimentari ed eno-gastronomici di qualità, ma anche acquistare regali per Natale come manufatti e creazioni realizzate a mano. Entusiasmante e divertente lo show cooking a cura dello chef che, con i suoi piatti gourmet ha deliziato i palati. A rendere ancora più speciale la scintillante atmosfera natalizia la musica del M° Pierpaolo Petti che ha incantato il pubblico con i suoi virtuosismi miscelati ai delicati passi di danza del ballerino Ruben Citarella. Animazione, giochi di fuochi, fate lucenti e la musica live di Gennaro Francese hanno regalato, per tutta la giornata una vera e propria favola ai bambini. Soddisfazione ed entusiasmo da parte dell’organizzatrice e degli espositori Cantine Giuseppe Apicella, Odissea Bove dal 1997, Terra Operose, Granato Caffè, Panificio Armando ImperatoIl Tenero Mondo dei BimbiFarmacia CampitielloCaseificio Maurizio VitaglianoTerra di Sapori, Macelleria Fratelli Tagliamonte, Pasticceria del Borgo, Caseificio Anna Dora Campanile, Mischa Cake, Il Giardino delle Delizie.

Il Salotto di Bry è scritto e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito, regia e riprese di Gerardo Tartaglia, fotografia di Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it

VIDEO E INTERVISTE 

CLICCARE SULLA FOTO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY 

Al via il Presepe Vivente a Casola di Napoli: quattro date per visitare uno dei presepi più belli d’Italia

Un borgo antico, oltre 100 figuranti, abiti settecenteschi realizzati a mano dal maestro Ciro Bianchi e quattro serate 26-28-29 dicembre e 4 gennaio assolutamente imperdibili. A Casola di Napoli, andrà in scena la terza straordinaria e suggestiva edizione del Presepe Vivente, uno dei più belli e storici d’Italia. Un presepe vissuto con amore da chi lo ha realizzato e un’occasione per ripercorrere con fede e convivialità l’evento del viaggio, della natività e dell’arrivo dei Magi. La piccola Betlemme, allestita nelle più svariate forme e interpretazioni, sarà situata tra vicolo Strino e vicolo Sbrizzi, stradine situate nel centro storico di una città che si presta perfettamente alla rappresentazione del presepe settecentesco. Gli abitanti di Casola, attori non professionisti, sono pronti ad emozionare e a rappresentare la tradizione agricola e pastorale locale dell’epoca. Un perfetto mix di fede, tradizione partenopea, rievocazione di arti e mestieri di un tempo, scene cantate e recitate cullate dolcemente da note melodiose e luci soffuse. Gli spettatori saranno emotivamente coinvolti in un’esperienza singolare ed interattiva tale da avere l’impressione di essere parte integrante del presepe. Inoltre, sarà possibile visitare il Parco dell’Amicizia addobbato per l’occasione con luci d’artista e un fantastico Villaggio Natalizio.

INFO:

Ingresso via Roma – Casola di Napoli dalle 17:00 fino Alle 22:00
Gratuito per bambini da 0 a 10 anni (1,30m di altezza) e i diversamente abili.
Parcheggio: gratuito Piazza IV novembre, zona antistante Parco dell’Amicizia, Scuola Elementare. Parcheggio autobus : piazza Raffaele Iozzino

 

Là dove sei felice, sei a “casa”: Re Max/Red di Carla Orlando augura Buone Feste

Che sia un Natale all’insegna dell’intesa, dell’affiatamento e della condivisione di straordinari obiettivi, ingredienti essenziali per un fantastico lavoro di squadra. Da casa a casa e da cuore a cuore l’imprenditrice Carla Orlando e tutti i consulenti dell’energico team della Re Max/Red vi augurano Buone Feste.

Far sentire a casa i nostri clienti è la nostra priorità tutto l’anno”

SPOT 

CLICCARE SULLA FOTO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY 

 

Domenica 15 dicembre al via la prima edizione del “Christmas Tour…Special Tramonti”

