REGGIA DI CARDITELLO: da Fattoria Reale a incubatore di impresa

La Fondazione Real Sito di Carditello, da sempre culla di contaminazioni e straordinarie energie creative per i viaggiatori provenienti da ogni parte del mondo, in prima linea per stimolare la creatività e favorire l’economia circolare nell’industria culturale, promuovendo la legalità con startup innovative e nuovi percorsi di formazione.Si apre una nuova era per la Fondazione guidata dal presidente Luigi Nicolais, dunque, che conferma la naturale vocazione del Real Sito come fattoria reale – dedicata al benessere della comunità, alla selezione di cavalli di razza e alla produzione agricola e casearia – e rilancia le sue ambizioni come incubatore di impresa.

Un percorso che nasce dalle politiche di inclusione adottate dalla Fondazione e da un nuovo modello di sviluppo per i beni culturali, che ha permesso a Carditello di affermarsi come punto di riferimento di Invitalia per la stimolazione della provincia casertana.
Carditello – spiega Roberto Formato, direttore del Real Sito di Carditello – oltre a rappresentare un patrimonio di notevole interesse storico ed ambientale, si propone come hub per promuovere lo sviluppo di iniziative imprenditoriali nell’industria culturale e turistica, attraverso partnership con le aziende del territorio, strumenti di incentivazione come Resto al Sud e Cultura Crea, e proposte che stiamo cercando di far finanziare da Invitalia. La logica è quella di supportare la creazione di imprese ed affiancare gli imprenditori locali, a partire dal progetto iniziale fino al momento del finanziamento”.

La strategia della Fondazione prevede anche il lancio di una nuova linea di prodotti con il brand Carditello.
Abbiamo già siglato un contratto con la maison Cilento per la commercializzazione di accessori sartoriali con il logo dei cavalli Persano, abbiamo lanciato sul mercato il Caffè Carditello e stiamo impiantando vitigni di Asprinio e Pallagrello con i nostri partner. Nei prossimi mesi – conclude il direttore Formato – ci concentreremo sulla produzione di pappa reale e miele grazie alle api della nostra stazione di biomonitoraggio”.
Dopo aver promosso, insieme alla Fondazione ITS Bact, il corso di specializzazione per artigiani digitali sulla progettazione e prototipazione di manufatti artistici in legno, la Fondazione sta definendo una importante partnership con l’Associazione Intercultura per diventare un punto di riferimento per gli studenti stranieri in Italia e promuovere esperienze formative e scambi culturali a Carditello.

Nel mese di ottobre, la Reale Delizia ospiterà numerose iniziative dedicate al benessere, alla legalità, alla formazione, alla prevenzione e alla creatività.
Il programma è particolarmente ricco: infopoint di Intercultura per condividere i nuovi progetti e le modalità per richiedere le borse di studio per soggiorni all’estero, visite senologiche gratuite a cura della Lega italiana per la lotta contro i tumori, favola animata per responsabilizzare i bambini e sensibilizzare le famiglie sul tema della corretta alimentazione, talk sull’obesità infantile e passeggiate sui pony a cura dell’Associazione culturale NarteA (domenica 11 ottobre); presentazione di due libri inchiesta firmati dal magistrato Catello Maresca e del giornalista Salvatore Minieri, incontro con Invitalia per approfondire gli strumenti di sviluppo per le imprese, premiazione del concorso di idee “Real Wood” per raccogliere proposte per la valorizzazione del legno ottenuto dall’abbattimento a Carditello di esemplari di pino – in una logica che coniuga la tutela e la salvaguardia dell’incolumità dei visitatori con l’economia circolare e la sostenibilità ambientale – e realizzare giochi, gadget e merchandising della Fondazione (sabato 17 ottobre).

