“Wonderful” tutti i giorni alle 18 su 360gradiwebtv e Antenna3

Wonderful Uno spettacolo nello Spettacolo” accompagna i telespettatori in un meraviglioso viaggio alla scoperta del patrimonio storico, artistico e culturale della Campania. Un tour mozzafiato in compagnia di tanti protagonisti del mondo dello spettacolo, del turismo e dell’informazione. Ma non solo: racconti, leggende, curiosità ed itinerari enogastronomici.

Ideato e Condotto dalla giornalista Brigitte Esposito

Regia, Riprese e Montaggio Roberto Gerardo Tartaglia

Fotografia Angelandrea Falcone

Una produzione www.360gradiwebtv.it

In onda in TV alle ore 18.00 su Antenna3 canale 186 del digitale.

Il ritorno dei Maneskin con il singolo “Vent’anni”

“Vent’anni” il nuovo singolo dei Maneskin è un vero e proprio messaggio di libertà. La band è stata immortalata nuda dal grande Oliviero Toscani e la foto vuole essere un simbolo di liberazione da ogni sovrastruttura. A distanza di due anni dl debutto con l’album “Il ballo della vita”, i Måneskin ritornano sulla scena con un brano decisamente introspettivo. Si tratta di una rock ballad contemporanea, una sorta di epistola aperta in cui i pensieri dei 4 artisti danno vita a un dialogo che che incoraggia i ventenni incerti del futuro e il più delle volte disillusi.

“TAXI DRIVER” è il nuovo singolo di Arcadia

“TAXI DRIVER” è il brano d’esordio di ARCADIA .
Scritto dallo stesso Stefano Filipponi con la produzione artistica di Gaetano Guardino e Giuseppe Lipari per l’etichetta Quelli come noi SRL di Simona Ubbiali, “ TAXI DRIVER ” è il primo brano di ARCADIA , cantante e queer performer che inaugura il suo percorso solista con un brano di stampo fortemente autobiografico. La traccia squisitamente orecchiabile e scandita da ritmate sonorità pop ripercorre il percorso di Arcadia e mostra come lei, attraverso delle ciglia finte e un po ‘di make-up, abbia trovato la sua voce e la sua magia personale per trasformare le lacrime in una manciata di glitter. Spiega Arcadia a proposito del suo primo inedito : « Dopo dieci anni da X Factor, posso comunicare il mio mondo in totale libertà, spogliandomi di ogni maschera e maschile quella di Arcadia! La mia è la voce di una drag queen che canta di periferia e di dolore, tra una manciata di glitter e una linea di eyeliner! ».
Il videoclip ufficiale di “Taxi Driver”, diretto da Enea Colombi, è volutamente spoglio e maestoso per dar spazio ad una visione sognante e ad un’eleganza senza tempo . Come in un tableau vivant, il vuoto spaziale della stanza conferisce Iconicità̀ ad Arcadia, che diventa quasi una statua, un simbolo.

Stefano Filipponi inizia a studiare canto all’età̀ di 14 anni all’Istituto musicale B. Gigli di Recanati e nel 2007 approda alla lirica, frequentando l’Istituto musicale GB Pergolesi di Ancona, dove incontra la sua attuale insegnante, Alessandra Capici. Dopo aver superato le selezioni ai casting ed essere stato scelto tra più di 80.000 aspiranti, Stefano partecipa come concorrente alla quarta edizione di X Factor, fino ad arrivare all’undicesima puntata. Fin da subito ottiene un grande successo di pubblico, interpretando i brani assegnati in modo personale e coinvolgente.
Da cantautore solista pubblica i singoli: “Motivazione surreale”, “Metronotte” e “Sono nel vento”. Partecipa a Sanremo Social nel 2012 con Pollyanna, dove affronta ironicamente la complessa questione dell’omonima sindrome. Nel 2013 reinterpreta “A me me piace a nutella”, celebre inno neomelodico del bambino cantante Lucio Vario e pietra miliare del patrimonio trash italiano. Nello stesso anno Stefano coverizza “Venus” di Lady Gaga. La famosa cantante clicca come sul suo social network e la cover viene apprezzata e condivisa in tutto il mondo dai numerosissimi fans. Alla sua attività di musicista affianca la passione per l’arte contemporanea, che vede atti- vo in numerosi progetti, la sua cover di Sailor Moon è stata esposta alla galleria Current di Milano nel marzo 2016. Nel gennaio del 2017 esce il suo secondo EP “Manifesto”,
Nel dicembre dello stesso anno porta in scena il suo personaggio drag di ARCADIA, che calca i più̀ noti palchi della scena queer milanese fino ad esibirsi ai Pride del 2019 e del 2020 (nello show digitale in streaming su Twitch).

