Premio Lunezia, 27^ edizione: il12 settembre la finale Nuove Proposte del Premio Lunezia. Ospite Cristiano Malgioglio

Torna il Premio Lunezial’unico Festival italiano dedicato al valore musical-letterario delle canzonilunedì 12 settembre si terrà, nella sede natale di Aulla (Massa-Carrara) inPiazza Cavour che, nel 1997, vide Fabrizio De André e Fernanda Pivano dare il via ad una manifestazione storica che compie 27 anni, la finale Nuove Proposte del Premio Lunezia. Durante la serata, inoltre, verranno premiati Il Tre, Nashley e Mariella Nava; ospiti della serata Cristiano Malgioglio e Highsnob. Gli 8 finalisti che, dopo le semifinali di Roma svolte all’ombra del Colosseo, saranno in gara lunedì ad Aulla, sono:

Ilaria Argiolas – Roma

Alessandro Domenici in arte “Guzzi” – Lucca

Francesca Fiandaca in arte “Enif” – Torino

G/A/M (Band) – Padova

Antonio Il Grande in arte “Aigí” – Tropea

Nicola Pressi in arte “Cane sulla Luna” – Terni

Noemi Tommasini – Reggio Emilia

Nicola Vantini in arte “Doc” – Verona

La finale sarà condotta dal Patron Stefano De Martino e si svolgerà a coppie che si sfideranno ad eliminazione diretta. Il vincitore verrà decretato da una giuria presieduta dalla direttrice artistica Loredana D’Anghera (docente di canto al Conservatorio di Parma), Marco Masini (cantautore e produttore), Federica Gentile (RTL 102.5), Diego Calvetti (musicista e produttore) e Riccardo Loda, A/R director Warner Chappell italiana, che, oltre al premio al vincitore, offrirà un contratto editoriale al cantautore più meritevole tra gli 8 finalisti.

Rai IsoRadio sarà ad Aulla per seguire radiofonicamente la gara degli otto finalisti attualmente in rotazione. Le motivazioni dei premi per i big nominati nella 27esima edizione del Premio Lunezia saranno rese note dalla Commissione in successivo comunicato.

Dopo il passaggio di Destro dalla finale del Premio Lunezia Nuove Proposte 2020 alla finale di Sanremo Giovani lo scorso 15 dicembre a Rai Uno (producer Beppe Stanco), Loredana D’Anghera e il suo team sono preparati ad un nuovo lavoro di promozione e management per uno o più finalisti. Il vincitore del Premio Lunezia Nuove Proposte 2022 avrà un’ulteriore rotazione radiofonica su Rai IsoRadio. Da quest’anno, inoltre, il Premio si arricchisce della partecipazione di Diego Calvetti, in qualità di consulente artistico della rassegna musical-letteraria.

La manifestazione, che si avvia verso il trentennale con oltre 200 big che si sono esibiti sul palco del Premio Lunezia (Vasco Rossi, Ligabue, Lucio Dalla, Gianna Nannini, Claudio Baglioni, Laura Pausini, Ivano Fossati, Fabrizio De André, Roberto Vecchioni, Negramaro, solo per citarne alcuni), ha una formula di spettacolo peculiare che vede, dal 1996, la recita dei testi delle canzoni (da parte di noti attori) fusa all’esibizione dei big. In premessa vengono fatti paralleli tra le canzoni premiate e la poesia tradizionale (da parte di letterati). Da alcuni anni gode del Patrocinio del Ministero della Cultura e premia, nella sala stampa del Teatro Ariston, 2 artisti in gara al Festival di Sanremo.

Tra i partner si confermano e si aggiungono: Ministero della Cultura, Regione Toscana, Comune di Aulla, Soundreef, Nazionale Italiana Cantanti, Brand “Power for your climate”, Graziano Biancardi Srl.

Oggi si è tenuta, presso il Comune di Aulla, la conferenza stampa di presentazione della finale delle Nuove Proposte Premio Lunezia alla presenza di Roberto Valettini (Sindaco di Aulla), Loredana D’Anghera (Direttrice Artistica Premio Lunezia Nuove Proposte), Stefano de Martino (Patron del Premio Lunezia) e Diego Calvetti (consulente artistico della rassegna musical-letteraria).

Napoli Film Festival, 28 le opere in concorso nella 23a edizione

Sono 28 le opere selezionate nel concorso SchermoNapoli Corti della 23esima edizione del Napoli Film Festival, diretto da Mario Violini, che si svolgerà dal 26 settembre al 1° ottobre 2022 con proiezioni e incontri all’Istituto Francese di Napoli.

