“L’assurda felicità”, è il nuovo singolo della cantautrice Valentina Livi.

E’ disponibile da Venerdì 18 Ottobre il nuovo singolo di Valentina Livi, dal titolo “L’assurda felicità” che anticipa il suo primo Ep sul quale è attualmente al lavoro con il produttore Francesco Tosoni (Noise Symphony). “L’assurda felicità è l’accettazione di cose successe, della mia infanzia e delle mie perdite. È guardare indietro con un sorriso e non più con rabbia, dopo aver capito che sei la risultante di tutto il tuo passato. Per questo l’uso della parola “assurda”, perché è veramente strano, a volte, sentirsi felici nonostante tutto. E’ divertente, al limite della follia.”

Con queste parole Valentina Livi parla del suo primo singolo “L’assurda felicità”. Il brano racconta di quando, ad un certo punto della tua vita, guardandoti dal di fuori, realizzi di essere il frutto di tutte le esperienze vissute che, nel bene e nel male, hanno segnato la tua vita e sono il bagaglio fondamentale da portare con te nel tuo viaggio. Il brano è una ballata intensa segnata dalla voce tagliente di Valentina che guida l’ascoltatore in un crescendo di emozioni, come in un percorso di crescita.

Il brano, scritto da Valentina e arrangiato insieme al collega Davide Pagnani, è stato prodotto e masterizzato all’RHK Studio di Torino da Giuseppe Diana. 

Valentina Livi nasce a Fano (PU) nel 1995, in una famiglia dove tre fratelli, più grandi di lei, cantano e suonano, ed è quasi impossibile non appassionarsi alla musica.

Fin da bambina si appassiona alla musica di grandi cantautori e interpreti come Lucio Dalla, Ivano Fossati, Franco Battiato, Lucio Battisti,Tenco, Mia Martini e Mina, artisti che influenzeranno profondamente la sua scrittura.

A 14 anni fa la sua prima esibizione in pubblico, vincendo il concorso annesso che le permette di ottenere una borsa di studio per una scuola di canto.

Valentina frequenta 5 anni di Liceo Musicale a Pesaro dove, oltre alle materie ordinarie, studia musica classica, approfondendo armonia, solfeggio, canto lirico e composizione, un’esperienza che arricchirà e contaminerà moltissimo le sue idee musicali future, soprattutto per il rapporto di scambio che creerà con la sua insegnante di pianoforte. Durante il Liceo prende parte anche a vari Musical mettendo alla prova la sua timidezza.

Dopo il Liceo decide di frequentare 3 anni di diploma canto al CPM e, per due anni di fila, vince il Best Solo Performer del CPM, prima con un brano di Tenco e poi con uno proprio.

Nel 2012, all’età di diciassette anni, partecipa a X-Factor dove, arriva fino agli Home Visit nel team capitanato da Mika.

Successivamente Valentina decide di iniziare a scrivere, comporre, imparare a suonare uno strumento musicale, concentrandosi solo sulla musica. Nel 2017, dopo alcuni anni di lavoro sulla scrittura e analisi su stessa, decide di rimettersi in gioco partecipando al Tour Music Fest. Valentina arriva al primo posto nella categoria “Cantautori” con un brano scritto e arrangiato da lei insieme al cantautore pesarese, Davide Pagnini che le permetterà di realizzare un singolo con il produttore romano Tony Pujia. Con il Tour Music Fest Vince anche il premio “Sponsor for artist”, premio economico per incentivare la crescita e la realizzazione delle proprie idee.

Nel 2018 arriva alla semifinale nazionale di Area Sanremo con un brano scritto da lei.

Oltre alla passione per la musica, Valentina si dedica al calcio fin dall’età di sei anni diventando una calciatrice professionista. Ha sempre giocato in Serie C e attualmente gioca in Eccellenza nella Vis Pesaro come trequartista/centrocampista con il numero 10. Alla proposta di approdare in Serie A, Valentina ha preferito immergersi nella musica.

Il 18 Ottobre 2019 esce “L’assurda felicità”, il nuovo singolo di Valentina Livi prodotto da RHK Studio. L’artista è attualmente in studio con il produttore Francesco Tosoni (Noise Symphony Music) per la realizzazione del suo primo Ep.

Il 31 ottobre la IX edizione del Premio Giornalistico “Mimmo Castellano” a Castel San Giorgio

Attesa per la IX edizione del Premio giornalistico “Mimmo Castellano”. L’evento è in programma giovedì 31 ottobre alle ore 15 presso l’Aula Consiliare del Comune di Castel San Giorgio (SA).