Jack Jaselli: on line il video di “Ultimo addio” il singolo del cantautore milanese

Il video del nuovo singolo di Jack Jaselli “Ultimo addio” è da oggi on line, si tratta della sua prima uscita discografica pubblicata dall’etichetta INRI, distribuzione Artist First
« “Ultimo Addio” è una canzone diretta, potente e malinconica. Con Chiara Mirelli e Giovanni Di Modica [ndr: i due registi] abbiamo scelto di fare un video elegante e suggestivo che sposasse perfettamente il brano.Pochi elementi: quelli essenziali per qualunque narrazione. Le inquadrature ed il montaggio continuano a portare dal particolare all’universale e viceversa.Così come per il brano, la musica rimane sempre in primo piano, anche grazie al gioco di video combinati. Le immagini lasciano spazio a una lieve malinconia che ognuno può riempire con i propri ricordi e il proprio sentire.» Jack Jaselli

Dopo tre dischi in inglese, uno in italiano prodotto da Max Casacci dei Subsonica e l’ultimo tour musicale di oltre 800 km, percorrendo l’Italia a piedi con zaino e chitarra in spalla, il cantautore milanese Jack Jaselli torna a farsi sentire con un brano dalle graffianti sonorità blues e rock, che definiscono la sua identità artistica più autentica. Il sound di “Ultimo addio” è crudo, organico, agrodolce, come un triste ma necessario addio, che non si può fare a meno di pronunciare per ricominciare ad assaporare la vita. 
“Ultimo addio” è una ballata fumosa e struggente. Parla di come si possa sbagliare, pur essendo pienamente lucidi. Di come sia difficile conservare le distanze in amore e di come il nostro mondo interiore, quando è imbevuto di solitudine, riesca a compromettere o scontrarsi con la realtà che abbiamo intorno. La paura di trovare l’inferno fuori rivela che spesso il tormento nasce, ammalia e lascia sgomenti, nella parte più profonda dell’animo. E ciò che fa male o atterrisce è solo un riverbero di ciò che abbiamo dentro. Non è più tempo di avvolgere la musica con una patina superficiale splendida. Per Jack Jaselli è ora di tornare a dare viva voce al suo cuore di tenebra, un ultimo bacio, un ultimo addio.

“Un caffè x stare bene” è il nuovo singolo del cantautore GIACOMODELGRUPPO

“Un caffè x stare bene” è il nuovo singolo di GIACOMODELGRUPPO, pseudonimo del giovane cantautore e musicista pavese Giacomo Chidolla, in uscita in radio e su tutte le piattaforme digitali a partire da venerdì 13 novembre.

Questo secondo singolo, che segue il brano “Ti sogno da sobrio”  uscito con videoclip  “vuole offrire a tutti un momento di pausa, riflessione e tranquillità per staccare dalla quotidianità ormai fuori controllo che ci troviamo a vivere giornalmente. A volte basta poco per stare bene, un piccolo gesto, l’attenzione di una persona importante… o semplicemente un caffè”, racconta GIACOMODELGRUPPO.

“Un caffè x stare bene” è un altro importante tassello del nuovo progetto discografico di GIACOMODELGRUPPO, con cui cerca di rivisitare il cantautorato sotto una chiave moderna dal punto di vista sonoro e testuale, cantando di esperienze vissute e personali ma anche di emozioni che sembrano arrivare da un’altra epoca estraniandolo dalla realtà moderna.