Wonderful esplora la Valle delle Ferriere, un gioiello di incomparabile bellezza in Costa d’Amalfi

Wonderful Uno spettacolo nello Spettacolo” continua a coinvolgere e ad affascinare i telespettatori conducendoli in questa puntata in uno dei tesori naturalistici più suggestivi della Campania: la Valle delle Ferriere. Un luogo unico, magico e protetto dai Monti Lattari nel cuore della Costiera Amalfitana. La giornalista Brigitte Esposito, con l’avvincente regia e riprese di Gerardo Tartaglia e Angelandrea Falcone, esplorerà rigorosamente a piedi l’intera Valle alla scoperta di vertiginose cascate, sentieri avventurosi, paesaggi incontaminati e bellezze naturali da togliere il fiato.   

Wonderful Uno Spettacolo nello Spettacolo è ideato e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito, regia e riprese Gerardo Tartaglia, foto Angelandrea Falcone. Realizzazione e produzione www.360gradiwebtv.it

Wonderful accende i riflettori su Marina della Lobra, un gioiello tra terra e mare

Il viaggio di “Wonderful Uno Spettacolo nello Spettacolo” alla scoperta delle meraviglie della Regione Campania prosegue e la voglia di scoprire luoghi di infinita bellezza si intensifica sempre di più. In questa puntata la destinazione della troupe di www.360gradiwebtv.it è stata l’incantevole Marina della Lobra, uno dei borghi più belli della Penisola Sorrentina. L’affascinante villaggio di pescatori custodisce da secoli tradizioni, tesori storici, culturali e architettonici. La giornalista Brigitte Esposito, passeggiando a piedi nel borgo e intervistando i simpatici ed instancabili uomini di mare, si è immersa in un luogo ospitale e senza tempo capace di entusiasmare qualsiasi turista. Le telecamere dirette dal regista Gerardo Tartaglia e gli obiettivi di Angelandrea Falcone hanno immortalato le bellezze del territorio, la natura incontaminata, gli scorci nascosti centrando l’attenzione sul pittoresco porto, sulla maestosa Torre Toledo, sullo storico Santuario della Madonna della Lobra e sul famoso Scoglio del Vervece.

Wonderful Uno Spettacolo nello Spettacolo è ideato e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito, regia e riprese Gerardo Tartaglia, foto Angelandrea Falcone. Realizzazione e produzione www.360gradiwebtv.it

CLICCARE SULLA PRIMA FOTO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY

Gennaro Galano – Archeoclub Lubrense
IL CAPITANO

Le meraviglie di Sant’Egidio del Monte Albino, Orta Loreto e San Lorenzo nel documentario di “Wonderful”