La manifestazione – organizzata dall’Associazione della Stampa Campania Valle del Sarno, con il patrocinio del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, del Movimento Unitario Giornalisti, del Comune di Castel San Giorgio e della Provincia di Salerno – ha lo scopo di onorare la memoria del compianto Mimmo Castellano, papà dei giornalisti, scomparso prematuramente dieci anni fa.

Castellano è stato vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania e segretario generale aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana. Al suo nome sono legati numerosi riconoscimenti a favore della categoria come la legge 150/2000 sulla Comunicazione ed Informazione Istituzionale.

Il Premio è uno dei fiori all’occhiello per l’Assostampa che, fin dalla sua costituzione, ha inteso rendere omaggio a una personalità che ha dato tanto all’intera categoria. 

La premiazione coincide con il corso di formazione per giornalisti sul tema “La deontologia del giornalista e i linguaggi dell’informazione” (6 cfu, prenotazione tramite piattaforma Sigef). 

Sul tema – dopo i saluti istituzionali del presidente della Provincia, Michele Strianese, del sindaco di Castel San Giorgio, Paola Lanzara, e del presidente dell’Assostampa Campania Valle del Sarno,  Barbara Ruggiero – si confronteranno: Carlo Verna, presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti; Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania; Mimmo Falco, presidente del Movimento Unitario Giornalisti e del Corecom Campania; Salvatore Campitiello, consigliere dell’Ordine dei giornalisti della Campania. 

Il Salotto di Bry alla XIV^Edizione di “Lumina in Castro” nel Castello Lancellotti a Lauro

In questa puntata il Salotto di Bry, nel suo continuo viaggio a 360 gradi, ha condotto gli spettatori a Lauro, antico e spettacolare borgo situato nella bassa Irpinia.  Proprio qui, su una roccia rivolta a mezzogiorno denominata “primo sasso”, fu edificato l’imponente Castello Lancellotti, una delle residenze d’epoca più suggestive della Campania. Grazie ai fantastici giovani dell’Associazione Ricreativa Culturale Pro Lauro, presieduta da Antonio Ferraro, il Castello ha aperto le porte al pubblico con la XIV^ edizione di “Lumina in Castro”, suggestivo e coinvolgente evento che ha fatto rivivere il ritorno al Medioevo attraverso la rievocazione storica, il regale corteo e l’affascinante e tormentata storia che intreccia generazioni di casate nobili. Principi, condottieri, dame e popolani hanno ridato vita ad un Castello particolare non solo per gli eventi di cui è stato teatro, ma perché continua ad essere abitato. Nella puntata le interviste ai protagonisti e una manifestazione tutta da scoprire.

Viaggiare a 360 gradi con “Il Salotto di Bry” è scritto e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito, regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, fotografia di Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it

VIDEO E INTERVISTE 

CLICCARE SULLA FOTO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY 

Musica Contro le Mafie 2019/2020. Annunciata la Giuria del concorso che scade il 31 ottobre. Fiammetta Borsellino la prima ospite.

Il primo ospite d’onore della “5 Giorni di Musica contro le mafie”, che si terrà a Cosenza dal 3 al 7 dicembre 2019, in un ricco programma che verrà annunciato nelle prossime settimane, è Fiammetta Borsellino figlia del magistrato Paolo, impegnata da anni in una importante battaglia civile alla ricerca di verità e giustizia. Ricorda la figura paterna e denuncia i depistaggi. «Per me quella di via D’Amelio – dichiara – fu una strage di stato. Non a caso la sentenza della Corte d’assise di Caltanissetta del 2017 dice che indagini e processi sono stati caratterizzati da gravissime anomalie. Cerco di trasmettere ai giovani l’esempio di mio padre. Condivido con loro la mia esperienza personale che sento come un dovere civile. La scuola è un importante avamposto educativo dove far lievitare la consapevolezza della legalità e del rispetto delle regole. Quando parlo ai ragazzi colgo la loro attenzione, il loro desiderio di costruire una società migliore. C’è stato un tradimento nei confronti di mio padre quand’era in vita che poi è continuato anche dopo la sua morte».

“Per Musica contro le mafie è un’impegno primario tramandare la memoria delle vittime innocenti di tutte le mafie – dichiara Gennaro De Rosa presidente e direttore artistico della manifestazione – e invitare Fiammetta ci permette di ribadire ancora una volta il nostro principale impegno”.

La figlia del magistrato incontrerà gli studenti proveniente da varie città italiane per ricordare la figura del padre, un monumento della lotta alle mafie e indimenticabile protagonista insieme a Giovanni Falcone; sia come uomo delle istituzioni ma anche come padre e siciliano attaccato alla sua terra. L’invito a Fiammetta Borsellino parte anche grazie al testo del brano di Gero (Svuoto il bicchiere), già vincitore della scorsa edizione del Premio Musica contro le mafie. Una canzone che racconta di una vicenda di vita quotidiana di Paolo Borsellino – storia dolce-amare raccontata da Fiammetta in un’intervista – che in un raro momento di libertà dagli impegni istituzionali dimostra il suo lato umano: il magistrato si libera dalla scorta, prende la vespa per andare in giro liberamente ma cade e si rompe un piede per poi essere ricoverato in ospedale.