“Emozioni sempre positive – spiega l’autore – caratterizzate da un amore incondizionato verso la vita, il futuro e tutte le persone che ne fanno parte, mantenendo uno stato mentale positivo che rimane inalterato in qualsiasi situazione: cerco di vivere in un’era diversa, io e il mio team la chiamiamo ‘Era dell’Amore’.”

Il brano è scritto e arrangiato da GIACOMODELGRUPPO, prodotto da Boy East & Alosi e registrato presso Downtown Studios. Mix a cura di Simone Giorgi & Alosi di downtown Studios. Masterizzata da Giovanni Versari.

“ITACA” è il nuovo ep di SASHA TORRISI, ex frontman dei Timoria.

“ITACA” è un progetto artistico ben definito che racchiude in sé varie forme d’arte tra musica, pittura, fotografia e poesia ed esce dopo undici anni dal precedente “Un Nuovo Me”. Non è facile etichettare questo EP con uno specifico genere musicale: di certo non mancano le ispirazioni al Rock, al BitPop, al Grunge, alla Prog, al cantautorato e, perché no, al passato con i Timoria di cui è stato il cantante dal 1997 al 2004.  Già dall’omerico titolo si intuisce che si tratta della metafora dell’uomo nel Viaggio della Vita raccontato attraverso le cinque canzoni che compongono il disco. Nel primo singolo “La Mia Prigione” il protagonista inizia il suo percorso interiore, come un entronauta alla ricerca del proprio “Io”. Il viaggio continua raccontando la vita di tutti i giorni con il susseguirsi dei brani intitolati “Senza Rimpianto”“Nonostante Te”, “Non Ti Accontenti Mai” e infine “Itaca”. Quest’ultima è la title track, la canzone che meglio esprime il nuovo percorso artistico di Sasha Torrisi ed è scritta a quattro mani con il cantautore ligure Christian Nevoni.

Renzo Arbore, la sua straordinaria carriera al centro del premio “Le Cattedrali Letterarie Europee”

Un viaggio alla scoperta della straordinaria carriera di un uomo che ha rivoluzionato il modo di fare radio, televisione, cinema e musica dedicando al lavoro tutta la sua vita. Renzo Arbore, artista contemporaneo di grande levatura, con il suo essere innovativo, geniale, ha saputo divertirsi e divertire. Allo showman, ambasciatore della musica napoletana nel mondo, sarà consegnato il prossimo 24 ottobre presso il Teatro Basilica (piazza di Porta San Giovanni 10) il prestigioso riconoscimento internazionale, “Le Cattedrali Letterarie Europee”, assegnato nel tempo ad altri illustri personaggi, quali: Umberto Eco, Meryl Streep, Roberto Benigni, Carlo Verdone, Arturo Brachetti. Promosso dall’Associazione Culturale Eureka, con lo scopo di sottolineare il valore delle eccellenze nei vari campi: arte, musica, cinema, cultura, giornalismo, il premio sarà consegnato dal presidente e vice presidente, Marco Ghitarrari e Pierluigi Pietricola, durante una cerimonia speciale, durante la quale Arbore avrà l’opportunità di raccontare, con la sua proverbiale generosità e verve, e tappe salienti della sua vivacissimo percorso artistico, tra ricordi, curiosità, storici incontri e personaggi indimenticabili che lo hanno accompagnato, e lo accompagnano, nelle sue molteplici e soddisfacenti avventure. Durante la serata sarà consegnato anche il Premio Excellentissimus, dedicato ai giovani talenti, e assegnato per questa edizione a Marco Vannucci, Trio Blewitt, David Ambrogio. Ingresso ad inviti previa prenotazione nel rispetto delle misure previste dalle normative vigenti.

