Peppino di Capri live a Sorrento per l’anteprima del film “Alessandra – Un grande amore e niente più” di Pasquale Falcone

Peppino di Capri sarà il protagonista dell’evento di apertura delle Giornate Professionali di Cinema a Sorrento. Lunedì 2 dicembre alle ore 17, all’Hotel Hilton Sorrento Palace, l’artista si esibirà live proponendo anche il brano “Un grande amore e niente più”, con un nuovo arrangiamento inserito nel film “Alessandra” di Pasquale Falcone che verrà proiettato in anteprima la sera stessa alle 21,30 al teatro Tasso con il cast in sala. Tre storie d’amore, tre generazioni, “Alessandra” è una commedia romantica ambientata su un’isola fantastica, ricca di spunti musicali.  Tra i protagonisti Sergio Muniz, Sara Zanier, Eleonora Facchini, Antonio Apadula, Giacomo Rizzo, Pietro De Silva, Rosaria De Cicco, Alessandra Tumolillo, Fabio Massa, Sergio Sivori, Sabrina Marciano e lo stesso Peppino Di Capri. Special guest i maestri pizzaioli Gino Sorbillo, Salvatore Lionello, Vincenzo Capuano, i food blogger Vincenzo Falcone Delicious, Egidio Cerrone alias Puok&Med, e Marco Infante che interpretano se stessi in una scena del film. Prodotto da Pragma, è stato realizzato tra Cilento, Costa D’Amalfi e Cava de’ Tirreni.

Dopodomani Giardini di Mirò e Robin Proper-Sheppard in concerto a Napoli per i 30 anni di Freak Out.

Con la promozione del concerto inserito nel tour “A beautiful noise between light and shade” Freak Out torna alle origini quando agli albori delle sue produzioni live ebbe modo di organizzare un concerto di un giovanissimo gruppo emiliano: i Giardini di Mirò. Con questo live si mette il punto ad un percorso che guarda indietro ma che continua verso il futuro. L’evento è arricchito dalla presenza di Robin Proper Sheppard, artista molto amato e stimato in tutto il circuito alt-indie. Tra i GdM e Sheppard è nato un connubio artistico rappresentato dalla canzone “Hold On”, il terzo brano dell’ultimo album dei Giardini di Mirò “Different Times”, che chiude un cerchio immaginario fatto di musica internazionale, tradizione, innovazione, etica e pathos; tutti elementi che hanno sempre contraddistinto il lavoro di Freak Out.Il tour dei Giardini di Mirò, che li ha portati a suonare anche in questo ultimo album sia in Italia che nel mondo arrivando fino in Cina e intervallato anche da un mini-tour insieme ai Massimo Volume; non solo fa tappa a Napoli ma si conclude insieme a una figura d’eccezione del panorama rock mondiale: Robin Proper-Sheppard. Con il front man dei seminali God Machine, ma anche dolce cantautore con il marchio Sophia, sarà l’ultima occasione per vedere la band italiana dal vivo che sarà ancora una volta pronta a dipingere maestosi paesaggi sonori.
I Giardini di Mirò sono senza dubbio la band post rock più longeva d’Italia, infatti è dal finire degli anni ’90 che sono la risposta italiana a band internazionali come Mogwai, Explosions in the Sky e Sigur Ros. Il gruppo con all’attivo sette album, colonne sonore per film, quattro Ep e svariati Singoli e remix torna ad esibirsi a Napoli una città che li ha ospitati sin dagli esordi con la quale i musicisti di Cavriago hanno un legame storico.
La formazione è composta da Jukka Reverberi (chitarra, voce), Corrado Nuccini (chitarra, voce), Luca Di Mira (tastiere) e Mirko Venturelli (basso, clarino, sax), Emanuele Reverberi (violino, tromba) Lorenzo Cattalani (batteria). Il concerto si svolgerà in teatro e precisamente il Bolivar situato nel quartiere Materdei. Sarà un concerto esclusivo poiché la capienza è limitata a 300 posti.

Pomigliano d’Arco accende le luci sul Natale: animazione e mercatini fino all’Epifania

Domenica 1 dicembre alle ore 19,30 in piazza Leone a Pomigliano d’Arco si terrà la cerimonia dell’accensione delle luminarie a cura di Decolight srl, accompagnata dagli Sbandieratori Cavensi e da uno spettacolo sul tema dei quattro elementi della natura.