Ben 1205 cortometraggi hanno chiesto di partecipare al festival attraverso l’iscrizione alla piattaforma internazionale “Film Freeway”, tra questi sono giunti al rush finale 169 lavori poi valutati dal comitato composto dai critici Giuseppe Borrone e Ignazio Senatore e lo stesso direttore Violini che hanno deciso quali film sottoporre alla giuria 2022 composta dal regista Guido Lombardi, il critico Antonio Fiore e la giornalista Ilaria Urbani, che assegnerà il Vesuvio Award al regista della migliore opera e menzioni speciali alle opere, agli autori e ai protagonisti che si sono particolarmente distinti.

Molti i volti noti al grande pubblico coinvolti nei film come Renato Carpentieri, Teresa Saponangelo, Lello Arena, Denise Capezza, Antonia Truppo, Lino Musella, Filippo Scotti, Salvatore Misticone, Corrado Taranto, Giacomo Rizzo, Denise Ailser e numerosi altri.

Questi i 28 cortometraggi selezionati: “Amarena” di Alberto Palmiero, “Assenza di peso” di Marco Sardella, “Beyond dreams” di Fabio Ruffo e Daniele Violante, “Bisaccistan” di Vito Nicoletta,  “Confetti” di Maddalena Stornaiuolo, “Dante” di Antonio Riccardo Santorelli, “Dell’Attesa” di Adriano Vessichelli, “Destinata coniugi Lo Giglio” di Nicola Prosatore, “Enchantment” di Chiara Caterina, “Fishman” di Nicolas e Raffaele Spatarella, “Gioia” di Eduardo Castaldo, “Il ritratto di Fernanda” di Marco Benincasa, “Incontro con Federico Fellini” di Giuseppe Alessio Nuzzo, “Io tu e i miei amici” di Fabrizio Cicero, “La caccia” di Davide Mastrangelo, “La Challenge” di Carlo Alessandro Argenzio, “La passeggiata” di Alessandro Derviso, “La terra dei giochi” di Mauro Di Rosa, “Le stagioni della vita” di Francesco Maglioccola, “Leggero Leggerissimo” di Antimo Campanile, “Miraggio” di Marianna Adamo, “Nei miei occhi” di Emanuele Lanza, “Questo è l’anello” di Luigi Marmo, “Indagine sulla ricerca dell’altro” di Serena Petricelli, “Scètate” di Saverio Francesco Galdo e Salvatore Carmine De Simone, “Sotto Pressione” di Marco Sardella e “Un due tre stella” di M. Deborah Farina.

Un tuffo nel medioevo al Castello Lancellotti con “Lumina in Castro” dal 26 al 28 agosto

Come sempre il borgo di Lauro incanta. “Lumina in Castro” ha fatto il suo debutto in grande stile proprio come nelle favole. Il Castello Lancellotti ha riaperto le porte al grande pubblico per la magica XVI edizione dalle Origini alla Ricostruzione grazie alla meravigliosa Associazione Culturale Ricreativa Pro Lauro. L’evento di grande spessore culturale nei due anni precedenti ha visto una manifestazione in forma ridotta per via della pandemia, ma in occasione della ricorrenza dei 150 anni dalla ricostruzione del Castello Lancellotti la rievocazione, dal 26 al 28 agosto, regalerà emozioni infinite a 360°. Riparte il Corte Storico con la partecipazione di Eterea Danze Storiche e degli Sbandieratori del Borgo San Nicolò le Cinque Contrade, avvincenti le storie raccontate dal fantastico Demiurgo, coinvolgenti le attrazioni di Mana Performing Arts e del Duo Teatrale Ci&Ci con la presenza dell’Associazione Iside Ente Palio del Casale e non mancheranno gli applauditissimi spettacoli nel primo cortile del Castello e i tanti giochi medievali a cura de “I cavalieri dei due Principati Baronissi”. Non resta che vivere la magia di un passato unico e suggestivo.