Wonderful Uno Spettacolo nello Spettacolo” continua il suo entusiasmante viaggio con una nuova tappa in luoghi che custodiscono bellezze immutate nel tempo e patrimoni inestimabili.  Stavolta le telecamere del format itinerante, ideato e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito per la regia di Gerardo Tartaglia e fotografia di Angelandrea Falcone, si sono accese sull’antico e fascinoso borgo di Sant’Egidio del Monte Albino e sulle sue armoniose frazioni, San Lorenzo e Orta Loreto. In questa puntata, confezionata a metà tra reportage on the road e docu-reality, la troupe ha mostrato quanto sia importante guardare un paese a 360 gradi proponendo angolazioni sempre diverse e riscoprendo un territorio che sa offrire molto a chi lo visita. Sant’ Egidio del Monte Albino, San Lorenzo e Orta Loreto sono scrigni che custodiscono innumerevoli e preziosi tesori ai piedi dei Monti Lattari, dove l’arte diventa poesia e la storia una colonna sonora. E’ qui che la maestosità incontra l’essenzialità, l’antico sposa il moderno e il sacro si miscela al profano. Cortili, vicoli, chiese, palazzi nobiliari, vecchie botteghe artigiane, acquedotti, fontane, giardini nascosti e cripte regalano da secoli emozioni tutte da vivere. Il programma ha dedicato ampio spazio alle testimonianze degli abitanti che, spaziando dal patrimonio artistico e archeologico a quello enogastronomico, hanno promosso e valorizzato con stile gli usi, i costumi e le tradizioni. Ad accogliere e ad accompagnare la troupe in tour il vulcanico sindaco Nunzio Carpentieri, l’attivissimo consigliere comunale Massimo Giordano, il propositivo e coinvolgente Presidente della ProLoco Angela De Rosa con i suoi instancabili e fantastici associati. Un grazie al grande storico Prof. Gerardo De Marco e a tutte le simpatiche famiglie che, protagoniste della puntata, hanno gentilmente concesso i loro cortili durante le riprese. Energiche, entusiasmanti e pulsanti le performances delle scuole di danza locali La Space Dance Academy di Cristina Grimaldi, Non Smettere di Sognare Dance di Maria Buonocore e La Team Twerk di Angela Grimaldi che artisticamente rendono viva la comunità. A valorizzare religiosamente e vocalmente gli importanti luoghi di culto Il Coro Polifonico Millennium diretto dall’esimia Prof.ssa Maria Rosaria Fiocco e coordinato da Rosario Damiano. Avvincente il combattimento medievale a cura degli avvincenti e possenti Cavalieri del Giglio, sempre presenti alla rievocazione medievale internazionale I Cortili della Storia.  A chiudere gustosamente la puntata le prelibatezze dell’Osteria Marcsin che quest’anno compie 100 anni di attività. L’identità sangiliana è forte dunque nei sapori, così come nel carattere dei suoi gioiosi abitanti. E’ in questo borgo, infatti, che si rimane straordinariamente colpiti dai sorrisi e dal gran senso di ospitalità della gente. Ci si sente a casa, si creano amicizie che si coltivano e non possono mai più essere “cancellate”.  

Wonderful Uno Spettacolo nello Spettacolo è ideato e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito, regia e riprese Gerardo Tartaglia, foto Angelandrea Falcone. Realizzazione e produzione www.360gradiwebtv.it

CLICCARE SULLA FOTO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY

Wonderful sbarca a Cetara alla ricerca dell’oro ambrato

Wonderful”, il seguitissimo programma realizzato e prodotto da www.360gradiwebtv.it, è sbarcato a sorpresa in un borgo dalla seducente bellezza e dalla forte identità marinara: Cetara. E’ qui che grazia e poesia si fondono da sempre facendo percepire il legame indissolubile tra questa località turistica di pregio, la sua storia, i suoi abitanti e il mare. La giornalista Brigitte Esposito ha raggiunto in barca il caratteristico e famoso porticciolo della Costa d’Amalfi dove sono ormeggiati i pescherecci e ha condotto gli spettatori alla scoperta dei segreti e delle tecniche di pesca svelati accuratamente da Mario Piscino, grande esperto di mare. Le telecamere, guidate dal regista Gerardo Tartaglia, sono state puntate sullo spettacolare incanto del borgo immortalato anche dagli scatti di Angelo Falcone: dagli scorci paesaggistici alle opere d’arte, dal perpetuo infrangersi delle onde sulla selvaggia scogliera all’attività peschereccia da sempre fiore all’occhiello dell’offerta gastronomica locale. Cetara è, infatti, famosa in tutto il mondo per una gustosa specialità, la colatura di alici. A descriverne con passione ed estro le fasi principali della lavorazione è stato Giulio Giordano, titolare dell’Azienda Nettuno che, dal 1950, lavora artigianalmente il pescato locale realizzando prodotti genuini come la colatura. Il viaggio è continuato, poi, dal mare alla tavola del Ristorante Pane e coccos’, situato nel centro storico a pochi passi dal mare. Il locale offre piatti tipici e innovativi della cultura cetarese nel nome della qualità e della sicurezza accompagnati dalla simpatica e piacevole accoglienza del titolare Luigi Torrente e della sua famiglia.