Sarà il primo di una serie di eventi che riempiranno le feste. In programma domenica 8 dicembre dalle 10 alle 13 lo spettacolo del Teatro nazionale dei burattini in piazza Leone. Mentre alle 18, in piazza Municipio, sarà la volta di IllumiNatale, la cerimonia di accensione delle proiezioni artistiche sovvenzionate dalla Camera di Commercio di Napoli. A seguire sarà inaugurato il Mercatino di Natale presente in piazza Leone fino al 24 dicembre.

Per tutto il mese, poi animazione, teatro dei burattini, villaggio di babbo natale, spettacoli di magia e concerti ci accompagneranno fino all’epifania. Gli eventi sono organizzati da Associazione Pro Loco Pomigliano e patrocinati dal Comune di Pomigliano d’Arco – assessorato al commercio.

Premio InediTo: 19^ edizione ispirata alla questione ambientale e all’emergenza climatica

Il Premio InediTO – Colline di Torino compie diciannove anni e la nuova edizione sarà graficamente ispirata alla questione ambientale e all’emergenza climatica che hanno sensibilizzato le nuove generazioni, accogliendo per la prima volta le opere per l’infanzia. Il concorso letterario, punto di riferimento in Italia tra quelli dedicati alle opere inedite, il cui bando scadrà il 31 gennaio 2020, ha l’obiettivo di premiare autori più o meno affermati ed esordienti, di ogni età e nazionalità, accompagnandoli nel mondo dell’editoria e dello spettacolo. Ed è l’unico nel suo genere a rivolgersi a tutte le forme di scrittura (poesia, narrativa, saggistica, teatro, cinema e musica), in lingua italiana e a tema libero. Grazie al montepremi di 7.000 euro i vincitori delle sezioni Poesia, Narrativa-Romanzo, Narrativa-Racconto e Saggistica ricevono un contributo destinato alla pubblicazione e/o alla promozione con editori qualificati, mentre i vincitori delle sezioni Testo Teatrale, Cinematografico e Canzone un contributo per la messa in scena, lo sviluppo della produzione, la diffusione radiofonica e sul web. Inoltre, vengono assegnate menzioni agli autori promettenti, segnalazioni e i premi speciali “InediTO Young”, “Borgate Dal Vivo”, “Alexander Langer”, “Giovanni Arpino”, “European Land” e “InediTO RitrovaTO”. Con InediTO gli autori premiati non vengono abbandonati al loro destino: attraverso il premio si partecipa a rassegne, festival, fiere e si può ambire a vincere altri concorsi, come testimoniato dai tanti autori lanciati in queste edizioni.
Il concorso talent scout, organizzato dall’associazione culturale Il Camaleonte di Chieri (TO) e diretto dallo scrittore e cantante jazz Valerio Vigliaturo, ha coinvolto in questi anni migliaia di iscritti da tutta Italia e dall’estero (Usa, Europa, Australia, Asia), a conferma anche della dimensione internazionale acquisita. Il prestigio è caratterizzato dalla qualità delle opere premiate, dal riscontro dei media e dalle personalità che hanno formato il Comitato d’Onore e che hanno ricoperto il ruolo di presidenti e di giurati (tra i quali Paola Mastrocola, Umberto Piersanti, Luca Bianchini, Andrea Bajani, Aurelio Picca, Davide Ferrario, Paolo Di Paolo, Davide Rondoni, Cristiano Godano e Morgan). La Giuria, caratterizzata sempre di più dalla presenza femminile, sarà presieduta anche per questa edizione dalla scrittrice Margherita Oggero e formata da: Maurizio Cucchi, Maria Grazia Calandrone, Enrica Tesio, Raffaele Riba, Marco Lupo, Gaia Rayneri, Michela Marzano, Leonardo Caffo, Tindaro Granata, Emiliano Bronzino, Lisa Nur Sultan, Fabio Natale, il critico musicale Dario Salvatori, e la cantautrice partenopea Teresa De Sio, nonché dai vincitori della passata edizione. La presentazione dei finalisti e delle ultime opere pubblicate attraverso il concorso si terrà nuovamente a maggio all’Arena Piemonte del Salone del Libro di Torino, e sarà seguita dalla premiazione che si svolgerà a fine maggio attraverso la consegna dei premi e un reading dedicato alle opere dei vincitori, con il coinvolgimento di ospiti illustri (tra i quali hanno partecipato alle scorse edizioni Giorgio Conte, Franco Branciaroli, Eugenio Finardi, David Riondino, Francesco Baccini, Alessandro Haber, Laura Curino, Gipo Farassino, Arturo Brachetti, David Riondino, Red Ronnie e Lella Costa).
Il premio è inserito da diverse edizioni nella manifestazione Il Maggio dei libri promossa dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, e ottiene il contributo della Regione Piemonte, del Consiglio regionale del Piemonte e delle città di Chieri e Moncalieri, il patrocinio della Città Metropolitana di Torino, delle città di Torino, Rivoli, Chivasso, e da questa edizione dell’ ANCI Piemonte, il sostegno della Camera di commercio di Torino, la sponsorizzazione di Amiat Gruppo Iren e Aurora Penne. I partner sono il Premio Lunezia, il Festival di Poesia “Parole Spalancate” di Genova, il M.E.I. (Meeting delle Etichette Indipendenti) di Faenza, il Centro di Poesia Contemporanea di Bologna, Film Commission Torino Piemonte, il Festival di Letteratura “I luoghi delle parole” di Chivasso (TO), il Festival “Borgate dal Vivo”, l’Officina della Scrittura di Torino, l’agenzia L’Altoparlante, l’associazione Tedacà, l’UJCE (Unione Giornalisti e Comunicatori Europei), il concorso Incipit Offresi, nonché da questa edizione la casa di produzione Indyca, l’associazione Piemonte Movie, l’Etnabook Festival di Catania, il Festival delle Colline Torinesi e il Festival della Cultura Mediterranea di Imperia.