Ivan Granatino e Clementino in radio dal 23 ottobre con il singolo “DINERO”

Dopo i numeri record del pezzo estivo “Caramella” feat. Bl4ir, il 23 ottobre esce “Dinero”, in collaborazione con Clementino. Prodotto dallo stesso Ivan Granatino insieme a Max D’Ambra, il brano racconta in maniera ironica uno spaccato della società odierna “Qui comanda chi mangia chi si veste importante e scavalca ‘e muntagne con Rolex oro e diamante nel locale diventi un re sbocciando bottiglie dentro il privée…” slang, usi e costumi di una società che punta tutto sull’apparenza e poco alla sostanza delle cose.

Il videoclip sarà online da venerdì 30 ottobre, diretto da Max Castelli.

Ivan e Clemente, entrambi autori del brano insieme a Sergio Viola, sono da sempre amici e da questo rapporto è nata questa nuova collaborazione dalle sonorità rap e con un extrabeat davvero potente.

“Clemente per me è un fratello ma è soprattutto un professionista che non si piega alle logiche di mercato ma da sempre è uno dei migliori rapper nazionali” racconta Ivan Granatino.

“Dinero è sicuramente un tormentone invernale, rispecchia i problemi della nostra società in chiave ironica. Quando lo ascolti è impossibile restare fermi. È una traccia che sicuramente suonerà nei club!!!! Scusate! Ma io ed Ivan l’abbiamo fatto di nuovo!!!” prosegue Clementino.

Questi i numeri del giovane cantante urban che si appresta a realizzare un album nel 2021 che sarà un giro intorno al mondo della musica grazie alla sua versatilità e alle collaborazioni importanti: 18M con CARAMELLA il singolo dell’estate tra video, topic, stream; 10M con ME LLAMA; 16 M con Viene appriesso a Me. Ivan Granatino ad oggi conta sui social: Instagram oltre 200k, Facebook oltre 200k, Spotify 500K ascoltatori mensili, YouTube oltre 130K.

AREA SANREMO 2020: resi noti i nomi della commissione artistica dell’unico concorso che conduce al 71° FESTIVAL DI SANREMO

Sono nomi prestigiosi, quelli scelti per la commissione che quest’anno andrà a valutare i ragazzi che si iscriveranno all’unico concorso che  porterà due artisti sul palco dell’Ariston.

Vittorio De Scalzi, Presidente della Commissione, è uno dei compositori, autori e cantanti italiani che sulla sua continua ricerca, sperimentazione e curiosità musicale ha modellato e costruito il suo straordinario talento in oltre 50 anni di carriera. Decine di evergreen pop, dischi pilastro del rock progressive e 7 Festival di Sanremo con i New Trolls.

Gianmaurizio Foderaro: una voce storica e inconfondibile, cronista e narratore dell’effimero musicale, docente universitario, autore. Una vita ai microfoni RAI, con decine di trasmissioni e di ruoli anche televisivi, e tanti Festival raccontati nell’etere. Membro della giuria di Sanremo Giovani nelle edizioni di Morandi e Conti.

Rossana Casale: il canto Jazz e il canto Pop sono da sempre il suo mestiere. Corista per i grandi della musica in gioventù, partecipa a 5 Festival di Sanremo, a 4 edizioni di X-Factor come vocal coach. E poi tanti dischi che da anni porta in giro per il mondo.

Erica Mou, cantautrice dalla forte personalità, ironica e istrionica. Una bacheca stracolma di premi e concerti in molti angoli del mondo. Canzoni prestate al cinema, al teatro e alla pubblicità. Un Sanremo Giovani in cui ha vinto Critica e sala radio. Ed ha appena scritto un libro, già pluripremiato.

G-Max: dischi, successi e ininterrotti tour con i Flaminio Maphia, un Festival di Sanremo con Franco Califano, attore in molti film e fiction di culto, conduttore di seguitissime trasmissioni di musica, nonché co-conduttore da 20 anni di Stracult su Rai2 e in radio su 105.