Per quanto riguarda il concorso ricordiamo che il 31 Ottobre è l’ultimo giorno per iscriversi; in pochissime semplici mosse, dal sito https://www.musicacontrolemafie.it/10edizione, gli artisti potranno partecipare alle selezioni nazionali per musicisti emergenti Premio Musica contro le mafie.

L’obiettivo è selezionare realtà artistiche con una spiccata sensibilità per i temi sociali, anti-mafia e soprattutto per la diffusione di Buone Idee e Buone Prassi attraverso la musica.
Il concorso contribuisce, grazie al sostegno di importanti partner alla crescita artistica ed offre premi utili all’accrescimento professionale.

I vincitori principali della 10^ edizione del Premio si esibiranno, insieme ad altri artisti premiati, alla cerimonia di consegna dei Premi a Casa Sanremo a febbraio 2020 durante la settimana del prossimo Festival della Canzone Italiana, grazie alla partnership con Casa Sanremo.

LA GIURIA
La giuria tecnica è composta da 20 “responsabili” che nel mese di novembre dovranno giudicare i brani iscritti al concorso. I giurati sono tutti attivi e noti nel campo musicale, artistico, sociale dell’informazione.

Ecco la lista:

Cristiano Godano (Marlene Kuntz)

Maurizio Capone “BungtBangt”

Michele Riondino

Modena City Ramblers

Piotta

Fausto Pellegrini – Vice CapoRedattore Cultura e Spettacoli – Rai News 24

Giovanni Ansaldo – Giornalista, Critico Musicale – Internazionale

Maria Cristina Zoppa – Giornalista e Conduttrice – Rai Radio Live

Massimiliano Longo – Fondatore e Direttore – All Music Italia

Mauro Marino – Conduttore – Radio Italia

Alessandro Angrisano – Presidente – A.C.E.P.

Gennaro de Rosa – Presidente e Dir.Artistico – Musica contro le mafie

Gianni Raimondi – Coordinatore – Uno Maggio Taranto “Libero&Pensante”

Graziella Corrent – Direttivo – Club Tenco

Luca Li Voti – Responsabile Festival – KeepOn Live
Massimo Bonelli – Ceo / Event manager “Primo Maggio Roma” – ICompany

Michele Gagliardo – Responsabile Nazionale Libera “Formazione” – Libera (Associazioni nomi e numeri contro le mafie)

Pino Gagliardi – Dir.Editoriale – TIM Music

Ugo Vivone – Presidente – Officine Buone

Vincenzo Russolillo – Presidente – Casa Sanremo

Organizzata dall’Associazione Musica contro le mafie, della rete di LIBERA fondata da Don Luigi Ciotti, ritorna per il decimo anno consecutivo il concorso nazionale “Premio Musica contro le mafie” che sostiene e valorizza la musica socialmente impegnata.

Il tema di questa edizione è #Oltreiconfini. Un invito a stimolare un pensiero preciso, verso un mondo senza barriere, senza divisioni di credo e di razza, senza poteri che oscurino cuori e menti. La creatività che stimola il desiderio di cercare l’unione nella diversità e farsi portatrice di un cambiamento profondo “guidato dalla musica” con gli artisti in prima linea.

Il primo classificato della 10^ Edizione riceverà i seguenti premi:

– Showcase in alcuni dei più importanti Festival Italiani grazie alla Partnership con Keepon Experience e Doc Servizi.
– Esibizione sul palco dell’Uno Maggio Libero e Pensante di Taranto 2020.
– Ospite in più tappe di “Casa Sanremo Tour 2020” e showcase presso Casa Sanremo.
– Borsa di studio/produzione destinata allo sviluppo della propria attività artistica.
Questo è senza dubbio il premio di punta e il più ambito da tutti i concorrenti, perché è molto importante per un artista avere molteplici e diffuse occasioni in cui diffondere la propria musica dal vivo.

Un’altro premio che contribuisce concretamente allo sviluppo e alla crescita artistica è il Premio Speciale “La Musica Può – Under 35” (MIBAC-SIAE-Perchicrea) [grazie alla collaborazione con Mk Live], rivolto agli artisti e autori sotto i 35 anni e che consiste nella realizzazione di un prodotto video/documentario della propria esperienza a Sanremo durante la cerimonia di premiazione, una troupe a disposizione i giro per la Città del Festival della canzone Italiana.