Premio Fabula 2022: a Bellizzi arrivano anche Impastato e Pecoraro

S’infittisce il programma di Fabula 2022, il Festival della scrittura dei ragazzi, in programma a Bellizzi dal 28 agosto al 2 settembre. All’appello manca ancora qualche nome che sarà svelato nei prossimi giorni, ma, nel frattempo, due nuovi big s’inseriscono nel puzzle della fantasia e della creatività che nel Comune più giovane della provincia di Salerno riconosce il suo quartier generale.
Ai già annunciati Artem Tkachuk, Matteo Paolillo e Antonio Orefice (attesi il 28), ovvero Pino O’ Pazzo, Edoardo e Totò nella serie tv RaI Mare Fuori e all’attore e compositore un po’ fuori dagli schemi Stefano Fresi, (in arrivo il 29 agosto), si aggiungono Gianluca Impastato e Gaetano Pecoraro. I giovani creativi incontreranno entrambi il 30 agosto.
Con la comicità del primo, noto al grande pubblico per la sua partecipazione a Colorado, i ragazzi si riapproprieranno di due ingredienti fondamentali: allegria e leggerezza, ma anche della gioia di essere di nuovo insieme, assiepati all’imbrunire in Arena Troisi al cospetto di uno dei tanti beniamini della loro generazione. E chissà che quell’incontro non sia un modo per scoprire come nascono i personaggi più celebri di Impastato (il sommelier strampalato Chicco D’Oliva, l’uomo dei misteri Mariello Parapappo) o semplicemente l’occasione per giocare con chi a miscelare le parole che diventano battute ne ha fatto il suo must.
Lo stesso giorno arriverà anche Gaetano Pecoraro, tv reporter delle Iene, autore del suo primo libro, “Il male non è qui” (Sperlig & Kupfer), in cui ha raccolto il racconto di un famoso magistrato impegnato nel vano tentativo di catturare il ricercato al vertice di Cosa nostra Matteo Messina Denaro. Che sia con la sua tv d’inchiesta o attraverso le pagine del romanzo, in entrambi i casi, confrontarsi con la giovane iena, che occupandosi di criminalità organizzata ha scoperto il suo amore per il giornalismo, per i dreamers sarà un sogno – thriller, un momento altamente costruttivo.
Trent’anni fa le stragi di mafia: parte proprio da qui il lavoro di ricerca sulle carte giudiziarie di Pecoraro per il suo libro che è anche e soprattutto frutto di due anni di conversazioni con il magistrato che per più di quindici anni ha dato la caccia al principale latitante d’Italia. Mafia e legalità saranno al centro di questa edizione: non mancheranno momenti di riflessione e dibattiti sul tema con personaggi meno avvezzi al mondo dello spettacolo ma ugualmente significativi per i giovani che li ascolteranno.
Aspiranti sognatori, dal 28 agosto si vola insieme: con la fantasia e l’immaginazione, la musica e la bellezza. Per questo nasce anche una nuova categoria, Special Dreamers, dedicata unicamente ai giovani creativi dagli 8 ai 9 anni. Ultimi giorni per iscriversi: basta consegnare una favola entro il 20 agosto.
Il Premio Fabula quest’anno è realizzato con il patrocinio di Rai Campania e il Comune di Bellizzi.

Premio Fabula: il cast di Mare Fuori inaugura l’edizione 2022

Da Gianni Rodari ai Pinguini Tattici Nucleari: non c’è tempo né età per sognare. Se da un lato l’invito a partecipare volge lo sguardo al passato, trovando ispirazione nelle parole del poeta italiano, che proprio ai bambini diceva «le fiabe, luogo di tutte le ipotesi, contribuiscono a educare la mente», dall’altro il refrain di «Giovani Wannabe» della band bergamasca diventa la colonna sonora di un’edizione spettacolare, attesa, che consacra, esattamente come il brano racconta, il senso di libertà dei suoi partecipanti.
Grandi nomi e grandi numeri: tutto pronto per il Premio Fabula, edizione 2022 del Festival della scrittura dei ragazzi, in programma a Bellizzi dal 28 agosto al 2 settembre. Non si conoscono ancora tutti i nomi che coloreranno la sei giorni, ma sappiamo già chi taglierà il nastro: sarà il cast di Mare Fuori a inaugurare Fabula 22.
I primi ospiti al cospetto dei dreamers saranno Artem Tkachuk, Matteo Paolillo e Antonio Orefice, ovvero Pino O’ Pazzo, Edoardo e Totò nella serie tv tra le più viste. I tre protagonisti arriveranno a Bellizzi dopo aver terminato le riprese della terza stagione, in produzione proprio in queste settimane e inserita nel palinsesto della Rai per il prossimo autunno e inverno.
Nel frattempo nella casella di posta continuano ad arrivare racconti. «Ci avete inondato di favole e fiabe. Leggervi è sempre emozionante. Per questo abbiamo deciso di prolungare il termine delle iscrizioni al 20 agosto», annuncia il Presidente Giovanni Serritella.
Ai giovani creativi non si chiede altro che fermare il tempo, prendere carta e penna e scrivere. Per combattere i mostri, planare sul mondo, e magari buttare giù un finale diverso. Immaginare, creare, idealizzare, volare, perché volare da soli è libertà, volare insieme è un grande atto d’amore. Ed è stato proprio l’amore a stimolare la creatività di Luigi Viscido che, anche quest’anno, ha messo la sua arte a servizio di Fabula, ispirandosi ad uno dei quadri più famosi di Marc Chagall, “Sopra la Città”: due persone abbracciate in volo, sopra il mondo.
Aspiranti sognatori, dal 28 agosto si vola insieme: con la fantasia e l’immaginazione, la musica e la bellezza.
Il Premio Fabula quest’anno è realizzato con il patrocinio di Rai Campania e il Comune di Bellizzi.