“Andiamo fuori a dieta”, l’app per mangiare sano senza rinunciare al buon gusto

“Mens sana in corpore sano”. Una mente sana in un corpo sano, traducendo una citazione di Giovenale, antico poeta romano che se potesse dare uno sguardo alla società moderna 2000 anni dopo i suoi scritti, si renderebbe conto di averci azzeccato. Tutti o quasi sono alla ricerca dello star bene, mentale e fisico, curando molto quest’ultimo non solo nelle sue sfaccettature estetiche, ma nei minimi particolari e soprattutto partendo da un’alimentazione corretta che possa puntare al vero star bene. Nell’era delle app, eccone una che sposa appieno quest’idea: “Andiamo fuori a dieta”.

Nata da un’idea del dottor Francesco Ateniese, nutrizionista e dietologo, si tratta della prima app totalmente gratuita (e senza registrazione) per Ios e Android che ha come obiettivo quello di portare al ristorante giusto chiunque volesse rispettare il proprio regime alimentare senza rinunciare al buon gusto dei migliori sapori. “Andiamo fuori a Dieta” è la scelta ideale per atleti, donne in gravidanza o in stato di allattamento, vegetariani, vegani, obesi o in sovrappeso, soggetti allergici o celiaci, normopeso per mantenimento.

Per tutti, la app seleziona i migliori partner della classe medica ed è affiliata con l’eccellenza della ristorazione e nazionale, scaricando, si riuscirà ad essere indirizzati verso il menù più giusto a seconda delle necessità, avendo la possibilità di localizzare i ristoranti su una mappa e prenotare on line garantendo, inoltre, degli sconti. Insomma, una app che garantisce di poter seguire il giusto regime alimentare fuori dalle pareti domestiche, senza dover rinunciare al buon gusto e alla compagnia. Per ogni esigenza alimentare, inoltre, “Andiamo fuori a dieta” prevede l’assegnazione di un bollino, suggerito o indicato dagli specialisti convenzionati, che sarà collegato alle pietanze da poter scegliere in ogni menù.

Il dottor Francesco Ateniese è già noto a livello nazionale ed internazionale per importanti riconoscimenti ottenuti nell’anno 2016 in Italia e nel 2018 al convegno sull’obesità nel Golfo Persico di Abu Dhabi e Dubai, grazie alla sua innovativa cura al peso in eccesso con l’invenzione della ormai celebre “Dieta a base di carboidrati a tempo determinato”. Tale regime alimentare lavora sui blocchi metabolici, sulla lisi del grasso di accumulo per via energetica e sulla modulazione dell’insulina, ed è stata sviluppata nel 2014 sulla base dei cibi principali che ritroviamo anche nella Dieta Mediterranea. Anche da qui ecco che la app “Andiamo fuori a dieta” innova i principi della sana dieta mediterranea, andando a riproporli attraverso le cucine contemporanee e tradizionali.