Il week end è alle porte e si prepara ad alzare il sipario sullo spettacolare “Christmas Tour …Special Tramonti”, un appuntamento molto “movimentato” che domenica 15 dicembre 2019, dalle ore 10.00 alle 23.00, coinvolgerà grandi e piccini trasportandoli nell’atmosfera magica delle festività. L’evento ideato dalla party planner Carolina Di Martino, in collaborazione con le grandi aziende del territorio, si terrà presso l’Azienda Agrituristica Antichi Sapori in via San Sebastiano 14 a Campinola di Tramonti. Il sapore del Natale si miscelerà appetitosamente all’anima rurale del borgo in uno spettacolo senza eguali a due passi dal mare e dai monti incantati. Non i soliti mercatini, ma un’esplosione di idee per regali innovativi, meraviglie di artigianato creativo e prelibatezze tipiche locali in un’atmosfera riscaldata da luci scintillanti, animazione ed intrattenimento, eleganti melodie della tradizione natalizia realizzate dai M° Pierpaolo & Raffaele Petti e M° Ilaria Maria Zarra e una scatenatissima disco music Christmas dance mixata da Gennaro Francese Dj. Saranno presenti con originali esposizioni note aziende del territorio che hanno aderito con energico entusiasmo a questa prima edizione: Cantine Giuseppe Apicella, Odissea Bove dal 1997, Liquorificio Tentazioni, Terra Operose, Granato Caffè, Panificio Armando Imperato, Il Tenero Mondo dei Bimbi, Farmacia Campitiello, Caseificio Maurizio Vitagliano, Terra di Sapori, Bimby Vorwerk, Macelleria Fratelli Tagliamonte, Pasticceria del Borgo, Caseificio Anna Dora Campanile, Mischa Cake, Il Giardino delle Delizie. Imperdibile lo show-cooking a cura dello chef Giuseppe Francese che proporrà ai visitatori un goloso assaggio dei suoi piatti gourmet per un’esperienza culinaria indimenticabile.  L’evento sarà ripreso e trasmesso dalla web/Tv dei grandi eventi live www.360gradiwebtv.it 

L’ingresso è gratuito

New Machiavelli Restaurant & Lounge a Pompei…tutto nasce da un peccato di gola!

Autentico bagno di folla ed entusiasmo per l’opening del New Machiavelli Restaurant & Lounge, raffinato ed innovativo locale situato nel cuore della meravigliosa e suggestiva Pompei. Un gustoso progetto imprenditoriale dedicato alla ristorazione d’eccellenza e alla promozione dei prodotti tipici campani nato dall’idea di due affiatatissimi cugini, Antonio e Gianluca Criscuolo. ll locale, dall’ambiente raffinato e moderno, fonde magistralmente tradizione, ricerca di sapori, contemporaneità di gusti regalando alla clientela un’esperienza sensoriale davvero esclusiva. Creazioni gastronomiche, esaltate dalla loro combinazione con vini doc eccellenti, accontentano gusti semplici e tradizionali, ma allo stesso tempo solleticano i palati più raffinati. L’effervescente inaugurazione ha visto la partecipazione di centinaia di persone, amici, parenti ed anche noti imprenditori, artisti, giornalisti e vip intrattenuti a suon di musica e coinvolgenti festeggiamenti. Il risultato è stato un vero successo. Non resta che lasciarsi tentare dal buon gusto assaporando la filosofia del New Machiavelli.

Il Salotto di Bry è scritto e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito, regia, riprese e montaggio di Gerardo Tartaglia. Una produzione www.360gradiwebtv.it

INTERVISTE E VIDEO 

CLICCARE SULLA FOTO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY 

“Natale a Carditello”, in carrozza e in mongolfiera nella reggia dei Borbone

Un viaggio nel tempo per rivivere gli antichi fasti dei Borbone con passeggiate in carrozze d’epoca, sfilate di cavalli reali, voli in mongolfiera, spettacoli di video mapping e burattini, visite didattiche e degustazioni di prodotti tipici.

La Fondazione Real sito di Carditello, guidata dal presidente Luigi Nicolais, apre le porte della Reggia dei Borbone situata a San Tammaro (Caserta) e presenta il cartellone di “Natale a Carditello – Tempo Reale”, la seconda edizione della manifestazione all’insegna di musica, giochi, cultura, gastronomia ed equitazione.

Il programma integrerà momenti di valorizzazione artistica con eventi dedicati alla promozione delle produzioni locali, con una importante anteprima dedicata all’inclusione: l’insediamento a Carditello del Parlamentino composto dagli studenti in rappresentanza di 46 nazionalità e 22 scuole del territorio (6 dicembre), in collaborazione con la diocesi di Aversa che comprende 29 Comuni del casertano e del napoletano.

Per capire ancora meglio l’importanza dell’iniziativa, basta vedere i numeri: il 23 e 24 ottobre sono andati al voto oltre 12mila bambini e ragazzi (età 3-13 anni), eleggendo 1.200 rappresentanti di classe che sono andati a comporre i 22 Parlamenti d’istituto ed 1 Parlamento territoriale che, appunto, venerdì si insedierà nella sua sede istituzionale per intesa con la Fondazione. E non solo.