UN’ESTATE DA RE. LA GRANDE MUSICA ALLA REGGIA DI CASERTA DAL 3 AL 18 SETTEMBRE LA VII EDIZIONE

La bellezza di uno dei monumenti più importanti del mondo verrà celebrata anche quest’anno dalla rassegna diventata l’appuntamento estivo da non perdere per tutti gli appassionati della grande musica.
Torna alla Reggia di Caserta dal 3 al 18 settembre “Un’Estate da RE”, la rassegna musicale programmata e finanziata dalla Regione Campania (fondi POC 2014-2020), organizzata e promossa dalla Scabec – società regionale di valorizzazione dei beni culturali – in collaborazione con il Ministero della Cultura, la Direzione della Reggia di Caserta, il Comune di Caserta e il Teatro Municipale “Giuseppe Verdi” di Salerno; la direzione artistica è affidata al Maestro Antonio Marzullo.
Cinque appuntamenti, un’inaugurazione straordinaria con i Carmina Burana e una chiusura nel segno di Claudio Baglioni con un doppio speciale concerto: il cartellone della VII edizione spazia dall’opera al soul, fino all’iconico cantautorato italiano rivisitato in chiave sinfonica, tra cui un omaggio a Fabrizio De André con la partecipazione di Peppe Servillo.
La rassegna è stata presentata questa mattina a Palazzo Santa Lucia, a Napoli. Hanno partecipato il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il sindaco di Caserta Carlo Marino, il direttore della Reggia di Caserta Tiziana Maffei, il direttore artistico di “Un’Estate da RE” Antonio Marzullo.
Voluta dal Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel 2016 per creare un evento che promuovesse allo stesso tempo i siti Unesco e la tradizione culturale musicale che in Campania vanta eccellenze internazionali, “Un’Estate da RE” si è radicata sul territorio grazie al successo delle passate edizioni, che hanno visto la partecipazione di artisti di fama mondiale come Ennio Morricone, Riccardo Muti, Plácido Domingo, Ezio Bosso, Jonas Kaufmann, Zubin Mehta, Daniel Oren, Antonio Pappano, Ludovico Einaudi, Stefano Bollani, Uto Ughi, Anna Netrebko, David Garrett. La rassegna è diventata negli anni un’occasione di rilancio culturale, turistico e di valorizzazione di tutta l’area casertana e della Campania, dando a tutti la possibilità di vivere l’esperienza di ascoltare la grande musica e i suoi straordinari protagonisti grazie a una politica di costo di biglietto contenuta.
Si inizia sabato 3 settembre con un’inaugurazione “reale”: i Carmina Burana, la più esaustiva antologia di canti medievali di ispirazione non religiosa basati su 24 poemi ritrovati in omonimi testi poetici. L’imponente composizione di Carl Orff sarà diretta da Michael Balke, eccelso e acclamato direttore d’orchestra. In scena dialogheranno le voci di Deniz LeoneLaura Claycomb e Gustavo Castillo, accompagnate dal Coro del Teatro dell’Opera di Salerno, dal Coro di Voci Bianche del Teatro “Giuseppe Verdi” di Salerno e dall’Orchestra Filarmonica “Giuseppe Verdi” di Salerno.
Giovedì 8 settembre va in scena un concerto-omaggio a Fabrizio De André (Sinfonico – Sogno n°1 e oltre), la cui musica è riletta in chiave orchestrale dal pianista, compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra inglese Geoff Westley. Ad interpretare alcune della più belle canzoni di De André saranno Peppe Servillo, solista degli Avion Travel, e Ilaria Pilar Patassini.
Il “Romantic tour” di Mario Biondi farà tappa alla Reggia di Caserta martedì 13 settembre. Biondi porterà sul palco i suoi brani più celebri e quelli contenuti nel suo nuovo album “Romantic”, uscito lo scorso 18 marzo, un progetto interamente dedicato all’amore in tutte le sue forme, dal legame di coppia a quello fraterno, all’amore per i genitori e i figli.
Gran finale per la VII edizione di “Un’Estate da RE” con un doppio speciale concerto di Claudio Baglioni, protagonista sabato 17 e domenica 18 settembre assieme all’Orchestra e al Coro del Teatro “Giuseppe Verdi” di Salerno, con la direzione di Geoff Westley: cinquant’anni di grande musica e grandi successi discografici saranno racchiusi in due serate magiche e dalle fortissime emozioni.
Tutti gli spettacoli inizieranno alle ore 21.00.
«Abbiamo presentato un programma di grande qualità per la Reggia – ha dichiarato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca – che meritava una valorizzazione degna della sua importanza. Eventi come questo hanno un doppio effetto collaterale: incentivano i flussi turistici nei nostri territori e consentono di far scoprire a migliaia di persone le bellezze naturali, storico-artistiche e archeologiche impareggiabili della nostra regione. C’è da essere orgogliosi per la quantità e l’offerta di eventi culturali che propone la Regione Campania, che non ha paragone con nessun’altra regione d’Italia, a conferma di una scelta politica di investimenti e di valorizzazione del comparto cultura in tutti i suoi aspetti.»
«La Reggia di Caserta torna protagonista di Un’Estate da RE – ha commentato il Direttore generale della Reggia di Caserta Tiziana Maffei – questa volta valorizzando i cortili del Palazzo Reale. Ampi spazi, incorniciati dalla suggestione degli ambienti della Corte dei Borbone, oggetto d’impegnativi restauri in questi anni e che, anche alla luce del successo degli appuntamenti cinematografici delle ultime settimane, intendiamo condividere come “piazze della cultura”. Ringrazio la Regione Campania e Scabec che ogni anno contribuiscono ad arricchire l’offerta culturale del Museo e a promuovere il suo patrimonio. Prevediamo di organizzare insieme una serie di iniziative rivolte al pubblico di Un’estate da RE che possano comunicare e valorizzare la Reggia di Caserta e le sue mostre nel corso di questa rassegna. Siamo certi che anche quest’anno la Reggia di Caserta saprà stupire con la sua Meraviglia.»