Wonderful Uno Spettacolo nello Spettacolo è ideato e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito, regia e riprese Gerardo Tartaglia, foto Angelandrea Falcone, assistant planner Carolina Di Martino. Realizzazione e produzione www.360gradiwebtv.it

CLICCARE SULLA PRIMA FOTO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY

Mario Piscino – Esperto di mare e pesca
Giulio Giordano – Titolare Azienda Nettuno
Ristorante Pane e coccos’
La redazione di www.360gradiwebtv.it

Wonderful fa tappa a Positano tra scorci mozzafiato, case da sogno e sapori mediterranei

Prosegue il viaggio itinerante di “Wonderful uno Spettacolo nello Spettacolo” che, in questa nuova avvincente puntata, ha accompagnato il pubblico alla scoperta di scenografici rifugi naturali, incantevoli case dai toni pastello ed eccellenti sapori tutti da raccontare. La giornalista Brigitte Esposito ha raggiunto a Positano Carla Orlando, raggiante imprenditrice e titolare della Re/Max Red presso uno degli esclusivi ed eleganti appartamenti con sensazionale vista sul mare. Durante l’emergenza sanitaria Covid-19 l’agenzia immobiliare, con sede ad Angri, non ha mai smesso di comunicare con i suoi clienti adottando strategie innovative e offrendo ai brokers l’occasione di utilizzare efficienti metodologie di lavoro high tech. La Re/Max Red ha operato sin da subito da remoto rispettando le normative in vigore, organizzando importanti training formativi e infondendo fiducia in chi ha dovuto fittare, vendere o comprare casa. La Costiera Amalfitana è da sempre legata ad eccellenti specialità gastronomiche e, proseguendo il tour, è stato impossibile non fare tappa presso una location sospesa tra cielo e mare. A svelare le ricette e i segreti della cucina del luogo è stato, infatti, il famoso Ristorante Mediterraneo. Incastonato in uno dei meravigliosi scorci di Positano e caratterizzato da un’eleganza marinara, il Mediterraneo gode di un panorama decisamente superlativo. I simpatici titolari Rodrigo Cinque e Lorenzo Esposito, hanno accolto la troupe con grande charme e impeccabile ospitalità, regalando un bellissimo viaggio tra suggestioni visive, sapori autentici della tradizione campana e mete inesplorate di gusto. Lo chef Ciro Milano ha proposto, nella puntata, un piatto simbolo a base di pesce contaminato da stuzzicanti pennellate di respiro internazionale.

Wonderful è ideato e condotto da Brigitte Esposito, per la regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, fotografia di Angelo Falcone e assistant planner Carolina Di Martino, realizzato e prodotto da www.360gradiwebtv.it

Special Thanks to De Vivo Europein Veicoli srl di Maurizio e Pasquale De Vivo, che con gli straordinari e meravigliosi veicoli sono in tour con la troupe di www.360gradiwebtv.it