Il Presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica di SanremoLivio Emanueli, dichiara: «Siamo felici di annunciare questa commissione eterogenea, complementare e di qualità. E lo siamo anche per la risposta che i giovani artisti stanno dando, avendo già oltrepassato le 200 domande di iscrizione. Siamo fiduciosi del fatto che Area Sanremo vivrà, nonostante il periodo difficile, una grande edizione».

Le audizioni live di Area Sanremo 2020 saranno nei giorni 24/25 ottobre, 31/1 novembre e 7/8 novembre, che condurranno alla finale del 21/22 novembre, quando verranno decretati gli otto vincitori del concorso. Da questi ultimi, la commissione Rai sceglierà i 2 partecipanti alle Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2021.
Le audizioni si svolgeranno al Palafiori, nel rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid. I corsi preparatori invece non si terranno in presenza, ma saranno on line. Riconfermata la partnership con Nuovo Imaie e CPM Music Institute come Educational Partner. Mentre Rai Radio Tutta Italiana è Media Partner del concorso.
Quest’anno il numero dei partecipanti sarà a numero chiuso per le prime 600 domande d’iscrizione, per ottimizzare le procedure e garantire al personale e ai partecipanti una corretta e sicura affluenza, una migliore gestione dei flussi e una continua sanificazione. 
Anche quest’anno l’iscrizione al concorso sarà gratuita.
Primo importante e necessario criterio per iscriversi al concorso è avere un brano inedito, per i dettagli consultare l’intero regolamento sul sito ufficiale di Area Sanremo.

Premio Poggio Bustone 2020: i vincitori

Un salotto fra amici, come platea il mondo del web: quello della musica, delle passioni, dei ricordi. Si sono svolte così il 9 ottobre alle 21 le finalissime del Premio Poggio Bustone (www.premiopoggiobustone.com) che ha decretato così, in una calorosa diretta streaming, i vincitori di questa stranissima sedicesima edizione. A condurre la serata erano il Direttore artistico Maria Luisa Lafiandra e la Presidente dell’Associazione Gabriella Rinaldi, con la regia – dietro le quinte – di Marco Testoni, nella tripla veste di regista musicista e giurato. Premio alla Personalità Artistica e Miglior cover a Luiza Costantin con Preziosa, il brano inedito scritto da Antonio Catalano, e con la sua intensa rilettura di E penso a te di Battisti. Secondo classificato Gianluca Lalli con Libertà, terza Giulia Ventisette con Mio fratello. Ricordiamo che il Premio al miglior classificato consiste in una contributo alla promozione offerto dalla Fondazione Varrone, prezioso partner in tutti questi anni.
Una targa speciale e straordinaria in ricordo dell’amico Detto Mariano (Premio alla Personalità Artistica, più volte Presidente di Giuria e giurato del Premio stesso, Cittadino Onorario di Poggio Bustone) recentemente scomparso è andato a Serena Finatti e Andrea Varnier (Premio Poggio Bustone 2013) per “aver saputo coniugare nella musica e nella vita passione, creatività e professione”.
Hanno partecipato alla diretta alcuni amici musicisti che hanno fatto parte della storia di questo festival: Paolo Longhi che ha presentato il video del brano che lo aveva visto al Premio, Attimi Immersi; Valentina Rossi con il video di Milonga de l’Aura dal suo progetto Le Valentine; Amelie con la sua recente Dentro una stanza. E anche Marco Testoni che ha presentato la sua personalissima versione di Endangered Species di Dianne Reeves, alla voce Sabrina Zunnui e alla danza Donatella Patino, un brano e un video che faranno parte dello spettacolo crossmediale Terrazze digitali (20 ottobre sui social).
Ricordiamo che otto sono stati i semifinalisti: Stefano Accetta con Ascolta mi, Alessia Annesi con Alza la testa, Paolo Bianchi con Tutti i notturni, Luiza Constantin con Preziosa, Riccardo Di Salvo con L’amala vita, Gloria Galassi con Prima di andare, Gianluca Lalli con Libertà  e Giulia Ventisette con Mio fratello. Ricordiamo che tutti i finalisti hanno proposto, oltre ad un inedito, una propria personale rilettura di un grande classico di Lucio Battisti.
La giuria era formata da: Luciano Torani (Presidente di Giuria, Ingegnere del Suono), Marco Testoni (compositore, musicista e music supervisor),  Elena Friedrich (cantante), Emanuele Scarparo (Forward Studios), Emma Biscetti (artista, scrittrice).