Tra gli altri Premi Speciali che verranno assegnati dalla giuria si evidenzia la possibilità di partecipare direttamente allefasi finali live del contest 1MNEXT, iniziativa ufficiale che da diritto ad un slot per il palco del Concerto del Primo Maggio di Roma 2020. Inoltre la Menzione Speciale del Club Tenco darà all’artista la possibilità di esibirsi in una delle manifestazioni da loro organizzate. La Targa Giovani Autori sarà assegnata dalla SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori ad uno degli artisti/autori più giovani in concorso. Il Premio Officine Buone darà la possibilità di fare un tour acustico in una serie di Strutture Ospedaliere ed essere ospiti della Finale Nazionale di Special Stage (lo scorso anno tenutasi allo Zelig di Milano) in giugno 2020. Inoltre verrà assegnata una borsa di produzione o studio grazie ad ACEP e Unemia. Infine un’originale premio speciale assegnato dal magazine “Polizia Moderna”.

Prestigiosi riconoscimenti per gli artisti in gara verranno messi a disposizione dai vari partner, rendendo così sempre più interessante e davvero utile il “Premio Musica contro le mafie”, il quale mira anche a valorizzare il lavoro del musicista, intervenendo a sostegno delle attività di produzione e promozione musicale.

COME FUNZIONA
Fino al 31 ottobre 2019 si raccolgono le iscrizioni on line. Dopo una prima fase di giudizio popolare fatto tramite social network (Facebook e Instagram) nel mese di novembre, tre differenti giurie (social, studentesca e tecnica) stabiliscono i dieci finalisti, i quali vanno ad esibirsi dal vivo alle finali nazionali a Cosenza nel mese di dicembre in una kermesse ricca di incontri, ospiti importanti, concerti, seminari, showcase, spettacoli, momenti di riflessione e azione concreta insieme a migliaia di studenti.

Ideato e organizzato dall’Associazione “Musica contro le Mafie” sotto l’egida di Libera (Associazioni, nomi e numeri contro le mafie), con il patrocinio di Avviso Pubblico e Legambiente, il Premio è un progetto culturale che si realizza con il supporto di preziosi contributi di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, Doc Servizi, Acep, Unemia, Omnia Energia, EarOne con il contributo istituzionale di Avviso Cultura PAC Calabria 2017/2019 di Regione Calabria e Comunità Europea e con la partnership di Casa Sanremo, Club Tenco, Uno Maggio Libero e Pensante, Keep On, Primo Maggio Roma, Officine Buone e il Maestro orafo Michele Affidato.

“Geometries love”, a Valencia la mostra internazionale dell’artista angrese Gianfranco Esposito

Giovedi 17 ottobre alle ore 19.00 e venerdi 18 ottobre alle ore 9.00 la Caffetteria di Wayco Ciutat Vella presenta a Valencia, in Spagna, la mostra d’arte “Geometries love“, dell’originale e coinvolgente artista italiano Gianfranco Esposito.  Dall’alba dei tempi, artisti e teorici hanno studiato geometrie, norme e formule del corpo umano per raggiungere le proporzioni perfette della bellezza. “Le geometrie dell’amore” sposta l’attenzione del corpo e l’apparenza, oggi al centro di tutto come mai prima d’ora, per concentrarsi su un aspetto più profondo. Dopo diverse esposizioni internazionali di successo, Gianfranco catturerà la vista degli spettatori con i suoi magistrali e particolarissimi dipinti, matita bianca su cartone nero, riproducendo la lavagna di un laboratorio oscuro e la ricerca delle formule matematiche che definiscono questo sentimento tanto universale quanto misterioso. Ogni dipinto rappresenta un diverso tipo di amore, ognuno ha un titolo preso dal mondo della scienza e ognuno presenta vere e proprie formule legate al tipo di amore, appartenenti al mondo della matematica, chimica, geometria, fisica, ingegneria, architettura, astronomia ed economia. Nella mostra sarà presente una cornice vuota dove si potrà scrivere la propria formula d’amore.

Gianfranco Esposito, in arte Sinistro angrese classe 1983, ha studiato ingegneria meccanica e sceneggiatura. Apparentemente nulla a che vedere l’uno con l’altro e entrambi con il disegno, ma alla fine le tre cose si sono unite in questa mostra: numeri, storie d’amore e ritratti.