CLICCARE SULLA FOTO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY

CARLA ORLANDO – IMPRENDITRICE E TITOLARE RE/MAX RED
RISTORANTE MEDITERRANEO – POSITANO
REDAZIONE DI WWW.360GRADIWEBTV.IT

Wonderful a Gete: la magia della suggestiva Cappella incastonata nella roccia

Questa settimana “Wonderful Uno Spettacolo nello Spettacolo”, ideato e condotto da Brigitte Esposito per la regia e riprese di Gerardo Tartaglia, foto di Angelo Falcone e planner Carolina Di Martino, ha fatto tappa in un pittoresco e suggestivo borgo di Tramonti: Gete. Passo dopo passo sembra ritrovarsi catapultati in un’altra epoca, in un’atmosfera semplicemente indimenticabile in quanto il borgo conserva intatto il suo passato. A regalare emozioni, attraversando un verdeggiante vallone nel cuore dei Monti Lattari, è la spettacolare Cappella Rupestre di S. Michele Arcangelo incastonata come una gemma in una maestosa roccia. Ed è proprio in questo angolo di paradiso che ha preso vita l’emozionante coreografia realizzata da Elisa Bove, magistrale e magica direttrice artistica della rinomata Arabesque di Tramonti, che adattando la delicatezza dei movimenti a spazi naturali ha regalato non solo nuove realtà interpretative, ma ha sugellato il connubio tra arte, natura e danza. Le ballerine Katiuscia Savino, Miriam Di Mauro e Myriam Giordano, danzando armoniosamente con le farfalle, hanno ridato un’anima all’opera d’arte lasciando spazio alla purezza, alla riflessione e alla bellezza del luogo. La scuola di danza ha, negli anni, ricevuto importanti riconoscimenti per aver contribuito alla valorizzazione del territorio attraverso il linguaggio coreutico. A poca distanza da questo borgo incontaminato, precisamente a Campinola, impossibile non innamorarsi di un’oasi di autentica tranquillità con vista incredibile sui monti circostanti: l’Agriturismo “Da Regina”. La location, abbracciata dal profumo inebriante di agrumeti, vigneti e uliveti, miscela tradizione e innovazione facendo assaporare una fantastica storia di passione, gusto e qualità. Ad accogliere gli ospiti è il sorriso autentico e armonioso della titolare Alfonsina Erra che, insieme ai suoi straordinari figli Antonio, David e Cristian ha saputo coniugare sapientemente i sapori genuini di un tempo con la ricchezza del patrimonio agricolo.

CLICCARE SULLA FOTO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY

CAPPELLA RUPESTRE – GETE
ELISA BOVE – DIRETTRICE ARTISTICA SCUOLA DI DANZA “ARABESQUE” DI TRAMONTI
SCUOLA DI DANZA ARABESQUE DI TRAMONTI
AGRITURISMO “DA REGINA”

Rotary Club Pompei, Alfredo Annunziata nuovo presidente

È Alfredo Annunziata il nuovo presidente del Rotary Club Pompei. Lo scorso 26 giugno, presso il Tower Hotel di Castellammare di Stabia, si è tenuta la cerimonia solenne del passaggio delle consegne e dello scambio del Collare, con la quale il professionista pompeiano è stato designato alla guida del club per l’anno rotariano 1° luglio 2020-30 giugno 2021.

Coesione, collaborazione condivisa, cooperazione tra i club e valorizzazione della spinta dei giovani sono i punti fondamentali che Alfredo Annunziata ha posto alla base del suo mandato da presidente appena cominciato, con l’obiettivo di consolidare «il prestigio e la credibilità» del Rotary Club Pompei, attraverso il servizio rotariano a beneficio del territorio.

«Concentrerò i miei sforzi – ha detto il professionista ai soci nel suo discorso di insediamento – per far raggiungere al Club traguardi sempre più alti, nella consapevolezza che il prestigio e la credibilità dello stesso sono commisurati non solo alla capacità di realizzare importanti progetti, ma anche alla sua forza di coesione».

«Nel percorso che mi appresto ad affrontare – ha aggiunto Annunziata – avrò bisogno della collaborazione di tutti e non farò a meno di chiederla, motivando ogni singolo socio a mettere la sua professionalità al servizio della collettività. È mia opinione, inoltre, che il nostro club debba continuare a mantenere stretti rapporti con tutti i Club del Distretto e con gli altri club di servizio che operano nel nostro territorio, senza dimenticare i club con cui siamo legati da fraterni e consolidati rapporti».

Infine, il desiderio di puntare sui giovani: «Un’altra spinta propulsiva del nuovo anno, arriverà sicuramente dai nostri Rotaractiani. Con la loro energia e l’entusiasmo che li contraddistingue, avremo modo di realizzare interessanti e proficui progetti di servizio sul territorio».