Nel corso della presentazione del volume “Carditello ritrovato” di Vega De Martini sulla quadreria di Carditello (8 dicembre), per la prima volta sarà possibile ammirare la riproduzione virtuale della galleria – realizzata dalla società Neatec SpA, nell’ambito del progetto Piucultura – con arazzi ed arredi commissionati da Ferdinando IV di Borbone.

Grande attesa anche per l’inaugurazione del restauro degli antichi orologi solari (21 dicembre): le meridiane che scandivano il tempo del lavoro nella “fattoria reale” ed erano concepite per essere lette a grande distanza, consentendo agli abitanti del sito, agli allevatori e agli agricoltori di conoscere l’orario e regolare l’andamento del lavoro. L’intervento, per il quale la Fondazione si avvale della competenza di Alessandra Pagliano – esperta di gnomonica e docente presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli Federico II – ha portato alla luce alcuni elementi dei dipinti decorati con festoni e motti dedicati ai temi delle stagioni e dello scorrere del tempo. Una scoperta che sarà celebrata con giochi di luce e spettacolo di video mapping, in occasione del solstizio d’inverno.

La magia del Natale, dunque, accompagnerà adulti e bambini attraverso le quattro sezioni tematiche che caratterizzano il festival di Carditello: arte, cultura, enogastronomia, economia.

Tra i numerosi appuntamenti in programma dal 7 dicembre al 6 gennaio (vedi calendario integrale allegato): apertura del Villaggio Reale con volo vincolato in mongolfiera, raduno di carrozze d’epoca, sfilata dei cavalli reali, concerto del Conservatorio di Benevento “Nicola Sala” e spettacolo di fuochi d’artificio all’interno del galoppatoio (7 dicembre); presentazione del volume “Carditello ritrovato” di Vega De Martini sulla quadreria di Carditello, con la possibilità di ammirare la riproduzione virtuale della galleria di Carditello (8 dicembre); workshop “Carditello Crea” con Invitalia e presentazione del programma di incentivi alle imprese, attuato nell’ambito del PON Cultura e Sviluppo 2014-2020 gestito dal MiBAC (11 dicembre); convegno della Facoltà di Agraria con la partecipazione del consigliere delegato all’Agricoltura della Regione Campania, Nicola Caputo (13 dicembre); concerto della blues band “The Original Blues Orchestra”, diretta da Luciano Nini (14 dicembre); cerimonia di intitolazione del bosco di cerri alla memoria di Don Peppe Diana e convegno “I curdi: un popolo dimenticato” (15 dicembre); coro a cappella, a cura di Luigi Grima (22 dicembre); Natale teatralizzato, a cura dell’Associazione Damusa, e concerto per pianoforte della pianista Flavia Salemme, che eseguirà il capolavoro di Hans Otte “Das Buch der Klange” (28 dicembre); Tombolata Borbonica, a cura del maestro burattinaio Giorgio Ferraiolo (22 e 29 dicembre); spettacolo di video mapping “Tempo Reale – Festa del Solstizio d’Inverno”, dedicato al restauro degli orologi solari (21 dicembre); Storytelling – concert in memoria di Lucio Battisti, a cura della rock band “Gli Uomini Celesti” (4 e 5 gennaio); Befana a Carditello, a cura del maestro burattinaio Giorgio Ferraiolo (6 gennaio).

Spazio anche all’enogastronomia con brindisi di Natale e Capodanno, a cura dell’azienda vitivinicola Magliulo già sponsor della Fondazione Real Sito di Carditello, la partecipazione dei caseifici casertani (21 e 28 dicembre) e le degustazioni di vini organizzate dalla FISAR – Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori (4 e 5 gennaio).

Una opportunità straordinaria per i turisti che avranno la possibilità di scoprire il sito – voluto da Ferdinando IV di Borbone ed edificato intorno al 1787 da Francesco Collecini, collaboratore di Luigi Vanvitelli – impegnato anzitutto in attività di restauro e rifunzionalizzazione, con investimenti previsti per circa 17 milioni di euro nei prossimi tre anni, a valere su fondi nazionali ed europei.

Il Real Sito di Carditello ospita una palazzina reale dalle linee neoclassiche, ambienti destinati ad azienda agricola, cinque cortili destinati alle attività agricole, un’area riservata alle corse dei cavalli realizzata come un antico circo romano, con due fontane con obelischi in marmo, un prato centrale – al cui centro si erge un tempietto circolare da cui il re assisteva agli spettacoli ippici – ed una pista in terra battuta. Ancora oggi è l’unico esempio al mondo di ippodromo inserito all’interno del perimetro di un edificio: lungo le mura perimetrali, tre livelli di gradoni ospitavano sino a 30mila persone, che partecipavano alle manifestazioni ippiche che si svolgevano all’interno del sito.