 

La cafetería de Wayco Ciutat Vella presenta la exposición ‘Las geometrías del amor‘, por Gianfranco Esposito. Desde los albores del tiempo, artistas y teóricos han estudiado geometrías, normas y fórmulas del cuerpo humano para alcanzar las proporciones perfectas de la belleza. “Las geometrías del amor” mueve la atención del cuerpo y de la apariencia, hoy en el centro de todo como nunca antes, para enfocarse en un aspecto más profundo. Los cuadros (lápiz blanco sobre cartón negro) reproducen la pizarra de un oscuro laboratorio y la búsqueda de las fórmulas matemáticas que definen ese sentimiento tan universal como misterioso. Cada cuadro representa un tipo diferente de amor, cada uno tiene un título tomado desde el mundo de la ciencia y cada uno presenta fórmulas reales relacionadas con el tipo de amor, pertenecientes al mundo de las matemáticas, química, geometría, física, ingeniería, arquitectura, astronomía y economía. ¿Y tú, cuál es tu fórmula del amor? En la exposición hay un marco vacío donde puedes escribir tu propia fórmula.

Sinistro (Napoles, Italia 1983)
Estudió ingeniería mecánica y guión. Aparentemente nada a ver el uno con el otro y los dos con el dibujo, pero al final las tres cosas se han juntado en esta exposición: numéros, historias de amor y retratos.

Cada pieza se ha reproducido en una serie limitada de 20 copias, 45×60 cm, numeradas y firmadas manualmente por Sinistro, impresas en un papel de 210 gramos, 100% algodón.

Más información y contacto:
Sinistro Studio
IG: @sinistrostudio
FB: @sinistrostudio
info@sinistrostudio.com

Amalfi e Atrani applaudite a livello internazionale per “Il XIX^Capodanno Bizantino”

Viaggiare a 360 gradi con “Il Salotto di Bry” continua il suo avvincente tour e in questa puntata fa tappa ad Amalfi, bellezza e spettacolo della divina Costiera, in occasione della XIX^ Edizione del Capodanno Bizantino. Un sensazionale e suggestivo evento storico-culturale, unico nel suo genere, organizzato dal Comune di Amalfi in collaborazione con il Comune di Atrani e con l’importante Centro di Cultura e Storia Amalfitana. Grandi emozioni nelle due affascinanti città che, con i loro incantevoli scorci caratteristici, hanno fatto da magica cornice alla rievocazione dell’inizio dell’anno fiscale e giuridico nell’epoca dell’Impero d’Oriente con l’imponente corteo storico medievale, l’incoronazione dei duchi d’Amalfi e l’investitura del Magister di Civiltà Amalfitana, personalità amalfitana di origine o di adozione che si è distinta per particolari meriti in uno dei settori di spicco della storia locale. Quest’anno il riconoscimento è stato conferito all’originale architetto giapponese di fama mondiale Hidenobu Jinnai, docente di ingegneria e design della Università Hosei di Tokyo, per aver analizzato magistralmente la storia urbanistica della città di Amalfi al di là dei monumenti di spicco. Un evento internazionale in cui il susseguirsi di performances di altissimo livello ed impatto hanno indotto spontaneamente cittadini e turisti, in visibilio e provenienti da ogni dove, ad inevitabili e interminabili applausi. Grande soddisfazione da parte dell’amatissimo sindaco di Amalfi Daniele Milano, del sindaco di Atrani Luciano De Rosa Laderchi, del neo Magister e del team organizzativo per l’eccellente riuscita di un Capodanno che non solo ha miscelato sapientemente storia e modernità, ma è stato gettonatissimo sui social. Nella puntata le interviste ai protagonisti.

Viaggiare a 360 gradi con “Il Salotto di Bry” è scritto e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito, regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, fotografia di Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it

VIDEO E INTERVISTE 

CLICCARE SULLA FOTO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY 

 