Con pochi click e dando le giuste indicazioni, “Andiamo fuori a dieta” indirizzerà nella maniera più giusta coloro che hanno difficoltà nel seguire la propria alimentazione durante il lavoro, nei momenti conviviali, così come chi necessità di una determinata alimentazione per gestire la propria salute. Senza dimenticare chi volesse farlo soltanto per vanità. Insomma, una app che indirizzerà nel ristorante giusto e che per ora è attiva su Napoli, ma che nel 2020 farà il suo esordio nelle principali città italiane, da Milano a Roma.

Imperdibili week end a Lettere: Natale al Castello è il sogno di tutti i bambini

E’impossibile non lasciarsi inebriare da quel delizioso e allettante profumo di mele caramellate, mandorle croccanti e marshmallow. Ma anche da quell’avvolgente luce che, fino al 26 dicembre 2019, continuerà a condurre turisti e residenti nel favoloso borgo di Lettere dove ogni week end andrà in scena il Natale al Castello. I bambini, timidi e gioiosi, ormai sanno che Babbo Natale non abita più al Polo Nord, ma è ospite di questa antica residenza medievale pronto ad accoglierli per la foto di rito e il ritiro della magica letterina. Le varie aree del Castello, nell’abbracciare caldamente oltre 60 tradizionali casette di legno scintillanti e coloratissime, continueranno ad offrire l’eccellenza delle creazioni artigianali e tutto il gusto dei sapori di montagna. Cospicua e creativa la collaborazione tra l’Amministrazione Comunale e la Pro Loco cittadina che, grazie agli stessi obiettivi, hanno raggiunto anche quest’anno risultati vincenti. Durante il suggestivo percorso natalizio “Il Salotto di Bry” ha raccolto le impressioni dei protagonisti presenti nei mercatini incontrando anche l’ideatore dell’evento, il vicesindaco Gerardo Vuolo, che ha esternato la sua soddisfazione e ha ringraziato coloro che stanno rendendo possibile il magico evento.

Viaggiare a 360 gradi con “Il Salotto di Bry” è scritto e condotto dalla giornalista Brigitte Esposito, regia e riprese di Gerardo Tartaglia, fotografia di Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it

VIDEO E INTERVISTE 

CLICCARE SULLA FOTO PER ACCEDERE ALLA PHOTOGALLERY 

 

“Mai più solo amore” : 25 novembre Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

#25novembre – una data importante per sensibilizzare gli studenti e la popolazione tutta ad una lotta importante: la lotta contro la violenza sulle donneAttesissimo l’incontro che si terrà presso l’Istituto Superiore Striano/Terzigno il prossimo 25 novembre.

Testimonieranno Giovanna Gifuni e Angela Mosca, familiari di Enza Avino, vittima di femminicidio nel 2015.

L’Amministrazione comunale del Sindaco Antonio Del Giudice ha scelto per Striano un dibattito a più voci, con un parterre di relatori davvero interessante.

 “Un momento di dialogo e di confronto. Un’occasione per parlare di una tematica forte e, purtroppo, drammaticamente attuale“: ha affermato Antonietta Boccia, Assessore alla Cultura, Istruzione e Pari Opportunità del Comune di Striano, che ha curato l’appuntamento con gli Studenti del Territorio. La Prof.ssa Boccia ha aggiunto: “Abbiamo scelto di organizzare un convegno che dia spazio ad interventi istituzionali ma, al tempo stesso, riesca ad entrare nel cuore degli alunni con testimonianze dirette e parole forti ma semplici. Discutere di temi così scottanti, quale la lotta alla violenza sulle donne, è fondamentale perchè i nostri giovani non devono sentirsi soli: hanno necessità di esprimere il proprio punto di vista ma hanno anche bisogno di linee guida e di esempi per crescere e per maturare. Siamo felici che tutti i relatori abbiano accettato il nostro invito. Avremo, oltre ovviamente ai saluti istituzionali delle Autorità presenti, la testimonianza forte della Famiglia di Enza Avino, vittima di femminicidio nel 2015, e i contributi più tecnici della psicologa Carmelina Franzese e del Maresciallo Botta che risponderanno alle domande degli allievi dell’Istituto strianese. Ringrazio il Sindaco per la fiducia accordatami, il Dirigente scolastico Prof. Cozzolino, l’Associazione Penelope e tutti gli amici che hanno lavorato con me a questa iniziativa che non rimarrà un appuntamento isolato, anche perchè a Striano abbiamo un Centro antiviolenza che funziona ma deve essere potenziato e valorizzato.”