Charme in Passerella a Minori: il fascino dell’Alta Moda tra cielo e mare

Non solo abiti indossati come gioielli, ma anche gioielli indossati come abiti. La moda, la bellezza e lo stile sono stati protagonisti a Minori con “Charme in Passerella”, il fashion show che ha animato elegantemente la città con le sue suggestive forme e i suoi spettacolari colori.  

La consolidata partnership tra l’organizzatrice Carolina Di Martino e il Comune di Minori, guidato magistralmente dal sindaco Andrea Reale, ha dato vita anche quest’anno ad un favoloso spettacolo andato in scena in una vetrina esclusiva come quella di piazza Cantilena sulla suggestiva scalinata antistante la Basilica di Santa Trofimena. Il sindaco oltre ad accogliere il numeroso pubblico italiano e straniero che ha partecipato al défilé, prima di inaugurare il fitto programma di eventi estivi si è complimentato con l’organizzazione.

Clicca sul link per visionare la sfilata su facebook https://www.facebook.com/360gradiwebtv/videos/605292831265367

Il sindaco di Minori Andrea Reale e l’organizzatrice Carolina Di Martino

La kermesse, che ha visto il susseguirsi di quadri di moda alternati a raffinati interventi di musica e danza, è stata condotta con eleganza, brio e professionalità dalla giornalista Brigitte Esposito che per l’occasione ha indossato le creazioni Haute Couture 2023 dell’Atelier Pastore since 1940, i gioielli esclusivi di Conté Jewels storica gioielleria di Minori, e ha sfoggiato l’acconciatura curata dal noto hair stylist e make up artist Matteo Gargiulo.

Ad aprire il defilè è stata l’Aghè Mare Luxury Italian Beachwear con al timone l’estro creativo di Francesco Coticelli, Carolina Malafronte e Angela Coticelli. L’innovativa ed artigianale azienda di Gragnano da oltre 20 anni realizza costumi da bagno di lusso che esaltano e slanciano la silhouette valorizzando l’esperienza acquatica. In passerella seducenti e accattivanti capolavori made in Italy realizzati in tessuti ecologici di altissima qualità arricchiti da preziose lavorazioni. Costumi interi, bikini, trikini e tanti altri modelli hanno sfilato tra copricostumi, borse, parei e cappelli decisamente trendy.

A seguire, come in una favola, il bagliore delle stelle ha reso ancora più scintillanti le Collezioni 2023 bambino e Alta Moda cerimonia dell’Atelier “Pastore since 1940” di Vincenzo e Anna Pastore. Divertente e vivace è stata la sfilata dei bambini, applauditi e fotografati come piccole star sul blue carpet. In passerella la Collezione Kids 2023, completi sportivi e mini dress romantici che hanno raccontato, attraverso tessuti, trame e colori, i sogni e i desideri che animano l’infanzia. L’ Atelier dal 1940 è una delle più grandi realtà nel settore della moda campana e accompagna da sempre la clientela nella scelta dell’abito perfetto per ogni occasione accontentando i gusti e le esigenze più variegate senza mai trascurare l’eleganza. In scena per la sfilata  Alta Moda Cerimonia abiti griffati dei migliori brand italiani e stranieri come Antonio Notaro, Baci Stellari di Valeria Marini, Milano Collezioni, Nicole Moment, Red Carpets Luxury, Musani, Novi Couture.

Ad impreziosire l’evento i gioielli esclusivi e di altissima manifattura della Gioielleria Contè Jewels di Minori. Una collezione iconica che, sotto i riflettori, ha raccontato un’eleganza raffinata e audace, connubio perfetto di tradizione e innovazione. Le modelle hanno sfoggiato creazioni d’arte uniche e senza tempo. La Gioielleria di Alfonso Iozzino vanta da sempre una straordinaria esperienza nell’ arte del gioiello realizzato a mano e una lunga tradizione di design e stile.