Ottobre da brividi a Cinecittà World

Il parco divertimenti di trasforma in un grande videogame: Assassin’s Creed esce dalla consolle e diventa reale! Scheletri, zombie, vampiri e fantasmi, zucche e covoni di fieno: Halloween si festeggia a Cinecittà World dal 12 ottobre al 3 novembre. I più famosi film dell’orrore prendono vita nel Parco Divertimenti del Cinema e della TV di Roma che si trasforma per un mese con 8 attrazioni a tema.  
Per la prima volta in Italia un grande Videogame esce dalla consolle ed entra in un parco divertimenti: è la saga da 100 milioni di copie di Assassin’s Creed. L’ospite, indossato il visore di realtà virtuale ed impugnato l’arco, diventa Bayek, il protagonista della storia.  
Ci troviamo nel 49 a.C. in Egitto ai tempi di Cleopatra, catapultati a combattere contro l’ Ordine degli Antichi (i futuri Templari) per salvare il mondo dai tiranni e uscire vivi dalle trappole della Piramide in cui siamo imprigionati.  
In Cinecittà Street i peggiori incubi cinematografici della storia si materializzano in una Phobia collettiva sullo schermo di In-Cubo, il cinema interattivo in cui la pistola hi-tech sarà l’unica arma per combattere i mostri e sopravvivere ai nemici.
Tra le altre attrazioni a tema: CineTour – Horror Edition dove i set originali del cinema si animano di creature viventi, mummie egiziane tra le scene di CleopatraZombie nel Cimitero dei Morti viventi e antichi Romani tornati in vita.
Il roller coaster Inferno si tinge ancora più di dark con personaggi Danteschi che animano il percorso d’ingresso.
Il set di Aquila IV, il sommergibile originale del film U-571, diventa Aquila XXX (vietato ai minori!) e si colora di sensualità Horror con un percorso a luci rosse, tra sensuali marinai e cadette da paura!  
Arricchita da ulteriori effetti speciali l’amatissima Horror House, percorso al buio tra i set più terribili della storia del cinema horror. Da The Ring Nightmare, da l’Esorcista a Venerdì 13, all’antro di Lord Voldemort, ispirato dalla saga di Harry Potter, dove gli ospiti camminano a fianco dei loro peggiori incubi cinematografici.  
“I nostri ragazzi passano ore davanti ai videogiochi” afferma Stefano Cigarini, Amministratore Delegato di Cinecittà World “ma ora, per la prima volta, ci entreranno fisicamente dentro, da protagonisti veri, immersi nella storia e nel set, con Assassin’s Creed. L’esperienza di Halloween raggiunge così nuovi confini grazie alla tecnologia.”  
Menzione speciale per gli spettacoli a temaHalloween Show in Cinecittà Street, ogni giorno alle 11 e alle 17.30, Trucchi da Paura al Teatro 4 Per i bambini sotto ai 6 anni all’interno di Giocarena, il playground più grande d’Europa e set della trasmissione Eurogames in onda tutti i giovedì su Canale 5, c’è l’ “Albero Magico – dolcetto scherzetto”, un albero parlante pronto a raccontare storie con piccoli brividi.  
Tra gli eventi del mese: Sabato 12 il Party di Inaugurazione della stagione con il raduno dei fans di Assassin’s Creede la mostra dedicata, curata da Carlo Prisco, fresco vincitore del Guinness World Record.
Domenica 27 alle 16 un’altra grande anteprima cinematografica: La Famiglia Addams, in versione cartoon e il tradizionale appuntamento con l’Oscar della Danza.
Giovedì 31 ottobre si festeggia la Notte delle Streghe con apertura dalle 16 fino a notte. Un ospite speciale darà inizio alla festa più paurosa dell’anno: per tutti i bambini arriva BAT PAT, il pipistrello parlante! Tra gli eventi della giornata anche l’attesissima anteprima del film Zombieland (2) Doppio colpo, e il Muccassassina Halloween Party fino alle 05 di mattina, che festeggia a Cinecittà World il suo 30° anno di attività.
Pronti per un Ottobre da paura 

“L’Isola di Pietro” dal 18 ottobre la terza serie con Gianni Morandi

“L’Isola di Pietro”, che vede protagonista Gianni Morandi nei panni del pediatra Pietro Sereni, torna su Canale 5 con la sua terza stagione. Sarà composta da dodici episodi, in onda a partire da venerdì 18 ottobre. L’amatissima fiction mescola una serie di elementi fra loro diversi, ma molto avvincenti: la famiglia, l’amore, un mistero da risolvere e personaggi sempre nuovi e affascinanti. A fare da sfondo alle vicende di Pietro è di nuovo l’incantevole isola di San Pietro. Nel cast, oltre a volti noti come Gianni Morandi, Chiara Baschetti,  Alma Noce, Cristian Cocco, Hassan Shapi, Alessio Di Domenicantonio, Erasmo Genzini,  ci sono alcune new entry, tutti attori italiani molto apprezzati sul piccolo schermo: Francesco Arca, Francesca Chillemi, Caterina Murino ed i giovanissimi Mirko Trovato ed Arianna Montefiori.  La terza stagione de “L’isola di Pietro” si apre all’insegna del terribile lutto con cui si era conclusa la stagione precedente. Alessandro, il compagno di Elena (la figlia di Pietro) è infatti scomparso. Quest’ultima, insieme alla figlia Caterina, dovrà dunque imparare a convivere con questa assenza. A lenire in parte il dolore, ci saranno l’arrivo di un altro nipote di Pietro, Giacomo, e del piccolo Tobia. Un’ulteriore buona notizia è la possibilità per Caterina di recuperare la vista. Diego, il suo fidanzato, intraprende invece una carriera all’interno del commissariato di Carloforte. La vita quotidiana dei protagonisti, i drammi umani, gli affetti, i contrasti, le relazioni sentimentali e i misteri del passato saranno quindi, ancora una volta, gli ingredienti principali della nuova stagione.