Con Wonderful Torre Annunziata diventa set di “Inganni” il successo di Lucia De Cristofaro

Wonderful – Uno Spettacolo nello Spettacolo il format on the road, ideato e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito per la regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia e fotografia di Angelandrea Falcone, realizzato e prodotto dalla Web/Tv www.360gradiwebtv.it ha fatto tappa nella splendida Torre Annunziata. Ospite della seconda puntata Lucia De Cristofaro affermata scrittrice, giornalista, critico letterario e d’arte di fama internazionale. Fondatrice del gruppo editoriale Albatros Edizioni, direttore responsabile di Albatros Magazine è la famosa e amatissima “Signora dei Libri”, punto di riferimento culturale nel mondo. La sua eccellente esperienza, l’innato talento e il raro spessore narrativo hanno decretato il successo di tutti i suoi capolavori, tra cui “Inganni”, avvincente romanzo edito dalla Albatros Edizioni. Inganni coinvolge il lettore in un’esperienza immersiva dal forte impatto emotivo, attraverso una scrittura raffinata, poetica, incisiva e incalzante. Un romanzo che lascia il segno richiamando alla mente scene di vita vissuta, amore, rabbia, libertà e passione. Una storia d’amore capace di scavare non solo nel cuore dei personaggi, ma anche in quella del lettore che si ritrova di fronte alla narrazione soggettiva di ciò che avviene. Con Wonderful il romanzo della De Cristofaro si anima presso il Nettuno Lounge Beach di Torre Annunziata gestito magistralmente da Maria Vittoria Marulo. Le parole prendono vita attraverso la voce di Brigitte Esposito, la storia d’amore s’intreccia artisticamente con l’elegante coreografia realizzata da Giovanna Parlato, direttrice artistica della Soul Ballet Academy che da oltre vent’anni porta in scena spettacoli di altissimo livello e qualità. Le ballerine Marika Cuomo, Teresa Ascione, Giulia Annunziata, Barbara Aprea, Rosita Gallo, Stefania Matrone, Rosa Aquino hanno saputo coniugare le parole e le intense emozioni del romanzo attraverso un delicato linguaggio corporeo. Entusiasta Luigi Marulo, Presidente del Rotary Club Torre Annunziata Oplonti, ha voluto brindare non solo al successo di Lucia De Cristofaro, ma anche alla ripresa di una città dinamica che, cullata dal mare e dall’energia dei suoi abitanti, può puntare alla cultura per un forte rilancio turistico.

CLICCARE SULLA FOTO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY

Wonderful – Alla scoperta dei Limoni Costa D’Amalfi tra storia, sapori, musica. Ospite Rosy D’Angiò

Campinola, borgo incantato di Tramonti, è protagonista della seconda puntata di “Wonderful – Uno Spettacolo nello Spettacolo“, il programma in onda su www.360gradiwebtv.it ideato e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito per la regia e riprese di Gerardo R. Tartaglia, fotografia di Angelandrea Falcone e planner assistent Carolina Di Martino. Uno spettacolare viaggio alla scoperta dei Limoni IGP, eccellente tesoro coltivato sulle celebri terrazze della Costa D’Amalfi tra storia, sapori e musica. Ospite la seguitissima cantante partenopea Rosy D’Angiò che, on the road con la conduttrice, ha raccontato la sua carriera e il suo amore per la musica napoletana. L’artista, accompagnata dalla ballerina Myriam Giordano della Scuola di Danza Arabesque diretta da Elisa Bove,haregalato ai telespettatori il suo ultimo singolo in vetta alle classifiche per le migliaia di visualizzazioni. Piacevole la passeggiata nello storico agrumeto “Da Regina”, situato in un contesto territoriale suggestivo in cui si fondono mare e montagna, per scoprire le tecniche di coltivazione e produzione del famoso Sfusato Amalfitano. Squisita la degustazione dei raffinati e gustosi, “Tagliolini all’oro giallo della Costiera” preparati dallo chef Giuseppe Francese presso l’Azienda AgrituristicaAntichi Sapori” rilassante oasi che accoglie coloro che amano il contatto diretto con la natura.