Interventi

Antonio del Giudice, Sindaco di Striano

Antonietta Boccia, Assessore alla Cultura, Istruzione e Pari Opportunità del Comune di Striano

Rosario Cozzolino, Dirigente Scolastico Istituto Superiore Striano/Terzigno

Carmelina Franzese, Psicologa del Centro antiviolenza di Striano

Antonio Botta, Maresciallo dei Carabinieri Striano

Giovanna Gifuni e Angela Mosca, familiari di Enza Avino, vittima di femminicidio nel 2015

Maria Miranda, Presidente dell’Associazione Penelope

Modera la Giornalista Viridiana Myriam Salerno.

 

“I’m betting on you”: Il nuovo singolo di mariaFausta, l’amore come risposta all’alienazione dei tempi moderni

Sulla scia del suo primo album solista “Million Faces” e dopo aver firmato la colonna sonora dello spettacolo teatrale ‘Doll is mine’ (in scena a Parigi, e poi a Palazzo Venezia a Roma) e del recente ‘Non domandarmi di me, Marta mia”, la cantautrice polistrumentista mariaFausta, torna con un nuovo singolo che segna un’evoluzione e al tempo stesso una rottura con il passato. «In questo nuovo disco ho scelto una forma parecchio istintiva della forma canzone, accompagnata dalla classica band elettrica per cui ho scritto ogni nota di questo album.»  racconta mariaFausta «C´è sicuramente un po’ meno di intimità rispetto al primo disco, ma molto più entusiasmo e voglia di divertirmi, al di fuori dei tempi che stiamo vivendo che reputo spesso permeati dal desiderio di compiacere gli altri. Quindi, per me, è come una seconda crisi adolescenziale in cui mi ribello all´intero sistema artistico, cercando di mantenere sempre viva la mia identità musicale e le mie scelte quando dettate da sincerità intellettuale.» I’m betting on you”, sarà disponibile in digital download e sulle piattaforme streaming il 29 novembre.  Anche il videoclip del brano, diretto da Martha Micali, sarà online dal 29 novembre. “Cerco di non arrendermi alle catene dell´alienazione, quest´ultima intesa come medicina ai dubbi e alle incoerenze a cui spesso andiamo incontro. – spiega mariaFausta –  In un sistema in cui la veloce crescita tecnologica e il progresso non camminano di pari passo con la crescita emotiva, e in cui non c’è ancora nessuna consapevolezza del passato, l´unica risposta possibile rimane l’Amore”.  Il brano è cantato, scritto e arrangiato da mariaFausta, che ha anche suonato synth, violino, archi e drums programming. Gli altri musicisti sono Antonio Amante Reynolds chitarra, Massimo Pino basso e Stefano Sgrò batteria.

Natale da Favola a Cava de’ Tirreni dal 7 dicembre al 6 gennaio

Dal 7 dicembre al 6 gennaio, presso il Complesso Monumentale di Santa Maria del Rifugio a Cava de’ Tirreni, Ma dove vivono i cartoni? in collaborazione con il Comune di Cava de Tirreni e l’Assessorato alla Cultura, presenta un Natale da Favola, dando vita così ad un nuovo modo di approcciare agli eventi.
Legato inesorabilmente all’atmosfera natalizia in cui è immerso, l’ evento che non ha precedenti, è la prima teatrale in cui non c’è distanza tra attori e pubblico, che interagiscono e si accompagnano creando un intreccio magico. Non c’è una sola scena, ma 10, e non c’è una sola platea.
Cosa andrà in scena? Le favole classiche, quelle della vostra infanzia, quelle che conosciamo tutti e che crediamo sia importante tramandare ai nostri piccoli: Biancaneve, Mary Poppins, Pinocchio ,Cappuccetto Rosso, La Carica dei 101,lo Schiaccianoci , Peter Pan e tante, tante altre.