CICCIO MEROLLA & TRIO In concerto per “SPECIAL PIZZA FOR SPECIAL PEOPLE”

Sabato 12 ottobre alle ore 20 presso nell’area della ex Base nato ( Parco San Laise- Viale della Liberazione) si terrà il concerto di Ciccio Merolla in occasione della prima edizione di Special Pizza for Special People la manifestazione nata con l’obiettivo di sensibilizzare sul tema dell’autismo e più in generale su quello della neurodiversità. Ciccio Merolla sul palco in formazione trio, formato da Piero De Asmundis alle tastiere, Davide Afzal al basso e Marco Trupiano alle percussioni, proporrà il live “ Sono Solo Suono”, un concerto che, tra improvvisazioni e brani consolidati condurrà il pubblico in una atmosfera magica, onirica, ma allo stesso tempo dinamica e sempre in levare. Catapultato in un luogo non luogo, il pubblico avrà la percezione del grande potere della musica, strumento di comunicazione come modo più diretto, grazie al suo linguaggio universale, libero dalla parola, capace di raggiungere uomini di ogni tempo ed ogni luogo.

“La musica è magica – afferma Merolla – è un ponte di comunicazione che aiuta tante persone con difficoltà, ma io dico sempre che la prima difficoltà di comunicazione appartiene a chi si sente “ normale”, a chi ignora il prossimo qualunque sia la sua problematica. Il non ascoltare, il non tendere una mano, l’indifferenza è il primo problema di questa società”

Il concerto è uno dei momento della manifestazione che ha come intento l’integrazione delle persone autistiche e degli autistici disabili, ma anche grande momento di informazione e promozione dei diritti di tutte le disabilità. Un invito ad agire per permettere a tutti di condurre una vita completa e soddisfacente, promuovendo una percezione positiva dell’autismo.

A Raffaele Paganini il Premio alla carriera Marte in Danza 2019

L’etoile internazionale inaugura la V edizione il 27 ottobre
Al Gran Gala in suo onore seguiranno 4 serate omaggio all’arte coreutica
L’evento segna il passaggio di testimone: Lamberti Design nuovo amministratore del Marte
Cava dei Tirreni, 10 Ottobre 2019 Sarà Raffaele Paganini il grande ospite di Marte in Danza, quinta edizione dell’evento patrocinato dal Conseil International de La Danse dell’Unesco, promosso e ospitato dal Marte – Mediateca Arte Eventi, in programma dal 27 ottobre all’1 dicembre negli space del polo culturale metelliano. All’etoile internazionale, che in passato, nella sua prestigiosa carriera ha anche condiviso la scena con i direttori artistici del MID Pina Testa e Stefano Angelini, sarà consegnato il premio alla carriera. Il riconoscimento, istituito lo scorso anno e assegnato per la prima volta a Josè Perez, questa volta andrà a Paganini, in segno di riconoscenza per il suo essere stato messaggero della danza in tutto il mondo.
Con l’artista italiano, domenica 27 ottobre alle 18.30, si alzerà per la quinta volta il sipario su un evento che mira a divulgare l’alto valore propedeutico ed artistico della danza: cinque le serate durante le quali allievi promettenti, talenti emergenti, professionisti e grandi ospiti condivideranno lo stesso palco tra emozione e magia. Alla stella che incornicia la Marte in Danza 2019, il compito di raccontare la propria esperienza, i suoi sacrifici, i suoi mille viaggi lontano dalla famiglia e dagli affetti per inseguire un sogno che poi è diventato realtà. Lui, che ha ballato nei teatri più prestigiosi di tutto il mondo, che ha impreziosito i corpi di ballo delle più importanti trasmissioni di successo, che ha firmato la direzione artistica dei più famosi eventi a tema danza, che ha tutelato questa meravigliosa arte, non potrà che essere d’insegnamento e stimolo alle nuove generazioni che con qualche tentennamento hanno scelto di cibarsi di danza e di credere che un futuro “alla sbarra” sia possibile.
Paganini sarà spettatore di un Gran Gala a lui dedicato in cui danzeranno gli allievi ma anche tanti ospiti (ancora top secret) provenienti dalle maggiori fondazioni lirico sinfoniche italiane, danzatori professionisti. Una serata di festa, un inno alla danza.
Il 9 novembre (alle 20.30) la rassegna prosegue con la serata “Viaggio nella danza” ovvero un tour tra stili ed espressioni che incrocia luoghi, paesi e continenti. Il 23 novembre (alle 20.30) il Marte si fa crocevia delle scuole più prestigiose della Campania che approderanno nel polo metelliano per un confronto sulla scena altamente costruttivo e formativo. In cartellone anche il doppio appuntamento (alle 17 e alle 20.30) del 30 novembre con “La danza nel mondo” per tradurre in passi tradizioni, culture, abitudini, stili di vita e poi il gran finale, l’1 dicembre, con la doppia grand soirée (alle 17 e alle 20.30)  “Natale in Danza” che accompagnerà lo spettatore nella fiabesca, magica e calda atmosfera del Natale.
Marte in Danza segna anche un passaggio di testimone importante nell’amministrazione del Polo Culturale metelliano, oggi nelle mani della famiglia Lamberti. «Come famiglia cavese siamo lieti ed onorati di essere promotori di cultura e bellezza nella nostra cittadina – dichiara Maria Lamberti già  Developer Manager di Lamberti Design, ora A.U. della Marte srl – non possiamo far altro che augurarci di avvicinare sempre più persone alle nostre attività che vedranno nei prossimi mesi incrementi in termini di servizi e novità».