Alle collezioni si sono alternati momenti artistici e culturali altamente performativi: ad esaltare gli abiti, a creare una dimensione surreale e a scandire i passi delle modelle è stato il dolce violino del M° Pierpaolo Petti e l’energico sax del M° Luciano Cuomo, musicisti di fama nazionale che hanno collaborato con artisti di chiara fama ed orchestre prestigiose.

Ospite della serata Maria Virginia Marchesano, strepitosa danzatrice, coreografa e insegnante di danza di fama internazionale che per l’occasione ha presentato il suo nuovo libro “Dalla sala al palcoscenico: il linguaggio gestuale della danza classica” pubblicato da Kinetès Edizioni nella Collana Pagine di Danza. Un vero e proprio vademecum per comprendere l’avvincente viaggio di un danzatore dalla sala alla scena, un supporto per i professionisti della danza, un capolavoro utile agli studenti dei licei coreutici durante il percorso didattico.

A guidare il numeroso pubblico in un sublime viaggio nella Napoli musicale è stata la cantante Giovanna Forino che, accompagnata alla chitarra dal M° Attilio Gargano e al violino e mandolino dal M° Matteo Masullo, ha impreziosito con la sua voce le classiche liriche napoletane.

Alla moda si è unita la danza in una coinvolgente ed appassionata liaison grazie alla Scuola di Danza Arabesque di Tramonti Costa D’Amalfi. Sotto la direzione artistica della splendida Elisa Bove hanno preso forma delicate coreografie sull’imponente scalinata: i danzatori Ruben Citarella, Myriam Giordano e Benedetta Giordano hanno raccontato i colori delle emozioni attraverso una reciproca ricerca di spettacolari prese e poetici ed eterei movimenti.

che, con vertiginosi trampoli e luminose ali di farfalla, ha regalato a tutti un’esperienza suggestiva tra equilibrismi e spensieratezza.

A chiusura del defilé ha sfilato l’Haute Couture di Pastore Sposa con la Collezione 2023 firmata da Pronovias, Nicole, Lady Bird. Abiti da favola principeschi o a sirena, veri capolavori di alta moda con dettagli unici e preziosissimi: pizzi e ricami a profusione, scollature, applicazioni e tulle, trasparenze, paillettes e cristalli per un’ode alla bellezza. In passerella anche lo sposo firmato Pignatelli, Notaro, Musani e Tombolini.  Dive e gentlemen accompagnati da paggetti e damigelle in una cornice da sogno.

“Ringrazio il Comune di Minori – ha dichiarato l’organizzatrice Carolina Di Martino – tutti gli eccellenti artisti e i partners dell’evento per aver contribuito e collaborato all’ottima riuscita di questa edizione post pandemia.”

Un ringraziamento speciale a: Black Lemon e-bike rental Amalfi Coast, Le Bontà del Capo di Conca dei Marini, Farmacia Campitiello, Scooter rental di Carlo D’Amato, Poste Italia, Ferrigno Fiori di Maria e Tina, Supermercati Gran Risparmio S. Egidio del Monte Albin, Pasticceria Carrelli, Granato Caffè, Lucia Fontanella, Lidia Tagliamonte, Michele Petrosino, Matteo Amato, Veronica Buonocore.

Charme in Passerella a Minori: il 15 luglio in scena moda e spettacolo in Costa D’Amalfi

A Minori la moda torna a brillare sotto le stelle. Venerdì 15 luglio, alle ore 20.30, la scalinata che conduce alla suggestiva ed imponente Basilica di Santa Trofimena si prepara ad accogliere Charme in Passerella – Moda, Cultura e Spettacolo sotto le stelle. L’elegante e attesa kermesse ideata dall’event planner Carolina Di Martino, è patrocinata con entusiasmo dal Comune di Minori e sarà presentata dalla giornalista e conduttrice televisiva Brigitte Esposito. Piazza Cantilena si trasformerà in un teatro all’aperto per la presentazione delle nuove Collezioni 2023 dal Pret-à-Porter alle creazioni dell’Haute Couture. Un fashion show esclusivo, in una cornice di incomparabile bellezza tra cielo e mare, che vedrà in scena i protagonisti del settore della moda e dello spettacolo: modelle, stilisti, musicisti, cantanti, ballerini, fashion bloggers. Energia, passione e gioia: questi gli saranno gli ingredienti giusti per ripartire dopo lo stop forzato determinato dalla pandemia – ha dichiarato la direttrice artistica Carolina Di MartinoIl defilé animerà la Costiera amalfitana con uno spettacolo ricco di emozioni e un pubblico pronto a divertirsi. “ L’evento sarà ripreso dalle telecamere di www360gradiwebtv.it regia di Gerardo Tartaglia e Angelandrea Falcone e trasmesso sui principali social network.