“GIANO” è l’avvincente EP d’esordio di RAFEL

GIANO” è un progetto  nato nel 2020 dalla penna di RAFEL e dalla tastiera di Xanthic, suo attuale produttore. Il titolo è stato scelto appositamente per rappresentare lo sguardo al futuro ma senza dimenticare il passato. Il Dio Giano è rappresentato anche come Dio dell’inizio. Questo EP è il primo step di un progetto eclettico che vuole unire diversi tipi di sonorità. I tre brani contenuti hanno un mood molto intimo poiché trattano di temi reali e autobiografici raccontati in maniera sincera, ma allo stesso tempo astratta.
Gli elementi caratteristici di questa raccolta musicale sono le musiche originali composte da Xanthic, in modo da rispecchiare perfettamente gli scatti e i disturbi emozionali del cantante, e i testi di Rafel che danno vita a delle emozioni che si trasformano in vere e proprie persone ed entità.
Dice Rafel a proposito del nuovo EP«Ho scritto questo Ep assieme a Xanthic per creare le fondamenta del mio mondo. Ho voluto tirar su le mura e rivestire il pavimento di Chiodi di plastica, tappezzare le pareti di lettere che si potranno leggere Solo un Giorno ed ho piazzato di fronte all’uscio uno zerbino dove chiunque può leggere Ho scritto Fine».
Di seguito la tracklist di “Giano”: “Solo un giorno” feat. Vane, “Chiodi di plastica”, “Ho scritto fine”.
 
Rafel, nato a Cagliari il 20 maggio del 1992, è cresciuto in un paesino della Sardegna, Selargius, fino all’età di 19 anni. Dopo, inizia a viaggiare per crescere musicalmente ma senza dimenticare mai la sua terra. La sua passione per il palco e per la musica si sviluppa dall’età di quattro anni, quando inizia a frequentare i primi gruppi di canto e le prime lezioni. Con il proseguire degli anni si dedicherà allo studio del canto moderno e del teatro. Con il suo primo e storico gruppo, gli Elysium, di cui è stato il frontman, scrive il suo primo album. Il gruppo si scioglie nel 2016 e da lì Rafel inizia il suo percorso da solista. Si avvicina al mondo della Zarro Night dove conosce tanti esponenti del mondo musicale Dance e non di Milano. A maggio 2019 pubblica il suo primo singolo, “Apatica”, che non ebbe tanta approvazione e tanto successo. Dopo, con i Party Boomers, dj resident della Zarro Night, pubblica “Non Succederà Più”. Ad ottobre 2019 partecipa ad Area Sanremo. A dicembre di quell’anno pubblica “Inesistenti come Eroi”, seguito all’inizio del 2020 da “Notre Dame”, brano che attinge da un genere totalmente diverso, una sorta di trasformismo musicale definito da Rafel “Bipolarismo estetico musicale”. Questo termine invita tutte le persone a non sentirsi oppresse nell’arte ed a sfogare tutte le proprie emozioni come meglio si crede. L’EP d’esordio di Rafel dal titolo “Giano” sarà disponibile in digitale dal 2 ottobre.