“Charme in Passerella” conquista Minori con l’alta moda e un coinvolgente spettacolo

Emozionante e romantica la sfilata di alta moda andata in scena e orchestrata sapientemente dinanzi alla Basilica di Santa Trofimena a Minori, città dal fascino divino. Il Gran Galà “Charme in Passerella”, ideato dall’event planner Carolina Di Martino in collaborazione con il Comune di Minori e presentato dalla giornalista e conduttrice televisiva Brigitte Esposito, ha avvolto in un dolce abbraccio i numerosi spettatori presenti nella gremitissima Piazza Cantilena. Le collezioni haute couture 2020 dello storico e rinomato Atelier di Angri Pastore since 1940 di Anna e Vincenzo Pastore, magistralmente abbinati ai preziosi ed esclusivi gioielli di alta manifattura della Gioielleria Contè Amalfi Coast di Alfonso Iozzino, sono stati interpretati con grande professionalità dalle splendide modelle strappando scroscianti applausi a scena aperta. Ad accompagnare le uscite delle modelle in una trama originale, elegante e creativa i maestri di fama nazionale Pierpaolo e Raffaele Petti, un duo sorprendente ed innovativo che, sulle note di sax e violino, ha creato atmosfere magiche e sognanti. Ad impreziosire il defilé di alta moda non solo ricerca musicale, ma anche veri e propri quadri narrativi danzanti dipinti dalla Soul Ballet Academy di Giovanna Parlato. Ipnotiche performance, alternate a scintillanti abiti in scena, hanno scandito il ritmo classico, moderno e contemporaneo terminato con uno spettacolare e sensuale tango.  Tra le linee essenziali degli abiti e le affascinanti trasparenze è stata intensa la profonda e graffiante voce di Valeria Marrazzo che ha infiammato il pubblico così come gli emozionanti giochi di fuoco degli artisti della Alterego Events. Fantasiosa e fiabesca la scala allestita da Fiori Ferrigno di Maria & Tina così come il gustoso caffè a limone offerto al pubblico da Granato Caffè.

Il Salotto di Bry è condotto dalla giornalista Brigitte Esposito, regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia, fotografia di Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it

VIDEO DELLA SFILATA E INTERVISTE

Cliccare sulla foto per accedere alla PHOTOGALLERY 

 

Emanuele Bilancia Couture regala il sogno alle spose 2020 con la collezione True love story

di Maria Pepe 

I riflettori si accendono, calde e avvolgenti note diffondono nell’aria sogni di racconti d’Oriente, un attimo d’attesa, e… Emanuele Bilancia non smentisce le attese, anzi… le supera, andando oltre se stesso. Eteree modelle vestono la passerella con creazioni mai banali, fatte di essenziale particolarità, capi in cui l’alto pregio dei tessuti e l’elevato stato dell’ arte delle decorazioni vicendevolmente si esaltano. “True love story” 2020 – bridal collection racchiude la vision dell’artista e la laboriosa operosità dell’ amanuense e certosino lavoro d’artigianato. Merletti mediterranei dalle trame moresche, cristalli e piume formano decori preziosi e raffinati, il tutto cadenzato da elementi di respiro e vivacità, sandali positano, eleganti giacche da uomo su sensuali abiti in pizzo, un sexy gioco tra vedo e non vedo, tra immaginazione e seduzione. Uomini che oltre ad essere presenti sugli abiti da donna sciolinano una vera e propria lezione di classe e stile con la capsule collection “La sartoria da uomo”. Il classico napoletano avanza e sbalordisce con il saper vivere che da sempre lo contraddistingue, senza mai rinunciare a vezzi e cura di sé. Sei Ottobre 2019, una data da annotare, perché cornice di un evento indimenticabile, lectio dell’arte della leggerezza e portatore di raro buon gusto, griffato Emanuele Bilancia Couture.