La tenuta era destinata all’allevamento e alla selezione di cavalli di razza reale, oltre che alla produzione agricola e casearia. Qui era situata la Reale Industria della Pagliara delle Bufale, che ospitava un importante caseificio. Rappresentava, quindi, un mirabile esempio dell’imprenditoria illuminata promossa dalla casa reale borbonica tra la fine del 1700 e la prima metà del 1800.

Al via ad Agropoli lo straordinario “Natale delle Meraviglie”

Al via il “Natale delle Meraviglie” ad Agropoli, evento reso possibile grazie al Poc 2014-2020 – linea strategica 2.4 “Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e cultura” – Regione Campania. Cuore della manifestazione che vedrà svolgersi numerosi eventi nel corso delle feste natalizie, è il castello angioino aragonese, trasformato nel “Castello Incantato”, sede della Casa di Babbo Natale più grande d’Italia ed inaugurato domenica 1 dicembre nella cittadina cilentana, alla presenza dei vertici dell’amministrazione comunale. E’ qui che infatti Santa Claus dimorerà fino all’Epifania, lunedì 6 gennaio 2020 ed è sempre al “Castello  Incantato” che le famiglie ed i bambini potranno trascorrere le festività entrando in un luogo magico, divertendosi nelle numerose “stanze animate” che l’associazione culturale Ercula ha organizzato. Nella Sala dei Francesi è stata allestita una vera e propria “Stanza dei Racconti”, dove bambini ma anche gli adulti potranno scrivere gratuitamente la loro letterina a Babbo Natale. Le Sale Nuove del Castello ospitano invece una mostra su Santa Claus, fatta di fotografie e dipinti.  Lungo il Camminamento si può visitare l’esposizione di presepi natalizi con la scena della natività stilizzata in ferro. Il “Polo Nord” è la stanza dove vengono accolti i bambini, in cui gli Elfi ballerini raccontano la storia del Natale. La stanza, illuminata da luci multicolori, ha una scenografia che richiama gli ambienti e paesaggi del polo nord, e i bimbi si muoveranno tra orsi e igloo, ghiacciai e neve.  L’”Ufficio Postale” è la stanza principale della casa, dove i bambini possono ammirare le tantissime letterine di Natale e imbucare la loro lettera a Babbo Natale. Nella stanza c’è una vera e propria cassetta delle lettere, le librerie e la cartina dei viaggi di Babbo Natale. Ne “La Fabbrica dei Giocattoli” è presente un tapis roulant con scatole di giocattoli che rappresenta la vera e propria fabbrica di giocattoli, che ospita anche un albero di Natale. La “Casa di Santa Claus” è il centro pulsante del castello, dove i bambini incontrano e parlano con Babbo Natale che, seduto sul trono, vicino al camino, è circondato da oggetti vintage come nelle migliori favole natalizie. L’ultima stanza è la “Stanza Ricordo”, in cui i bambini possono ritirare il loro ricordo. “E’ iniziato ufficialmente il Natale delle Meraviglie – ha affermato il sindaco di Agropoli, Adamo Coppola – con il taglio del nastro che ha dato il via al Castello incantato e ad una splendida mostra di presepi. Il prossimo 7 dicembre accenderemo le luminarie e nel nostro borgo antico e nel centro cittadino ci saranno tantissimi eventi dedicati al Natale, per regalare la giusta atmosfera a coloro che verranno a trovarci. Mercatini di Natale, percorsi enogastronomici e numerosi altri eventi che culmineranno il 1 gennaio 2020 con il concerto di Anna Tatangelo, in Piazza Vittorio Veneto. Non resta che invitare tutti a venire a trovarci”. Aperture del Castello Incantato: dall’1 al 7 dicembre e dal 9 al 31 dicembre l’accesso è dalle 17,00 alle 20,00. Il giorno 8, festa dell’Immacolata, e poi dal 13 al 15 dicembre e il giorno 20 dicembre l’accesso è dalle 17,00 alle 22,00. Dal 21 al 30 dicembre accesso dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 17,00 alle 22,00. Dal primo al 3 gennaio accesso dalle 17,00 alle 20,00 e dal 4 al 6 gennaio accesso dalle 17,00 alle 22,00.