Basilica Santa Trofimena

Standing ovation a Pompei per “Sogno di Volare”, il progetto teatrale che ha coinvolto i giovani del territorio

Standing ovation per “Sogno di volare”, un coinvolgente progetto teatrale per i giovani realizzata dal Parco archeologico di Pompei diretto da Gabriel Zuchtriegel in collaborazione con il Ravenna Festival, il Teatro delle Albe di Ravenna, il Teatro di Napoli-Teatro Nazionale e Giffoni Film Festival. Il progetto inserito nel protocollo di intesa stipulato tra il Parco archeologico, il Grande Progetto Pompei/Unità Grande Pompei e l’Ufficio scolastico regionale della Campania, è finalizzato a coinvolgere le scuole e a stabilire un legame concreto tra le antiche testimonianze e i giovani fruitori, in un percorso volto alla conoscenza e alla valorizzazione del patrimonio storico-archeologico. Emozionante la performance degli studenti dell’Istituto Liceale Pascal di Pompei e l’Istituto tecnico Pantaleo di Torre del Greco che hanno portato in scena presso il suggestivo Teatro Grande la commedia “Uccelli” di Aristofane diretti dal regista di fama internazionale Marco Martinelli, assistito da Valeria Pollice, Gianni Vastarella ed Ermanna Montanari, con musiche di Ambrogio Sparagna, disegno luci di Vincent Longuemare e costumi di Roberta Mattera. In 10 mesi di lavoro è stato chiesto ai giovani di raccontare le città in cui vivono e di rendere attuale e contemporanea questa meravigliosa opera del 414 a. C., considerata fantastica per la presenza di uccelli parlanti che accentuano il tono favolistico della storia.

Il Salotto di Bry è condotto da Brigitte Esposito, regia e riprese Gerardo Tartaglia e Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it. Un ringraziamento speciale alla Dott.ssa Noemi Perlingieri

Toni Servillo apre la Mostra Internazionale del Cinema Sociale 2022 dal 3 al 10 luglio a Vico Equense

Toni Servillo ospite e una partnership con NABA – Nuova Accademia di Belle Arti e Fondazione Cinema per Roma tra le prime novità della 12a edizione del Social World Film Festival, presentata all’Italian Pavillion dell’Hotel Le Majestic Barriere, in occasione del Festival de Cannes. La Mostra internazionale del cinema sociale, si terrà dal 3 al 10 luglio 2022 a Vico Equense con la direzione del regista Giuseppe Alessio Nuzzo, e sarà aperta dal film “Magda” del regista ucraino Danys Soboliev, in anteprima italiana.
 
Tra gli attori italiani più apprezzati all’estero, Servillo sarà ospite della cerimonia di apertura domenica 3 luglio quando riceverà il Golden Spike Award alla carriera e firmerà il Wall of Fame, il monumento al cinema che campeggia nel centro della città. Nel pomeriggio, inoltre, sarà protagonista di una masterclass di recitazione per studenti e aspiranti attori ed inaugurerà una retrospettiva a lui dedicata. 
 
Sempre alla ricerca dei migliori talenti cinematografici in circolazione nel mondo, il Social World Film Festival ha selezionato per il 2022 ben 121 opere tra lungometraggi, documentari e cortometraggi nelle 12 sezione in concorso e fuori concorso, tra cui 86 in anteprima, provenienti da 28 nazioni diverse dei cinque continenti, oltre a 348 titoli inseriti nel Mercato Europeo del Cinema Giovane e Indipendente.
 
Nella sezione lungometraggi internazionali, oltre al già citato “Magda”, troviamo “Le bruit des moteurs” del canadese Philippe Gregoire, il giapponese “Paper dream” di Koichi Izuhara, “Boxer Blood and Sweats” del regista iraniano Nima Nadaf, e gli italiani “The Grand Bolero” by Gabriele Fabbro e “Ero in guerra ma non lo sapevo” di Fabio Resinaro.
 
Novità di quest’anno il Premio della Critica SNCCI – Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani, con una giuria formata da tre critici cinematografici grazie all’accordo con AFIC – Associazione Festival italiani di cinema, di cui il Social World è membro. Sempre in linea con l’Afic, verrà adottato il protocollo “green”attraverso l’applicazione di modelli operativi più sostenibili come ad esempio lo spostamento attraverso mezzi pubblici o elettrici, prediligere luoghi all’aperto, ridurre la quantità di documenti stampati incoraggiando il formato digitale e allestimenti con materiale riciclato certificato.
 
Inoltre, grande spazio agli omaggi alle star del passato, in primis alla grande Monica Vitti che campeggerà sulla locandina ufficiale, ma anche i 100 anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini e i 50 anni dall’uscita di “Totò a colori”, la cui prima scena fu girata proprio tra le strade della città che apre la Penisola Sorrentina. 
 