Cliccare sulla foto per accedere alla PHOTOGALLERY

“Wonderful Uno Spettacolo nello Spettacolo”, al via il nuovo bryoso programma di 360gradiwebtv battezzato eccezionalmente da Ottavio Lucarelli

L’emergenza sanitaria Covid19 ha fermato tutto per mesi, ma non i cuori delle città e degli artisti che continuano a pulsare fortemente. “Wonderful – Uno Spettacolo nello Spettacolo” è il nuovo format on the road, condotto e ideato dalla giornalista Brigitte Esposito per la regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia e fotografia di Angelandrea Falcone, realizzato e prodotto da www.360gradiwebtv.it. L’obiettivo del programma è valorizzare energicamente il patrimonio storico, artistico e culturale del nostro Paese, rilanciare e promuovere attività di turismo sociale e culturale,riaccendere i riflettori sul mondo dello spettacolo dopo la profonda crisi provocata dallo stop forzato. Gli spettatori saranno condotti in luoghi meravigliosi, veri scrigni di tesori, in compagnia di tanti protagonisti del mondo artistico e culturale. Ma non solo: racconti, leggende, curiosità, itinerari gastronomici e interviste. Primo ospite d’eccezione Ottavio Lucarelli, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, che ha battezzato e presentato il programma passeggiando in uno dei luoghi più incantevoli d’Italia, la Divina Costiera Amalfitana, apprezzandone la bellezza dei suoi paesaggi mozzafiato, i borghi pittoreschi e l’intimità dei vicoletti in un silenzio particolarmente suggestivo. “Ringrazio Brigitte – ha dichiarato Ottavio Lucarelli per avermi invitato a Wonderful, la sua ultima creatura, il programma organizzato per dare un contributo al rilancio della cultura in Campania esaltando le nostre tradizioni, l’arte, la storia, i monumenti, la natura. Ringrazio la strepitosa redazione di 360gradiwebtv. Un programma così dopo il lockdown, poteva solo chiamarsi “Wonderful”. Entusiasmante la collaborazione e partecipazione al programma dell’event planner Carolina Di Martino, dell’Associazione “Antiche Ruote Angri” presieduta da Nino La Mura e Carmine Nocera che, con le loro storiche auto d’epoca, hanno accompagnato i giornalisti in tour e della prestigiosa Scuola di Danza “Arabesque” di Tramonti, diretta artisticamente dalla spumeggiante Elisa Bove. Le dolci ballerine Katiuscia Savino, Miriam Di Mauro e Myriam Giordano, attraverso poetiche coreografie, hanno abbracciato la natura mostrando il delicato equilibrio tra la bellezza degli scenari e la perfezione della danza.

 Ogni giorno è un nuovo giorno per ricominciare e la redazione di www.360gradiwebtv.it lo farà insieme ai telespettatori spettacolarmente con “WONDERFUL

Il Canto di Circe, il trittico di Nello Petrucci omaggio a Giordano Bruno

La Sala delle Biblioteca del Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore a Napoli, ospita l’installazione site specific,  dell’artista Nello Petrucci dal titolo “Il Canto di Circe” a cura di Marina Guida. Il progetto installativo pensato appositamente per questa occasione – e reso fruibile in streaming sui canali social dell’assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli – è promosso dall’ Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli in collaborazione con Contemplynell’ambito della manifestazione Maggio dei Monumenti 2020 e presentatre opere di grande formano, un trittico su tavola, omaggio al pensiero del filosofo nolano Giordano Bruno.

Non a caso è stata scelta dall’artista proprio la Sala della Biblioteca del Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore, luogo in cui il giovane filosofo ebbe modo di formare il suo pensiero critico ed indipendente, anche attraverso la lettura di testi proibiti di cui questa biblioteca era fornita.

E non è casuale nemmeno il giorno scelto per l’inaugurazione, quel 23 maggio in cui Giordano Bruno nel 1592 fu arrestato a Venezia e trasferito nelle carceri del Sant’Uffizio di San Domenico di Castello (Venezia). Le opere del trittico raccontano infatti proprio quell’avvenimento in tre momenti: il giorno della mancata abiura, la censura e l’arresto.