“RICH” di Alberto Lombardi missato da Bob Clearmountain, il fonico di Springsteen e Rolling Stones

Dopo gli ottimi risultati del precedente “Start Again”, da domani, venerdì 2 ottobre, sarà in rotazione radiofonica “RICH” (Belairstudio / DistroKid), il nuovo singolo del cantautore e chitarrista ALBERTO LOMBARDI, già disponibile sulle piattaforme digitali dal 25 settembre. Si tratta del secondo brano estratto dall’album “Home”,missato da Bob Clearmountain, il fonico di Springsteen e Rolling Stones. L’album intero non sarà fruibile sugli store digitali ma è già disponibile in cd e vinile tramite crowdfunding, a sostegno della promozione. Il brano indaga sul significato della vera ricchezza. La voce di Bob Marley, inserita nel break, sintetizza questa visione in una risposta data durante una celebre intervista. Un pezzo orgogliosamente vintage nelle sonorità, senza essere modaiolo, con lo spirito degli anni ‘70 che include un riff di chitarra tematico e un assolo che mette in luce il virtuosismo di Lombardi. «“Rich” è la mia visione della ricchezza e della felicità– racconta l’artista –mentre scrivevo il testo mi sono imbattuto in Bob Marley che diceva esattamente la stessa cosa a un intervistatore inglese. Ovviamente ho trovato il modo di inserire la voce di Marley nel brano! Come nel singolo precedente anche qui le chitarre abbondano, riff e assolo inclusi, inoltre la collaborazione di Clearmountain è stata determinante per il sound finale». Alberto Lombardi è un chitarrista acustico riconosciuto a livello internazionale, apprezzato dai più importanti giornali del settore e riconosciuto da star della chitarra come Nile Rodgers e Tommy Emmanuel, ma è prima di tutto un cantautore e un chitarrista rock. È spesso in tour con il suo tributo alla Stratocaster, dove suona la musica che ha reso questa chitarra una leggenda, da Hendrix a Clapton, da Gilmour a Jeff .

Alberto Lombardi è un virtuoso italiano della chitarra riconosciuto a livello internazionale, specializzato sia nell’acustica fingerstyle che nell’elettrica rock. È anche un cantautore e ha appena pubblicato il suo nuovo disco “Home”, missato dal leggendario fonico di Springsteen e Rolling Stones, Bob Clearmountain, a cui hanno partecipato le cantanti storiche degli Chic, Norma Jean Wright e Luci Martin. Nile Rodgers produttore di Bowie e Madonna ha detto del disco: “Killing! Such great musicianship!” (Fortissimo, grandi capacità musicali). Alberto ha suonato sui palchi degli stadi Italiani San Siro e Olimpico, del celebre Pavillao Atlantico di Lisbona ma anche club prestigiosi come 3rd and Lindsley di Nashville.  Al momento è in tour con il suo progetto Alberto Lombardi Stratocaster tribute dove interpreta la grande musica degli artisti legati all’iconica chitarra, come Clapton, Hendrix, Gilmour, SRV e tanti altri. Le sue coinvolgenti performance sull’acustica sono composte da elaborati arrangiamenti di grandi classici della tradizione italiana ed internazionale, riletti con l’uso di fingerpicking, flatpicking, looping e voce, ma anche di canzoni e composizioni originali. È stato in tour in Europa e in USA, suonando in festival importanti come la Muriel Anderson’s All Star guitar Night, Peter Finger’s International Guitar Night, Chet Atkins Appreciation Society, le Serie “Argenta” in Arkansas e “Wooden Hall” in California, nonché per il prestigioso istituto di Cultura italiana di Los Angeles, o in club come il Rockwood Music Hall di New York o la Nashville City Winery. Non mancano le rassegne nostrane come Sarzana, ADGPA, Madame Guitar, etc. È stato inserito tra gli otto chitarristi da tenere d’occhio nel 2018 (Vintage Guitar Magazine) e tra i 10 migliori chitarristi acustici emergenti (Guitar Masters, Polonia). È testimonial dei marchi Taylor Guitars e B&G guitars. Alberto è da 25 anni anche session man per molti artisti italiani e internazionali, proprietario di uno studio di registrazione, arrangiatore, produttore e mixer di musica rock e pop. Le sue collaborazioni sono molteplici e vanno da artisti internazionali come le cantanti della band CHIC, Robbie Dupree, a nomi italiani come Barbarossa, Massimo di Cataldo, Loredana Bertè, etc.