Non solo proiezioni ma anche occasioni per giovani autori, come dimostrato dalla partnership avviata quest’anno con NABA – Nuova Accademia di Belle Arti, Fondazione Cinema per Roma nell’ospitare studenti e neo-diplomati di cinema selezionati per lo Z-Pitch Contest e dare loro la possibilità di presentare i progetti anche alla platea di professionisti che ogni hanno partecipano alle attività industry del Social World Film Festival. 
 
Lo Z-Pitch Contest, è il concorso dedicato agli studenti e ai neodiplomati delle Scuole di Cinema e Media Design in Italia. Il contest, sviluppato nell’ambito delle attività di Rome City of Film UNESCO, nasce per valorizzare e portare all’attenzione dei professionisti del cinema e della serialità le idee di giovani autori e film-maker che dimostrino talento e capacità nell’individuare temi di rilievo per la contemporaneità e originalità nel raccontare storie tramite l’audiovisivo.
 
Definito “l’evento cinematografico più emozionante al mondo” dall’attrice Claudia Cardinale, è un festival che da spazio e visibilità a tutte le opere iscritte, a prescindere dalla selezione che viene effettuata per le sezioni competitive e non competitive le cui opere sono proiettate e/o presentate in appositi eventi organizzati.
 
Organizzato dal Comune di Vico Equense, guidato dal sindaco Giuseppe Aiello, il Social World Film Festival offre l’esclusiva possibilità di partecipare agli eventi internazionali, che in dieci anni hanno coinvolto trenta città dei cinque continenti tra cui Los Angeles, New York, Shanghai, Rio de Janeiro, Vienna, Washington DC, Seoul, Busan, Berlino, Barcellona, Amsterdam, Cannes, MonteCarlo, Parigi, Istanbul, San Francisco, Tokyo, Sydney, Marsiglia, Palma, Tunisi, Hong Kong, Jakarta.
 
Alla conferenza stampa di Cannes hanno partecipato tra gli altri Laura Delli Colli, presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, per la presentazione del suo libro “Monica, vita di una donna irripetibile”; Francesco Grisi, Ceo di EDI Effetti Digitali Italiani, per un pitch su cinema e nuove tecnologie; Francesca Via, direttore generale Fondazione Cinema per Roma.


 

Al “Don Carlo La Mura” di Angri grande successo per la Notte Nazionale del Liceo Classico

Una notte magica, spettacolare, un ritorno alla normalità dopo due anni di pandemia. Gli studenti del Liceo Classico-Scientifico-Scienze Applicate-Linguistico “Don Carlo La Mura” di Angri, guidati sapientemente dai docenti e dal Dirigente Scolastico Filippo Toriello, hanno dato vita ad un evento suggestivo e coinvolgente mostrando il senso profondo del valore della Cultura, vero patrimonio dell’umanità. “Generazioni a confronto: l’eredità degli antichi”, questo il tema della Notte Nazionale del Liceo Classico Edizione 2022 promossa dal MIUR . Un meraviglioso viaggio tra passato e presente, tradizione e innovazione.

Intervista a cura della giornalista Brigitte Esposito, regia e riprese Gerardo Tartaglia e Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it

SPECIAL NOTTE NAZIONALE DEL LICEO CLASSICO SU YOUTUBE

Video e interviste su FACEBOOK https://www.facebook.com/360gradiwebtv/videos/562367758566724

PHOTOGALLERY cliccare sul link per visionare l’album

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.3287869514824189&type=3

Il Salotto di Bry a Teatro: “Grossi affari in famiglia”

Standing ovation per la commedia teatrale “Grossi affari in famiglia” andata in scena al Teatro Auditorium Sant’Alfonso Maria de’ Liguori a Pagani e in tour in tutta Italia. A raccontarsi nel Salotto di Bry due straordinari attori amatissimi dal pubblico campano per la carriera televisiva, teatrale e cinematografica: Piero Vitolo (Pierino Tiramisù) e Marco Lanzuise. L’avvincente e sinergico cast, composto da Anna D’Auria, Marilù Armani, Mario Arienzo e Peppe Micciocon la regia di Lanzuise e Rosario Verde, ha divertito gli spettatori con una storia di eredità familiare condita da imbrogli, equivoci e da una sana comicità. Un fratello ingrato e una sorella ingorda ambiscono all’eredità di un uomo malato. Quest’ultimo è attratto da una prorompente badante straniera che, d’intesa con il fidanzato imbroglione, tenta di convincere l’anziano a destinarle tutti i suoi averi.

 Il Salotto di Bry è condotto dalla giornalista Brigitte Esposito per la regia e riprese di Gerardo Roberto Tartaglia e fotografia e riprese Angelandrea Falcone. Una produzione www.360gradiwebtv.it 

L’intervista su facebook https://www.facebook.com/360gradiwebtv/videos/301746562121939