Nelle tre tavole di Petrucci – realizzate in tecnica mista fondendo decollage/collage, pittura, grafica computerizzata, fotografia e stampa in quadricromia – la potente icona del filosofo emerge sui frammenti di manifesti strappati che rappresentano simbolicamente le false credenze, i proclami e le finte certezze dell’era globalizzata e massificata. L’ispirazione per quest’opera è stata tratta dal libro il “Canto di Circe”che il filosofo Giordano Bruno pubblicò a Parigi 1582. Nella quarta, quinta e sesta “questione” del “Dialogo Primo” del libro, il filosofo descrive la vera natura di taluni esseri, umani in apparenza ma ferini nella sostanza e, riferendosi alla specie degli uomini ridiventati scimmie fa dichiarare a Circe: ”Questi animaliprivi di qualsiasi utilità nelle faccende serie – si rendevano graditi ai magnati adulandoli, facendo gli istrioni e recitando la parte dei parassiti: anche adesso, giacché non possono portare pesi insieme agli asini, marciare in terra insieme ai cavalli, arare insieme ai buoi, pascersi di cadaveri insieme ai porci, non servono ad altro che a far ridere.” Circe descrive gli uomini scimmia, cortigiani del potere, oppositori del libero pensiero. L’artista Nello Petrucci riprende l’immagine della scimmia – in questo caso è la personificazione della censura, che blocca la libertà di pensiero e di espressione – e costruisce la scena con due figure antitetiche: la libertà di pensiero personificata da Giordano Bruno e la censura che tutti i poteri costituiti, dalla notte dei tempi, esercitano sulla prima, cercando di limitarla e sopprimerla in ogni sua forma.

Nello Petrucci dopo il 2018 – anno della sua residenza artistica presso il 3World Trade Centre, dove ha realizzato la monumentale The Essence of Lightness – ha iniziato a formulare un pensiero visivo che fonde gli stilemi ed i codici iconografici desunti dalla storia dell’arte dei secoli scorsi, con le soluzioni formali tipiche della street-art, in cui una complessa commistione di persistenze e citazioni, rimandi e parallelismi, formano un universo visivo che dà vita a immagini a cavallo tra l’antico ed il contemporaneo, offrendo molteplici livelli semantici. Il Canto di Circe può essere considerata un’opera di street art allestita in un luogo pubblico e rappresenta un omaggio al pensiero libero ed un invito ad andare simbolicamente oltre i doxa di tutte le forme dittatoriali di potere, manifeste o occulte e perseguire sempre la veritas, come il filosofo Giordano Bruno ci ha insegnato, con ostinazione e coraggio.

Nello Petrucci vive a Pompei ed è un artista e filmmakeritaliano, laureato all’Accademia delle Belle Arti di Napoli. Una curiosità onnivora, e un talento poliedrico, hanno generato l’inconfondibile stile dei suoi “Decollage”; tanto che i critici hanno coniato un nuovo termine, “Pop Cinetica”, per definire la sua arte. Una sua opera, The essence of lightness è esposta permanentemente al 45° piano del 3° World Trade Center di New York; unico italiano invitato ad esporre, insieme ai migliori street artist del mondo. Sempre a New York ha esposto due volte all’Agorà Gallery, e poi a Roma all’Ambasciata Americana di Roma con Over the Sky, una serie di tele dedicate all’11 settembre. Sul versante cinematografico, oltre a interpretare diversi ruoli in veste di attore, tra cui anche una piccola parte in Gangs of New York di Martin Scorsese, gira un cortometraggio Lost Love (2019) sul tema del razzismo e firma la regia del videoclip Remove the frame sul tema dell’omosessualità all’interno del Parco Archeologico di Pompei. Nel 2019 fonda la casa di produzione cinematografica Satyr M.B. production.