 

Per le vie del Borgo il 7 e 8 dicembre a Castelluccio di Castel San Giorgio

Tutto pronto per la seconda edizione della manifestazione “Per le vie del Borgo“, la kermesse che si svolgerà a Castelluccio di Castel San Giorgio.
L’Associazione Fratellanza SS Annunziata e l’Associazione Amici di Villa Calvanese, organizzano per il giorno 07 – 08 dicembre 2019 la seconda edizione della manifestazione “Per le vie del Borgo”.
Tra vicoli e portoni, appunto “per le vie del Borgo”, artigianato, mercatini, street food, tammorra, artisti di strada, vino e birra artigianale saranno protagonisti per aprire le porte al magico periodo del Natale.
I mercatini, tra artigianato locale, oggettistica, prodotti tipici, saranno la giusta occasione per inaugurare lo shopping natalizio e si potranno acquistare tantissimi e particolari prodotti per originali regali natalizi.
E per i più piccoli non mancheranno trampolieri, mangiafuoco, lettura di favole e bolle di sapone…per accompagnare anche loro nel magico mondo del Natale.

Prologo Scenari Pagani compie 23 anni. Il 22 novembre “Cupola” all’ Auditorium Sant’Alfonso Maria De Liguori

Scenari Pagani soffia 23 candeline. Nicolantonio Napoli, direttore artistico della rassegna e di Casa Babylon Teatro festeggia il traguardo con un’anteprima. Venerdì 22 novembre, alle 20.30, presso la Cupola del teatro “Sant’Alfonso Maria De Liguori” in Pagani, ci sarà il prologo a “Scenari pagani”.

“Tre compari musicanti. Storie minime nella grande storia: briganti, borbonici, francesi”, dal format antropologo a domicilio ideato da Paolo Apolito che sarà in scena con Antonio Giordano (zampogna e chitarra battente). L’evento è organizzato con il Comune di Pagani.

Alle 20.00 appuntamento con l’AperiSpettacolo di Ritratti di Territorio, il progetto culturale di Nunzia Gargano.

L’ingresso è gratuito. Basta richiedere l’invito all’indirizzo e-mail: info@casababylonteatro.

 

Lo spettacolo

 

Scritto e interpretato da Paolo Apolito, precede un libro in corso di redazione. È incentrato su un periodo cruciale del Sud, in cui si gettarono le basi dei decenni a seguire: a cavallo tra la fine del Settecento e gli inizi dell’Ottocento, quando si delinearono le forme sociali che vedranno l’esclusione sociale, la miseria economica e sociale e la subalternità culturale dei contadini poveri negli anni di formazione dello Stato italiano, e che non cesseranno se non dopo la seconda guerra mondiale. Lasciando però strascichi e conseguenze che ancora pesano sulla realtà del Sud. Nel monologo si seguono le grandi vicende di quell’epoca attraverso storie minime di anonimi contadini dei quali vi sono tracce documentarie liberamente elaborate nel monologo  intorno a cui l’autore ha recuperato elementi di cultura contadina che vengono dalle ricerche sulle tradizioni popolari svolte con Annabella Rossi e Roberto De Simone su musiche, canti, e feste dei contadini del Sud.

 

Dal 30 novembre al 15 dicembre Il Castello Mediceo di Ottaviano ospita i magici Mercatini

Il meraviglioso Castello Mediceo di Ottaviano, in provincia di Napoli, ospiterà da sabato 30 novembre a domenica 15 dicembre 2019 i fantastici e scintillanti “Mercatini al Castello”, la kermesse natalizia organizzata dalla Pro Loco di Ottaviano. Saranno circa 100 gli espositori che andranno a guarnire un palcoscenico di artisti di strada, concerti, cori, rappresentazioni teatrali e spettacoli natalizi che si terranno all’interno delle due aree del Castello appositamente attrezzate per gli eventi. L’antica scuderia sarà dedicata interamente ai prodotti enogastronomici. Tre le aree dedicate al ristoro che saranno a disposizione dei visitatori. L’ingresso è gratuito.
I Mercatini al Castello di Ottaviano nel 2015 hanno ricevuto il Premio “Italive” nella categoria “Mercatini di Natale”, come miglior mercatino d’Italia e sono gemellati con i Mercatini di Natale di Bolzano.